La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Diocesi di Como Ufficio diocesano per la pastorale della famiglia Gli itinerari di fede per fidanzati Una scelta imprescindibile.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Diocesi di Como Ufficio diocesano per la pastorale della famiglia Gli itinerari di fede per fidanzati Una scelta imprescindibile."— Transcript della presentazione:

1 Diocesi di Como Ufficio diocesano per la pastorale della famiglia Gli itinerari di fede per fidanzati Una scelta imprescindibile

2 La parola del Vescovo/1 «A partire dal prossimo autunno (2008! n.d.r.), con inizio diocesano nella prima domenica di Avvento, partono in diocesi i nuovi itinerari di fede in preparazione al matrimonio. Della durata di un anno, con chiari riferimenti allo stile catecumenale, attenti alla vita comunitaria delle parrocchie, aperti alla testimonianza degli sposi e allapprofondimento della teologia e spiritualità nuziale, andranno a sostituire le esperienze dei corsi fidanzati. A tutti gli operatori di pastorale familiare e ai Consigli pastorali zonali e parrocchiali è richiesta una seria opera di formazione …» (Da «Il Maestro è qui e ti chiama, proposte pastorali per il biennio »)

3 La parola del Vescovo/2 «I nuovi percorsi in preparazione al Matrimonio si vanno pian piano diffondendo in tutti i Vicariati. Su questa scelta prioritaria chiedo piena disponibilità a tutto il clero e a quanti lavorano nella pastorale familiare. Sono percorsi di fede strutturati su alcune scelte essenziali, da considerare come i pilastri di un edificio…questa struttura solida permette anche opportuni adattamenti alle diverse situazioni, ma non va ignorata né stravolta…» (Da «Il Maestro è qui e spezza il pane per noi», piano pastorale del 2013»)

4 Una consapevolezza «Lodierno contesto di scristianizzazione esige che la celebrazione dei Sacramenti sia accompagnata da unintensa attività di evangelizzazione…» (Dalla Nota pastorale CEI sullIniziazione cristiana /3, 2003) «I mutamenti culturali e sociali sono tali da mettere radicalmente in discussione lesistenza stessa dellistituto del matrimonio. Su questa linea perde valore la condizione del fidanzamento a favore di ormai diffuse forme di convivenza, prematrimoniali o permanenti o almeno finchè ci vogliamo bene». (Da «Orientamenti pastorali sulla preparazione al matrimonio e alla famiglia della CEI, 2012)

5 E cambiata la società… È cambiata la Chiesa… E cambiata lidentità dei fidanzati…

6 Una svolta necessaria La chiedeva già il Direttorio di Pastorale famigliare (1993); la rilanciano i sussidi CEICelebrare il mistero grande dellamore. Indicazioni per la valorizzazione pastorale del Nuovo Rito del matrimonio (2006) e «Orientamenti pastorali sulla preparazione al matrimonio e alla famiglia» (2012): «La Pastorale prematrimoniale si conferma uno dei capitoli più urgenti, importanti e delicati…. Essa si trova ad una svolta ed è chiamata ad un confronto chiaro e puntuale con la realtà e ad una scelta: o rinnovarsi profondamente o rendersi sempre più ininfluente e marginale» (DPF, n.40; CMGA, n.20; OPPM, n.3)

7 «Il cammino dei fidanzati va pensato come un itinerario, attento alle situazioni spirituali e personali. Per questo è necessario che i pastori accolgano i fidanzati e in primo luogo ridestino e alimentino la loro fede». (CMGA, n.24) « Litinerario di preparazione al matrimonio, anche in un simile contesto, mantiene, anzi accresce il proprio valore, assumendo il carattere di un autentico percorso di fede…che sostenga i fidanzati in una rinnovata adesione al Signore e offra loro loccasione per ripartire nella fede, raccogliendo domande e richieste profonde che anche oggi i nubendi pongono alla Chiesa» (OPPM, pres. Cfr anche CMGA, n.19) Quale cambiamento?

8

9 La preparazione al Matrimonio deve configurarsi sempre più come un cammino di fede attenzione alle situazioni spirituali e personali accoglienza dei fidanzati accompagnamento alla scoperta di una fede adulta (CMGA, 24 e 54 )

10 CORSI TRADIZIONALI Serie di conferenze/catechesi su temi specifici riguardanti amore e matrimonio. incontri serali più o meno ravvicinati nel tempo protagonisti attivi: relatori degli incontri (prete, esperto, coppia testimone) ITINERARI DI FEDE cammino di risveglio e maturazione della fede, in forma di tirocinio alla vita cristiana cammino che si distende nel tempo e si inserisce nel cammino ordinario di fede della Chiesa, per permettere lincontro vitale con il Cristo Risorto. Protagonisti attivi: i fidanzati che scoprono in Dio la sorgente del loro amore e nella Comunità il luogo per realizzarlo. Non più corsi ma itinerari

11 Che itinerari di fede proporre? « I percorsi possibili sono tanti. Ma quelli che corrispondono meglio alla realtà sacramentale del matrimonio cristiano sono gli itinerari di tipo catecumenale… Questa rinnovata catechesi è del tutto necessaria affinché il sacramento sia celebrato e vissuto con le dovute disposizioni morali e spirituali» ( CMGA, n.35) «Importante è ripensare e offrire itinerari di tipo catecumenale, nello spirito e nei contenuti, che accompagnino alla presa di coscienza e riscoperta della vocazione battesimale in chiave sponsale» (OPPM, n.24)

12 Catecumenato: che cosè? «E il processo globale attraverso il quale si diventa cristiani. Si tratta di un cammino diffuso nel tempo e scandito dallascolto della Parola, dalla celebrazione e dalla testimonianza dei discepoli del Signore, attraverso il quale il credente compie un apprendistato globale della vita cristiana e si impegna a una scelta di fede e a vivere da figlio di Dio; ed è assimilato, con il Battesimo, la Confermazione e lEucaristia, al mistero pasquale di Cristo nella Chiesa» (CEI, 1991)

13 Proporre un itinerario per fidanzati secondo il modello catecumenale significa proporre un cammino di tirocinio alla vita cristiana analogo a quello dei catecumeni che si preparano a ricevere i Sacramenti dellIniziazione cristiana, che prevede, come quello:

14 -Delle componenti specifiche -Una scansione in tappe e tempi -Delle indispensabili condizioni pastorali - Una logica precisa

15 Componenti dellitinerario Catecumenato (IC/1,26) Conversione Ascolto Parola di Dio e catechesi Riti liturgici Pratica della vita cristiana Fidanzati (CMGA, 34) Conversione Percorso spirituale personale e di coppia Ascolto Parola di Dio Partecipazione alla liturgia e preghiera della chiesa Vita di carità e castità

16 Tappe e tempi Catecumenato (IC/1,27-39) Evangelizzazione e Rito di ammissione al catecumenato Catecumenato e Rito di Elezione Tempo della purificazione e della illuminazione (ultima quaresima) e Celebrazione dei Sacramenti IC (Pasqua) Mistagogia e Anniversario del Battesimo Fidanzati (CMGA, 38) Tempo dellaccoglienza e del discernimento (presentazione comunità e benedizione fidanzati) Tempo della Parola Tempo della preghiera e dellimpegno e Celebrazione del Matrimonio Mistagogia e Anniversario matrimonio

17 Condizioni pastorali Catecumenato (IC/1,43-52;84-85) Comunità parrocchiali accoglienti e capaci di testimonianza Se possibile, costituire un gruppetto di catecumeni Costituzione di un gruppo di accompagnamento formato dal garante, padrino/madrina, catechisti adulti, fedeli esemplari. Cura vigilante del parroco Fidanzati (CMGA, 50-53) Soggetto privilegiato è la parrocchia, che deve essere accogliente e luogo di fraternità sincera. Disponibilità ad un cammino comunitario con altri fidanzati (IC/3, 18) Accompagnamento della comunità, in particolare di coppie di sposi, indispensabili accanto al presbitero… Responsabilità e cura vigilante del parroco

18 Logica dellitinerario Catecumenato (IC/1,23) Il primato dellevangelizzazione Rapporto stretto tra IC e comunità cristiana Stretta e organica connessione dei tre sacramenti IC Inserimento nellanno liturgico, nel quale valorizzare e coordinare la globalità dei vari aspetti del vivere cristiano La rispettosa attenzione alle singole persone nelle loro varie situazioni ed esperienze umane Fidanzati La priorità delleducazione alla fede (CMGA, 36) Cammino in e con la Chiesa per divenire «chiesa domestica (CMGA, 38 e 16) Radicamento del Sacramento del Matrimonio nel Battesimo (CMGA, 22) Inserimento del percorso nellanno liturgico sul quale scandire tappe e tempi (IC/3, 36 e 53) Attenzione alle situazioni spirituali personali (CMGA 24 e anche IC/3, 40 e 53)

19 «La preparazione al matrimonio diventa spesso unoccasione per completare lIC… Il completamento dellIC ha priorità teologica e pastorale … I due momenti non devono essere necessariamente distinti o separati nel tempo, ma non possono nemmeno essere confusi o semplicemente sovrapposti; Soprattutto il secondo non sostituisce il primo…» (CMGA, n.27) Cresima e Matrimonio

20 La proposta nuova Un itinerario di fede per fidanzati secondo lo stile catecumenale costruito sui tempi ed i temi dellAnno Liturgico, vissuto nella Comunità, sulla base del nuovo Rito del Sacramento del Matrimonio

21 I fidanzati sono invitati a partecipare ad un itinerario della durata di un anno nel quale sperimentare alcune note fondamentali della vita cristiana. Sono chiamati ad inserirsi nella vita della comunità parrocchiale.

22 E il Sussidio diocesano che ha inteso recepire e concretizzare le indicazioni dei nostri Vescovi Li mandò a due a due…

23 Due volumi Guida per léquipe Schede per gli incontri «Le schede sono il punto più fragile del testo…» (Guida, pag.8)

24 Le scelte fondanti contesto ecclesiale contesto temporale-liturgico contesto sacramentale contesto esistenziale

25 contesto ecclesiale una comunità cristiana presente e attiva i fidanzati inseriti in essa un gruppo di accompagnamento espressione della comunità

26 contesto temporale-liturgico un itinerario scandito nei contenuti e nelle tappe sullAnno liturgico una durata prolungata rispettosa dei ritmi dei singoli

27 contesto sacramentale LAssemblea domenicale come strada maestra LEucaristia fonte del matrimonio cristiano e risorsa per la vita di coppia.

28 contesto esistenziale I fidanzati protagonisti: conoscenza-accoglienza dei fidanzati dialogo di coppia il tempo prolungato è opportunità di crescita

29 Le scelte fondanti un cammino dentro la comunità parrocchiale un cammino dentro lanno liturgico la partecipazione allEucaristia un cammino attento alla vita dei fidanzati

30 Non uniscrizione telefonica o due parole col parroco, ma un incontro nella famiglia che accompagnerà il gruppo. Lo scopo è conoscere la storia dei fidanzati, i loro dubbi, le motivazioni, le aspettative, le speranze. Per questo è importante offrire un clima adatto. Il tempo dellaccoglienza si colloca tra settembre e ottobre per poter partire con litinerario la prima domenica di Avvento

31 Incontro fissato nellambito della domenica Periodicità mensile La S. Messa diventa momento centrale di questa esperienza Ad ogni incontro occorre dedicare un tempo adeguato per svolgere i vari momenti

32 momenti irrinunciabili Saluto e risonanza incontro precedente Partecipazione alla S. Messa della comunità Riflessione guidata Dialogo di coppia Testimonianza della coppia di sposi Momento conviviale Confronto in gruppo Ascolto della Parola del Lezionario

33 Letture consigliate Dialoghi col parroco Incontri interparrocchiali e/o interzonali… Verifica della propria maturità umana (aiuto del consultorio: «FACCIAMO FESTA! MA PARLIAMONE») Esperienze di solidarietà e servizio allinterno della Comunità ospitante

34 Processione dAvvento con i fidanzati Benedizione dei fidanzati Celebrazione penitenziale Giornata di ritiro Consegne ……

35 1.Come fare con fidanzati che non partecipano mai alla Messa? Come fare quando uno dei due è contrario alla Chiesa? 2.Un percorso di un anno è una proposta delite? 3.Partire dalla liturgia e dallanno liturgico non allontana dalla vita e dalle sue dinamiche? 4.Cosa fare per chi ha fretta di sposarsi? Per chi aspetta un bimbo e anticipa le nozze? 5.Il legame con una parrocchia che non è quella di lui, di lei o dove andranno ad abitare a che cosa serve? 6.Dove un prete deve fare da solo, cosa si può fare? 7.E possibile sposarsi durante il percorso, anziché alla fine? 8.Ha senso un cammino che non inizi in Avvento?

36 Léquipe componenti chiarezza dei ruoli programmazione e verifica

37 Il Vicariato è responsabile: della realizzazione degli itinerari della collaborazione tra le équipe della formazione degli operatori

38 La Diocesi è a fianco dei vicariati : con la scuola, con il laboratorio annuale, con il materiale, con un supporto anche operativo, ma non sostitutivo.

39 Un cammino che continua e si sviluppa… una Chiesa capace di accompagnare…


Scaricare ppt "Diocesi di Como Ufficio diocesano per la pastorale della famiglia Gli itinerari di fede per fidanzati Una scelta imprescindibile."

Presentazioni simili


Annunci Google