La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. 2/12 Alimentarsi è stato ed è tuttora il primo dei bisogni delluomo per poter mantenere in vita il proprio corpo perché gli alimenti forniscono lenergia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. 2/12 Alimentarsi è stato ed è tuttora il primo dei bisogni delluomo per poter mantenere in vita il proprio corpo perché gli alimenti forniscono lenergia."— Transcript della presentazione:

1 1

2 2/12 Alimentarsi è stato ed è tuttora il primo dei bisogni delluomo per poter mantenere in vita il proprio corpo perché gli alimenti forniscono lenergia necessaria per crescere, muoversi, lavorare e pensare. crescere muoversi lavorare pensare

3 3/12 Le funzioni svolte dagli alimenti Per alimento si intende qualsiasi sostanza che sia in grado di esercitare una o più delle seguenti funzioni: a. energetica, che fornisce materiale energetico per la produzione di calore (con mantenimento della temperatura corporea), lavoro o altre forme di energia; b. plastica o costruttiva, che fornisce materiale plastico per la crescita, il mantenimento e la riparazione dei tessuti; c. bioregolatrice/protettiva che fornisce materiale "regolatore" necessario per le reazioni metaboliche e proteggere dallinsorgenza di malattie (minerali e vitamine).

4 4/12 I princìpi alimentari I princìpi alimentari o nutrienti sono sostanze di origine animale, vegetale e minerale che prendono il nome di glucìdi, lipìdi, protìdi, sali minerali, vitamine, Il complesso delle reazioni e delle trasformazioni chimiche che subiscono i principi alimentari, prende il nome di metabolismo. Il metabolismo basale è la quantità di energia minima necessaria a un individuo per il mantenimento delle funzioni fisiologiche.

5 5/12 Possiamo classificarli in: a. monosaccaridi (glucosio, galattosio, fruttosio); b. disaccaridi (lattosio, saccarosio); c. polisaccaridi (amido, cellulosa e glicogeno). I glucidi sono presenti nei cereali, legumi, nella frutta, nel latte, nella carne e nel pesce. Forniscono circa la metà del fabbisogno energetico (50-60%) giornaliero e assolvono prevalentemente alla funzione energetica: 1 g di zucchero fornisce 4 Kcalorie (kilocalorie). GLUCIDI o ZUCCHERI Il nome deriva dal greco glucòs che significa dolce. Sono composti chimici, formati principalmente da carbonio, idrogeno e ossigeno.

6 6/12 Le proteine sono contenute nelle carni, pesci, uova, legumi, latte e derivati e assolvono prevalentemente la funzione plastica o costruttiva. Un grammo di proteine fornisce 4 Kcalorie. Protìdi (o proteine) Sono formate da: carbonio, idrogeno, ossigeno, azoto, che costituiscono gli amminoacidi. Le proteine o protidi sono costituenti fondamentali degli organismi viventi.

7 7/12 Lipìdi o grassi I lipidi sono contenuti nel burro, strutto, olio di oliva o di semi e nel latte ed i suoi derivati. Svolgono la funzione energetica. 1 grammo di lipidi fornisce circa 9 Kcalorie. Lapporto lipidico deve essere pari al 30% (per ladulto) e 20/25% per ladolescente. Deve essere prevalentemente di origine vegetale, onde evitare laccumulo di colesterolo. Col termine di lipìdi (o grassi) si intende un gruppo di composti organici insolubili in acqua, che sviluppano maggiore energia. Costituiscono una fonte di energia di riserva.

8 8/12 Sali minerali I sali minerali sono indispensabili per lorganismo e svolgono il ruolo di regolazione e partecipano alla formazione di tessuti. Si trovano negli alimenti sotto forma di composti chimici chiamati sali e nellacqua sotto forma di sali solubili. Sono necessarie piccole quantità giornaliere e svolgono soprattutto la funzione Bioregolatrice/Protettiva. Sono contenuti nella verdura e nella frutta e nellacqua. Non forniscono calorie.

9 9/12 Vitamine Le vitamine sono principi essenziali allorganismo e devono essere necessariamente introdotte con gli alimenti. Svolgono nellorganismo limportante funzione Bioregolatrice. Il nostro organismo è formato principalmente da acqua. Lacqua partecipa ai fenomeni digestivi, agevola le reazioni metaboliche, aiuta a regolare la temperatura. Il loro fabbisogno varia in base alletà, allattività, alle condizioni fisiologiche. Si trovano in quasi tutti gli alimenti. Si distinguono in liposolubili (vitamina A, D, E, K) e idrosolubili (le vitamina B1, B2, PP, B6, B12, C.). Non forniscono alcuna caloria.

10 10/12 e. attività lavorativa svolta : il fabbisogno energetico varia in base al tipo di lavoro svolto, se sedentario o molto faticoso fisicamente I principi nutritivi contenuti negli alimenti sono trasformati attraverso la digestione in calorie. La quantità giornaliera di calorie necessarie è definita dal metabolismo basale e dai seguenti fattori: c. clima : il fabbisogno energetico nelle regioni fredde è maggiore rispetto a quelle con clima caldo b. età : il fabbisogno energetico è maggiore in fase di crescita e diminuisce verso letà matura d. stato di salute: il fabbisogno energetico è inferiore quando, per motivi di salute, non si possono svolgere le normali attività quotidiane a. sesso: il fabbisogno energetico è generalmente maggiore per i maschi Il fabbisogno energetico

11 11/12 Leducazione alimentare persegue il miglioramento della nutrizione degli individui attraverso la promozione di corrette abitudini alimentari. Educazione alimentare Seguire una dieta razionale ed equilibrata significa avere unalimentazione ben dosata che contenga, nelle giuste proporzioni, i vari principi alimentari e che fornisca un fabbisogno calorico corrispondente alle nostre effettive necessità.

12 12/12 Una dieta equilibrata per gli adolescenti Il termine dieta è di origine greca e significa regime di vita e indica il tipo e la quantità di alimenti che si assumono durante la giornata. Il mangiare troppo o sempre gli stessi alimenti, può agevolare linsorgenza di malattie (obesità, ad esempio), ma anche problematiche psicologiche. La dieta mediterranea è ritenuta assai efficace per la protezione della salute ed anche una delle più varie e bilanciate. Lettura della piramide alimentare tradizionale Nessun alimento, preso singolarmente, è in grado di soddisfare le esigenze nutrizionali dellorganismo. Limitare al massimo condimenti e dolci. Alternare e moderare il consumo di carne, pesce, uova, formaggi, salumi. Verdure e frutta non devono mai mancare. Pasta e pane devono essere assunti ogni giorno.


Scaricare ppt "1. 2/12 Alimentarsi è stato ed è tuttora il primo dei bisogni delluomo per poter mantenere in vita il proprio corpo perché gli alimenti forniscono lenergia."

Presentazioni simili


Annunci Google