La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di Pedagogia interculturale AA 2010/11 Questionario di verifica e rinforzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di Pedagogia interculturale AA 2010/11 Questionario di verifica e rinforzo."— Transcript della presentazione:

1 Corso di Pedagogia interculturale AA 2010/11 Questionario di verifica e rinforzo

2 Le società diventano multietniche La migrazione internazionale assume proporzioni gigantesche

3 Siamo in una nuova preistoria? I contatti tra culture diverse sono più frequentiI contatti tra culture diverse sono più frequenti La velocità delle comunicazioni e degli spostamenti è in costante aumentoLa velocità delle comunicazioni e degli spostamenti è in costante aumento Lespansionismo economico è in forte ripresaLespansionismo economico è in forte ripresa La logica del mercato occidentale si diffonde in tutte le regioni del mondoLa logica del mercato occidentale si diffonde in tutte le regioni del mondo Si stanno disegnando nuove geografie e nuovi paesaggi?

4 Intercultura in pedagogia significa.. Tollerare la diversità etnica Mescolare le culture e ibridarle Avere buoni rapporti con gli stranieri

5 Quali le tre prospettive di analisi nella società post-moderna? (cap.I Paideia) Tramonto della società monoculturale Le tensioni tra globale e locale Saper creare rapporti con la diversità: la trasformazione del vecchio mondo in un mondo nuovo. Saper trovare nuove categorie di pensiero

6 Il tramonto della società omogenea Sino ad oggi, osserva Michel Walzer, lincontro con laltro non è mai stato tanto diffuso, anche se genti diverse coesistevano anche prima, ma con qualche grado di separatezza fra loro: villaggi separati, famiglie e diritti di famiglia differenti, tribunali, tradizioni culturali e linguaggi distinti…

7 Tensioni globali e locali Contro le nuove intrusioni ciò che prevale è la logica dellisomorfismo secondo cui, come avverte Arjun Appaduraj, un paese non mette mai in discussione i precedenti modelli di cultura sociale. Da qui la continua tensione tra omogeneità ed eterogeneità culturale, tra identità nazionali ed entità subalterne. Seconda prospettiva di analisi

8 LETICA DEL DISCORSO A FONDAMENTO DELLINTERCULTURA (non solo integrazione) Come indicato del filosofo tedesco Karl Otto Apel (Verità e comunicazione, 1992), si dovrà incrementare letica del discorso, ovvero la pratica del discorso. In una società plurietnica occorre una corresponsabilità tra gli esseri umani:ed è ciò che facilita il transito tra etica e società, allorquando cioè i problemi comuni della collettività vengono affrontati, in una dimensione solidale e consapevole, col ricercare insieme le giuste soluzioni, morali e legali. Dal punto di vista intellettuale, ciò non presuppone il ritorno al singolo soggetto, in quanto letica del discorso presuppone una soggettività molteplice attraverso cui maturi una coscienza generale (unetica comune). Terza prospettiva di analisi (Paideia)

9

10 No ai diritti agli immigrati Politici Civili o collettivi Culturali (polietnici)

11 Will Kymlicka: per una teoria dei diritti delle minoranze Stati multietnici (Francia, Germania Stati multietnici (Francia, Germania Italia) paesi che si ritrovano con minoranze culturali dovute a migrazioni recenti Will Kimlicka: la cittadinanza multiculturale (1999)

12 Kymlicka non riconosce le richieste di quei diritti che mirano alla costruzione di una società separata e autogovernata da parte delle comunità di immigrati, diritto che egli sostiene invece con forza per le minoranze degli "stati multinazionali", come ad esempio gli indiani degli Stati Uniti e del Canada Lintegrazione non deve comportare lorganizzazione di una società parallela, quanto piuttosto la possibilità di portare con sé alcuni elementi indispensabili delle cultura propria. Tutti i membri della società (maggioranza e minoranza) dovranno dare il loro contributo (bidirezionalità) con una dose (bidirezionalità) con una dose massiccia di buona volontà massiccia di buona volontà.

13 Il multiculturalismo deve servire solo servire solo a liberare il potenziale emancipatore del multiculturalismo

14 Melting pot: cosa significa?

15 La formazione interculturale Terzo capitolo Paideia James Clifford sostiene che lidentità in senso etnografico non può che essere mista, relazionale e inventiva.

16

17

18 La formazione interculturale deve costruirsi attraverso due fondamentali strumenti di cui occorre dotarsi: 1) Sguardo etnografico

19 2) Ottica post-colonialista

20 Racism, moral opprobrium

21

22

23

24 Razzismi, al plurale

25 Crisi dellantirazzismo

26 TRE elementi … Patriottismo/sciovinismo Disuguaglianza Esclusione cittadinanza – equità - giustizia sociale

27 Il multiculturalismo, ovvero la visione unitaria dellumanità, è un orientamento universalistico verso i valori Il multiculturalismo, o meglio, il transculturalismo in senso morale, è la dimensione in cui le culture, senza i vari relativismi, possono coesistere pacificamente a livello morale

28

29 Occorre una nuova domanda di civiltà i nuovi presupposti : - non chiedere ai cittadini di rinunciare a pratiche, forme di vita e valori materiali specifici; - favorire un allargamento del concetto etico e antropologico di diritti, senza i quali è impossibile una reciproca lealtà tra le culture; - orientare alla maturazione degli atteggiamenti di sensibilità verso le differenze; - individuare itinerari culturali opposti alla logica etnocentrica che usa lautorità culturale del posto per dominare le altre culture;

30 - non pretendere di livellare gli altri nel tentativo di eguagliargli a sé per assimilarli o per ripristinare gerarchie e sudditanze; - muoversi in sostegno di una prospettiva sovranazionale o cosmopolita in cui linterdipendenza possa costituire una dinamica delle tante risorse a vantaggio di tutti

31 E per lapproccio didattico?

32 Multiculturalità Interculturalità Transculturalità Accoglienza/integrazione

33 Multiculturalità Interculturalità Transculturalità Messa a fuoco delle culture Mantenimento identità di origine (la cultura come fattore protettivo) Scoperta polifonica di tradizioni, civiltà, culture Cooperazione Reciprocità Dialogo Ricerca di una cultura innovativa, mixata, ibridata (krasis) Sovranazionalismo culturale (integrazione tra localismo e universalismo)

34 Manifesto pot-ideologico dellintercultura Occorre: dotarsi di un nuovo immaginario che vada oltre le identità e i (propri) retaggi, le regressioni fondamentaliste (quelle che ricercano autenticità, originalità, purezze e ritrovano vecchi pregiudizi..) considerare legittime le pluralità delle visioni del mondo (world- views), accettabili su un piano di partenza; il proporsi di una educazione che ponga al centro la vita umana, la dignità, non le essenze e le culture;

35 aumentare le capacità di intellegibilità delle differenze culturali, abbandonando quelle che portano allincomprensione degli altri; concepire una identità morale che sappia conciliarsi con il suo opposto, costantemente sottovalutato, negato, rifiutato, rigettato; investire in tutte quelle combinazioni critiche e creative di una cultura così come si origina dai dialoghi concepiti con strumenti discorsivi che annunciano possibilità innovative e creative; porsi obiettivi verso una diversa esistenza, che possa essere riconosciuta come valida per tutti;

36 insegnare a decolonizzarsi dai miti contemporanei del progresso, della scienza e della tecnica come esclusiva forma di sviluppo (cioè concepire modelli di pensiero che affrontino criticamente lidea di un progresso infinito attraverso leconomia posta come fine assoluto); creare un movimento traduttivo che, alle carenza originarie e superficiali di negazione del valore dellaltro, introduca le forme letterarie, poetiche e artistiche, come sincresi equilibrate di varie espressività ; uscire dalla temporalità con cui trovare soluzioni provvisorie alle sfide educative e dare piuttosto stabilità ai processi educativi da concepirsi in uno spazio multiculturale integrato e interpolarizzato.

37 Domande: Che cosè la transitività cognitiva? Sai fare un esempio? Introducendo il concetto di filosofie erratiche Natoli indica tre carte fondamentali per lindividuo contemporaneo che vive in società multietniche post moderne complesse.. Sai quali sono? La tolleranza è divenuta il perno fondamentale per la convivenza nelle moderna società multietniche: chi sono gli autori che hanno scritto opere sulla tolleranza? Che vuol dire che oggi occorre dotarsi di un pensiero migrante? Che vuol dire che occorre avere una nuova forma mentis?


Scaricare ppt "Corso di Pedagogia interculturale AA 2010/11 Questionario di verifica e rinforzo."

Presentazioni simili


Annunci Google