La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La lettura della dinamica glaciale sulla base di immagini e rilievi di terreno: la metodica SGL Panoramica delle attività di terreno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La lettura della dinamica glaciale sulla base di immagini e rilievi di terreno: la metodica SGL Panoramica delle attività di terreno."— Transcript della presentazione:

1 La lettura della dinamica glaciale sulla base di immagini e rilievi di terreno: la metodica SGL Panoramica delle attività di terreno

2 Metodica integrata di rilievo glaciologico Nivologia andamento annuale della copertura nevosa, regionale e nei singoli settori montuosi (sito principale e siti di controllo) Meteorologia qualifica dellandamento meteorologico dellanno idrologico Rilievi glaciologici di campo statistica dinamica a livello regionale Progetto paline Bilanci di massa sui singoli ghiacciai ed a livello regionale con tecnica glaciologica classica e con tecniche geodetiche (GPS differenziale) Andamento nivometeorologico annuale Andamento annuale del glacialismo

3 Progetto paline SGL: Bilancio di Massa a scala regionale:

4 installazione delle paline ablatometriche (prima che la neve scompaia) Foto F. Villa

5 Lettura delle paline ablatometriche (a fusione conclusa) Foto G. Cola

6 CAMPAGNA GLACIOLOGICA SGL Suddivisione dei Ghiacciai Ghiacciai Campione CGI 34 ghiacciai SGL 15 ghiacciai + Ghiacciai a rotazione 196 ghiacciai e glacionevati 111 forme glaciali minori ogni quanto devono essere monitorati ? Rilievo annuale con almeno 2 uscite: luglio e agosto/settembre a rotazione (5 anni) 40 ghiacciai (circa) ogni anno non sono oggetto di mandato di campagna come devono essere monitorati ? rilevo standard CGI foto + misure frontali SGL foto rilevo standard foto + (eventuali) misure osservazione fotografica

7 Rilievo glaciologico: agosto – inizio ottobre Da elenco dei ghiacciai lombardi aggiornato ogni anno

8 Rilievo glaciologico Data del rilievo effettivo, ed altre date accessorie

9 Rilievo glaciologico Operatori che partecipano attivamente al rilievo

10 Rilievo glaciologico Stazioni fotografiche: punti dai quali vanno scattate le foto al ghiacciaio

11 Stazioni fotografiche Segnalate con quadrati rossi o ometti in pietra quando non palesi (cime)

12 Rilievo glaciologico Quota minima della fronte: misura con altimetro barometrico o con metodi cartografici >>>> (buonsenso)

13 Rilievo glaciologico Indice dinamico: stima qualitativa del bilancio di massa del ghiacciaio

14 stazionarioS Nessuna variazione morfologica significativa rispetto al controllo precedente. Neve vecchia abbondante su almeno il 60 % della superficie incremento lieveIL Neve vecchia su buona parte del ghiacciaio: > 60% incremento moderatoIM Neve vecchia estesa allintero corpo glaciale incremento forteIF Neve vecchia sullintero corpo glaciale e anche sul terreno circostante decremento lieveDL Neve vecchia scarsa : < 60 % della superficie decremento moderatoDM Neve vecchia molto scarsa o assente, riduzione di spessore e superficie decremento forteDF Neve vecchia assente, marcata riduzione di spessore e superficie incertoI Il segno della fase dinamica annuale è dubbio (neve fresca recente) estintoE Estinto nellanno in corso estinto (conferma)EC Già estinto nellanno/i precedente/i unità di nuova identificazione neo Rinvenuta per la prima volta in assoluto o riconosciuta come a sé stante nellanno in oggetto Forme glaciali minori: serie (massa glaciale non catastabile: M.G.N.C); serie (sito a potenzialità nivo-glaciale: S.P.N.G.). Per queste due serie la fase dinamica non viene espressa

15 Rilievo glaciologico Sul terreno (altimetro) Cartografia (GIS o carta topografica)

16 Snow-line

17

18 Rilievo glaciologico Variazioni lineari della fronte glaciale Bindella metrica o GPS

19 Individuazione del segnale di misura -Cartografia dedicata -Coordinate e quota (GPS) -Triangolo rosso (ma ce ne sono anche gialli e blu) e sigla di 2 lettere e due cifre dellanno di installazione del segnale

20 Misura della distanza -Stendere la bindella metrica lungo la stessa direzione (stesso azimut) dellanno precedente > bussola

21 Metodo SGL di rilievo glaciologico SUD + 1 m - 8 m - 3 m Ghiacciaio di Circo Tempo di risposta 5 anni Ghiacciaio Vallivo Tempo di risposta 15 anni Glacionevato Tempo di risposta 1 anno (immediato) Incremento moderato Stazionario

22 5 % copertura nevosa 5 % ablazione >> accumulo Bilancio negativo o Deremento forte 60 % copertura nevosa 60 % ablazione = accumulo Bilancio in equilibrio o Stazionario 100 % copertura nevosa 100 % accumulo >> ablazione Bilancio positivo o Incremento moderato

23 11 agosto 2007 S. Losa

24 28 agosto 2007 P. Pagliardi firn-line 2001 firn-line 2004 snow-line anno in corso agosto 2006 R. Scotti 2 settembre 2001 A. Meani

25 28 agosto 2007 P. Pagliardi firn-line 2001 firn-line 2004 snow-line anno in corso agosto 2006 R. Scotti 27 agosto 2003 M. Merati

26 28 agosto 2007 P. Pagliardi firn-line 2001 firn-line 2004 snow-line anno in corso agosto 2006 R. Scotti 26 settembre 2004 R. Scotti

27 28 agosto 2007 P. Pagliardi firn-line 2001 firn-line 2004 snow-line anno in corso agosto 2006 R. Scotti 4 settembre 2005 M. Merati


Scaricare ppt "La lettura della dinamica glaciale sulla base di immagini e rilievi di terreno: la metodica SGL Panoramica delle attività di terreno."

Presentazioni simili


Annunci Google