La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

S. Rossitto - F. Macca Vivere la legalità nei gesti quotidiani La convivenza civile si impara a scuola.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "S. Rossitto - F. Macca Vivere la legalità nei gesti quotidiani La convivenza civile si impara a scuola."— Transcript della presentazione:

1 S. Rossitto - F. Macca Vivere la legalità nei gesti quotidiani La convivenza civile si impara a scuola

2 S. Rossitto - F. Macca Creare le condizioni ….. Rimuovere gli ostacoli che non garantiscono ad ogni alunno un sereno contesto di apprendimento. Attrezzare gli alunni di competenze per: vivere concretamente la cittadinanza relazionarsi con le persone in contesti variabili gestire situazioni concrete in cui esercitare ruoli di responsabilità e di protagonismo Favorire lincontro con chi opera per la tutela della legge.

3 S. Rossitto - F. Macca Il lungo cammino dellaVittorini A.S. 1989/ 90 Prima indagine statistica sul bacino dutenza Esiti: Forte deprivazione socio-culturale. Netto divario, allinterno della scuola, tra classi a tempo prolungato e classi a tempo normale e tra corsi di lingua inglese e corsi di lingua francese. Evidenti anomalie nella formazione delle classi. Gravi problemi disciplinari, allinterno di alcune classi, accompagnati da atti vandalici.

4 S. Rossitto - F. Macca Interventi Richiesta della figura delloperatore psicopedagogico, per unazione più mirata contro il disagio e lo svantaggio socio-culturale. Incontri frequenti con la scuola elementare per una corretta formazione delle classi. Ampliamento dellofferta formativa con: richiesta del bilinguismo da attuare nei corsi di francese richiesta della sperimentazione musicale

5 S. Rossitto - F. Macca Risultati AA. SS. 1989/ / /92 Maggiore collaborazione con operatori del centro di tutela salute mentale e con il Consultorio familiare (incontri settimanali pomeridiani con ragazzi a rischio con psicologo e O. P.). Coinvolgimento dei genitori in attività in piccolo gruppo (incontri quindicinali con O. P., psicologo, assistente sociale). Formazione di classi eterogenee al loro interno (creazione di un gruppo di lavoro). Formazione di una maggiore sensibilità nei confronti della cultura in generale.

6 S. Rossitto - F. Macca Legalità come esercizio dei diritti Diritto allo studio = Diritto allinformazione PROGETTO ORIENTAMENTO RASSEGNA DELLO STUDENTE (AA. SS. 1995/96 – 1996/97) Allestimento di stand delle realtà scolastiche e di lavoro del territorio

7 S. Rossitto - F. Macca Nel corso della Rassegna … Incontri anche con le forze di pubblica sicurezza (polizia, guardia di finanza…) come garanti dei diritti dei cittadini e come opportunità di lavoro. Incontri con rappresentanti di associazioni antiracket.

8 S. Rossitto - F. Macca Legalità come capacità di scelta AA. SS. 1996/97 – 1997/98 LORIENTAMENTO FORMATIVO (Progetto Orientamento Nazionale in rete con 44 scuole) FINALITA Formare individui capaci di operare scelte consapevoli ed autonome in tutte le occasioni della vita OBIETTIVI Conoscenza di sé Conoscenza dellambiente Conoscenza delle opportunità formative Educazione allo studio e al lavoro

9 S. Rossitto - F. Macca La Riforma ante litteram AREE ORIENTATIVE Area della salute Area delle istituzioni Area della microeconomia Area della formazione e del lavoro Area della cultura e del tempo libero Area delle responsabilità sociali ATTIVITA DEI DOCENTI Progettare situazioni formative (UNITA DI APPRENDIMENTO) con riferimento alle aree orientative al fine di sviluppare nellalunno le capacità di: Fare delle scelte Operativizzare e trasferire le conoscenze Lavorare in gruppo Autorientamento e autopromozione CONDIZIONE NECESSARIA PER LATTIVAZIONE DELLA SITUAZIONE FORMATIVA Creare nellalunno una giusta motivazione, stipulando con lui un Contratto formativo VERIFICA E VALUTAZIONE DELLA S. F. Monitoraggio delle attività Legittimazione delle S. F. secondo i seguenti criteri: 1. Formazione del cittadino 2. Costruzione dellidentità 3. Pratica della cultura del lavoro 4. Acquisizione di metodi di studio e di lavoro.

10 S. Rossitto - F. Macca Il contratto formativo 1° ISTITUTO COMPRENSIVO E. VITTORINI – AVOLA ANNO SCOLASTICO …………………….. CONTRATTO FORMATIVO Soggetti coinvolti: docenti e alunni della classe………. scuola media Periodo di realizzazione:………………… I docenti della classe………….. della scuola media propongono lattività………………………….al fine di fare acquisire agli alunni conoscenze e competenze spendibili nellimmediato e nel futuro. A tale scopo si impegnano a: Rendere chiaro il quadro della proposta Esplicitare le finalità e gli obiettivi del progetto Esplicitare il percorso Esplicitare le performance Sostenere gli alunni lungo il percorso Pertanto lalunno dovrà: Condividere la proposta Eseguire i lavori secondo le direttive date Collaborare con i compagni Assumere responsabilità individuali e collettive Rispettare i tempi stabiliti Tener fede agli impegni presi Data…………………… Il coordinatore del C.d.C. Alunno rappresentante della classe

11 S. Rossitto - F. Macca Apertura al territorio: il centro EDA COME LA CONOSCENZA MODIFICA I COMPORTAMENTI Lofferta formativa per gli adulti secondo lOrientamento Formativo Area della Salute: igiene, alimentazione, sicurezza, prevenzione, emergenza, cure mediche. Esempi: curare ligiene ambientale, conservare i cibi, controllare la sicurezza degli impianti domestici… Area delle responsabilità sociali: vita familiare, vita sociale. Esempi: svolgere compiti legati al proprio ruolo in famiglia, rapportarsi con gli altri, conoscere il territorio… Formazione: lavoro Esempi: leggere e rispondere a richieste di lavoro, redigere un curriculum vitae…. Inoltre… CORSI DI: Informatica, Inglese, Spagnolo, Ceramica…………………..

12 S. Rossitto - F. Macca Nasce la Rassegna teatrale-folkloristica-musicale DallA.S. 1997/98 all A.S. 2002/03, per una settimana, i nostri ragazzi hanno vissuto concretamente la cittadinanza, si sono relazionati e confrontati con tanti loro coetanei provenienti da tante regioni italiane e con adulti diversi dai loro docenti, hanno gestito situazioni concrete, dallaccoglienza alla predisposizione dei locali, dall allestimento degli stand alla sorveglianza, dalla stesura di articoli per i giornali ai servizi fotografici; hanno esercitato effettivamente ruoli di responsabilità e di protagonismo. La preparazione a questa grande S.F. ha fatto vivere la scuola come un luogo non artificioso ma reale, ed ha inoltre consentito ai genitori di affiancare i figli nella gestione delle varie attività (sagra del dolce, pesca…) E stato sicuramente un grande momento di effettivo esercizio di convivenza civile.

13 S. Rossitto - F. Macca I perché dellapprendimento in situazione Problemi della famiglia nellesercizio del proprio ruolo educativo e culturale. La violenza a scuola come unica modalità per affrontare le differenze di opinioni e di idee. Necessità dell'educazione alla Convivenza civile in ogni sua dimensione (educazione alla cittadinanza, stradale, ambientale, alla salute, alimentare e all'affettività). La Situazione formativa Costruisce e struttura lidentità dellalunno attraverso le esperienze. Attrezza gli studenti di competenze trasferibili dalle situazioni scolastiche alla vita sociale. Favorisce lesercizio di una progettualità esistenziale.

14 S. Rossitto - F. Macca PERTANTO……… Le discipline sono gli strumenti che ogni studente deve poter utilizzare per dare senso alle proprie esperienze personali, la Convivenza civile non può essere considerata una disciplina che si aggiunge alle altre, ma permea di sé tutta lattività di insegnamento/apprendimento. L'Educazione alla Convivenza civile è il compito primario di tutti i docenti, i quali hanno il dovere di scoprire la valenza orientativa e formativa della propria disciplina e di trasformarla in opportunità di effettivo esercizio di una cittadinanza attiva e consapevole.

15 S. Rossitto - F. Macca La regole si apprendono mettendole in pratica Dice un vecchio proverbio cinese: Se ascolto capisco Se vedo imparo Se faccio ricordo


Scaricare ppt "S. Rossitto - F. Macca Vivere la legalità nei gesti quotidiani La convivenza civile si impara a scuola."

Presentazioni simili


Annunci Google