La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Riconversione dellarea dello zuccherificio Comitato Tutela Valdichiana Sez. Castiglion Fiorentino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Riconversione dellarea dello zuccherificio Comitato Tutela Valdichiana Sez. Castiglion Fiorentino."— Transcript della presentazione:

1 Riconversione dellarea dello zuccherificio Comitato Tutela Valdichiana Sez. Castiglion Fiorentino

2 I 120 ettari di Proprietà Sadam PRIMA DELLA RICONVERSIONE 120 ha = 24,00 D1 industriali artigianali 0,48 B4 fabbricativi 80,52 agricoli e a verde 15,00 per bacino dacqua (laghetti) PROGETTO DI RICONVERSIONE 120 ha = 45 industriali (aumento del 100%) 45 ettari ( mq) fabbricativi (aumento del %) 25 a verde (riduzione del 60%) 5 per bacino dacqua (riduzione del 60%)

3 I 45 ettari industriali Saranno così distribuiti: 15 ettari per la Centrale che produrrà energia elettrica ed ai suoi annessi: Frantoio, Torri di raffreddamento, Fabbricati principali, Edifici per servizi, Depositi, Officine e due alte Ciminiere. 30 ettari Destinati ad un area produttiva, a nuove imprese, a iniziative industriali, artigianali,a varie forme di commercio.

4 La Megacentrale a Combustione inserita nei 15 ettari industriali AVRA Linea a biomasse solide (pioppi, scarti, potature agricole, legname da ardere e per la legge 152/06 possibili rifiuti) per produrre da un input termico di 40MW una resa di 17 MW termici e di 7 Megawatt elettrici, movimentando e bruciando circa tonnellate annue, pari a quintali al giorno di combustibile. Linea a biomasse liquide (oli di girasole ) per produrre da un input termico da 23MW una resa di 11 Mwe con luso di tonnellate annue, pari a 550 quintali al giorno. Così complessivamente ogni giorno occorreranno quintali di biomasse. Quanti camion saranno necessari al trasporto dei combustili e delle ceneri prodotte? Parco Fotovoltaico da 2 Mwp elettrici (megawatt di punta, al massimo dellinsolazione) IN QUESTA AREA SARANNO GARANTITE: 30 unità lavorative alla Centrale e 10 al Frantoio.

5 Insediamenti nei 30 ettari industriali Sono previsti nuovi insediamenti non quantificati a carattere industriale, artigianale anche con destinazione logistico, tecnico, distributiva. Sono previste forme incentivanti per promuovere lavvio del cosiddetto Parco Industriale. E stato concordato di mettere in vendita i 7, 5 ettari di superficie fondiaria urbanizzata a 50 euro al mq (1ettaro = mq = 50 euro x ) = euro ad ettaro che rispetto ai euro ad ettaro di terreno agricolo rappresenta una vera fortuna. Il ricavo complessivo dalla vendita dei 7,5 ettari ammonterà a ben euro. Verranno messe a disposizione forniture di calore e di energia elettrica a tariffe ridotte di circa il 20% rispetto al costo reale dacquisto.

6 45 ettari fabbricativi Nei mq è previsto un quantitativo indefinito di unità abitative e di altri edifici con funzioni commerciali, ricettive e direzionali. Non è stata indicata né volumetria né categoria catastale, ma si parla di un Borgo residenziale corredato da ambiente verde, sportivo e ricreativo; si parla di bio-architettura. Resta comunque il dubbio su come è possibile scegliere di abitare sotto le ciminiere. Senza pensare all aggravarsi del problema occupazionale per la presenza di nuovi nuclei famigliari. PERO si tratta di un Progetto che verrà finanziato dalla Regione in base al nuovo Piano energetico

7 25 ettari a verde e 5 a bacino dacqua Mentre in precedenza cerano più di 95 ettari agricoli e a verde (80, laghetti ) Adesso gli ettari a verde sono stati ridotti a 25 ettari (oasi naturalistica-boscata e a 5 a laghetto.

8 I 45 ETTARI INDUSTRIALI COSA PORTANO ALLA POWERCROP? 1. Per la riconversione dellex zuccherificio in Centrale verranno erogati dalla CE : di euro per la Bonifica dellarea (mentre la legge Ronchi art.36 prescrive che chi inquina paga) di euro per la dismissione dellattività saccarifica e lo smantellamento dellimpianto. 2. Finanziamenti regionali e o comunitari per la riqualificazione delle Maestranze attraverso formazione e aggiornamento. 3. Altri finanziamenti anche regionali per il Centro di ricerca.

9 4. Entrate per la produzione di energia elettrica derivanti da : A- CIP6 a 62,5 euro Mwe/h, moltiplicati per 20Mwe/h (7+11+2) e conteggiati per un anno = euro annui. B - Certificati verdi x 15 anni per luso di biomasse vegetali prodotte in loco -Nella nuova finanziaria 2008, votata al Senato il 15 novembre 2007, si legge nellart.52., comma 2 che per gli impianti che entrano in esercizio dal 2008 di potenza elettrica superiore ad un 1 Mwe, rispetto alla finanziaria 2007, si registra un aumento incentivante di tre anni, per cui i contributi passano da 12 ai 15 anni. -Sempre nella finanziaria 2008 leggiamo inoltre che: per chi possiede impianti che impiegano biomasse prodotte nel raggio di 70 km (filiera corta) è prevista una tariffa fissa di 30 centesimi per ogni kilowattora venduta nella rete ( =30 x 1000 kwe/h = 300 euro a Mwe/h. -e nel decreto collegato alla finanziaria 2008 è contemplato che il valore del certificato verde viene maggiorato dell80% rispetto a quello del mercato del 2006, quando il valore medio di 1 Mw era stato pari a 125,28 euro più iva.( =125,28 : 100 x 80 ) = 100,22 euro a Mwe/h

10 -Valore di un C.V = euro 525/Mwe/h=(125,28+100, ) da moltiplicare per i Mw annuali prodotti con la centrale a Biomasse da 18 Mwe/h (7+11) = (525x18x8000) = annui. C- Certificati bianchi, contributi regionali per la produzione dei di energia da riscaldamento. D- Conto Energia incentivo speciale di 470 euro/Mw/h per il fotovoltaico pari a annui E- Entrate dalle vendite dei 7,5 ettari dellarea produttiva industriale artigianale logistico, tecnica, a euro ad ettaro = euro. NB= ENTRATE annuali per esercizio centrale dei C.V. + C.En + Cip 6 (senza certificati bianchi per riscaldalmento) Euro

11 Compensi ambientali per i comuni La legge regionale 39/2005 allarticolo 26 prevede compensazioni economiche a risarcimento per i Comuni, sede di impianti che producono energia elettrica. La PowerCrop per la realizzazione del suo progetto si impegna a versare al Comune di Castiglion Fiorentino :

12 euro una tantum Entro due anni così distribuiti: euro euro euro per lacquisto del vecchio ospedale di S. Agostino, dove verrà insediato il Centro ricerca, in cambio dellautorizzazione alla realizzazione e allesercizio della centrale. per realizzare una zona sportiva (dove?) per un Centro Polifunzionale (dove? Nellarea Sadam) in cambio della sottoscrizione della convenzione urbanistica (per quale insediamento abitativo?)

13 Contributi per…. la realizzazione della nuova viabilità a servizio della Centrale e per favorire lottimazione del trasporto delle materie prime

14 Contributi annuali per 15 anni euro in rapporto alla durata dei certificati verdi euro per riscaldamento degli edifici pubblici, euro per la ripulitura annuale dei rii prossimi alla centrale. TOTALE per 15=

15 CONCLUSIONI AMARE Ci svendono PER UN MINIMO RICAVO rispetto ad un guadagno IMMANE della PROPRIETA. Basta rapportare i soli annui (pro ProwerCrop) Di contro i annui (pro Castiglione) Con laggiunta tra laltro: -delle spese farmaceutiche dei cittadini per le nano-particelle emesse -e delle perdite economiche per la svalutazione dei loro beni immobili e per il danneggiamento delle attività produttive nel settore agricolo (allevamento,viti-olivo-fritticoltura e vivaismo) e per il bilancio occupazionale negativo nel settore turistico.


Scaricare ppt "Riconversione dellarea dello zuccherificio Comitato Tutela Valdichiana Sez. Castiglion Fiorentino."

Presentazioni simili


Annunci Google