La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Modelli Pluralistici Integrati Luigi Frezza. Argomenti della lezione Perché utilizzare un approccio integrato Perché utilizzare un approccio integrato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Modelli Pluralistici Integrati Luigi Frezza. Argomenti della lezione Perché utilizzare un approccio integrato Perché utilizzare un approccio integrato."— Transcript della presentazione:

1 Modelli Pluralistici Integrati Luigi Frezza

2 Argomenti della lezione Perché utilizzare un approccio integrato Perché utilizzare un approccio integrato Psicodinamica Psicodinamica Cognitivismo/Comportamentismo Cognitivismo/Comportamentismo Umanismo/Esistenzialismo Umanismo/Esistenzialismo

3 Perché utilizzare un approccio integrato? influenza dello spirito del tempo allinterno del quale i modelli e le teorie sono stati sviluppati influenza dello spirito del tempo allinterno del quale i modelli e le teorie sono stati sviluppati diversi sono gli esseri umani, e diverse le persone che hanno studiato la personalità diversi sono gli esseri umani, e diverse le persone che hanno studiato la personalità diverse sono le problematiche da affrontare diverse sono le problematiche da affrontare lessere umano è unentità complessa, le cui problematiche e disagi si verificano a vari livelli lessere umano è unentità complessa, le cui problematiche e disagi si verificano a vari livelli

4 È quindi utile integrare le tecniche in un unico approccio pluralistico che utilizzi un linguaggio comune

5 ALLEANZA TERAPEUTICA ALLEANZA TERAPEUTICA PERSONALITÀ DEL COUNSELOR/TERAPEUTA PERSONALITÀ DEL COUNSELOR/TERAPEUTA EMPATIA EMPATIA

6 Psicodinamica La mente funziona come un sistema idraulico La mente funziona come un sistema idraulico Esiste unenergia pulsionale che deve essere scaricata Esiste unenergia pulsionale che deve essere scaricata

7 La più importante teoria psicodinamica è la PSICOANALISI di S. Freud (1856 – 1939), termine coniato nel 1896 nel trattato Leredità e leziologia della nevrosi.

8 Psicoanalisi Caratteristiche generali: metodo di indagine dei processi psichici basato sullassunto che le manifestazioni psichiche siano prevalentemente caratterizzate da processi inconsci metodo di indagine dei processi psichici basato sullassunto che le manifestazioni psichiche siano prevalentemente caratterizzate da processi inconsci tecnica terapeutica per risolvere i conflitti intrapsichici dovuti alla mancata espressione dei bisogni pulsionali e istintuali inconsci tecnica terapeutica per risolvere i conflitti intrapsichici dovuti alla mancata espressione dei bisogni pulsionali e istintuali inconsci impostazione teorica in cui confluiscono risultati impostazione teorica in cui confluiscono risultati - delle osservazioni sistematiche in sede psicoterapeutica - derivati dallimpiego del metodo psicoanalitico in altri campi del sapere (religione, arte visiva, letteratura, musica, linguistica, ecc.)

9 Psicoanalisi Modello TOPOGRAFICO del funzionamento mentale: Conscio Conscio Preconscio Preconscio Inconscio Inconscio

10 Psicoanalisi Modello STRUTTURALE del funzionamento mentale: Es (funziona in base al principio di piacere) Es (funziona in base al principio di piacere) Super-Io (coscienza e ideale dellIo) Super-Io (coscienza e ideale dellIo) Io Io

11 Psicoanalisi Il modello topografico e quello strutturale sono complementari, ed entrambi utili per capire il funzionamento mentale

12 Psicoanalisi Funzioni dellIo: La mediazione dellIo permette lo sfogo pulsionale dellEs senza incorrere nei divieti del Super-Io. Se lIo non riesce più ad attuare il suo compito di mediatore si genera un conflitto intrapsichico. La mediazione dellIo permette lo sfogo pulsionale dellEs senza incorrere nei divieti del Super-Io. Se lIo non riesce più ad attuare il suo compito di mediatore si genera un conflitto intrapsichico. LIo attiva dei meccanismi di difesa (es. rimozione, formazione reattiva, negazione, distorsione, proiezione, sublimazione) per mantenere tale conflitto a livello inconscio. LIo attiva dei meccanismi di difesa (es. rimozione, formazione reattiva, negazione, distorsione, proiezione, sublimazione) per mantenere tale conflitto a livello inconscio. I meccanismi di difesa portano ad attuare comportamenti che risultano sintomi (cioè espressione simbolica) di un conflitto intrapsichico. I meccanismi di difesa portano ad attuare comportamenti che risultano sintomi (cioè espressione simbolica) di un conflitto intrapsichico.

13 Fasi dello sviluppo psicosessuale Fase orale (0 – 1 anno) Fase orale (0 – 1 anno) Zona erogena: BOCCA Tensione: SVEZZAMENTO Fase anale (1 – 3 anni) Fase anale (1 – 3 anni) Zona erogena: sfintere anale volontario Tensione: APPRENDIMENTO DELLA PULIZIA Fase fallica (3 – 6 anni) Fase fallica (3 – 6 anni) Zona erogena: ORGANO GENITALE Tensione: COMPLESSO DI EDIPO/ELETTRA Fase di latenza (6 anni – pubertà) Fase di latenza (6 anni – pubertà) Fase genitale (pubertà/adolescenza) Fase genitale (pubertà/adolescenza)

14 A. Adler (Psicologia Individuale) C. G. Jung (Psicologia Analitica) Teorici contrapposti a Freud

15 Psicologia dellIo (Anna Freud) Psicologia delle relazioni oggettuali (Melanie Klein) Post Freud

16 Comportamentismo/Cognitivismo Il termine comportamentismo è stato coniato da J. B. Watson (1878 – 1958) nel libro La psicologia secondo il comportamentista (1913)

17 Comportamentismo/Cognitivismo Assunti di base del comportamentismo: per capire lindividuo basta considerare esclusivamente il comportamento manifesto (risposte) in base agli eventi ambientali (stimoli) per capire lindividuo basta considerare esclusivamente il comportamento manifesto (risposte) in base agli eventi ambientali (stimoli) è necessario dare alla psicologia un taglio scientifico (sperimentale) è necessario dare alla psicologia un taglio scientifico (sperimentale) Non si nega lesistenza di processi interni, ma si sottolinea limpossibilità di analizzare tali processi in termini sperimentali

18 Comportamentismo/Cognitivismo Due paradigmi nel comportamentismo: 1) CONDIZIONAMENTO CLASSICO 2) CONDIZIONAMENTO OPERANTE

19 Comportamentismo/Cognitivismo CONDIZIONAMENTO CLASSICO Uno stimolo che in precedenza non evocava alcuna risposta arriva a provocare una risposta simile a un riflesso (cioè una sequenza stimolo-risposta relativamente semplice e automatica, mediata dal sistema nervoso), dopo essere stato abbinato in una o più prove a un altro stimolo che naturalmente evocava quel riflesso. Attraverso i metodi del condizionamento classico si riesce a evocare risposte comportamentali in base a stimoli che di solito non evocano tali risposte. I. P. Pavlov (1849 – 1936)

20

21 Comportamentismo/Cognitivismo CONDIZIONAMENTO OPERANTE Le conseguenze (rinforzi) di una risposta fanno aumentare o diminuire le probabilità che essa sia nuovamente prodotta. Il comportamento appreso è quindi una risposta spontanea allambiente, dovuta al fatto che ogni essere vivente, per sua natura, opera, cioè agisce sul mondo. B. F. Skinner (1904 – 1990)

22 Comportamentismo/Cognitivismo Il termine cognitivismo è stato coniato da U. Neisser ( ) nel libro Cognitive Psychology (1967).

23 Comportamentismo/Cognitivismo Assunti di base del cognitivismo: è possibile studiare come la mente elabora lo stimolo per produrre la risposta attraverso il metodo inferenziale è possibile studiare come la mente elabora lo stimolo per produrre la risposta attraverso il metodo inferenziale proporre forme di indagine alternative al metodo sperimentale, ma pur sempre scientifiche (studi di correlazione, studi descrittivi) proporre forme di indagine alternative al metodo sperimentale, ma pur sempre scientifiche (studi di correlazione, studi descrittivi) Ciò comporta nuove metodologie di raccolta dei dati (autodescrizione) e nuovi setting di ricerca (ricerche sul campo)

24 Umanismo - Esistenzialismo Lapproccio si rifà ai principi filosofici dellumanesimo e dellesistenzialismo europei.

25 Umanismo - Esistenzialismo Umanismo Ogni essere umano è originale e specifico rispetto agli altri (Leibniz) Ogni essere umano è originale e specifico rispetto agli altri (Leibniz) La relazione tra gli esseri umani è fondamentale per lo sviluppo individuale (Buber) La relazione tra gli esseri umani è fondamentale per lo sviluppo individuale (Buber) Ruolo determinante dellintuizione nella comprensione dellindividuo (Bergson) Ruolo determinante dellintuizione nella comprensione dellindividuo (Bergson)Esistenzialismo Accento sulla responsabilità individuale, sullautodeterminazio ne, sullintenzionalità (Kierkegaard) Accento sulla responsabilità individuale, sullautodeterminazio ne, sullintenzionalità (Kierkegaard) Attenzione rivolta allesperienza individuale (Husserl) Attenzione rivolta allesperienza individuale (Husserl)

26 Umanismo - Esistenzialismo I 5 postulati 1) Lessere umano non può essere ridotto nei suoi componenti 2) Lessere umano contiene in se stesso unumanità unica 3) Lessere umano è consapevole di se stesso in un contesto di altre persone 4) Lessere umano ha libertà di scelta ed è responsabile 5) Lessere umano è intenzionale, ricerca il significato, il senso, la creatività

27 Umanismo - Esistenzialismo Importante figura della psicologia umanistico – esistenziale è stato C. R. Rogers ( ), con la terapia centrata sul cliente, o counseling

28 Umanismo - Esistenzialismo TENDENZA ATTUALIZZANTE Lindividuo tende ad ottenere il massimo delle proprie capacità. La tendenza attualizzante motiva il comportamento umano. Spesso la tendenza attualizzante si scontra con le richieste ambientali, generando nevrosi. La nevrosi interrompe il libero fluire della tendenza attualizzante.

29 Piramide dei bisogni (Maslow, 1954)

30 Umanismo - Esistenzialismo Bisogni e motivazioni coincidono: una persona in salute riesce a soddisfare i propri bisogni, autorealizzandosi. Lintervento di counseling non consiste nella semplice estirpazione della patologia, ma nel sostegno allindividuo, in modo tale che questi possa: Autoesplorarsi Autoesplorarsi Autocomprendersi Autocomprendersi Prendere coscienza delle modalità attraverso cui autorealizzarsi Prendere coscienza delle modalità attraverso cui autorealizzarsi

31 Umanismo - Esistenzialismo Caratteristiche del counselor: a) AUTENTICITÀ b) EMPATIA c) ACCETTAZIONE INCONDIZIONATA


Scaricare ppt "Modelli Pluralistici Integrati Luigi Frezza. Argomenti della lezione Perché utilizzare un approccio integrato Perché utilizzare un approccio integrato."

Presentazioni simili


Annunci Google