La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Economia delle Aziende, Pubbliche e Non Profit

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Economia delle Aziende, Pubbliche e Non Profit"— Transcript della presentazione:

1 Economia delle Aziende, Pubbliche e Non Profit
Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Facoltà di Giurisprudenza Economia delle Aziende, Pubbliche e Non Profit Prof. Luciano Hinna

2 Il corso in Economia delle aziende, pubbliche e non profit è un insegnamento opzionale (di 7 CFU) del Corso di Laurea in Giurisprudenza dell’Università di Roma “Tor Vergata”.

3 Perché frequentarlo? Allora ... che aspetti?
Sai leggere un bilancio? Conosci i principi di gestione delle aziende private, pubbliche e non profit? NO???? Allora ... che aspetti?

4 Sempre più spesso accade che i laureati in Giurisprudenza vengano chiamati, una volta entrati nel mondo del lavoro, a fronteggiare problematiche che richiedono competenze economiche, gestionali, organizzative e contabili. Possederle è un fattore che può favorire l’inserimento dei laureati in Giurisprudenza nel mondo del lavoro e nell’esercizio delle correlate attività professionali.

5 I futuri magistrati e avvocati...
... si troveranno, con sempre maggiore frequenza, a doversi occupare di reati legati alla finanza, alla contabilità, alla gestione delle imprese e delle amministrazioni pubbliche

6 Chi intende lavorare nel mondo della consulenza...
... non può prescindere da competenze che integrino oltre alle tipiche materie giuridiche anche quelle economico-aziendali.

7 Chi intende lavorare nella Pubblica Amministrazione...
... deve essere oggi in grado di conoscere non solo l’impianto normativo, che regola le attività di perseguimento degli interessi pubblici, ma anche i presupposti economico-aziendali e gli strumenti gestionali che sono alla base delle riforme del settore pubblico

8 Chi intende inserirsi in aziende private...
... può avvantaggiarsi di una formazione interdisciplinare che permetta di affrontare le problematiche specifiche della funzione in cui sarà inserito, osservando i principi base dell’economia aziendale. Molti manager hanno raggiunto posizioni di successo, partendo dalla laurea in Giurisprudenza ed integrando specifiche competenze gestionali.

9 Obiettivi dell’insegnamento
Fornire una formazione proiettata all'integrazione tra discipline economico-aziendali e giuridiche Offrire una base conoscitiva economico-aziendale, con particolare riferimento alle realtà delle pubbliche amministrazioni e delle organizzazioni non profit Affiancare alle conoscenze teoriche di base, anche conoscenze metodologiche-operative (saper fare) Far acquisire agli studenti capacità cognitive e relazionali tipiche del management (saper essere)

10 Metodologia didattica
Oltre alle lezioni frontali, verranno proposte metodologie didattiche innovative tra cui: lavori di gruppo; casi studio; project work assistiti da tutor; testimonianze di manager pubblici e privati; visite presso aziende e amministrazioni pubbliche; partecipazione a convegni, seminari ed iniziative particolarmente rilevanti; strumenti multimediali per consentire ripassi ed approfondimenti direttamente dal sito della cattedra. Possibilità di effettuare stage presso aziende pubbliche, private e non profit, soprattutto per chi intenda poi svolgere la tesi.

11 Integrazione con altri insegnamenti
Economia politica Diritto civile Economia delle istituzioni Diritto commerciale Diritto amministrativo Diritto tributario Diritto regionale Economia delle aziende, pubbliche e non profit Diritto bancario Diritto pubblico Diritto industriale Diritto pubblico dell’economia Diritto fallimentare Diritto della sicurezza sociale Diritto del lavoro

12 Possibili sbocchi professionali (presentando l’esame nel cv)
Gli studenti possano conseguire profili impiegabili per: Per accedere alla direzione di pubbliche amministrazioni (soprattutto nei concorsi che prevedono la materia tra le prove di selezione) Per accedere al comparto delle imprese private che, pur richiedendo conoscenze giuridiche, esigono anche conoscenze aziendali (servizi legali, risorse umane, relazioni industriali, uffici di rappresentanza, ecc.) Per accedere al mondo del non profit dove si richiede una conoscenza specifica del settore e delle sue funzioni aziendali Per accedere al mondo della consulenza professionale, dal momento che uno “studio” è pur sempre una “piccola azienda”.

13 Struttura didattica e programma
Parte generale Introduzione all’economia di azienda e sinergia con le discipline giuridiche ed economiche. Classificazione delle aziende e specificità delle diverse tipologie aziendali. Le funzioni aziendali, il governo ed il controllo della gestione. I sistemi di rilevazione dei fatti aziendali ed il bilancio di esercizio. L’economia delle aziende pubbliche Definizione e classificazione delle aziende pubbliche. L’evoluzione storica, i processi di modernizzazione a livello internazionale. I modelli organizzativi ed i concetti di economicità, efficienza ed efficacia. Cenni al bilancio e trasformazioni in atto. I controlli interni ed il concetto di accountability nelle PA. L’economia delle aziende non profit Definizione, dimensione e classificazione del fenomeno non profit. Evoluzione storica e sviluppo delle partnership tra pubblico, privato e non profit. Peculiarità delle funzioni aziendali nelle aziende non profit. Cenni agli strumenti di rendicontazione esterna delle aziende non profit.

14 Docenti e tutor Dott. Fabio Monteduro (tutor e docente)
Prof. Luciano Hinna (titolare del corso) Professore ordinario presso la Facoltà di Giurisprudenza. Per oltre dieci anni è stato docente di Programmazione e controllo nelle PA e Revisione aziendale presso la Facoltà di Economia. Precedentemente ha svolto una più che ventennale attività professionale ai vertici di alcune tra le più grandi società internazionali di consulenza e revisione contabile. Ha svolto attività di consulenza presso diverse pubbliche amministrazioni ricoprendo anche il ruolo di consulente di diversi Ministri e Presidenti del Consiglio. Fa parte di numerosi comitati scientifici a livello nazionale ed internazionale Dott. Chiara Bruni (tutor) t

15 Informazioni didattiche e propedeuticità
Le lezioni si terranno a partire dal , il lunedì (ore ) e martedì (ore ) in Aula 5. Tutto il materiale (lucidi e registrazioni delle lezioni, materiale distribuito in aula, materiale di approfondimento, articoli, ecc.) è reso disponibile sul sito web della cattedra Propedeuticità: per svolgere l’esame occorre aver sostenuto gli esami di istituzioni di diritto privato o istituzioni di diritto pubblico.

16 ulteriori materiali di supporto
Materiale didattico Gli studenti saranno assistiti durante tutto il corso dai tutor ed avranno a disposizione: il libro di testo, una guida alla preparazione dell’esame ed al ripasso (domande frequenti e supporti per l’esame), ulteriori materiali di supporto Anche questo materiale è scaricabile sul sito web della cattedra (http://www.uniroma2.it/didattica/ec_apnp/)

17 Informazioni e ricevimento studenti
Gli studenti possono chiedere informazioni sia direttamente a lezione sia nell’orario di ricevimento, stanza 211 Lunedì (ore ) Martedì (ore ) per questioni urgenti si possono prevedere ulteriori incontri durante la settimana concordando via e mail date ed orari


Scaricare ppt "Economia delle Aziende, Pubbliche e Non Profit"

Presentazioni simili


Annunci Google