La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL CANTICO DEI CANTICI 1° POEMA (1,5 – 2,7) LA TENEREZZA NUZIALE COME AMABILITA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL CANTICO DEI CANTICI 1° POEMA (1,5 – 2,7) LA TENEREZZA NUZIALE COME AMABILITA."— Transcript della presentazione:

1 IL CANTICO DEI CANTICI 1° POEMA (1,5 – 2,7) LA TENEREZZA NUZIALE COME AMABILITA

2 IL TESTO DEL CANTICO ( 1° POEMA (1,5 – 2,7) 1. Autopresentazione della donna 1. Autopresentazione della donna 2. Ricerca dellamato 2. Ricerca dellamato 3. Elogio per la bellezza della sposa 3. Elogio per la bellezza della sposa 4. Scambio di lodi 4. Scambio di lodi Vi scongiuro, figli di Gerusalemme… Vi scongiuro, figli di Gerusalemme… Non destate, Non destate, non scuotete dal sonno lAmore non scuotete dal sonno lAmore

3 IL TERMINE AMABILE DERIVA DAL LATINO AMARE E IMPLICA DUE SIGNIFICATI ESSENZIALI: 1. RENDERSI GRADEVOLI PER LALTRO, CERCANDO DI FAR PREVALERE LE MIGLIORI QUALITA E RISORSE. 2. FAR SENTIRE LALTRO GRADEVOLE, DIMOSTRANDOGLI AFFETTO, FIDUCIA, APPREZZAMENTO.

4 LE DUE ACCEZIONI SONO TRA LORO INTERDIPENDENTI : 1. SI E AMABILI SE SI E CAPACI DI FARSI AMARE. VICEVERSA, SI E AMABILI SE SI FA SENTIRE LALTRO AMATO. 2. LAMORE E LAMORE DI TENEREZZA. AMABILITÀ = TENEREZZA TENEREZZA = DOLCEZZA

5 COME E POSSIBILE PER GLI SPOSI ESSERE FELICI SE NON SI EDUCANO ALLAMABILITA DELLUNO VERSO LALTRO? COME E POSSIBILE PER GLI SPOSI ESSERE FELICI SE NON SI EDUCANO ALLAMABILITA DELLUNO VERSO LALTRO? LAMABILITA COME BELLEZZA SPIRITUALE DELLAMORE LAMABILITA COME RISPOSTA AL PROGETTO DI DIO SUL MATRIMONIO

6 I LIVELLI DELLAMABILITÀ I LIVELLI DELLAMABILITÀ 1. LIVELLO FISICO-ESTETICO 2LIVELLO INTELLETTIVO 3. LIVELLO SPIRITUALE 4. LIVELLO RELAZIONALE

7 CONTENUTI DELLAMABILITÀ 1. UNINTERIORITÀ DOLCE 2. VIA DI GUARIGIONE PER LA COPPIA CIO CHE RENDE AMABILE UNA PERSONA E LA DOLCEZZA CHE PALPITA NEL SUO CUORE

8 LA NOSTRA INTERIORITÀ PUÒ ESSERE UNINTERIORITÀ DURA, piena di rabbie, di paure e gelosie, di tristezza e solitudini, e può essere causa di conflittualità più o meno forti o accentuate verso se stessi e verso chi ci sta vicino; UNINTERIORITÀ DURA, piena di rabbie, di paure e gelosie, di tristezza e solitudini, e può essere causa di conflittualità più o meno forti o accentuate verso se stessi e verso chi ci sta vicino; UNINTERIORITÀ DOLCE, amabile, dove domina il cuore di carne e non un cuore di pietra; dove chi ci sta vicino trova riposo, affetto, gioia, ospitalità: in una parola, si sente AMATO. UNINTERIORITÀ DOLCE, amabile, dove domina il cuore di carne e non un cuore di pietra; dove chi ci sta vicino trova riposo, affetto, gioia, ospitalità: in una parola, si sente AMATO.

9 AMABILITA come VIA DI GUARIGIONE dalle situazioni di crisi: solitudine, monotonia, conflittualità permanente, assenza di tenerezza

10 QUALE COPPIA? 1. Coppia di-pendente 2. in-stabile 3. Coppia forte IL PUNTO CRITICO Come coniugare le PARTI SANE e le PARTI FERITE QUALE COPPIA? 1. Coppia di-pendente 2. in-stabile 3. Coppia forte IL PUNTO CRITICO Come coniugare le PARTI SANE e le PARTI FERITE

11 NON RISULTA AMABILE : - chi non sa scorgere il positivo del partner o non gli rivolge mai una carezza o comunque si dimostra avaro; - chi si pone in un atteggiamento di rifiuto, non dicendo mai grazie e comportandosi come se tutto gli fosse dovuto; - chi si vanta di non avere mai bisogno dellaltro e non ritiene di dover manifestare le proprie attese; - chi è sempre pronto a puntare il dito contro e si mette in competizione con il coniuge; - chi si lamenta di continuo e trova sempre da ridire su tutto e tutti, evitando di guardare anzitutto a se stesso; - chi si rifiuta al dialogo e non si impegna ad ascoltare il partner con empatia e affetto sincero. NON RISULTA AMABILE : - chi non sa scorgere il positivo del partner o non gli rivolge mai una carezza o comunque si dimostra avaro; - chi si pone in un atteggiamento di rifiuto, non dicendo mai grazie e comportandosi come se tutto gli fosse dovuto; - chi si vanta di non avere mai bisogno dellaltro e non ritiene di dover manifestare le proprie attese; - chi è sempre pronto a puntare il dito contro e si mette in competizione con il coniuge; - chi si lamenta di continuo e trova sempre da ridire su tutto e tutti, evitando di guardare anzitutto a se stesso; - chi si rifiuta al dialogo e non si impegna ad ascoltare il partner con empatia e affetto sincero.

12 RISULTA AL CONTRARIO AMABILE : - chi sa avere uno sguardo positivo e opera per suscitare risposte analoghe al partner; - chi sa riconoscere il bene che dellaltro e lo accoglie con gratitudine e riconoscenza; - chi sa donare con generosità, evitando ogni atteggiamento di grettezza e di chiusura mentale; - chi ispira simpatia e fa sentire laltro a suo agio creando relazioni piacevoli: Signore fa che i buoni, siano anche simpatici; - chi non condanna, ma anzi simpegna ad essere tollerante, orientadosi alla com-passione come attitudine di fondo, facendosi medico del partner e non giudice. RISULTA AL CONTRARIO AMABILE : - chi sa avere uno sguardo positivo e opera per suscitare risposte analoghe al partner; - chi sa riconoscere il bene che dellaltro e lo accoglie con gratitudine e riconoscenza; - chi sa donare con generosità, evitando ogni atteggiamento di grettezza e di chiusura mentale; - chi ispira simpatia e fa sentire laltro a suo agio creando relazioni piacevoli: Signore fa che i buoni, siano anche simpatici; - chi non condanna, ma anzi simpegna ad essere tollerante, orientadosi alla com-passione come attitudine di fondo, facendosi medico del partner e non giudice.

13 ESSERE IL MEGLIO DI NOI STESSI Se non puoi essere un pino sulla vetta del monte, sii una scopa nella valle, ma sii la migliore scopa sulla sponda del ruscello. Se non puoi essere un albero, sii un cespuglio. Se non puoi essere una via maestra sii un sentiero. Se non puoi essere il sole, sii una stella ma una stella che brilla. Sii sempre il meglio di qualunque cosa tu sia. Non si vince o si fallisce con la mole. Scopri ciò che sei chiamato ad essere e poi mettiti con passione a realizzarlo nella vita… e Dio ti sorriderà dal cielo. D. Mallok citato da M.L. King, La forza di amare, Torino 1967

14 LAMABILITA COME LINGUAGGIO DI CAREZZE

15 AMATEVI DI TENEREZZA AMATEVI DI TENEREZZA VOI CHE VI AMATE VOI CHE VI AMATE


Scaricare ppt "IL CANTICO DEI CANTICI 1° POEMA (1,5 – 2,7) LA TENEREZZA NUZIALE COME AMABILITA."

Presentazioni simili


Annunci Google