La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. In questo caso abbiamo messo insieme la teoria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. In questo caso abbiamo messo insieme la teoria."— Transcript della presentazione:

1

2 La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. In questo caso abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funziona ….. e nessuno sa perché... Albert Einstein

3 Razionalità ed Efficienza Rendimento e Rischio

4 Argomenti Origine teorica di un concetto Homo Economicus Ipotesi di efficienza dei mercati Tipi di efficienza Il rischio

5 Origine teorica di un concetto il valore di unattività dipende dal flusso di rendimenti che è capace di generare in futuro; e che detto flusso è in generale rischioso Distinzione tra mercato puro del prestito mercato dellinvestimento (che attinge congiuntamente a fonti di capitale proprio e di credito). Da lui parte la distinzione tra tasso di rendimento privo di rischio tasso di rendimento rischioso

6 Homo Economicus The theory of rational behaviour is usually presented as a study of the principles upon which a Rational man Would act. This rational man is unlike you and me in that he makes no errors in arithmetic or logic in attempting to achieve his clearly defined objectives. He is like you end me, on the other hand, in that he is neither omnipotent nor omniscient. He must make decisions, such as the selection of a portfolio, in the face of uncertainty. Since his information is limited, he may take less than perfect actions. Since his power are limited, his achievement may fall short of the best conceivable. Every action however, is perfectly thought out; every risk is perfectly calculated. H. Markowitz, Portfolio selection: Efficient diversification of Investments, Yale University Press, New Haven, 1959

7 Razionalità Il punto non è che gli individui razionali non commettono mai errori Casomai si tratta di errori casuali Dipendono dalla distribuzione di probabilità Le decisioni vengono assunte sulla base di corrette misurazioni delle probabilità

8 EMH: Razionalità ed Efficienza Lidea di fondo dei contributi di più larga accettazione, è che gli individui operino razionalmente Di conseguenza i mercati sono efficienti. EMH (Efficient Market Hypothesis)

9 Lefficienza dei mercati I prezzi dei titoli riflettono totalmente le informazioni disponibili Le informazioni sono disponibili per tutti gli investitori nello stesso momento nessun operatore può ragionevolmente sperare di battere il mercato. E. Fama, Efficient capital markets: in Journal of Finance, vol 25, 1970 I prezzi dei titoli riflettono totalmente le informazioni disponibili Le informazioni sono disponibili per tutti gli investitori nello stesso momento nessun operatore può ragionevolmente sperare di battere il mercato. E. Fama, Efficient capital markets: in Journal of Finance, vol 25, 1970

10 Funzioni ed efficienza determinano i canoni di efficienza dei mercati (efficienza valutativa di Tobin, efficienza informativa di Fama) guidano alla spiegazione dei processi di pricing Le funzioni del mercato La capacità del mercato di determinare una corretta allocazione delle risorse dipende in modo decisivo dal livello di efficienza e di stabilità che esso riesce a conseguire

11 Limpianto probante Qualora alcuni soggetti operino in modo non razionale: Gli individui che operano nel mercato sono razionali; il loro comportamento seguirebbe un percorso casuale gli effetti sui prezzi si compensano totalmente Se il comportamento irrazionale non dovesse avere un andamento casuale, ma seguire un'unica direzione, intervengono gli arbitragisti, la cui azione riporterebbe ben presto i prezzi a livelli coerenti coi fondamentali

12 Tipi di Efficienza i prezzi si formano sui dati storici. Il mercato sconta correttamente tutti i fenomeni individuabili a partire dai trend storici Efficienza in forma debole esistono anche altre informazioni periodicamente rese pubbliche. profitti conseguiti, dividendi distribuiti, nuovi investimenti. Laggiustamento dei prezzi è immediato Efficienza in forma semi- forte: potrebbero esserci operatori in possesso di informazioni privilegiate: gli insiders. un mercato efficiente in forma forte incorpora nei prezzi anche queste informazioni. Efficienza in forma forte:

13 Efficienza secondo J. Tobin Efficienza informativa: È impossibile realizzare guadagni da scambi basati sullinformazione pubblica. Solo gli insiders possono realizzare extra-profitti; Efficienza valutativa: i prezzi dei titoli riflettono correttamente i pagamenti futuri cui il possesso di un dato titolo da diritto, il prezzo del titolo riflette i valori fondamentali dello stesso. Efficienza di completezza: è possibile garantirsi la consegna di dati beni nel futuro, cedendo subito alcune proprie risorse o impegnandosi a consegnarle a determinate condizioni future. Efficienza funzionale: attiene alle funzioni svolte dagli intermediari finanziari che aggregano i rischi e li ridistribuiscono a individui maggiormente propensi e capaci di sostenerli

14 Informazione ed Efficienza Se la risposta è si, allora gli operatori che accedono allinformazione in ritardo non sono in grado di trarne alcun vantaggio. Inoltre, una volta incorporata nel prezzo, linformazione non dovrebbe generare ulteriori aggiustamenti nei prezzi Le informazioni che giungono al mercato sono incorporate velocemente e correttamente nei prezzi ?

15 Informazione ed efficienza Nessun prezzo dovrebbe subire alcuna modifica in assenza di una nuova notizia rilevante ai fini della variazione dei valori fondamentali Non è realistico sperare di ottenere extra profitti sulla base dellinformazione vecchia (Stale) Extra profitto E. Fama, Efficient capital markets, Journal of Finance, vol 25, 1970 Rendimento aggiuntivo considerato laggiustamento al rischio La mera presenza di flussi di cassa positivi non è sufficiente a comprovare, né a confutare lipotesi di efficienza del mercato Infatti detti flussi positivi potrebbero più facilmente essere ricondotti alla assunzione di un diverso livello di rischio per il quale un investitore semplicemente ottiene il premio adeguato

16 Damodaran Se un mercato è efficiente i prezzi rappresentano una stima non distorta dei valori effettivi 3 fondamentali circostanze: A. Damodaran, Corporate Finance, Theory and Practice, John Wiley & Sons, Inc. New York, 1997 Lefficienza del mercato non richiede che luguaglianza tra prezzi e valori effettivi sia verificata in ogni istante, purché eventuali errori nella fissazione dei prezzi siano casuali; Se gli errori sono casuali la probabilità che i titoli siano sopravvalutati o sottovalutati è la stessa e le deviazioni non sono correlate rispetto a parametri osservabili; Quindi nessun investitore ha la possibilità di applicare strategie che gli consentano di individuare con regolarità la direzione e lentità di tali deviazioni.

17 Analogamente Non è detto che I prezzi non possano deviare rispetto al loro valore effettivo;Nessun investitore non sia in grado di battere il mercato, è possibile attendersi che quasi la metà degli investitori ottenga extra profitti al lordo dei costi di transazione; Nessuna categoria di investitori ottenga nel lungo periodo extra profitti non in relazione a particolari strategie, ma per un fatto di probabilità Sarebbe ovviamente sorprendente se un numero elevato di investitori ottenesse tali risultati sulla base di una medesima strategia.

18 Quindi ….. In un mercato efficiente i rendimenti attesi saranno coerenti col profilo di rischio di lungo periodo, e ciò nonostante nel breve periodo possano essere osservate deviazioni anche sensibili.

19 Informazione Quantità, Qualità ed effettiva Fruibilità da parte di tutti gli operatori Paradosso del Concorso di Bellezza Mito della caverna Le percezioni dei sensi forniscono solo indizi indiretti del mondo, esso non può essere afferrato da noi che per via speculativa

20 Rischio e Media Varianza Il rischio è una condizione immanente ai processi decisionali; È ad un tempo conseguenza e condizione del decidere, Il pericolo attiene ad eventi minacciosi ma non decidibili Confusione di significati tra il concetto di rischio e quelli di pericolo, insicurezza e simili.

21 Rischio e Decisioni La decisione, comporta la scelta di comportamenti i cui effetti sono solo parzialmente prevedibili, Informazioni incomplete: prevedere il futuro, non significa averne una compiuta visione. Le conseguenze di qualunque decisione possono essere definite solo in termini di probabilità

22 Segue …. Il valore della probabilità che un evento si verifichi secondo quanto previsto, è lunico modo per misurare le possibilità di successo La probabilità che gli effetti sul futuro delle scelte non siano quelli ipotizzati e che si verifichi quindi un evento diverso, definisce il rischio Non è la positività o la negatività in se stessa di un evento futuro che rileva ai fini del rischio, quanto piuttosto il differenziale rispetto alle aspettative

23 Razionalità Gli economisti hanno sempre attribuito alla razionalità una valenza fondante i comportamenti economici Preminenza del processo logico rispetto alla conoscenza degli eventi futuri unico reale supporto, più della precisione dei calcoli probabilistici o laccurata raccolta di tutte le informazioni rilevanti

24 Comportamento razionale Scelta di unazione, tra quelle possibili, in base ad una precisa struttura motivazionale e gerarchia di preferenze che sono quelle proprie dellindividuo


Scaricare ppt "La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. In questo caso abbiamo messo insieme la teoria."

Presentazioni simili


Annunci Google