La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità L'esperienza della ASL 19 di Asti Antonio Di Santo Direttore Generale ASL 19 Asti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità L'esperienza della ASL 19 di Asti Antonio Di Santo Direttore Generale ASL 19 Asti."— Transcript della presentazione:

1 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità L'esperienza della ASL 19 di Asti Antonio Di Santo Direttore Generale ASL 19 Asti

2 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità LASL 19 di Asti Estensione del Territorio 1378 kmq Comuni: 106 Popolazione: (dati b.b.d.e. 2000) 3 Presidi Ospedalieri (Asti, Nizza Monferrato, Canelli) Totale posti letto: c.a. 550 Distretti (Asti Nord, Asti Centro, Asti Sud) Totale costi: c.a (Bilancio 2002)

3 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità LASL 19 di Asti Medici359 Dirigenti Sanitari36 Dirigenti Amm.vi14 Pers. Infermieristico808 Tecnici Sanitari147 Tecnici Riabilitazione74 Personale ruolo tecnico56 OTA, ASS, ecc385 Personale Amm.vo290 Personale Totale……. 2169

4 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità Progetto di un SISTEMA INFORMATIVO PER IL CAMBIAMENTO E L EVOLUZIONE ETEREOGENEE E NON INTEGRATE Il S.I. nel 1997 In sintesi: La classica situazione a... ORGANIZZAZIONEAPPLICAZIONIARCHITETTURE INFRASTRUTTURE TECNOLOGICHE Molteplici attori/fornitori Presenza disorganica di professionalità e skills Coordinamento carente o assente Rapporti contrattuali molteplici Difficoltà di controllo e gestione Scarso commitment sulle strategie aziendali Utenti in balìa del fornitore Nessuna gestione organizzata del cambiamento

5 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità Commitment sulle strategie aziendali Unica struttura, omogenea ed organizzata, per tutte le attività e le aree funzionali ed applicative Un unico quadro di riferimento contrattuale Stabilità del rapporto cliente/fornitore, a tutti i livelli Chiara identificazione e attribuzione delle mansioni delle responsabilità Definizione e controllo dei processi: esiste un Governo Il S.I. ATTESO

6 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità OFFERTA GANTT DI PROGETTO P.S.A.SVILUPPOORGANIZZ. PROGETTISPECIALI NUMEROSITA DEGLI ATTORI SVILUPPOTEMPORALE Applicazione X Applicazione Y Applicazione Z GESTIONE PER PROCESSI Necessità di un Progetto STRUTTURATO per la Gestione Della Complessità

7 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità : L idea della ASL 19 Sistemi Informativi verso il Nuovo Ospedale

8 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità LA REINGEGNERIZZAZIONE DEL SISTEMA AZIENDALE CENTRALITADELCITTADINOEFFICIENZAEFFICACIAECONOMICITA E3 E3 E3 E3 SCELTA STRATEGICA OUTSOURCING DEL PROGETTO S.I. Atteso Amminist. e gestione riabilitazione Diagnosi e cura prevenzione

9 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità IL PROGETTO PROGETTO FINALIZZATO A GARANTIRE LA MIGLIORE SOLUZIONE INFORMATIVA ED INFORMATICA ATTA A SUPPORTARE TUTTI I PROCESSI ORGANIZZATIVI IN AMBITO TERRITORIALE, OSPEDALIERO E GESTIONALE INTEGRANDO LE COMPONENTI ORGANIZZATIVE, INFORMATIVE ED INFORMATICHE PROGETTO FINALIZZATO A GARANTIRE LA MIGLIORE SOLUZIONE INFORMATIVA ED INFORMATICA ATTA A SUPPORTARE TUTTI I PROCESSI ORGANIZZATIVI IN AMBITO TERRITORIALE, OSPEDALIERO E GESTIONALE INTEGRANDO LE COMPONENTI ORGANIZZATIVE, INFORMATIVE ED INFORMATICHE. IL PERSONALE ASL IN PERFETTA SINCRONIA CON IL PERSONALE DELL OUTSOURCING STRATEGIE CONTROLLO OUTSOURCER LA DEFINIZIONE DELLE STRATEGIE E DELLE ESIGENZE, LA PIANIFICAZIONE/PROGRAMMAZIONE ED IL CONTROLLO DEL PROGETTO, SE PUR CONDIVISE CON OUTSOURCER, RESTANO A CAPO DELLA ASL. OBIETTIVO CHI GOVERNO

10 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità TUTTO QUANTO RIGUARDA L INFORMATION TECHNOLOGY TUTTO QUANTO RIGUARDA L INFORMATION TECHNOLOGY (Software Applicativo, Software per Produttività Individuale, software di Base, Hardware, Altre Tecnologie Informatiche) LA CONDUZIONE E MANUTENZIONE DI TUTTO IL SISTEMA IL SUBENTRO NELLE PROCEDURE FINO ALLA LORO SOSTITUZIONE L AMPLIAMENTO DEI SISTEMI INFORMATIVI (APPLICAZIONI) FINO ALLA COMPLETA COPERTURA DELLE ESIGENZE UTENTE ED AL RAGGIUNGIMENTO DELLA SUA SODDISFAZIONE L AMPLIAMENTO DEI SISTEMI INFORMATIVI (APPLICAZIONI) FINO ALLA COMPLETA COPERTURA DELLE ESIGENZE UTENTE ED AL RAGGIUNGIMENTO DELLA SUA SODDISFAZIONE ed in armonia con il Sistema Azienda DURATA: GEN DIC IL CONTRATTO COMPRENDE: IL CONTRATTO DI OUTSOURCING DEI SISTEMI INFORMATIVI

11 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità 70 Applicazioni in 10 grandi aree funzionali/applicative a regime Attivazioni previste nel 1° Anno: - 48 Applicazioni in 10 grandi aree funzionali/applicative Attivazioni previste nel 1° Semestre: - 19 Applicazioni in 6 grandi aree funzionali/applicative Tempo Effort ALCUNI NUMERI

12 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità - PIANIFICAZIONE -PROGRAMMAZIONE & CONTROLLO STRUTTURA DI GOVERNO DEL PROGETTO COMITATOGUIDACOMITATOGUIDA P.S.A. PROJECTMANAGERPROJECTMANAGER SVILUPPO DIREZIONEGENERALEDIREZIONEGENERALE LINEEGUIDA TEAM DI PROGETTO GESTIONE (*) Flusso delle Informazioni (Sistema Informativo Aziendale verso Interno e verso l Esterno) RESPONSABILI / UTENTI - PROGETTI SPECIALI - FINANZIAMENTI Reg../Naz.. (*) (*) COMMISSIONESVILUPPOORGANIZZATIVO

13 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità IL RUOLO DEL CUSTOMER CONTRACT MANAGER Customer Manager Outsourcer Direttore Generale ASL ASTI Implementazione Contrattuale Continua implementazione contrattuale attuata in sinergia con la Direzione Aziendale Flessibilitàcontrattuale

14 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità RISULTATI OTTENUTI Esternalizzazione del Servizio Sistemi informativi Riduzione degli impatti organizzativi necessari alla gestione del Sistema Informativo Controllo e pianificazione dei costi per lI&CT Chiaro quadro di riferimento contrattuale per lI&CT Sinergia con il partner tecnologico a cui delegare le esigenze di supporto per le esigenze della ASL connesse con l I&CT

15 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità LA SCOMMESSA DELLOUTSOURCING Break even point

16 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità

17 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità

18 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità RETE FONIA-DATI

19 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità IL PROJECT FINANCING REALIZZAZIONE, GESTIONE E CONDUZIONE DEL SISTEMA DI RETE FONIA-DATI E MONITORAGGIO IMPIANTI PER IL NUOVO OSPEDALE DI ASTI - Asl 19 - Outsourcer dei sistemi informativi - Raggruppamento di imprese: NEXTIRAONE, DELTA s.p.a.,DATA SHOP ASTI s.r.l. NEXTIRAONE, DELTA s.p.a.,DATA SHOP ASTI s.r.l. NEXTIRAONE: mandataria - capogruppo OBIETTIVO CHI GOVERNO

20 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità LOGGETTO DEL PROJECT FINANCING FORNITURA APPARATI ATTIVI (es: centralino telefonico) E DELLINFRASTRUTTURA DELLA RETE FONIA-DATI SERVIZIO DI GESTIONE E CONDUZIONE PER ANNI 10 CORRISPETTIVO: canone mensile fisso per anni 10

21 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità IL CONTENUTO DEL PROJECT FINANCING - Cablaggio strutturato - Apparati attivi rete - Centrale telefonica - Wireless LAN - Sistema di automazione e sicurezza, integrazione impianti tecnologici quali: - Sistema di controllo e monitoraggio (sistema di edificio) - Impianti termotecnici - video sorveglianza tvcc, anti-intrusione, controllo accessi - Impianto elettrico (quadri, ups, g.e.) - altri Impianti tecnologici speciali (*) - sistemi medicali:- tradizionali: emoteche, pacs ris, paperiess - in previsione: sistemi di infusione, sistemi di monitoraggio per teleallarme - in previsione: sistemi di infusione, sistemi di monitoraggio per teleallarme - Sicurezza - Servizio di gestione e conduzione infrastruttura e degli impianti in outsourcing - Formazione degli operatori - Formazione degli operatori IL TUTTO E GOVERNATO ATTRAVERSO UNA CONTROL ROOM ·(GESTIONE IN OUTSOURCING)

22 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità ALTRI IMPIANTI TECNOLOGICI SPECIALI (*) Centrale di produzione aria compressa Centrale per bombole con gas tecnici Centraline di distribuzione gas tecnici di zona Posta Pneumatica per trasporti leggeri Trasporti automatici (AGV) Centrale approvvigionamento e trattamento acqua potabile Impianto telefonico Chiamata sanitaria Ascensori e montacarichi Centralina antincendio e impianto idrico antincendio Impianto cucina (HACCP) Illuminazione di sicurezza Segnaletica elettronica

23 Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità IL PROCEDIMENTO Presentazione del progetto (29/6/01) Valutazione di pubblico interesse generale (31/10/01) Dichiarazione definitiva di fattibilità, approvazione bando di gara, progetto preliminare, documentazione tecnica- amministrativa (20/03/02) Approvazione lettera di invito (01/08/02) Scadenza termini per la presentazione delle offerte (21/10/02 ) Sottoscrizione del contratto (10/01/03) Fornitura e messa in esercizio (entro marzo 2004)


Scaricare ppt "Roma, 30 Settembre 2003Tecnologia e Comunicazione per la Sanità L'esperienza della ASL 19 di Asti Antonio Di Santo Direttore Generale ASL 19 Asti."

Presentazioni simili


Annunci Google