La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 MICROCREDITO DI SOLIDARIETA SPA FORUM CSR RESPONSABILITA SOCIALE DIMPRESA: IL VALORE DI RENDERE CONTO ROMA 24-25 OTTOBRE 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 MICROCREDITO DI SOLIDARIETA SPA FORUM CSR RESPONSABILITA SOCIALE DIMPRESA: IL VALORE DI RENDERE CONTO ROMA 24-25 OTTOBRE 2006."— Transcript della presentazione:

1 1 MICROCREDITO DI SOLIDARIETA SPA FORUM CSR RESPONSABILITA SOCIALE DIMPRESA: IL VALORE DI RENDERE CONTO ROMA OTTOBRE 2006

2 2 Società iscritta dal 5 Giugno 2006 nellelenco generale dellUIC ai sensi dellart.106 del T.U.B. La mission Sostenere finanziariamente persone fisiche provviste di un personale progetto di sviluppo che trovano difficoltà ad accedere al credito bancario (La valutazione è basata sulla relazione umana e non sul patrimonio) La concessione del finanziamento è solo uno dei momenti di un più ampio percorso di valorizzazione e recupero della persona (Il denaro è strumento di emancipazione: chi lo riceve è responsabile verso la comunità senese tanto più in questa prima fase nella quale vengono utilizzate le disponibilità costituite dalla sottoscrizione delle azioni)

3 3

4 4 Attività svolta fino ad oggi ProdottiProdotti Processi e strumentiProcessi e strumenti FormazioneFormazione Modello OrganizzativoModello Organizzativo Centri di ascoltoCentri di ascolto AntenneAntenne

5 5 Età inferiore a 75 anni Italiani residenti o domiciliati in Siena Stranieri domiciliati o occupati in Siena da almeno un Anno - Sovvenire fasce meritevoli di popolazione marginalizzate dallofferta bancaria tradizionale con: - interventi per lemergenza finanziaria (ripristino liquidità) - interventi per lemergenza sociale (salute, adozioni-affidamenti- maternità) - interventi per lo sviluppo (educazione-formazione, microimprenditorialità) Piano di ammortamento flessibile (rate mensili di soli interessi ed il capitale in unica soluzione a scadenza – max 18 mesi)CREDIMIplus Piano di ammortamento classico (rate mensili/trimestrali di capitale ed interessi costanti - max 60 mesi)CREDIMI Clientela di riferimento Finalità dei finanziamenti Tipologia dei finanziamenti I PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A seguito dellindulto abbiamo dato la disponibilità per esaminare un eventuale accompagnamento finanziario per le persone che si dichiarano disponibili ad un progetto di reinserimento nel mondo del lavoro

6 6 LA RATA SU MISURA il cliente sceglie limporto che desidera pagare; la società, verificata la possibilità di accoglimento, indica la durata di rimborso SPOSTA UNA RATA al cliente è data facoltà di richiedere la riscadenzatura di una rata senza onere di interessi di mora; CAMBIA RATA è possibile effettuare pagamenti parziali di capitale e ricalcolare le rate da scadere. Caratteristiche di Credimi Credimiplus I PRODOTTI DI FINANZIAMENTO VERSAMENTI COME VUOI il cliente si impegna mensilmente a rimborsare gli interessi e decide di quanto ridurre il debito in linea capitale rispettando, comunque, la scadenza finale pattuita.

7 7 Sviluppo delle potenzialità individuali CARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO Inquadramento del finanziamento in un più vasto progetto di aiuto Corresponsabiliz- zazione di tutti gli attori per il buon fine del progetto di aiuto Massima personalizzazione del sostegno finanziario Valutazione dell affidabilità su basi quasi esclusivamente morali PROCESSI E STRUMENTI STRUTTURATI ED UNIVOCI per rendere omogenee le attività delle diverse organizzazioni territoriali e per rendere coerenti il livello di servizio e lattività selettiva con la particolarità della mission per rendere omogenee le attività delle diverse organizzazioni territoriali e per rendere coerenti il livello di servizio e lattività selettiva con la particolarità della mission. POLITICHE CREDITIZIE Ottimizzare la selezione dei piani di sviluppo della persona, massimizzando la rotazione dei fondi patrimoniali a disposizione della Società Selezionare senza disparità di criterio le richieste di prestito

8 8 Orientamento e approccioculturale verso il cliente Orientamento e approccio culturale verso il cliente INTERVISTA APPREZZAMENTO VALUTAZIONE ACCOGLIENZA Attività di esclusiva pertinenza della SEDE CENTRALE DELLA SOCIETA RACCOLTA RICHIESTE RACCOLTA RICHIESTE le capacità relazionali diventano funzionali allacquisizione delle informazioni necessarie per la compilazione di un questionario informativo QUESTIONARIO: Dati anagrafici Nucleo familiare Situazione abitativa Situazione lavorativa Situazione economico - finanziaria Altre informazioni Descrizione del progetto Contributo del volontario componente relazionale che permette di aprire il dialogo e di inquadrare lo stato di disagio. La matrice di apprezzamento del progetto ha la funzione di collocarlo su una scala di valori. La Società riorganizza e valuta le informazioni disponibili, acquisisce ulteriori elementi e procede alla valutazione del merito di credito. COLLOQUIO CON IL CLIENTE Scheda esperta Ausilio alla valutazione Modulistica Privacy Trasparenza Sicurezza Contabilità Fisco Contenuti formativi ITER ISTRUTTORIO STANDARD

9 9 Destinatari Volontari attivi della provincia di Siena. Contenuti formativi Contribuire alla creazione di un approccio culturale omogeneo e condiviso: conoscenze necessarie per lo svolgimento della propria attività (modus operandi), con particolare attenzione ai processi e strumenti di lavoro (questionario informativo, matrice di apprezzamento del progetto di sviluppo della persona). Sensibilizzazione sullimportanza della relazione e successivo apprezzamento. La formazione sarà comunque in itinere in quanto è stata acquisita, da parte delle Associazioni di Volontariato e delle Istituzioni, la consapevolezza del fatto che costituisce un elemento fondamentale per loperatività e soprattutto per lapproccio con le persone in difficoltà. 4 edizioni 13 maggio 2006 ) promossi dalle Associazioni di Volontariato con il sostegno del CESVOT 20 maggio 2006 ( Centro Servizi Volontariato Toscano 27 maggio 2006 ) 3 giugno 2006 ( Interventi formativi:

10 10 Gli operatori della società sono volontari, il che consente economie di costo che vanno a beneficio dei clienti e garantisce trattamenti economici ispirati a principi di solidarietà Consiglio dAmministrazione Gestione posizioni – 3 volontari con competenze nel ramo finanziario Rapporti Istituzionali e Bilancio – 3 volontari con competenze specifiche Direttore Generale Segreteria Audit Lassetto organizzativo Le spese generali Il sistema dei controlli interni Regolamento 1 Definisce il modello e gli assetti della Società Regolamento 2 Insieme di regole, procedure e strutture organizzative atte a garantire una corretta operatività sia nellerogazione del credito che nelle funzioni interne. Fornisce indicazioni per loggettività, la trasparenza e la chiarezza dei processi decisionali al fine di eliminare il rischio di reputazione. Regolamento 3 procedure da seguire per gli acquisti della Società.

11 11 Centri di Ascolto: - 1 Centro di Ascolto è già operativo presso la Sede; - In periferia sono in corso di convenzionamento 3 centri ed altri sono preannunciati - Estato ottenuto recentemente un finanziamento del CESVOT nellambito di un progetto denominato Percorsi di innovazione per dotare i Centri di ascolto della strumentazione necessaria sia dal punto di vista informatico che per la tutela della privacy Contribuisce a costruire un percorso condiviso di finanza etica e di uso critico del denaro Partecipa in prima persona al monitoraggio dei progetti di sviluppo e di auto recupero Conosce direttamente le persone e i progetti di aiuto è il motore pulsante della Società, avendo peculiarità Vocazionali in termini di sensibilità di contatto, ma non ha responsabilità valutative sul finanziamento PUNTI DI FORZA deve essere espressione dei soci e deve sottoscrivere formali accordi con la Società per : IMPEGNI Veicolare la mission della Società Raccogliere informazioni sulle persone Il Centro di Ascolto

12 12 1.La Società ha già iniziato la propria operatività. 2.In affiancamento alla rete territoriale esterna, da settembre riceve la clientela, su appuntamento, presso la propria sede PUNTI DI ATTENZIONE


Scaricare ppt "1 MICROCREDITO DI SOLIDARIETA SPA FORUM CSR RESPONSABILITA SOCIALE DIMPRESA: IL VALORE DI RENDERE CONTO ROMA 24-25 OTTOBRE 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google