La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Bilancio delle Società di Calcio Le Fonti Legislative e Federali Il Sistema di Valori delle Società di Calcio I Diritti alle Prestazioni dei Calciatori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Bilancio delle Società di Calcio Le Fonti Legislative e Federali Il Sistema di Valori delle Società di Calcio I Diritti alle Prestazioni dei Calciatori."— Transcript della presentazione:

1 Il Bilancio delle Società di Calcio Le Fonti Legislative e Federali Il Sistema di Valori delle Società di Calcio I Diritti alle Prestazioni dei Calciatori La Capitalizzazione dei Costi del Vivaio Le Plusvalenze di Cessione dei Calciatori Le Fonti Legislative e Federali Il Sistema di Valori delle Società di Calcio I Diritti alle Prestazioni dei Calciatori La Capitalizzazione dei Costi del Vivaio Le Plusvalenze di Cessione dei Calciatori Cison di Valmarino, sabato 14 dicembre 2002 Castelbrando

2 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 2 Le fonti legislative e federali Le norme che disciplinano attualmente la redazione dei bilanci delle Società di Calcio (S.d.C.) provengono da una molteplice serie di fonti: Norme legislative Norme Federali 1) Legge n. 91 del (abolizione del vincolo sportivo) 2) D. Lgs. 127 del (bilancio di esercizio) 3) D.L. 485 del (c.d. decreto spalmaperdite) convertito nella Legge n. 586 del )Delibera FIGC del 16 settembre )Norme Organizzative Interne Federali (N.O.I.F.) 3)Le Raccomandazioni Contabili della FIGC

3 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 3 Le fonti legislative e federali Legge n. 91/81 Eliminazione del vincolo a tempo indeterminato Individuazione dello sportivo professionista Obbligo di costituirsi come società di capitali Enti no-profit per legge Istituzione dellIndennità di Preparazione e Promozione (I.P.P.) IPP: reintegrare i costi sostenuti dal club per la crescita sportiva, agonistica e di immagine del giocatore e risarcire la società che si priva delle sue prestazioni Durata max del contratto è fissata in cinque anni. Il diritto a percepire lIPP si prescrive al termine della seconda stagione successiva alla scadenza contrattuale (art.98 NOIF)

4 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 4 Le fonti legislative e federali Possibilità di iscrivere in apposito conto le IPP maturate al e di ammortizzarle in 3 anni Destinazione di una quota non inferiore al 10% dellutile a scuole di formazione sportiva Si prevede un Premio di Addestramento e Formazione Tecnica per ultima società dove il calciatore ha svolto attività dilettantistica Legge n. 586/96 Figlia della Sentenza Bosman Soppressione dellIPP Eliminazione del divieto di distribuzione dei dividendi Abolizione del limite del V.N. azioni come importo max attribuibile alle azioni in caso di liquidazione

5 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 5 Le fonti legislative e federali Conseguenze sulleconomia delle società di calcio Le risorse sono sempre meno controllabili Società di Calcio: da Aziende No Profit ad Imprese Da Impresa sportiva in senso stretto a Media Company Aumenta il livello di rischio Interesse a produrre congrue remunerazioni Borsa Valori Espansione del numero di stakeholder Rilevanza del Bilancio

6 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 6 Il sistema di valori delle S.d.C. S.d.C.S.d.C. TifosiTifosi Soci & Risparm. Risparm. StampaStampaFinan-ziatoriFinan-ziatori AltreS.d.CAltreS.d.C EmittentiTVEmittentiTV CalciatoriCalciatori SponsorSponsor F.I.G.C. & Lega F.I.G.C. Altri Clienti e FornitoriAltri Fornitori

7 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 7 Il sistema di valori delle S.d.C. Grandezze rilevanti nelleconomia delle S.d.C. PatrimonialiEconomiche Finanziarie Diritti prestazioni sportive calciatori Costi del Vivaio capitalizzati Diritti per compartecipazioni ex art. 102-bis NOIF Sponsorizzazioni Ricavi da incassi Proventi diritti TV Costi/Ricavi per prestito calciatori Royalty Brand Plus/Minusvalenze cessione calciatori Crediti/Debiti vs Enti-Settore specifico Debiti per compartecipazioni ex art. 102-bis NOIF

8 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 8 Il sistema di valori delle S.d.C. Chiavi di lettura e valutazione del grado di discrezionalità Il rischio specifico connesso ai crediti è limitato a causa della specie dei soggetti verso cui sono in essere Le rimanenze di qualunque specie non sono presenti o comunque assumono una rilevanza trascurabile Le immobilizzazioni materiali assumono di norma un valore modesto Il rischio di svalutazione dei titoli non assume, laddove potenzialmente presente, valori significativi Significatività del bilancio si gioca sulla valutazione deiDiritti alle Prestazioni sportive dei Calciatori

9 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 9 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Costituisce una immobilizzazione immateriale Può derivare da «accordo di trasferimento» o da «cessione del contratto» di un calciatore professionista (art. 95 NOIF) o non (art. 96 NOIF) Titolo giuridico per liscrizione in bilancio è dato da stipula del contratto di cessione (e non dal deposito presso la Lega – Raccomandazione Contabile n° 1) Bene immateriale od onere pluriennale?

10 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 10 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Iscrizione al costo di acquisto stabilito da contratto Ammortamento a quote costanti « in relazione alla residua possibilità di utilizzazione » Ammortamento deve essere fatto individualmente con il metodo indiretto per ogni diritto acquistato Valore da ammortizzare, valore residuo di realizzo e « valore durevolmente inferiore » ?

11 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 11 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Conseguenze dellevoluzione normativa sui bilanci delle società di calcio Molto lenti, teoricamente lungo intera vita sportiva del calciatore 1)Calcolati sul valore al netto IPP presunta 2)Calcolati su durata contratto + 2 anni Ammortamenti calcolati lungo durata del contratto A M M O R T A M E N T I 1996

12 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 12 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Aspetti contabili principali Acquisto/cessione di diritti pluriennali prima della scadenza Prolungamento di contratti in essere Acquisto diritti di giocatori svincolati e rinnovo contratto a scadenza Primo contratto da professionista di atleta proveniente dalle giovanili o dilettante Cessione a tempo determinato (prestito) Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori

13 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 13 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Acquisto/cessione di diritti pluriennali Diritti Plur. Prestazioni F.do amm.to Diritti Plusvalenze cessione Crediti vs Lega calcio La società A cede il contratto del giocatore XY alla società B per *. I diritti di tale atleta, in forza alla società A da tre stagioni, erano stati acquistati per e la durata contrattuale originariamente prevista era pari a 5 anni. * si omette lIVA per semplicità espositiva

14 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 14 Prolungamento di contratto non ancora scaduto Alla fine dellesercizio n+3, nellambito della medesima società, si procede al rinnovo del contratto dellatleta XY acquistato nellesercizio n per con una durata originariamente prevista pari a 5 anni. Il nuovo contratto stipulato con latleta, prima della scadenza del precedente, ha durata triennale. Gli ammortamenti determinano la seguente distribuzione di valori: Esercizio Amm.to F.do amm.to V.C.N. n n n n n n Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori

15 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 15 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Acquisto diritti di giocatori svincolati e rinnovo contratto a scadenza Prima del decreto 485/96 lacquisto del giocatore svincolato poteva essere subordinato al pagamento dellIPP Attualmente lo svincolo essendo effettivo alla scadenza non comporta alcun costo per lacquisto o conferma del cartellino IPP costo pluriennale ammortizzabile iscritto in Stato Patrimoniale Nessun valore iscritto in S.P. Si rileva solo il costo emolumenti giocatori in C.E.

16 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 16 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Primo contratto da professionista di atleta proveniente dalle giovanili o dilettante Acquisto dallesterno Corresponsione di un Premio di preparazione e formazione tecnica determinata ai sensi art. 99 NOIF Indennità da ammortizzare lungo durata prevista dal contratto Provenienza da proprie squadre giovanili Diritto per ogni società di stipulare primo contratto da professionista (art. 6 della L. 81/91) Nessun costo pluriennale da iscrivere in Stato Patrimoniale

17 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 17 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori 1)Acquisto a parametro zero 2)Rinnovo contratto scaduto a proprio giocatore 3)Primo contratto da professionista di un proprio giocatore del vivaio Nessuna evidenza tra le attività di S.P. Riportare tali informazioni in Nota Integrativa (PC. n. 16 & 24) In sintesi

18 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 18 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Prestito temporaneo calciatori Lart. 103 delle N.O.I.F prevede la possibilità per la società titolare del diritto alle prestazioni sportive di cedere a titolo temporaneo ad unaltra società tale diritto. La cessione temporanea del contratto con il giocatore ha durata per una sola stagione sportiva ed è ammesso il rinnovo tra le stesse società per la sola stagione successiva. Il prestito dà origine ad un ricavo di gestione caratteristica per la società cedente e ad un costo per godimento di beni di terzi per la società cessionaria A) Valore della produzione: 1) ricavi delle vendite e delle prestazioni; 2) … … 5) altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio. A) Valore della produzione: 1) ricavi delle vendite e delle prestazioni; 2) … … 5) altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio. B) Costi della produzione: 6) 6)per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci; 7) 7)per servizi; 8) 8)per godimento di beni di terzi; 9) 9)… B) Costi della produzione: 6) 6)per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci; 7) 7)per servizi; 8) 8)per godimento di beni di terzi; 9) 9)…

19 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 19 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Definizione di Asset secondo gli IAS Le attività sono (Framework for the Preparation and Presentation of Financial Statement – I.A.S.C.): - Risorse CONTROLLATE dallimpresa - Risultato di operazioni svolte in PASSATO - Dalle quali sono attesi FUTURI BENEFICI ECONOMICI per limpresa - Esclusivamente per le risorse immateriali, esse devono essere anche IDENTIFICABILI (IAS n. 38)

20 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 20 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Unattività immateriale deve essere rilevata contabilmente come tale se e solo se: 1) È probabile che affluiranno allimpresa benefici economici futuri attribuibili allattività considerata 2) Il costo dellattività può essere determinato in maniera attendibile

21 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 21 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Criteri di valutazione – art C.c. 1)le immobilizzazioni sono iscritte al costo di acquisto o di produzione; […]; 2)il costo delle immobilizzazioni, materiali e immateriali, la cui utilizzazione è limitata nel tempo deve essere sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio in relazione con la loro residua possibilità di utilizzazione. […] 3)limmobilizzazione che alla data della chiusura dellesercizio risulti durevolmente di valore inferiore a quello determinato secondo i numeri 1) e 2) deve essere iscritta a tale minor valore; questo non può essere mantenuto nei successivi bilanci se sono venuti meno i motivi della rettifica effettuata.

22 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 22 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Linterpretazione fornita dai principi contabili PC. n. 16 – Le immobilizzazioni materiali Valore recuperabile tramite luso IAS 36 – Impairment of assets, PC n. 24 – Le immobilizzazioni immateriali Valore di realizzo, definito come il maggiore tra prezzo netto di vendita e valore duso

23 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 23 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Si ipotizzi che un dato impianto, dopo due anni dal suo acquisto, presenti un VCN di (C.A F.A. 800). Si stima che la durata economica residua sia di altri tre anni, nel corso dei quali sono probabili i seguenti eventi: Valore recuperabile tramite luso

24 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 24 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori VALORE DI REALIZZO Valore realizzabile dallalienazione Il valore di costo delle immobilizzazioni immateriali non può eccedere il proprio valore recuperabile stabilito come «il maggiore tra il valore realizzabile dellalienazione e quello effettivo d'uso delle immobilizzazioni stesse» [PC n. 24] Valore duso

25 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 25 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Costo di acquisto Durata contrattoanni 5 F.do amm.to4.000 VCN6.000 Valore duso500 Valore di mkt2.000 Svalutazione4.000 Valore duso Valore di mkt Svalutazione- Ip. 1) Ip. 2)

26 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 26 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Fonti informative esterne Diminuzione significativa del valore di mkt di unattività Variazioni significative con effetto negativo nellambiente tecnologico, di mkt, economico o normativo Valore contabile netto dellattivo superiore alla capitalizzazione del mkt Unimpresa deve valutare ad ogni chiusura di bilancio se esistono elementi che supportano una possibile perdita di valore di unattività (Impairment test) Fonti informative interne Evidente obsolescenza o deperimento materiale di unattività Cambiamenti significativi con effetto negativo nel modo in cui unattività è utilizzata (es. ristrutturazione aziendale) Andamento economico di unattività è, o sarà, peggiore di quanto previsto

27 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 27 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Valore durevolmente inferiore dei Diritti alle Prestazioni dei Calciatori 1)Eventi legati al singolo calciatore 2)Eventi relativi ai DPC nel loro complesso Ripercussioni significative sulla capacità di disporre pienamente della funzionalità dellatleta Incapacità di generare benefici economico - finanziari futuri sufficienti a coprire i flussi in uscita

28 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 28 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Eventi legati al singolo calciatore 1) Relativo al caso in cui, in pendenza di contratto, il calciatore decida di abbandonare lattività agonistica 2) Il calciatore, a seguito di grave infortunio, è costretto ad abbandonare lattività agonistica 3) Ipotesi di infortunio non tale da configurare limmediato abbandono dellattività da parte del calciatore, ma da determinare incertezza in merito alla recuperabilità del valore del diritto

29 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 29 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Come determinare il valore durevolmente inferiore? 1) Si stima abbandono definitivo attività 2) Si è in grado di stimare con ragionevole precisione limpatto negativo dellassenza temporanea del giocatore (mancati introiti da sponsor, abbonamenti, rendimento sportivo squadra, ecc.) 3) Non si è in grado di stimare con ragionevole precisione limpatto negativo dellassenza temporanea del giocatore.

30 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 30 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori 1) Si stima abbandono definitivo attività 2) Si è in grado di stimare limpatto negativo dellassenza temporanea del giocatore 3) Non si è in grado di stimare limpatto negativo dellassenza temporanea del giocatore. 1) Stralcio del Valore Contabile netto in bilancio 2) Stima del valore di realizzo e svalutazione se inferiore al VCN 3) Dare evidenza della perdita potenziale in N.I., non suscettibile di alcuna stima attendibile SITUAZIONESITUAZIONE TRATTAMENTO CONTABILE

31 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 31 Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori Eventi relativi ai DPC nel loro complesso IAS 36 Se non è possibile stimare valore di realizzo di una o più attività Individuazione di una Cash Generating Unit [CGU] CGU: Il più piccolo gruppo di attività che comprende lattività in oggetto e che genera flussi finanziari in entrata indipendenti Nelle S.d.C. la principale CGU è individuabile nella prima squadra

32 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 32 La capitalizzazione dei Costi del Vivaio I costi del vivaio I costi del vivaio sono costi che le società di calcio sostengono per la promozione e lorganizzazione dellattività sportiva giovanile Oneri pluriennali (voce B.I. - Immobilizzazioni immateriali) Possono essere capitalizzati solo nella loro globalità Ammortizzabili seguendo un piano di ammortamento a quote costanti in 5 esercizi (Raccomand. Contabile n.2) Occorre parere positivo della Lega per rinviare tali costi ai successivi esercizi

33 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 33 La capitalizzazione dei Costi del Vivaio Trattamento Contabile Capitalizzazione indiretta attraverso la voce A.4 del Conto Economico Rispettare i vincoli imposti dallart n. 5 del Codice Civile Solo costi di struttura e gestionepropriamente riferibili e imputabili al vivaio Costi capitalizzabili: Premi di formazione e addestramento tecnico Vitto, alloggio, locomozione gare Rimborsi spese a calciatori Allenatori, istruttori e tecnici vivaio Assicurazione infortuni Spese sanitarie

34 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 34 La capitalizzazione dei Costi del Vivaio Tradizionalmente equiparati a costi di R&S Associabili anche a costi di formazione del personale Rispetta i requisiti per iscrizione come attività? Costi del Vivaio

35 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 35 La capitalizzazione dei Costi del Vivaio Ricerca di base Attività di sviluppo di nuove conoscenze Verifica di impiego economico dei risultati della ricerca di base Ricerca applicata Introduzione di prodotti o processi con caratteristiche innovative e migliorative SviluppoSviluppo Società Calcistiche Avvio del giovane allattività sportiva agonistica Verifica delle doti fisico - tecniche del giovane Si profila impiego del giovane a livello professionistico

36 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 36 La capitalizzazione dei Costi del Vivaio Capitalizzabili, potenzialmente, solo i costi associati alla fase di sviluppo (IAS 38) In sintesi Capitalizzazione dei costi per singolo calciatore, per il quale si prevede lo sbocco professionistico nellimmediato futuro (di ardua determinazione!!!) Preferibile non capitalizzare i costi del vivaio e spesarli in conto economico in ogni esercizio Iscrivere tra i DPC eventuali premi di formazione e addestramento corrisposti per acquisto di giovani

37 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 37 Le Plusvalenze da Cessione dei DPC Aspetti rilevanti Momento temporale di rilevazione secondo le norme federali (NOIF e Raccomandazioni Contabili) Momento temporale di rilevazione secondo le norme federali (NOIF e Raccomandazioni Contabili) Componente Ordinario o Straordinario di reddito? Componente Ordinario o Straordinario di reddito? La rilevazione contabile delle permute dei giocatori ed il meccanismo delle plusvalenze sopravvalutate La rilevazione contabile delle permute dei giocatori ed il meccanismo delle plusvalenze sopravvalutate Il sistema di valori derivante dalle Compartecipazioni ex art. 102-bis NOIF Il sistema di valori derivante dalle Compartecipazioni ex art. 102-bis NOIF

38 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 38 Le Plusvalenze da Cessione dei DPC Momento temporale di rilevazione secondo le norme federali Fasi rilevanti Stipula del contratto tra le parti Deposito presso la Lega per il visto di esecutività 30 giugno Rilevazione contabile effetti della cessione Effetti retroattivi alla data di stipula del contratto ai sensi art del Cod. civ.: 1) Si sia ottenuto visto prima approvazione del bilancio anche dopo il ) Sia stata definita nel contratto la retroattività degli effetti

39 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 39 IAS 8: ricavi o costi che emergono da fatti od operazioni che sono chiaramente distinti dalla gestione ordinaria dellimpresa e quindi non si prevede che essi si ripetano spesso o con regolarità Le Plusvalenze da Cessione dei DPC Componente Ordinario o Straordinario di reddito? Relaz. Al D.Lgs. 127/91: laggettivo straordinario, riferito a proventi ed oneri, non allude alleccezionalità o anormalità dellevento, bensì allestraneità della fonte allattività ordinaria PC n. 29: a) gli eventi sono casuali e accidentali e le operazioni, connesse o meno a tali eventi, sono estranee allattività ordinaria dellimpresa; b) Gli eventi o le operazioni sono infrequenti

40 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 40 Le Plusvalenze da Cessione dei DPC Si ipotizzi la cessione di un giocatore da parte della Soc. A alla Soc. B il cui costo del DPC è di 1.000, ammortizzato per 600. Si ipotizzi, inoltre, che la Soc. B ceda ad A un giocatore il cui VCN è pari a 300 (costo 900 – F.do amm.to 600). La rilevazione contabile delle permute dei giocatori Ip.1) Il giocatore ceduto da A a B è valutato 600, mentre quello venduto da B a A è valutato 100 Ip.2) Il giocatore ceduto da A a B viene valutato 1.300, mentre quello venduto da B a A viene valutato 800

41 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 41 Le Plusvalenze da Cessione dei DPC Ip.1) Il giocatore ceduto da A a B è valutato 600, mentre quello venduto da B a A è valutato 100 Diritti Plur. Prestazioni Lega C/Trasferimenti (a) F.do amm.to 600 (a) 100 (b) Plusvalenze 200 (a) 100 (b) 600 (a) Lega C/Trasferimenti Diritti Plur. Prestazioni 900 (d) F.do amm.to 600 (d) 600 (c) Minusvalenze 200 (d) 100 (d) 600 (c) Società A Società B

42 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 42 Le Plusvalenze da Cessione dei DPC F.do amm.to Plusvalenze Diritti Plur. Prestazioni (a) 600 (a) Lega C/Trasferimenti 800 (b) 900 (a) 800 (b) (a) Diritti Plur. Prestazioni 900 (d) F.do amm.to 600 (d) Lega C/Trasferimenti (c) Plusvalenze 500 (d) 800 (d) (c) Società A Società B Ip.2) Il giocatore ceduto da A a B viene valutato 1.300, mentre quello venduto da B a A viene valutato 800

43 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 43 Le Plusvalenze da Cessione dei DPC Considerazioni di sintesi E un meccanismo che non elimina i costi ma li trasferisce solamente ai periodi futuri Il trend dei prezzi di mercato è previsto decrescente in futuro. Rischio di minusvalenze su eventuali acquisti gonfiati di oggi Non produce alcun beneficio finanziario La corretta valutazione degli asset avrebbe limitato lapplicazione e gli effetti distorsivi delle plusvalenze

44 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 44 Le Plusvalenze da Cessione dei DPC DEF: Accordo tra società cessionaria e cedente, che prevede un diritto di partecipazione di questultima agli effetti patrimoniali conseguenti alla titolarità del contratto con il quale la cessionaria ha acquisito i DPC del giocatore ceduto, in misura paritaria con la cessionaria. Il sistema di valori derivante dalle compartecipazioni ex art. 102-bis NOIF La partecipazione è limitata ai risultati patrimoniali di un affare in comune La soc. cedente perde ogni diritto alle prestazioni sportive sul calciatore Il contratto tra la società cessionaria e calciatore deve essere almeno biennale Laccordo di partecipazione ha durata di un anno e può essere rinnovato

45 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 45 Le Plusvalenze da Cessione dei DPC La società A acquista nellesercizio 2002/03 il diritto alle prestazioni del calciatore Rossi per dalla società B. Stipula un contratto economico con il giocatore per 5 anni. Cede con altro contratto il diritto di partecipazione ex art. 102-bis NOIF alla società B per , durata un anno. * si omette lIVA per semplicità espositiva Scritture della Soc. A Diritti Plur. Prestazioni (a) Debiti per compart. ex art. 102-bis NOIF (b) Lega c/trasferimenti (b) (a)

46 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 46 Le Plusvalenze da Cessione dei DPC * si omette lIVA per semplicità espositiva Scritture della Soc. B Compartecipazioni ex art. 102-bis NOIF (b) Lega c/trasferimenti (a) (b) Diritti Plur. Prestazioni (a) F.do amm.to Diritti (a) Plusvalenze cessione (a)

47 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 47 Le Plusvalenze da Cessione dei DPC Nellesercizio 2003/04 il giocatore Rossi viene trasferito dalla società A alla società C per Scritture della Soc. A Diritti Plur. Prestazioni (a) Debiti per compart. ex art. 102-bis NOIF Lega c/trasferimenti (b) (a) (b) F.do amm.to Diritti (a) Oneri da compartecip. (*) (b) Plusvalenze cessione (a) (*) [50% ( – )]

48 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 48 Le Plusvalenze da Cessione dei DPC Compartecipazioni ex art. 102-bis NOIF Lega c/trasferimenti (a) Proventi da compartecipazioni (*) (a) (a) Scritture della Soc. B (*)Trattandosi di partecipazione finanziaria il corrispettivo non è assoggettato ad IVA. Operazione fuori campo IVA ai sensi art. 2 DPR 633/72

49 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 49 Dato lorizzonte temporale dellinvestimento sarebbe più opportuno inserire i corrispondenti valori nellAttivo Circolante Le Plusvalenze da Cessione dei DPC Considerazioni di sintesi E corretto classificare le Compartecipazioni ex art. 102-bis NOIF tra gli investimenti di natura finanziaria Valutazione al costo ovvero al valore durevolmente inferiore di fine esercizio Le Raccomandazioni contabili lo inseriscono in una voce specifica tra le Immobilizzazioni Finanziarie.

50 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 50 Caratteristiche degli schemi di bilancio Grandezze rilevanti nelleconomia delle S.d.C. 1 – Collocazione negli schemi di bilancio 2 – Significato economico di tali grandezze 3 – Criteri di valutazione adottati 4 – Aspetti critici nella misurazione e nella valutazione di tali voci di bilancio

51 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 51 Caratteristiche degli schemi di bilancio Non esiste (e non è mai esistita nemmeno in passato) una normativa speciale per le S.d.C. Disciplina generale delle società ex art e segg. del Codice Civile. Piano dei conti e schemi di bilancio proposti da FIGC / Lega non hanno valore normativo La situazione economico finanziaria delle S.d.C. è monitorata dalla Co.vi.soc. attraverso dati di bilancio

52 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 52 Caratteristiche degli schemi di bilancio B.I. Immobilizzazioni immateriali Statopatrimoniale Attivo AttivoStatopatrimoniale 1) costi di impianto e di ampliamento 2) costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicità … 7) Capitalizzazione costi vivaio 8) Diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori 9) altre B.III. Immobilizzazioni finanziarie 1)Partecipazioni in: a)Imprese controllate … d)Altre imprese e)Compartecipazioni ex art. 102-bis NOIF

53 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 53 Caratteristiche degli schemi di bilancio Stato Patrimoniale CreditiVsClientiCreditiVsClienti Crediti vs Sponsor Crediti vs società calcistiche Crediti vs Lega Calcio Crediti per diritti televisivi Stanza di compensazione per regolamento posizioni debitorie/creditorie fra società della Lega

54 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 54 Caratteristiche degli schemi di bilancio D. Debiti Statopatrimoniale Passivo PassivoStatopatrimoniale 1) obbligazioni … 5) Acconti … 13) altri debiti 14) Debiti per compartecipazioni ex art. 102-bis NOIF 15) Debiti per sponsorizzazioni 16) Debiti vs Enti – settore specifico

55 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 55 Caratteristiche degli schemi di bilancio Stato Patrimoniale Debiti vs Enti settore specifico specifico Debiti vs Enti settore specifico specifico Debiti vs Lega Debiti vs società calcistiche Altri enti AccontiAcconti Quota incassi al relativa agli abbonamenti per la stagione successiva

56 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 56 Caratteristiche degli schemi di bilancio Conto Economico – A. Valore della produzione 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni Ricavi da Gare: Campionato Campionato Coppa Italia Coppa Italia Coppe Internazionali Coppe Internazionali Altre gare Altre gare 5) Altri ricavi e proventi Ricavi da cessione temporanea calciatori Ricavi da cessione temporanea calciatori Proventi televisivi Proventi televisivi Contributi in c/esercizio Contributi in c/esercizio Sponsorizzazioni Sponsorizzazioni Royalty Royalty

57 Castelbrando, 14 dicembre 2002Moreno Mancin 57 Caratteristiche degli schemi di bilancio Conto Economico – C. Proventi e Oneri finanziari -in imprese controllate -in imprese collegate -in altre imprese -da compartecipazioni ex art. 102 bis NOIF 15. – Proventi da partecipazioni, con separata indicazione di quelli relativi ad imprese controllate e collegate 16. – Altri proventi finanziari - da compartecipazioni ex art. 102 bis NOIF 17. – interessi e altri oneri finanziari, con separata indicazione di quelli verso imprese controllate e collegate e verso controllanti - da compartecipazioni ex art. 102 bis NOIF


Scaricare ppt "Il Bilancio delle Società di Calcio Le Fonti Legislative e Federali Il Sistema di Valori delle Società di Calcio I Diritti alle Prestazioni dei Calciatori."

Presentazioni simili


Annunci Google