La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Questa presentazione è stata realizzata, dopo uno studio didattico della lirica provenzale ed argomenti attinenti, in collaborazione con due studentesse.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Questa presentazione è stata realizzata, dopo uno studio didattico della lirica provenzale ed argomenti attinenti, in collaborazione con due studentesse."— Transcript della presentazione:

1 Questa presentazione è stata realizzata, dopo uno studio didattico della lirica provenzale ed argomenti attinenti, in collaborazione con due studentesse francesi del Lycée Jean Lurçat. Luca G. III F Liceo Alessi

2 Poesia Lirica Provenzale LLLL iiii nnnn gggg uuuu aaaa d d d d OOOO cccc OOOO rrrr iiii gggg iiii nnnn iiii d d d d eeee llll llll aaaa pppp oooo eeee ssss iiii aaaa pppp rrrr oooo vvvv eeee nnnn zzzz aaaa llll eeee LLLL aaaa mmmm oooo rrrr c c c c oooo rrrr tttt eeee ssss eeee TTTT eeee mmmm iiii e e e e m m m m oooo dddd iiii MMMM eeee tttt rrrr iiii cccc aaaa e e e e t t t t eeee mmmm iiii dddd eeee llll llll aaaa c c c c aaaa nnnn zzzz oooo nnnn eeee IIII t t t t rrrr oooo vvvv aaaa tttt oooo rrrr iiii LLLL eeee tttt tttt eeee rrrr aaaa tttt uuuu rrrr aaaa ffff rrrr aaaa nnnn cccc eeee ssss eeee e e e e pppp rrrr oooo vvvv eeee nnnn zzzz aaaa llll eeee i i i i nnnn IIII tttt aaaa llll iiii aaaa SSSS cccc uuuu oooo llll aaaa s s s s iiii cccc iiii llll iiii aaaa nnnn aaaa

3 La Lingua dOc Storia Etimologia Lingua Occitana

4 Etimologia Il termine lingua occitana deriva da òc e apparve nei testi amministrativi latini verso il Questo criterio distintivo venne usato da Dante Alighieri, che descrisse le lingue occitana, francese e italiana in base alle loro rispettive particelle affermative: 1.òc (dal latino hoc ); 2.oïl (antenato del moderno oui e dal latino hoc ille); 3.sì. Il termine provenzale oggi designa la parlata occitana in uso nella sola Provenza.

5 Lingua Occitana L'occitano o lingua d'oc (linguadoca) è una lingua romanza parlata in alcune zone del sud della Francia, dove gode di pochissima tutela, in Spagna (Val d'Aran in Catalogna), dove è una lingua ufficiale regionale dal 1990, ed in Italia nelle Valli Occitane (Piemonte e Liguria) e in Calabria a Guardia Piemontese (CS). In Spagna l'occitano.

6 Storia Periodo di tempo: ultimi decenni dell'XI e la metà del XIII secolo; Utilizzata come lingua giuridica ed amministrativa; Ricchissima fioritura letteraria, culminata con la lirica dei trobadori medioevali; Nel 1229 il Re di Francia estese il proprio dominio politico nel Midi, il Sud della Francia, (Crociata albigese); Divenne predominante su tutti gli altri idiomi parlati nel territorio occupato dall'attuale Francia, poiché venne impiegata nell'amministrazione del potere politico; Con la fine dell'Ancien Régime l'uso del francese assunse valenza strategica in quanto simbolo e garanzia dell'unità nazionale.

7 Origini della poesia provenzale È difficile individuare le origini della poesia lirica provenzale. Cè chi la collega alla tradizione classica latina di poesia religiosa di esaltazione della Vergine. Ma nessuna di queste ipotesi può ritenersi definitiva.

8 Lamor cortese Poesia trobadoricaidentificata conla poesia damore Poeti provenzali Formalizzazione dellamore cortese Vassallaggio Amore cortese Influenza religiosa Comportamenti riconducibili alla sfera religiosa

9 Temi e modi Trobar clusTrobar leu Amor de lonh Poetare chiuso e difficile Poetare lieve Amore da lontano Formalizzazione e astrazione Apertura alla concretezza della vita Raffinato e idealizzato

10 Metrica e temi della canzone Forme principali della lirica: -Canzone -Esordisce un topos -Descrive la natura -È formato da 4,5,6 strofe -Chiusa formata da uno o più congedi -Contiene versi ottosillabici in rima

11 I trovatori I trovatori erano personaggi di unelevata cultura ma non sempre di alta estrazione sociale: oltre ai nobili, il più celebre dei quali fu certamente Guglielmo IX duca dAquitania, considerato il più antico trovatore di cui sia stata tramandata notizia, vi erano mercanti e anche artigiani. Di loro tuttavia rarissime e quasi mai storicamente certe sono le notizie biografiche.

12 Letteratura francese e provenzale in Italia Solo con la fioritura dei comuni si svilupperà una letteratura autonoma in Italia. GENERI LETTERARI EPICA/ROMANZO DIMPORTAZIONE PRODUZIONE AUTOCTONA CANZONI DI GESTA LINGUA FRANCO VENETA FRANCESE INQUINATO DAL VENETO OPERA PRINCIPALE: ENTREE DESPAGNE. GENERI ELABORATI IN FRANCESE DA AUTORI ITALIANI MILIONE (MARCO POLO); LIVRE DOU TRESOR (BRUNETTO LATINI) LIRICA PROVENZALE NORD ITALIA CROCIATA ALBIGESA MOLTI PROVENZALI SCAPPANO IN ITALIA

13 La Scuola siciliana: il tempo, i luoghi, le figure sociali SCUOLA SICILIANA Dissociazione tra poesia e musica Realtà cortigiana, non feudale Poeta borghese –Si dedica alla poesia per diletto Fondata da Federico II di Svevia –Colto e poliglotta –Incoraggiava la laicizzazione della cultura Manfredi, suo figlio lo succedette –1260: sconfitto a Benevento CRISI DELLA SCUOLA SICILIANA – Testi siciliani riscritti da autori toscani con variazioni delle finali e degli accenti – Lingua unitaria – Canone fisso

14 Testi e riferimenti: La Scrittura e lInterpretazione (G.B. Palumbo Editore); Wikipedia; Encarta;

15 Il Provenzale Il provenzale è una lingua romanza appartenente alle lingue « d 'oc », percepita e riconosciuta come una lingua distinta dalle popolazioni e da molti organismi ufficiali, parlata e scritta in Provenza insieme al francese, vicino allitaliano o al catalano. E portatrice di una cultura ricca, in cui l'espressione letteraria è considerata a livello internazionale: ne è testimonianza il fatto che Frédéric Mistral ( ) ha ottenuto il Premio Nobel di letteratura nel Il provenzale beneficia attualmente di una rivalutazione presso l'opinione pubblica. Ormai è insegnato e studiato ed i suoi impieghi pubblici si sviluppano (media, canzone, ecc). La lingua provenzale è già presente in molte grammatiche, dizionari, manuali linguistici, la cui produzione si moltiplica, ma che purtroppo sono insufficientemente diffusi. A cura di:Alexia L. e Laetitia F. Lycée Jean Lurçat

16 Poesia in provenzale Aquelo nesco s'encafourna dins une coumbo arebro e sourno e ven piei un moumen que la roco subran Senarco amount ou es pas de dire vous parle dou roucas do cire ni cat ni cabro ni satire n'en responde segur jamai l'escalaran. F. Mistral A cura di:Alexia L. e Laetitia F. Lycée Jean Lurçat

17 Luccello Leis Oouceou En Janvié e Fébrié, Se courroun darrié. En Mars, Soun pas plus gras. En Abriou, Fan soun nis. En Maï, Maï que maï. En Jun, Plus que quooucun, En Juliet, Voloun soulet. En Avoust, An bouon goust. Autore anonimo A cura di:Alexia L. e Laetitia F. Lycée Jean Lurçat

18 Poesia in Provenzale Alexia L. e Laetitia F. Lycée Jean Lurçat


Scaricare ppt "Questa presentazione è stata realizzata, dopo uno studio didattico della lirica provenzale ed argomenti attinenti, in collaborazione con due studentesse."

Presentazioni simili


Annunci Google