La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g"— Transcript della presentazione:

1 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

2 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

3 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

4 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

5 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

6 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

7 L’AUTISMO

8 L’AUTISMO

9 L’AUTISMO

10 L’AUTISMO

11 L’AUTISMO

12 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

13 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

14 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
IL PUZZLE AUTISMO w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

15 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
AUTISM ONE CONFERENCE Chicago - Illinois Maggio 2006 Anju I.Usman, M.D w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

16 ASPETTANDO LA GUARIGIONE
Trovare una strada sicura per la detossificazione dai metalli pesanti w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

17 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
L’autismo è un dissesto medico non un dissesto mentale Molti autistici presentano uno stato di intossicazione ambientale-indotta L’autismo quindi è: P R E V E N I B I L E M O D I F I C A B I L E T R A T T A B I L E w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

18 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
CO-FATTORI TOSSICITÀ AMBIENTALE Madre Amalgame Consumo di pesce (tonno e altri pesci di grossa taglia) Rhogam Vaccini (Yazbak,2004) Esposizione ambientale ed occupazionale Metalli pesanti POPs: Inquinanti organici permanenti Prodotti farmaceutici (contraccettivi orali, antibiotici) w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

19 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
CO-FATTORI TOSSICITÀ PAZIENTE Esposizione al thimerosal con i vaccini Altre esposizioni al mercurio Amalgame, cibo, carbone, raffinerie (Palmer 2005) Altri metalli pesanti Piombo, antimonio,arsenico, alluminio Tossine ambientali POPs inquinanti organici permanenti Sorgenti alimentari Farmaci Condizioni concomitanti Permeabilità gastrointestinale Eventi immuni w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

20 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
CO-FATTORI CAUSE SCATENANTI BIOLOGICHE E IMMUNOLOGICHE Virus (morbillo, varicella, polio, CMV) (Viral model for developmental disorders. Borna Virus, Hornig, 1999) Morbillo (Wakefield, Singh) HHV6 CMV Batteri (clostridia, streptococco, bastoncelli gram-negativi) Altri (malattia di Lyme) Alcuni di questi agenti biologici producono tossine Il nostro corpo produce anticorpi contro questi agenti Questi anticorpi reagiscono con i nostri tessuti creando una reazione autoimmune. Questa reazione è chiamata “mimetismo molecolare” w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

21 TOSSICITÀ DEL MERCURIO (HG)
POTENTE NEUROTOSSINA Esposizione comune: prodotti ittici, amalgame, aria, Thimerosal (vaccini) Sintomi di tossicità simili ai sintomi dell’autismo (Bernard,2000) Il glutatione è il primo meccanismo di escrezione Gli autistici hanno livelli di glutatione bassi (James,2004) Tylenol e antibiotici diminuiscono l’escrezione del mercurio Uno studio sui denti ha riscontrato livelli di mercurio 3 volte maggiori rispetto al gruppo di controllo (Adams, 2005) Uno studio sui capelli ha riscontrato bassi livelli di mercurio nei capelli nei bambini autistici con bassa escrezione di mercurio Con il test di controllo con DMSA i gli autistici espellono mercurio 5,8 volte di più rispetto al gruppo di controllo (Bradstreet,2003) La guarigione è possibile con la disintossicazione dal mercurio (Holmes, Buttar) w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

22 PERICOLOSITA’ DEL MERCURIO
NON C’E’ UN LIVELLO DI MERCURIO SICURO (NON DANNOSO) E NESSUNO FINORA HA DIMOSTRATO CHE CI SIA Dr. Lars Friberg Consulente-capo del WHO (Organizzazione Mondiale della Sanità) per la sicurezza del mercurio w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

23 TOSSICITÀ DEL PIOMBO (PB)
Metallo pesante comune Diffuso/dilagante nell’ambiente EPA – prima sostanza pericolosa Principali fonti: cibo e tubi di scappamento Carenza di vitamine quali: calcio, zinco, selenio, ferro, vit. E, causano un aumento dell’assorbimento del piombo. Anche la fluoride, aumenta l’assorbimento del piombo I bambini assorbono più piombo degli adulti I livelli di sicurezza sono passati da 80ug/dl a 10 ug/dl, limite massimo di sicurezza, ha 7.5 punti Iqs al di sotto dei livelli riscontrati in bambini i cui livelli di piombo nel sangue erano di 0-1 mcg/dl La combinazione con il mercurio ne aumenta la tossicità in maniera esponenziale La chelazione di solito è approvata in caso di intossicazione acuta da piombo) piombo nel sangue > 45 ug/dl) w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

24 POPs (inquinanti ambientali permanenti)
FTALATI, PESTICIDI, ERBICIDI, BISPHENOL A, PCB, PCBD, DDT Difficoltà di detossificazione, immagazzinamento nei tessuti grassi Distruttori endocrini – queste sostanze, anche a piccole dosi interferisce con i segnali ormonali che regolano gli organi, lo sviluppo, il metabolismo e altre funzioni Ipotesi di basso dosaggio – non ci sono livelli sicuri (anche pp trillino hanno effetti biologici) Danneggia il DNA (intacca la mutilazione del DNA) al 90% ereditato Danneggia lo sviluppo del sistema nervoso È carcinogenico w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

25 POPs (inquinanti ambientali permanenti)
La sua proprietà è di legarsi agli elementi chimici Altera la struttura del cervello, la chimica neuronale, il comportamento, la riproduzione, la risposta immunitaria negli animali Danneggia lo sperma e causa malformazioni genitali Causa pubertà precoce Allergie, asma, diabete, disturbi cardiaci, disturbi alla tiroide E’ utilizzato nelle plastiche flessibili, nei cosmetici, nei profumi, è presente nei cibi Si ritrova nel latte materno, nel sangue del cordone ombelicale, nei neonati w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

26 LA VIA CHE NUOCE LE MINACCE TOSSICHE NELLO SVILUPPO DEL BAMBINO
Stein J., Schettler T., Wallinga D., Valenti M. J.Dev.Behav – pediatra , febbraio; 23 (1suppl):pag w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

27 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
LA VIA CHE NUOCE Il cervello nella fase dello sviluppo è suscettibile ad un indebolimento permanente a causa dell’esposizione a sostanze ambientali durante un certo periodo di tempo. Il piombo, il mercurio e i policlorinati bifenili (PCBs) sono stati ampiamente studiati e si è visto che intaccano lo sviluppo a livelli di esposizione pari a quelli cui è esposta attualmente la popolazione. Esposizioni a livelli alti di ognuno di questi elementi causa catastrofici effetti sullo sviluppo. Recenti studi hanno dimostrato che c’è tossicità anche a livelli bassi, illustrata come una soglia di danno in declino comunemente osservata mano a mano che migliora la conoscenza delle tossine ambientali. w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

28 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
LA VIA CHE NUOCE Per quanto riguarda piombo, mercurio e PCBs, recenti studi hanno dimostrato che anche esposizioni avvenute in esperienze precedenti provocano una varietà di problemi, inclusi, peggioramento della capacità di attenzione, di memoria, di apprendimento, dei comportamenti sociali e del QI. Sfortunatamente per la maggior parte degli elementi chimici esistono pochi dati per stabilire rischi potenziali sul neurosviluppo. Dei 3000 elementi chimici presenti in gran quantità (più di 1 milione di lbs/all’anno) solo 12 sono stati adeguatamente testati per i loro effetti sullo sviluppo cerebrale. Questo è ragione di preoccupazione perché i feti e i bambini sono esposti ad una quantità inverosimile di elementi e di combinazioni di sostanze la cui sicurezza non è stata assolutamente accertata. PMID: (Pib Med- indexed for MEDLINE) w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

29 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
LA VIA CHE NUOCE BRICK TOWNSHIP – AUTISM CLUSTER KREILING J.. STEPHENS R., REINISCH C.,2005 Un insieme di contaminanti ambientali fa aumentare la chinasi proteine-dipendente (cAMP) negli embrioni di Spisula. Farmacologia e tossicologia ambientale , 9-18, 19:9-18 Abstract: Utilizzando l’embrione di “surf clam”(mollusco?), abbiamo studiato gli effetti della combinazione di bromoformio, cloroformio e tetracloroetilene, tre inquinanti trovati in grande concentrazione nella rete idrica municapale di Brick, New Jersey. L’esposizione produce un aumento in un “isoform” della subunità regolatrice RII della chinasi proteine-dipendente (cAMP), fatto dimostrato dal microscopio focale e dal “western blotting”. w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

30 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
LA VIA CHE NUOCE Gli embrioni presentavano un aumento di RII laddove l’epitelio ciliato delle cellule e le branchie primordiali sono innervate. L’aumento è correlato con l’aumento dell’attività ciliare, indicante un corrispondente aumento delle subunità catalitiche. Il risultato è una diminuzione della fosforillazione della treonina dell’attino. Non c’era invece conseguenza sui neurotrasmettitori o sui recettori del sistema nervoso serotoninergico e dopaminergico. Questo risultato si è ottenuto solo con la miscela dei tre elementi inquinanti. Non ci sono invece stati effetti significativi con i singoli elementi o con elementi combinati. Questo è il primo studio che dimostra che bromoformio, cloroformio e tetracloroetilene agiscono sinergicamente per alterare un regolatore chiave nello svIluppo neuronale. w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

31 IL “TRENO METABOLICO ROTTO”
RIPERCUSSIONI DEI FATTORI GENETICI, BIOLOGICI E DELLE TOSSINE… w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

32 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
IL “TRENO METABOLICO ROTTO” CARICO ECCESSIVO DEI METALLI PESANTI Elevati livelli di mercurio, piombo, alluminio Carenze minerali (zinco, magnesio, selenio…) Stress ossidativo (James, 2004, Salomon 2004) Metilazione danneggiata Anormalità nella sulfatazione Detossificazione danneggiata Diminuzione degli antiossidanti, cofattori vitaminici Diminuzione del glutatione ridotto Disfunzioni gastrointestinali Disregolazione del sistema immunitario w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

33 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
IL “TRENO METABOLICO ROTTO” DISFUNZIONE GASTROINTESTINALE Maldigestione Diminuita attività degli enzimi digestivi (Horvath, Buie, 2004 Alti livelli di peptidi oppioidi nelle urine degli autistici ( Reichelt, 1997) Sensitività di tipo IgG al cibo Malassorbimento Carenze delle vitamine liposolubili Carenze degli acidi grassi essenziali Carenze degli aminoacidi essenziali Disbiosi Disbiosi o flora intestinale alterata (Rousseau, 2004) Sovraccrescita di Clostridia (Sandler, 2002) w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

34 DISREGOLAZIONE IMMUNITARIA
Deviazioni Th1 e Th2 Immunità cellulo - mediata anormale Collocazione delle cellule-T anormale, diminuzione delle cellule NK, citochine anormali, inclinazione del Th2 (Zimmermann, 1998) Diminuita secrezione di IgA Fattori pro-infiammatori nell’intestino ( Ashwood, Jynuchi) Citochine pro-infiammatorie nel cervello MCP-1, TGF beta-1 (Vargas, 2005) Eeg anormale, attività epilettica Attivazione microgliale Aumento dell’attività autoimmunitaria Autoanticorpi contro antigeni neuronali (Connoly, 1999) Anticorpi delle proteine basiche della mielina e delle proteine dei filamenti degli assoni neuronali (Gupta, 1996/Singh,1997) w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

35 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
STRATEGIE DI BASE Esame fisico, clinico-storia Test di laboratorio Pulizia Controllo ambientale Interventi dietetici Ripristinare la salute gastrointestinale Nutrienti base Trattamento per “imbrogliare” gli eventi immuni e quelli infiammatori Supportare il percorso di detossificazione Detossificazione dai metalli pesanti w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

36 STORIA - METALLI PESANTI
MERCURIO Ulcerazioni orali, tremori, incapacità di prosperare, dilatazione addominale, labbra rosse, punte delle dita rosse, aumento della salivazione, feci chiare, feci acquose, essere distaccato, disconnessione, disinteresse, mancanza di contatto oculare w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

37 STORIA - METALLI PESANTI
PIOMBO Allergie, sintomi ADD, costipazione, problemi di coordinazione, comportamento delinquenziale, dislessia, emicranie, iperattività, ipotiroidismo, insonnia, irritabilità, cambiamenti di umore, debolezza muscolare, disprassia, basso tono muscolare, dispercezioni uditive sensoriali, pica w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

38 STORIA - METALLI PESANTI
ALLUMINIO Anemia, poco appetito, comportamenti eccentrici, costipazione, bocca secca, pelle secca, affaticamento, iperattività, poca memoria, offuscamento mentale, debolezza dei muscoli superiori del corpo w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

39 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
MINERALI ATTIVITÀ DEI MINERALI E SINTOMI AD ESSI CORRELATI w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

40 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
MINERALI ZINCO Zn La carenza causa problemi immunitari, problemi nel linguaggio, problemi di attenzione MAGNESIO Mg La carenza causa iperattività, ansia, spasmi muscolari, enuresi Riduce l’alluminio, è antagonista del calcio CALCIO Ca Un eccesso di calcio porta ad ipereccitabilità La carenza porta ad una insufficiente mineralizzazione delle ossa, rigidità muscolare Riduce il piombo e l’alluminio w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

41 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
MINERALI MOLIBDENO Mb Una carenza causa proliferazione di funghi e problemi di sulfatazione Riduce il tungsteno e il rame Rame Cu Un eccesso causa comportamento imprevedibile, iperattività, poca concentrazione , problemi di proliferazione di funghi Riduce zinco e molibdeno w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

42 ANALISI DI LABORATORIO
CBC Pannello metabolico completo Rame nel siero Zinco plasmatico Ceruloplasmina Analisi del capello Ammonia Metalli e minerali intracellulari Acidi grassi essenziali Aminoacidi Cisteina plasmatica, sulfati, rGSH w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

43 ANALISI DI LABORATORIO
Acidi organici urinari Microbiologia delle feci Micologia delle feci Parassitologia delle feci Markers immunitari Livelli dell’immunoglobulina Pannello dei linfociti-T Attività naturale delle cellule killer Profilo PANDA Anti MBP Ab Anti NAFP Ab w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

44 ANALISI DI LABORATORIO
Pannello alimentare IgG Ab Titoli vaccinali Titoli virali Peptidi urinari Ormoni Livelli dei neurotrasmettitori Genomica – SNPs Metalli tossici nelle urine e nelle feci Porfirine urinarie (in futuro) w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

45 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
RIPULIRE L’AMBIENTE Utilizzare detergenti naturali, biodegradabili, senza profumi, non asciugare i vestiti puliti con la lavasciuga Evitare la clorina: utilizzare filtri per l’acqua, limitare l’uso della piscina Indossare vestiti al 100% di cotone, evitare tessuti ignifughi (CONTENGONO ANTIMONIO) Utilizzare dentifrici senza fluoride (tin titanio) Evitare il legno pressato o trattato, contiene arsenico Eliminate qualsiasi esposizione al mercurio e a prodotti contenenti thimerosal Utilizzare un purificatore dell’aria, specialmente nella camera da letto Evitare l’esposizione ai batteri Bi) w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

46 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
RIPULIRE L’AMBIENTE Nessun oggetto di plastica: (cloride polivinilica) Utilizzare polveri senza alluminio, deodoranti senza alluminio, non cucinare nell’alluminio Evitare pesticidi, erbicidi, in giardino, a casa Usare shampoo naturali, saponi naturali, e make-up naturali (rossetti senza piombo, fondotinta senza senza Bi) w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

47 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
RIPULIRE LA DIETA Dieta senza caseina/glutine/soia per almeno 3-6 mesi Evitare zuccheri e amidi raffinati, dieta ricca di fibre, aumentare l’apporto di antiossidanti, di verdure crocifere, curcuma, aglio Limitare i cibi conservati, cibi organici è meglio Evitare le eccitotossine (caffeina, MSG, NutraSweet, cibi colorati di giallo/rosso, nitriti, sulfiti, glutamato, conservanti) Limitare i cibi ricchi di fenoli (mele, uva, fragole) Limitare le sorgenti di rame (cioccolata, molluschi, acqua di rubinetto, coloranti artificiali) Bere molta acqua filtrata w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

48 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
RIPULIRE LA DIETA Non conservare nella plastica, non utilizzare Teflon, non avvolgere i cibi nei fogli di plastica Eliminare i prodotti ittici Fare colazione con frutti semplice e vegetali Assumere grassi buoni: olio di oliva, di cocco, di lino Eliminare i grassi trans-idrogenati Mangiare carne e uova senza ormoni e antibiotici Limitare gli OGM Assumere cibi fermentati come kefir, cavolo, yoghurt di capra w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

49 ECCITOTOSSINE - GLUTAMATO
1-GLUTAMATO MONOSODICO MSG Proteine idrolizzate Amidi Cibi modificati Aromi naturali Piselli, funghi, pomodori Formaggio parmigiano Proteine w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

50 ECCITOTOSSINE - GLUTAMATO
2-ANTIGLUTAMATO Rosmarino Camomilla Melissa citronella GABA L-teanina Namenda (farmaco) w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

51 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
RIPULIRE L’INTESTINO Sono il nostro obiettivo le evacuazioni giornaliere Aggiungere enzimi digestivi al cibo Somministrare potenti probiotici (acidophilus e bifidus) Iniziare il trattamento per la disbiosi in base ai sintomi e ai risultati delle analisi Se i sintomi persistono: eliminate i disaccaridi dalla dieta per 3-6 mesi SCD (dieta priva di carboidrati) w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

52 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
RIPULIRE L’INTESTINO Considerate la necessità di contattare un gastroenterologo rinomato Considerate la somministrazione di secretina endovena Somministrate agenti antiinfiammatori Prestate molta attenzione durante qualsiasi regime detossificante w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

53 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
NUTRIENTI BASE Antiossidanti (vit. A, C, E, selenio, CoQ10) Vit. B6/P5P, complesso B Minerali (zinco, magnesio, molibdeno..) Omega 3 EFA (CLO) Metilb12, acido folinico Bagni di Epsom salt (magnesio solfato) Probiotici w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

54 ANALISI DI LABORATORIO
QUALI SONO LE ANALISI DI LABORATORIO PER STABILIRE LA TOSSICITÀ DA METALLI PESANTI Analisi del capello Minerali intracellulari e metalli tossici Markers detossificanti Glutatione, cisteina, livelli dei solfati Metalli tossici nelle urine e nelle feci (challenge test da provocazione) Porfirine urinarie w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

55 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
METALLI PESANTI VALUTAZIONE DELLA TOSSICITÀ DA METALLI PESANTI I test indotti di solito sono improbabili, incredibili, a causa dell’incapacità di questi bambini a detossificare Le tossine nelle urine, nelle feci, l’analisi del capello, fanno vedere l’escrezione dei metalli. Non abbiamo modo di determinare il carico totale sull’organismo Un emocromo (RBC) è un mezzo un po’ carente per determinare il carico totale. Tuttavia può evidenziare stati di esposizione acuta Non ci sono standard di riferimento per determinare il carico totale dei metalli sull’organismo w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

56 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
METALLI PESANTI Al piombo piace depositarsi nelle ossa e può essere misurato solo entro le 24 ore dopo l’esposizione; dopo questo periodo di tempo, il sangue non può più essere considerato un buon indicatore di tossicità Il mercurio invece ha affinità con i tessuti grassi e con il cervello in via di sviluppo ed è rarissimo trovarlo nel sangue Il test delle porfirine urinarie E’ PROMETTENTE w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

57 BIOCHIMICA E NUTRIZIONE
TRATTARE GLI SBILANCIAMENTI BIOCHIMICI E NUTRIZIONALI w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

58 BIOCHIMICA E NUTRIZIONE
Anti-virali, anti-parassitari, agenti anti-batterici Centrare i valori degli aminoacidi Acidi grassi essenziali (EFA): Omega 6 e Omega 3 Modulatori immunitari IVIG, immunoglobuline orali, transfer factor, colostro, lauricidin, Polisaccaridi alpha e beta, steroli LDN Agenti anti-infiammatori Antistaminici, Singulair, Actos, Namenda Curcumino, Boswellia, tè verde w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

59 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
DETOSSIFICAZIONE VIE DI SUPPORTO ALLA DETOSSIFICAZIONE Metilazione Sulfatazione Coniugazione della glicina Coniugazione della taurina Coniugazione del glutatione Acetilazione w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

60 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
DETOSSIFICAZIONE METILAZIONE Trimetilglicina TMG Dimetilglicina DMG S-adenosil-metionina NADH Vit.B2 Folati attivi (folinico, metilTHF) Metilcobalamina (MB12) Creatina, CoQ10 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

61 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
DETOSSIFICAZIONE SULFATAZIONE Magnesio solfato (Epsom salt) Molibdeno, biotina Vit. B1, allitiamina TTFD Vit. C N- acetilcisteina NAC Glutatione ridotto GSH Glucosamina solfato, chondroitan sulfato w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

62 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
DETOSSIFICAZIONE CONIUGAZIONE DEL GLUTATIONE TMG, folinico, MB12 Precursori del glutatione NAC Glicina Vit. C, E, selenio, zinco, metallotioneina, ALA, L-glutatione ridotto Transdermale, orale, intranasale, nebulizzato, supposte, liopoceutical, endovena w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

63 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
DETOSSIFICAZIONE CONTINUARE A SUPPORTARE LA VIA DI DETOSSIFICAZIONE Coniugazione aminoacidi Glicina, TMG, DMG Taurina (sempre col magnesio) Glucoronidatione Calcio d-glucarate Acetilazione NAC N-acetil glucosamina -   Coenzima A w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

64 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
DETOSSIFICAZIONE OPZIONI PER DETOSSIFICARE DAI METALLI PESANTI Chelanti farmacologici Agenti clatrati TTFD/allitiamina Glutatione ALA NAC w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

65 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
DETOSSIFICAZIONE OPZIONI PER DETOSSIFICARE DAI METALLI PESANTI Favorire la metallotioneina Iniezioni di metilcobalamina Aglio, cilantro, clorella, spirulina Terapia RNA Omeopatia Sauna infra-rossi w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

66 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
DETOSSIFICAZIONE LINEE GUIDA PER LA DETOSSIFICAZIONE DAI METALLI PESANTI da supportare Fegato, reni, organi linfatici, pelle, polmoni organi di supporto Fegato, reni, pancreas, surrenali Movimento intestinale regolare Idratazione adeguata Antiossidanti, minerali extra, probiotici Considerare profilassi antifungale w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

67 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
COSTIPAZIONE CRONICA Assicurarsi con un esame a raggi X KUB Aumentare l’apporto di liquidi e di fibre Fibre solubili Fibre insolubili Ottimizzare la vit. C Aggiungere magnesio citrato o magnesia Tè “Smooth.-move” rimedio tradizionale, (tisana?9, 1-2 cucchiai prima di coricarsi Olio di oliva e brevi periodi con olio di castoro Se la peristalsi non è ottimale, considerare l’uso di Bethanecol Se il tono generale non è la normalità, creatina Se persiste la costipazione, sospettare intossicazione da piombo e alluminio, considerare rimedi omeopatici w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

68 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
REAZIONI DIE –OFF SINTOMI Disturbi del sonno, risveglio alle 3-5 del mattino Irritabilità, aggressività, problemi comportamentali Ci possono essere periodi di esacerbazione dei funghi Aumento delle sterotipie Perdita di feci, minzione frequente Rash, eritemi(come per l’uso dei pannolini), sulla pelle, Febbre w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

69 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
REAZIONI DIE –OFF TRATTAMENTI Alka selzer Gold, carbone vegetale Diminuire la dose della metà per 1-2 setimane, poi ricominciare ad aumentare piano Cardo mariano prima di coricarsi e altri tonificanti del fegato Se dura più di una settimana, contattare il medico w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

70 CHELAZIONE FARMACOLOGICA
Chelanti principali DMSA DMPS EDTA w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

71 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
CHELAZIONE Lega uno ione libero del metallo pesante all’interno di una struttura circolare che neutralizza il suo stato reattivo; il legame tra chelatore e metallo pesante è considerata irreversibile I chelatori hanno varie affinità coi differenti metalli pesanti NON superano la barriera emato-encefalica Il complesso chelatore/metallo pesante è escreto attraverso i reni e il fegato e come risultato si ha un carico su questi organi Gli effetti collaterali sono: funzioni dei reni e del fegato alterate, leucopenia, carenza dei minerali, disbiosi intestinale, rash cutanei, eczema, affaticamento. Sindrome di Steve—Johnson (raro) Monitorare cbc, fegato, reni, elettroliti, riserve dei minerali e stato gastro intestinale w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

72 CHELAZIONE FARMACOLOGICA
DMSA (acido dimercaptosuccinico) Buona affinità con mercurio e piombo È considerato sicuro Trattare l’intestino prima di iniziare, ridurre l’infiammazione Monitorare cbc, fegato e reni Causa carenza di zinco Protocollo orale Non c’è transdermale w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

73 CHELAZIONE FARMACOLOGICA
ALA (acido alpha lipoico) Antiossidante, rigenera il glutatione, rilascia zolfo Non si deve utilizzare come primo chelante o in casi di severa disbiosi Potenzialmente può superare la barriera emato-encefalica Orale Transdermale w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

74 CHELAZIONE FARMACOLOGICA
EDTA (acido etilenediaminetetraacetico) Poca affinità col mercurio, buona affinità con il piombo, alluminio e rame CaNa2 EDTA FDA è approvato per intossicazione da piombo, il solo che è in grado di aumentare il QI MgNa2 EDTA quando somministrato endovena è utilizzato per l’arteriosclerosi, può causare ipocalcemia mortale se somministrato in fretta Toglie il piombo dalle ossa, il DMSA non ci riesce w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

75 CHELAZIONE FARMACOLOGICA
EDTA (acido etilenediaminetetraacetico) Preparazioni Orale Transdermale Endovena Altre( ionizzato, lipoceutical) Supposte w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

76 CHELAZIONE FARMACOLOGICA
DMPS (acido dimercaptopropanesulfonico) Eccellente chelatore del mercurio, poca affinità col piombo U.S.FDA approvato Escrezione prevalentemente attraverso i reni DMPS transdermale Protocollo del dr.R.Buttar Orale Assorbito al 50%, può causare stress gastro intestinale Supposte Endovena w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

77 CHELAZIONE FARMACOLOGICA
OPZIONI DETOSSIFICANTI PER I METALLI PESANTI Opzione1° Agenti “clathrating” Imprigionano il metallo in una “sacca” colloidale rendendolo innocuo Molti sono naturali come la Clorella e la Spirulina L’affinità coi metalli è alta Aiutano a detossificarsi dai POPs w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

78 CHELAZIONE FARMACOLOGICA
OPZIONI DETOSSIFICANTI PER I METALLI PESANTI opzioni 2° TTFD/allitiamina (tiamina tetraidrofurfiril disulfide) Forma attiva della vit. B1 Supporta la metilazione e le vie di sulfatazione Supporta la produzione di ATP del ciclo di Krebs Aumenta l’escrezione di arsenico Diminuisce il punteggio ATEC negli autistici (Lonsdale,2003) Preparazione transdermale Effetti collaterali- odore molto forte w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

79 CHELAZIONE FARMACOLOGICA
OPZIONI DETOSSIFICANTI PER I METALLI PESANTI opzioni 3° INIEZIONI DI METILCOBALAMINA (MB12) Aiuta i fondamentali passi nel ciclo di metilazione Bipassa l’indebolimento grazie alla via dei folati Recettore della dopamina-4 Supporta le capacità cognitive, il pensiero astratto, l’attenzione, la consapevolezza, il linguaggio, il comportamentoOCD, l’ansia (Neubrander 2004) w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

80 CHELAZIONE FARMACOLOGICA
OPZIONI DETOSSIFICANTI PER I METALLI PESANTI opzioni 3° INIEZIONI DI METILCOBALAMINA (MB12) Molto concentrata, iniezione subcutanea nel tessuto dei glutei, rilascio lento, indolore, nessuna tossicità riscontrata anche ad alti dosaggi Non esistono esami per verificarne la carenza effetti collaterali – aumentata energia, iperattività, agitazione, reazione detossificante w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

81 CHELAZIONE FARMACOLOGICA
OPZIONI DETOSSIFICANTI PER I METALLI PESANTI SAUNA INFRA-rossi Penetrazione profonda del calore Aumenta la temperatura interna Favorisce la circolazione, il flusso linfatico, il rilascio naturale delle tossine Favorisce il rilascio delle tossine attraverso il sudore, i reni e il fegato Aiuta nella detossificazione dai POPs Protocollo w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

82 INFORMAZIONI ULTERIORI
Autism, a novel form of mercury poisoning, Bernard, 2000 (www.safeminds.org e autism.org) Children with starwing brains, J.McCandless, MD Special diets for special Kids, Lisa Lewis Evidence of harm, D.Kirby Siti web: w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

83 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

84 PRENDIAMOCI CURA DEI LORO SORRISI…….
w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

85 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
EMERGENZA AUTISMO www. e m e r g e z a u t i s m o. org w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g

86 w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g
Traduzione di Maria777 Impaginazione di Luis w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g


Scaricare ppt "w w w . e m e r g e n z a u t i s m o . o r g"

Presentazioni simili


Annunci Google