La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giornata di Studio Pavia. 28 novembre 2011 Luca Cecchetto Coordinatore infermieristico Libero professionista 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giornata di Studio Pavia. 28 novembre 2011 Luca Cecchetto Coordinatore infermieristico Libero professionista 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico."— Transcript della presentazione:

1 Giornata di Studio Pavia. 28 novembre 2011 Luca Cecchetto Coordinatore infermieristico Libero professionista 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

2 Le cose che crescono sono quelle essenzialmente condivise… 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

3 LASSOCIAZIONISMO E UNA FORMA DI CRESCITA E DI CONDIVISIONE… 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

4 CONDIVISIONE DEL SAPERE… Lassociazionismo e un impresa del sapere, unattività umana organizzata al fine di generare dei servizi, relazioni di scambio. E unattività che dal punto di vista economico può essere rilevante ma che il SAPERE rimane sempre il fattore centrale e critico. 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

5 UN IMPRESA DEL SAPER FARE SAPER FAR FARE SAPER ESSERE SAPER ESSERE INSIEME 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

6 Saper essere insieme… ANCHE PER GLI STUDI ASSOCIATI LORGANIZZAZIONE E UNA QUESTIONE DI MENTALITA DA FAR ACQUISIRE GRADUALMENTE AI PROFESSIONISTI INFERMIERI, 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

7 CONDIVISIONE DI UNA ORGANIZZAZIONE SI ACCRESCE LA FIDUCIA CHE FARE INSIEME LE COSE CONSENTE AL GRUPPO DI SAPERE OGGETTIVAMENTE CHI FA CHE COSA, QUESTO PERMETTE UNA CORRETTA PIANIFICAZIONE, MIGLIORA LE ASPETTATIVE E CONDIZIONI LAVORATIVE 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

8 Possibili criticità 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP I LIBERI PROFESSIONISTI (COLLABORATORI O ASSOCIATI) ALLINTERNO DI UNO STUDIO PROFESSIONALE NON SI LASCIANO ORGANIZZARE PERCHE TEMONO DI PERDERE INDIPENDENZA... La vera essenza vocazionale della L.P !

9 IL FOCUS E QUINDI SUI… Professionisti (Soci, Associati, dipendenti, collaboratori, utenza) 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

10 SE SIAMO MEGLIO ORGANIZZATI… POSSIAMO RECUPERARE MAGGIORE INDIPENDENZA…! 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

11 Perché organizzarsi in uno studio…. - CONSENTE DI POTERSI CONCENTRARE SULLE ATTIVITA PIU QUALIFICANTI DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA (SULLE AREE DI MAGGIOR INTERESSE E GRATIFICAZIONE) - UNO STUDIO ORGANIZZATO CONSENTE DI RIDURRE GLI IMPREVISTI TRA I COLLABORATORI (SOLIDARIETA PROFESSIONALE – NATURA MUTUALISTICA) - DAL PUNTO DI VISTA ECONOMICO, UNO STUDIO ORGANIZZATO PUO GESTIRE CON ATTENZIONE GLI AMBITI CHE PRODUCONO RISULTATI SODDISFACENTI E QUELLI IN NEGATIVO 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

12 Chi deve organizzare ? SI COMANDA CON LE PAROLE MA SI GOVERNA CON LESEMPIO…. 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

13 Lorganizzazione allinterno dello studio riguarda tutti in prima persona i professionisti infermieri, soci fondatori, associati o collaboratori. Non può funzionare una situazione in cui alcune regole organizzative valgono solo per i soci fondatori e non per i collaboratori o viceversa… Modello concettuale di enpowerment organizzativo e team leader 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

14 Assoziazionismo ed empowerment Nel campo del management, empowerment significa una DIFFUSA RESPONSABILIZZAZIONE dei professionisti nella scelta delle modalità con le quali impostare il proprio lavoro Lempowerment (approccio relazionale) si coniuga appieno con il concetto di ASSOCIAZIONISMO. I professionisti che si organizzano in uno studio associato se responsabilizzati creano una struttura efficiente in grado di realizzare importanti obiettivi 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

15 La cultura del gruppo Lempowerment organizzativo e partecipativo influisce positivamente sulle potenzialità personali di ogni professionista, potenzialità che può mettere a disposizione per la compagine associativa Richiede più tempo da parte del team leader (motivazione e senso di appartenenza del gruppo) Struttura organizzativa orizzontale 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

16 Capacità di leadership processo attraverso il quale un individuo o un gruppo sono guidati in una data direzione, verso determinati comportamenti, utilizzando metodi non coercitivi, cioè senza impostazioni di autorità (Kotter, 1998) 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

17 IL RUOLO DEL TEAM LEADER Condivizione mission Idee e comportamenti degli associati devono essere condivisi e andare in ununica direzione Figura carismatica che deve saper coinvolgere e motivare altre persone 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

18 Consapevolezza che la crescita professionale di ogni associato è più importante della crescita strutturale dello studio Saper valorizzare le risorse umane allinterno dellassociazione e coinvolgerle nellattività centrali Incentivare un clima di fiducia nellambito dellassociazione perché stimola il senso di sicurezza e di affidamento Migliorare la propria motivazione e dei collaboratori per il raggiungimento di un obiettivo (empowerment organizzativo) 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

19 Assegnare potere e responsabilità ai collaboratori che hanno idee costruttive, entusiasmo e voglia di fare (impostazione meritocratica) Saper riconoscere il cambiamento in continua evoluzione nel mercato dei servizi sanitari e interpretando come impulso positivo alla crescita professionale propria e dei collaboratori Mettersi sempre in discussione 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

20 La motivazione professionale Dalla cultura del posto fisso alla cultura libero professionale Aiutare a far comprendere ai collaboratori il ruolo decisivo e strategico che uno studio ha in un determinato contesto territoriale Struttura organizzativa chiara e trasparente Definizione in maniera condivisibile e non autoritaria i compiti, condividendo le decisioni significative Saper gestire i conflitti interni Identificare nello studio i collaboratori propositivi 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

21 La leadership infermieristica nellassociazionismo sul territorio LA GESTIONE DELLA DOMANDA ASSISTENZIALE E IL RUOLO DEL TEAM LEADER a) Il nuovo concetto di salute b) Crisi del Welfare State c) Esternalizzazione dei servizi 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

22 Capacità di convincere i professionisti appartenenti allorganizzazione a impegnarsi per condividere i valori identificati in tre grandi obiettivi in linea con le politiche attuali a) La salute è un diritto umano fondamentale b) Equità in salute c) Potenziamento dei servizi socio-assistenziali nelle comunità 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

23 Conoscenza della comunità locale Dal Welfare State al welfare di comunità Incontrare il cittadino promuovendo tematiche inerenti alla risorsa salute intesa come qualità per la vita (coinvolgimento del cittadino) Comunicazione sanitaria sul territorio (il binomio cura-nursing non deve essere legato solo alle prestazioni tecniche ma alla cura della globalità della persona compresa la PROMOZIONE DELLA SALUTE 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

24 DALLA TEORIA ALLA PRATICA… 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

25 DOVE SIAMO OGGI… UNA PRATICA PROFESSIONALE QUELLA DELLASSOCIAZIONISMO OGGI ANCORA LONTANA ….. 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

26 IL CAMMINO E LUNGO MA NON IMPOSSIBILE…. OGGI DOBBIAMO INIZIARE A VEDERE LASSOCIAZIONISMO, COME UNA VALIDA RISORSA ED OPPORTUNITA PROFESSIONALE NEL NOSTRO CONTESTO SANITARIO PRIVATO O PUBBLICO SENZA PREGIUDIZI 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

27 Le opportunità….. CONSIDERARE UNO STUDIO ASSOCIATO COME UNA RISORSA IN SANITA, UNA ORGANIZZAZIONE CAPACE DI AFFRONTARE I BISOGNI ASSISTENZIALI DEL CITTADINO, PROMUOVERE PROGETTI A LIVELLO TERRITORIALE (WELFARE DI COMUNITA) CONSIDERARE LA POSSIBILITA DI UN ACCREDITAMENTO AL S.S.N CERTIFICARE LA PROPRIA ORGANIZZAZIONE PER CERTIFICARE LA QUALITA DELLE PRESTAZIONI 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

28 MA PERCHE LA CONDIVISIONE DEL SAPERE (ASSOCIAZIONISMO) E ANCORA LONTANO…. LE PRINCIPALI CRITICITA - IDENTITA DEL L.P SUL TERRITORIO - ABUSIVISMO PROFESSIONALE - SOLIDARIETA PROFESSIONALE - LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA - MANCA LA CULTURA DEL GRUPPO - FORMAZIONE MANAGERIALE – PERCORSI UNIVERSITARI ANCHE 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

29 Come affrontare queste criticità a) STATUS SOCIALE DEL LIBERO PROFESSIONISTA INFERMIERE : ANALISI STORICA DELLA PROFESSIONE b) ABUSIVISMO PROFESSIONALE : CODICE DEONTOLOGICO c) SOLIDARIETA PROFESSIONALE: MOTIVAZIONE PROFESSIONALE E GRATIFICAZIONE d) LEADERSHIP INFERMIERISTICA : VALORIZZARE LA PROFESSIONE E LA CULTURA DEL GRUPPO e) PROMUOVERE PERCORSI FORMATIVI IN AMBITO UNIVERSITARIO E POST-LAUREA 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

30 Lo status sociale…. Il modo in cui la gente percepisce e giudica lidentità, il ruolo, levoluzione duna professione ne influenza in primis, la rappresentanza e la rappresentatività (Finzi E, in Barbieri G e Pennini A, 2008) 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

31 ANALISI STORICA…. LA CRESCITA DELLE PRINCIPALI PROFESSIONI INTELLETTUALI IN ITALIA… PASSA ATTRAVERSO LA LIBERA PROFESSIONE… IL CONTATTO CON IL TERRITORIO… IL CITTADINO LA PROFESSIONE INFERMIERISTICA DA SEMPRE E LEGATA ALLA DOMINANZA MEDICA E IDENTIFICATA ESCLUSIVAMENTE IN AMBITO OSPEDALIERO IL PROFESSIONISTA INFERMIERE DEVE METTERSI IN DISCUSSIONE IN PRIMA PERSONA, RIVENDICARE IL PROPRIO RUOLO IN VIRTU DEI RECENTI RINNOVAMENTI NORMATIVI, LASCIARSI ALLE SPALLE LA CULTURA DEL POSTO FISSO PER AVVICINARSI ALLA CULTURA DI UN LAVORO LIBERO PROFESSIONALE SAPER RICONOSCERE IL CAMBIAMENTO 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

32 ABUSIVISMO PROFESSIONALE… IL PRIMO BIGLIETTO DA VISITA DI OGNI INFEMIERE, SOPRATTUTTO DI OGNI INFERMIERE LIBERO PROFESSIONISTA DEVE ESSERE IL CODICE DEONTOLOGICO 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

33 IL C.D : CONCETTI CHIAVE NELLASSOCIAZIONISMO RESPONSABILITA VIGILANZA COMPETENZA IDENTITA 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

34 SOLIDARIETA PROFESSIONALE… IN UN GRUPPO PROFESSIONALE (ASSOCIAZIONISMO) IL CLIMA DEVE ESSERE CARATTERIZZATO DA: A) SENSO DI APPARTENENZA E COESIONE GENERALE B) PERCEZIONE DELLIMPORTANZA SOGGETTIVA DI CIASCUN ASSOCIATO C) CONSAPEVOLEZZA CHE LA CRESCITA PROFESSIONALE DI OGNI PROFESSIONISTA E PIU IMPORTANTE DELLA CRESCITA STRUTTURALE DEL GRUPPO D) ENPOWERMENT ORGANIZZATIVO E) AUTOCRITICA 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

35 I TRE PILASTRI PER UNA STRUTTURA VINCENTE… QUALITA PERSONE ORGANIZZAZIONE PRESTAZIONI 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

36 LA COMBINAZIONE DI QUESTI TRE FATTORI (QUALITA DELLE PERSONE, DELLA PRESTAZIONE E DELLORGANIZZAZIONE) VALORIZZA LA NOSTRA PROFESSIONE E IL SUCCESSO DELLO STUDIO. 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP

37 GRAZIE PER LATTENZIONE 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico LP


Scaricare ppt "Giornata di Studio Pavia. 28 novembre 2011 Luca Cecchetto Coordinatore infermieristico Libero professionista 24/04/2014Luca Cecchetto - Coordinatore infermieristico."

Presentazioni simili


Annunci Google