La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario La norma tributaria 1. La struttura della norma tributaria 2. La fattispecie tributaria 3. Il principio della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario La norma tributaria 1. La struttura della norma tributaria 2. La fattispecie tributaria 3. Il principio della."— Transcript della presentazione:

1 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario La norma tributaria 1. La struttura della norma tributaria 2. La fattispecie tributaria 3. Il principio della capacità contributiva 4. Lobbligazione tributaria 5. Lattuazione della norma tributaria

2 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario La struttura della norma tributaria Particolarità della norma tributaria, in conseguenza della centralità della funzione amministrativa non solo nel controllo dellattuazione, ma anche nella fase interpretativa Particolarità della norma tributaria, in conseguenza della centralità della funzione amministrativa non solo nel controllo dellattuazione, ma anche nella fase interpretativa Prevalenza della tutela dellinteresse fiscale Prevalenza della tutela dellinteresse fiscale Conseguenti dubbi sulla natura giuridica della norma tributaria Conseguenti dubbi sulla natura giuridica della norma tributaria Per superare tali dubbi è necessaria unanalisi della struttura della norma tributaria sulla base della funzione e indipendentemente dalla collocazione legislativa Per superare tali dubbi è necessaria unanalisi della struttura della norma tributaria sulla base della funzione e indipendentemente dalla collocazione legislativa Mancanza di un modello normativo Mancanza di un modello normativo Necessità di ricostruirlo in via interpretativa Necessità di ricostruirlo in via interpretativa

3 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario Lanalisi della struttura della norma tributaria Occorre distinguere: Occorre distinguere: a) Struttura statica (o sostanziale) e b) Struttura dinamica (o strumentale) Tenendo presente: - che tale differenza non sempre è netta - che allinterno di singole norme i due profili possono coesistere - che è compito del giurista ricostruire la portata reale della norma

4 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario La struttura statica della norma tributaria È la parte della norma tributaria diretta a definire gli elementi essenziali del tributo e il rapporto giuridico che ne rappresenta il contenuto È la parte della norma tributaria diretta a definire gli elementi essenziali del tributo e il rapporto giuridico che ne rappresenta il contenuto Allinterno della struttura statica, occorre distinguere: Allinterno della struttura statica, occorre distinguere: - la, che descrive il fatto a rilevanza tributaria, ne detta le regole di stima, individua i soggetti tenuti al pagamento e dispone la misura del tributo - la fattispecie tributaria, che descrive il fatto a rilevanza tributaria, ne detta le regole di stima, individua i soggetti tenuti al pagamento e dispone la misura del tributo - lobbligazione tributaria, che costituisce leffetto del verificarsi del fatto ipotizzato dalla fattispecie tributaria

5 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario La struttura dinamica della norma tributaria È la disciplina giuridica che consente la concretizzazione del prelievo tributario È la disciplina giuridica che consente la concretizzazione del prelievo tributario Assicura la corretta rappresentazione del fatto a rilevanza tributaria e la tendenziale corrispondenza tra la fattispecie astratta e leffetto obbligatorio che ne costituisce leffetto Assicura la corretta rappresentazione del fatto a rilevanza tributaria e la tendenziale corrispondenza tra la fattispecie astratta e leffetto obbligatorio che ne costituisce leffetto Fa parte del diritto amministrativo Fa parte del diritto amministrativo

6 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario La fattispecie tributaria Rappresenta la giuridicizzazione delle scelte politiche ed economiche alla base del tributo Rappresenta la giuridicizzazione delle scelte politiche ed economiche alla base del tributo La descrizione secondo il metodo giuridico delle regole generali ed astratte per la ripartizione delle spese pubbliche La descrizione secondo il metodo giuridico delle regole generali ed astratte per la ripartizione delle spese pubbliche Elementi essenziali della fattispecie tributaria: Elementi essenziali della fattispecie tributaria: - il presupposto dimposta - la base imponibile - i soggetti - laliquota La discrezionalità legislativa è limitata dal principio costituzionale della capacità contributiva, di cui allart. 53, 1° co., Cost., che dispone Tutti sono tenuti a concorrere alle pubbliche spese in ragione della loro capacità contributiva La discrezionalità legislativa è limitata dal principio costituzionale della capacità contributiva, di cui allart. 53, 1° co., Cost., che dispone Tutti sono tenuti a concorrere alle pubbliche spese in ragione della loro capacità contributiva

7 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario Il presupposto dimposta Nel presupposto dimposta la legge trasforma un fenomeno delleconomia in fattispecie giuridica, attribuendogli lidoneità ad esprimere la capacità di un soggetto a concorrere alle pubbliche spese Nel presupposto dimposta la legge trasforma un fenomeno delleconomia in fattispecie giuridica, attribuendogli lidoneità ad esprimere la capacità di un soggetto a concorrere alle pubbliche spese Per effetto della giuridicizzazione, il fatto economico viene a perdere ogni collegamento, se non teorico, con la sua base economica ed, esprimendosi in forma generale ed astratta, deve essere interpretato secondo le normali regole giuridiche Per effetto della giuridicizzazione, il fatto economico viene a perdere ogni collegamento, se non teorico, con la sua base economica ed, esprimendosi in forma generale ed astratta, deve essere interpretato secondo le normali regole giuridiche Nella fattispecie devono essere precisati i moduli di collegamento soggettivo del presupposto Nella fattispecie devono essere precisati i moduli di collegamento soggettivo del presupposto

8 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario La base imponibile Nellipotesi in cui il presupposto non è espresso di per sé in una somma di denaro, è necessario stimarne la dimensione finanziaria Nellipotesi in cui il presupposto non è espresso di per sé in una somma di denaro, è necessario stimarne la dimensione finanziaria Le norme sulla base imponibile offrono le regole per tradurre in una somma di denaro la ricchezza espressa dal presupposto, tenendo conto della caratteristiche economiche del presupposto e della natura del tributo in cui si inseriscono Le norme sulla base imponibile offrono le regole per tradurre in una somma di denaro la ricchezza espressa dal presupposto, tenendo conto della caratteristiche economiche del presupposto e della natura del tributo in cui si inseriscono Possono ridursi ad un semplice rinvio a norme tecniche, che vengono in tal modo a far parte, per rinvio, della fattispecie tributaria Possono ridursi ad un semplice rinvio a norme tecniche, che vengono in tal modo a far parte, per rinvio, della fattispecie tributaria

9 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario I soggetti La fattispecie tributaria deve disciplinare i soggetti cui viene attribuito il presupposto e misurata la ricchezza in vista del prelievo tributario La fattispecie tributaria deve disciplinare i soggetti cui viene attribuito il presupposto e misurata la ricchezza in vista del prelievo tributario La disciplina si può limitare a fare riferimento a nozioni proprie del diritto comune, oppure può creare, per finalità puramente fiscali, autonomi centri di imputazioni di rapporti tributari La disciplina si può limitare a fare riferimento a nozioni proprie del diritto comune, oppure può creare, per finalità puramente fiscali, autonomi centri di imputazioni di rapporti tributari La norma tributaria, per realizzare finalità di tutela del prelievo, può introdurre figure soggettive destinate a trovare rilevanza nella fase dellattuazione della norma o in quella della realizzazione del tributo La norma tributaria, per realizzare finalità di tutela del prelievo, può introdurre figure soggettive destinate a trovare rilevanza nella fase dellattuazione della norma o in quella della realizzazione del tributo

10 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario Laliquota Nei casi in cui il tributo non è stabilito in misura fissa, la legge deve determinare laliquota dellimposta Nei casi in cui il tributo non è stabilito in misura fissa, la legge deve determinare laliquota dellimposta Laliquota può essere: Laliquota può essere: - Proporzionale. Non cambia con laumentare o diminuire della base imponibile - Progressiva. Aumenta con laumentare della base imponibile (progressività continua) o con il passaggio da uno scaglione allaltro, allinterno del quale è proporzionale (progressività a scaglioni) - Regressiva. Diminuisce con laumentare della base imponibile Lart. 53, 2° co., Cost. dispone: Il sistema tributario è improntato a criteri di progressività. Si tratta di una norma di principio che non condiziona la costituzionalità di norme tributarie

11 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario Il principio della capacità contributiva Non afferma il dovere tributario, che discende, invece, dallart. 2 Cost. e, quindi, dallappartenenza del singolo allo Stato Non afferma il dovere tributario, che discende, invece, dallart. 2 Cost. e, quindi, dallappartenenza del singolo allo Stato Ma limita la libertà di scelta degli elementi fondamentali del tributo, imponendo di individuare quale base del tributo fatti espressivi di attitudine economica del soggetto a concorrere alle spese pubbliche Ma limita la libertà di scelta degli elementi fondamentali del tributo, imponendo di individuare quale base del tributo fatti espressivi di attitudine economica del soggetto a concorrere alle spese pubbliche È una espressione del principio di eguaglianza di cui allart. 3 Cost. È una espressione del principio di eguaglianza di cui allart. 3 Cost. Esprime unesigenza di coerenza economica del tributo ed esclude lutilizzabilità del tributo per fini politici o discriminatori Esprime unesigenza di coerenza economica del tributo ed esclude lutilizzabilità del tributo per fini politici o discriminatori

12 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario La capacità contributiva La ragionevolezza economica del tributo deve essere tale sia da un punto vista: La ragionevolezza economica del tributo deve essere tale sia da un punto vista: - oggettivo, deve cioè rientrare nellambito di fenomeni valutabili economicamente - oggettivo, deve cioè rientrare nellambito di fenomeni valutabili economicamente - soggettivo, deve cioè indicare una effettiva capacità del soggetto di rendersi compartecipe, nella misura corrispondente alla ricchezza espressa dal fatto, delle pubbliche spese - soggettivo, deve cioè indicare una effettiva capacità del soggetto di rendersi compartecipe, nella misura corrispondente alla ricchezza espressa dal fatto, delle pubbliche spese

13 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario Le qualità della capacità contributiva Effettività. Attiene alle regole di rappresentazione storica del fatto a rilevanza tributaria. La fattispecie deve essere strutturata in modo da indicare regole probatorie aventi la finalità di consentire una imposizione su fatti economici effettivamente riscontrabili e non su fatti meramente affermati o presunti. Altrimenti verrebbe svuotato il principio della capacità contributiva Effettività. Attiene alle regole di rappresentazione storica del fatto a rilevanza tributaria. La fattispecie deve essere strutturata in modo da indicare regole probatorie aventi la finalità di consentire una imposizione su fatti economici effettivamente riscontrabili e non su fatti meramente affermati o presunti. Altrimenti verrebbe svuotato il principio della capacità contributiva Attualità. La legge deve garantire la sussistenza di un ragionevole collegamento tra il momento dellimposizione e quello del verificarsi del fatto contemplato dalla fattispecie impositiva. Divieto di imposizione retroattiva Attualità. La legge deve garantire la sussistenza di un ragionevole collegamento tra il momento dellimposizione e quello del verificarsi del fatto contemplato dalla fattispecie impositiva. Divieto di imposizione retroattiva

14 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario Le finalità extrafiscali del tributo Il tributo può realizzare anche finalità extratributarie, quando viene introdotto per calmierare prezzi o incidere su scelte dei privati Il tributo può realizzare anche finalità extratributarie, quando viene introdotto per calmierare prezzi o incidere su scelte dei privati Il limite dellutilizzo del tributo per fini extrafiscali è rappresentato dallo spessore costituzionale dellinteresse tutelato dal legislatore, oltre che dalla ragionevolezza normativa Il limite dellutilizzo del tributo per fini extrafiscali è rappresentato dallo spessore costituzionale dellinteresse tutelato dal legislatore, oltre che dalla ragionevolezza normativa È il risultato di una valutazione politica, difficilmente sindacabile in sede di costituzionalità È il risultato di una valutazione politica, difficilmente sindacabile in sede di costituzionalità

15 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario Lobbligazione tributaria Per realizzare la finalità di assicurare i mezzi finanziari per la copertura delle spese pubbliche la norma tributaria utilizza lo schema del rapporto obbligatorio Per realizzare la finalità di assicurare i mezzi finanziari per la copertura delle spese pubbliche la norma tributaria utilizza lo schema del rapporto obbligatorio Lobbligazione nasce a seguito del verificarsi del fatto descritto nella fattispecie e ne costituisce leffetto Lobbligazione nasce a seguito del verificarsi del fatto descritto nella fattispecie e ne costituisce leffetto La disciplina giuridica dellobbligazione tributaria si fonda sulla base civilistica, adattandola alle esigenze della finanza pubblica La disciplina giuridica dellobbligazione tributaria si fonda sulla base civilistica, adattandola alle esigenze della finanza pubblica Le deroghe alla base civilistica attengono alla più intensa tutela esecutiva e al rafforzamento delle garanzie del creditore Le deroghe alla base civilistica attengono alla più intensa tutela esecutiva e al rafforzamento delle garanzie del creditore La base civilistica riemerge in mancanza di specifiche deroghe La base civilistica riemerge in mancanza di specifiche deroghe

16 Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario Lattuazione della norma tributaria Lapplicazione della fattispecie astratta alla fattispecie concreta, da cui deriva leffetto obbligatorio, può derivare: Lapplicazione della fattispecie astratta alla fattispecie concreta, da cui deriva leffetto obbligatorio, può derivare: - da una spontanea attività del soggetto passivo, con il concorso della volontà del privato - da un intervento amministrativo, sostitutivo di quello privato e senza il concorso della volontà del soggetto passivo In entrambi i casi siamo in presenza di unattività diretta alla riconduzione del fatto alla fattispecie legale ai fini della verifica delle dimensioni effettive dellobbligazione tributaria


Scaricare ppt "Prof. Giuseppe Tinelli - Diritto Tributario La norma tributaria 1. La struttura della norma tributaria 2. La fattispecie tributaria 3. Il principio della."

Presentazioni simili


Annunci Google