La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISTITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola dellinfanzia OBIETTIVI GENERALI CHE LA SCUOLA SI IMPEGNA A REALIZZARE La scuola dellinfanzia si propone come ambiente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISTITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola dellinfanzia OBIETTIVI GENERALI CHE LA SCUOLA SI IMPEGNA A REALIZZARE La scuola dellinfanzia si propone come ambiente."— Transcript della presentazione:

1 ISTITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola dellinfanzia OBIETTIVI GENERALI CHE LA SCUOLA SI IMPEGNA A REALIZZARE La scuola dellinfanzia si propone come ambiente significativo del fare e del riflettere, come luogo di incontro tra pari e con adulti, aperto allintegrazione delle diversità e come spazio creativo di libera espressione. Le sue finalità, secondo le Nuove Indicazioni Nazionali, sono: contribuire al rafforzamento dei processi di costruzione dellIDENTITA; favorire la promozione dellAUTONOMIA e dellequilibrio affettivo;costruire COMPETENZE e consolidare abilità sensoriali, percettive,motorie, linguistiche e intellettive;acquisire le prime forme di EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA.

2 ISTITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola dellinfanzia I RAPPORTI CON I GENITORI I Nuovi Programmi, nel definire gli ambienti di vita e i contesti educativi, si soffermano particolarmente sulla famiglia, come contesto primario che avvia il bambino allacquisizione desperienze e di criteri per interpretare la realtà e che si pone come legame solido con la scuola. In base a quanto sopra affermato, per favorire la partecipazione e la collaborazione tra la scuola e la famiglia, gli insegnanti si propongono di: Essere figure di riferimento, interlocutori sempre disponibili a fornire rassicurazioni e chiarimenti; Coinvolgere nei processi di inserimento i genitori ; Presentare lambiente scolastico e le attività educative; Documentare le esperienze scolastiche; Comunicare attraverso cartelloni le notizie della scuola (orari, incontri, feste, organizzazione incontri con i genitori).

3 ISTITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola dellinfanzia I RAPPORTI CON I GENITORI Nel corso dell'anno scolastico sono previsti diversi momenti d'incontro con le famiglie: Un'assemblea prima dell'inizio dell'anno scolastico con i nuovi iscritti o se necessario con tutti. Un incontro con tutti i genitori nel mese di ottobre per la presentazione del progetto e per l'elezione del Consiglio di Intersezione. Colloqui individuali nel mese di gennaio. Un'assemblea di sezione nel mese di maggio. Tre incontri d'intersezione, nell'arco dell'anno scolastico, con i rappresentanti dei genitori. Partecipazione e coinvolgimento nei vari momenti di festa della scuola (Natale, fine anno …).

4 40 Ore Settimanali Tempo lungo

5 ISTITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola dellinfanzia MODALITA' ORGANIZZATIVE Lattività educativa della scuola dellinfanzia si svolge in un tempo complessivo di 8 ore il giorno (dal lunedì al venerdì): dalle ore 7.50 alle ore per il plesso di Crespadoro e dalle 8:00 alle 16:10 per il plesso di San Pietro Lattività scolastica è scandita nei seguenti orari: Accoglienza in salone, nei vari spazi organizzati; Accoglimento nella propria sezione; Attività di routine in sezione Colazione e momento comunitario; Servizi Attività educativa - didattica in sezione o progetti; Preparazione per il pranzo; Pranzo; Gioco libero in salone o in sezione e, tempo permettendo, nei campi sportivi dell'istituto; Uscita dei bambini che frequentano solo lorario antimeridiano e autotrasportati; Riposo dei piccoli; Rilassamento dei bambini medi e grandi e attività specifiche in sezione; Merenda; Seconda uscita

6 ISTITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola dellinfanzia Inizio lezioni Crespadoro - sezione piccoli ORARIO 1 a settimana ORARIO 2 a e 3 a settimana: settembre dalle ore 7,50 alle ore 12,30 (dopo pranzo) settembre dalle ore 7,50 alle ore 11,00 A PARTIRE DA OTTOBRE dalle ore 7,50 alle ore 16,00(orario intero)

7 ISTITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola dellinfanzia Inizio lezioni San Pietro - sezione piccoli ORARIO 1 a settimana ORARIO 2 a e 3 a settimana: settembre dalle ore 8,00 alle ore 12,40(dopo di pranzo) settembre dalle ore 8,00 alle ore 11,10(prima pranzo) A PARTIRE DA OTTOBRE dalle ore 8,00 alle ore 16,10(orario intero)

8 ISTITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola dellinfanzia di Crespadoro PIANO DELLE VISITE GUIDATE E DELLE USCITE DIDATTICHE Nel corso dell'anno potranno essere effettuate uscite didattiche, secondo la necessità delle attività programmate nel progetto. Per l'anno scolastico in corso si prevedono delle uscite a Chiampo per uno spettacolo teatrale La casetta dei desideri e nel paese di Crespadoro, a piedi o autotrasportati, nei dintorni della scuola o presso contrade del territorio per osservare l'ambiente naturale. PROGETTI Durante lanno scolastico saranno attivati i seguenti progetti che coinvolgeranno tutte e tre le sezioni: Progetto annuale: GiocoImparo con le storie Progetto intercultura: Natale: un colore tutto mio

9 ISTITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola dellinfanzia di San Pietro PIANO DELLE VISITE GUIDATE E DELLE USCITE DIDATTICHE: Si prevedono, per quest'anno scolastico, uscite a scopo didattico per l'osservazione di Cambiamenti stagionali Promozione delle conoscenze del proprio ambiente di vita quotidiana Esperienze dirette nel piccolo o grande gruppo: Osservare lambiente intorno alla scuola: la strada, il paese, il bosco e raccogliere materiale (foglie, castagne, ecc…) Osservare i fenomeni atmosferici I periodi duscita sono indicativi, in quanto potrebbero subire variazioni a causa delle condizioni atmosferiche. PROGETTI Durante lanno scolastico saranno attivati i seguenti progetti che coinvolgeranno tutte e tre le sezioni: Progetto Interculturale Natale per tutti ProgettoDALLA FANTASIA ALLA REALTAviaggio con Winnie lorsetto e i suoi amici. Progetto musicale Fantasie in musica Progetto pratica psicomotoria educativa e preventiva

10 Educazione ambientale educazione alla salute, affettività e integrazione educazione stradale attività di accoglienza, continuità ed orientamento attività di recupero e potenziamento visite guidate iniziative di solidarietà manifestazione di fine anno giochi studenteschi Progetto Il giornale in classe Cittadinanza attiva

11 Progetto psicomotricità Le classi prime delle scuole primarie da diversi anni si avvalgono dellintervento di psicomotriciste al fine di sviluppare le capacità comunicative, motorie, percettive, creative e gli aspetti emotivo-relazionali degli alunni/e e, in unottica di continuità con la scuola dellinfanzia, facilitarne i processi di inserimento nel nuovo contesto scolastico.

12 Progetto continuità Progetto continuità scuola infanzia- primaria; scuola primaria-scuola secondaria Il raccordo tra scuole permette a tutti i soggetti coinvolti di vivere momenti, fasi, scambi, relazioni e di avvicinarsi alla nuova realtà scolastica in modo graduale e flessibile, allinterno di un itinerario didattico progettato e condiviso tra gli ordini di scuola.

13 Progetto alunni/e con difficoltà LIstituto Comprensivo, per garantire a ciascun alunno/a il rispetto dei propri ritmi e stili di apprendimento, opera scelte, progetta percorsi educativi e didattici con strumenti e metodologie opportunamente predisposti.

14 Progetto alunni/e non nativi Percorsi formativi personalizzati finalizzati allintegrazione di alunni/e non nativi, utilizzando laboratori di alfabetizzazione e laiuto di mediatori culturali di madrelingua. Si possono allestire laboratori interculturali finalizzati a promuovere sensibilità interculturale, capacità di ascolto, attenzione reciproca e scambio di conoscenze.

15 FINALITA Creare un clima collaborativo nel gruppo classe Favorire il rispetto delle diversità individuali Favorire e sviluppare le diverse potenzialità nel rispetto delle personalità Favorire lo sviluppo dellautonomia di pensiero Favorire il lavoro di gruppo Porre le basi per lutilizzo di metodologie scientifiche Operare sulla struttura di base delle discipline Educare ai principi fondamentali della convivenza civile ISTITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola Primaria

16 ARTICOLAZIONE ORGANIZZATIVA DELLA SCUOLA PRIMARIA La scuola primaria,della durata di cinque anni, è articolata in un primo anno, raccordato con la scuola dellinfanzia e teso al raggiungimento delle strumentalità di base, e in due periodi didattici biennali…. ( art. 4 comma 2 D.Lgs n°59) RACCORDO SCUOLA DELLINFANZIA 1°ANNO 1° BIENNIO 2° BIENNIO I STITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola Primaria

17 27 Ore Settimanali Tempo normale antimeridiano

18 Orari 27 ORE Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato I STITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola Primaria

19 Il tempo-scuola declinato in 27 ore per le classi prime prevede un insegnante prevalente di riferimento. I STITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola Primaria

20 DISCIPLINE E AREE DISCIPLINARI I traguardi per lo sviluppo delle competenze sono raggiunti attraverso obiettivi di apprendimento per ciascuna disciplina e area disciplinare: AREA LINGUISTICO-ARTISTICO-ESPRESSIVA: ITALIANO LINGUA STRANIERA MUSICA ARTE E IMMAGINE CORPO, MOVIMENTO E SPORT AREA STORICO GEOGRAFICA: STORIA GEOGRAFIA CITTADINANZA E COSTITUZIONE (TRASVERSALE) AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA. MATEMATICA SCIENZE TECNOLOGIA E INFORMATICA RELIGIONE CATTOLICA O MATERIA ALTERNATIVA O STUDIO CON INSEGNANTE O ESONERO

21 Educazione ambientale educazione alla salute, affettività e integrazione educazione stradale attività di accoglienza, continuità ed orientamento attività di recupero e potenziamento visite guidate iniziative di solidarietà manifestazione di fine anno giochi studenteschi Progetto Il giornale in classe Cittadinanza attiva

22 Progetto psicomotricità Le classi prime delle scuole primarie da diversi anni si avvalgono dellintervento di psicomotriciste al fine di sviluppare le capacità comunicative, motorie, percettive, creative e gli aspetti emotivo-relazionali degli alunni/e e, in unottica di continuità con la scuola dellinfanzia, facilitarne i processi di inserimento nel nuovo contesto scolastico.

23 Progetto continuità Progetto continuità scuola infanzia- primaria; scuola primaria-scuola secondaria Il raccordo tra scuole permette a tutti i soggetti coinvolti di vivere momenti, fasi, scambi, relazioni e di avvicinarsi alla nuova realtà scolastica in modo graduale e flessibile, allinterno di un itinerario didattico progettato e condiviso tra gli ordini di scuola.

24 Progetto alunni/e con difficoltà LIstituto Comprensivo, per garantire a ciascun alunno/a il rispetto dei propri ritmi e stili di apprendimento, opera scelte, progetta percorsi educativi e didattici con strumenti e metodologie opportunamente predisposti.

25 Progetto alunni/e non nativi Percorsi formativi personalizzati finalizzati allintegrazione di alunni/e non nativi, utilizzando laboratori di alfabetizzazione e laiuto di mediatori culturali di madrelingua. Si possono allestire laboratori interculturali finalizzati a promuovere sensibilità interculturale, capacità di ascolto, attenzione reciproca e scambio di conoscenze.

26 Progetto alunni/e non nativi Percorsi formativi personalizzati finalizzati allintegrazione di alunni/e non nativi, utilizzando laboratori di alfabetizzazione e laiuto di mediatori culturali di madrelingua. Si possono allestire laboratori interculturali finalizzati a promuovere sensibilità interculturale, capacità di ascolto, attenzione reciproca e scambio di conoscenze.

27 Il consiglio comunale dei ragazzi Nellambito delleducazione alla cittadinanza attiva è stato attivato nellanno scolastico 2010/2011 il consiglio comunale dei ragazzi per gli alunni della scuola secondaria e per le classi quinte e quarte della scuola primaria.

28 Valutazione dIstituto Valutazione Interna Valutazione Esterna 1.Efficienza Organizzativa Partecipazione Rispetto scadenze Funzionalità orario Agibilità spazi Attrezzature 2.Efficacia Formativa Risultati apprendimenti Partecipazione Dinamiche relazionali Qualità delle professionalità INVALSI Conoscenze ed abilità degli allievi di II a e Iv a Scuola Primaria I a III a Scuola Secondaria I° Grado Qualità della Istituzione Scolastica

29 FINALITA Puntare sullapprendimento dei diversi linguaggi disciplinari Consolidare il metodo di studio Potenziare il lavoro individuale Promuovere il successo scolastico Guidare allautoconsapevolezza Favorire lo sviluppo delle capacità di orientamento Sviluppare menti aperte alla convivenza democratica

30 Ore Settimanali 36 Tempo prolungato due rientri pomeridiani Ore Settimanali 36 Tempo prolungato due rientri pomeridiani

31 TEMPO PROLUNGATO a.s. 2011/2012 Lunedì MENSA Martedì Mercoledì MENSA Giovedì Venerdì ore comprensive del tempo-mensa.

32 ORGANIZZAZIONE ORARIA scuola secondaria Per lanno scolastico 2011/12, la scuola media ha la seguente organizzazione: un orario obbligatorio per tutti gli alunni di 36 ore settimanali diviso in 29 ore curriculari + 1 approfondimento italiano + 4 di compresenza/laboratorio + 2 di mensa Italiano 5 Storia e Geografia4 Matematica e Scienze6 Tecnologia2 Inglese3 Francese2 Arte e Immagine2 Musica2 Scienze motorie e sportive 2 Religione/ ora alternativa1 RIENTRI POMERIDIANI

33 ORARIO DELLE LEZIONI PER TUTTE LE CLASSI INGRESSO a ora a ora Intervallo a ora a ora a ora Mensa a ora a ora

34 Criteri formazione classi scuola secondaria Uniforme distribuzione di alunni e alunne Classi omogenee tra loro ed eterogenee allinterno Massima attenzione alle segnalazioni delle maestre nel tenere separati alunni incompatibili Equa assegnazione di alunni che presentano gravi situazioni di disagio Equa assegnazione di alunni stranieri, secondo i criteri stabiliti dallapposita commissione Inserimento su richiesta dei genitori, se possibile, di neo – iscritti in corsi tuttora frequentati da fratelli Inserimento di gemelli in corsi diversi, salvo motivata richiesta dei genitori Inserimento nella sezione di provenienza degli alunni ripetenti

35 Scuola – Alunno/a – Famiglia sottoscrivono il seguente Patto educativo di corresponsabilità COME CONDIVISIONE DELLE FINALITÁ EDUCATIVE quale strumento di trasparenza attraverso il quale i docenti esprimono la propria proposta formativa, gli alunni/e e le famiglie sono resi consapevoli e partecipi del progetto educativo e didattico che la scuola elabora per loro.

36 IMPEGNO DEI DOCENTI

37 IMPEGNO DEGLI STUDENTI.

38 IMPEGNO DEI GENITORI

39 Educazione ambientale educazione alla salute, affettività e integrazione educazione stradale attività di accoglienza, continuità ed orientamento attività di recupero e potenziamento visite guidate iniziative di solidarietà manifestazione di fine anno giochi studenteschi Progetto Il giornale in classe Cittadinanza attiva

40 Progetto psicomotricità Le classi prime delle scuole primarie da diversi anni si avvalgono dellintervento di psicomotriciste al fine di sviluppare le capacità comunicative, motorie, percettive, creative e gli aspetti emotivo-relazionali degli alunni/e e, in unottica di continuità con la scuola dellinfanzia, facilitarne i processi di inserimento nel nuovo contesto scolastico.

41 Progetto continuità Progetto continuità scuola infanzia- primaria; scuola primaria-scuola secondaria Il raccordo tra scuole permette a tutti i soggetti coinvolti di vivere momenti, fasi, scambi, relazioni e di avvicinarsi alla nuova realtà scolastica in modo graduale e flessibile, allinterno di un itinerario didattico progettato e condiviso tra gli ordini di scuola.

42 Progetto alunni/e con difficoltà LIstituto Comprensivo, per garantire a ciascun alunno/a il rispetto dei propri ritmi e stili di apprendimento, opera scelte, progetta percorsi educativi e didattici con strumenti e metodologie opportunamente predisposti.

43 Progetto alunni/e non nativi Percorsi formativi personalizzati finalizzati allintegrazione di alunni/e non nativi, utilizzando laboratori di alfabetizzazione e laiuto di mediatori culturali di madrelingua. Si possono allestire laboratori interculturali finalizzati a promuovere sensibilità interculturale, capacità di ascolto, attenzione reciproca e scambio di conoscenze.

44 Il consiglio comunale dei ragazzi Nellambito delleducazione alla cittadinanza attiva è stato attivato nellanno scolastico 2010/2011 il consiglio comunale dei ragazzi per gli alunni della scuola secondaria e per le classi quinte e quarte della scuola primaria.

45 PROGETTI DI POTENZIAMENTO DEL CURRICOLO Recupero e potenziamento di Italiano, matematica e lingue straniere Lettorato madre lingua classi seconde e terze

46 Valutazione dIstituto Valutazione Interna Valutazione Esterna 1.Efficienza Organizzativa Partecipazione Rispetto scadenze Funzionalità orario Agibilità spazi Attrezzature 2.Efficacia Formativa Risultati apprendimenti Partecipazione Dinamiche relazionali Qualità delle professionalità INVALSI Conoscenze ed abilità degli allievi di II a e V a Scuola Primaria I a III a Scuola Secondaria I° Grado Qualità della Istituzione Scolastica


Scaricare ppt "ISTITUTOCOMPRENSIVO Ungaretti Scuola dellinfanzia OBIETTIVI GENERALI CHE LA SCUOLA SI IMPEGNA A REALIZZARE La scuola dellinfanzia si propone come ambiente."

Presentazioni simili


Annunci Google