La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Pdopr Elaborazione grafica Prof.ssa Angela Pappalardo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Pdopr Elaborazione grafica Prof.ssa Angela Pappalardo."— Transcript della presentazione:

1 pdopr Elaborazione grafica Prof.ssa Angela Pappalardo

2 Al Nostro Futuro Premessa Un giorno la nostra prof.ssa di Italiano, stanca della nostra costante svogliatezza, ci propone,per gioco, di scrivere delle poesie. Dopo liniziale curiosità, ci siamo appassionati. Abbiamo imparato a guardaci dentro e a far uscire la nostra interiorità nascosta. Non siamo certamente dei poeti, i nostri pensieri non hanno pretese di tipo letterario e se, come dice la nostra prof, la poesia è lespressione del cuore, noi siamo andati alla ricerca del cuore perduto e lo abbiamo fatto vedere alla gente. Fragili, a volte un po angosciati, ma, soprattutto, pieni di sentimenti. Noi siamo così. 2 A Ristorazione

3 Non Mi Bruciate Le Ali Non mi bruciate le ali, io voglio volare. Voglio immergermi nellabisso degli oceani, negli infiniti spazi del cielo. In ogni ruscello che gorgoglia, in ogni prato che fiorisce, in ogni soffio del vento. Non mi bruciate le ali. Io voglio volare. 2 A Ristorazione

4 Anosha Piccolo fiore deturpato nel mondo senza volti. Sognavi, Anosha. Un mondo damore. Troppo alti i muri da scavalcare, invalicabili come i tuoi monti, ostili come lignoranza. Riposa in pace minuscolo granello di speranza, stella d Oriente. Noi urleremo contro il vento. La nostra voce ti arriverà. 2 A Ristorazione

5 Luna Muta spettatrice nel campo di battaglia. Gli uomini gli uni contro gli altri come in una scacchiera. Luna illuminaci nel nostro cammino senza fari di luce. Paolo Calabretta

6 Io ho Paura Io ho paura della vita. Questa vita cosi grigia, cosi buia, cosi dura, cosi infinita. Così bella. Vita dove sei? Inebriami del tuo profumo. Francesco Scalise

7 Il Nulla Per me il nulla è non avere niente, non avere il pane, non avere un luogo, non avere un amore, non avere dei sogni, non avere una stella polare. Il nulla è la morte. Luca De Fazio

8 Il Dolore Non so nemmeno io cosa ho nel cuore. Forse cè solo un po di dolore. A volte sepolto, a volte chiaro come la luce del sole. Gregorio Sesto

9 Libertà. Ti ho riconosciuta nel volo degli uccelli, nella brezza del mare, nei colori dellarcobaleno, nei brividi della mia pelle, nei capelli al vento di una donna, nelle folle assiepate nelle piazze, nella bocca assetata di un vagabondo, nella ribellione dei popoli stanchi di catene. Scavalcheremo i muri per te Libertà. 2 A Ristorazione

10 Ai Bambini di Auchwitz Vi hanno bruciato come canne al vento. Siete usciti come fumo dal camino. Dolce vapore caldo nel gelo della notte. Hanno rubato linnocenza dei vostri occhi. Bambini di Auchwitz, perdonateli. Perdonateci. 2 A Ristorazione

11 Pensieri Mentre il sole tramonta lontano, nel fiume inizia una notte piena di vento. Le foglie autunnali deformano il riflesso della luna. Io mi siedo acconto alla finestra. I gelsomini notturni non sono ancora addormentati, ma io mi sono stancata di cercare fiori. E di sperare nella felicità eterna. Nicolazzo Katia

12 Seduta Sul Prato Seduta sul prato guardo il cielo pieno di nuvole. Cammino con le mie angosce e penso ai dì che verranno. Nicolazzo Katia

13 Nel Campo di Auchwitz Nel campo della morte muti fantasmi si aggirano nel gelo e nellorrore. Piccoli visi spauriti nella melma senza fine Perché, mio Signore? Francesco Scalise

14 Anosha Ti hanno spezzato le ali, hanno rubato il tuo volto. Piccola farfalla senza meta. Anosha minuscolo fuscello in un mondo senza luce di umanità Elsa Sposato

15 La Vita A volte penso con sguardo incerto che la vita è un soffio di vento gelido, che quando meno te lo aspetti se ne va senza timore. Nicolazzo Katia

16 La Giovinezza La giovinezza è libertà. La giovinezza è giocare..La giovinezza è scappare dal mondo. La giovinezza è come una nuvola che sempre ci seguirà. Marco Mastroianni

17 Il Pennello Riempi le mie dita, così fragili, per tenerti. E con un po di colore, dai luce a tutto quanto. Se ti appoggio al cuore non sono mai stanco... Tu sei il pennello e vai al di là di tutto quanto. Tophan Giampà

18 IO Io Un vulcano sempre acceso. Io, una quercia dalle nude foglie. Io, dalle mille facce. Io Chi sono io? Mattia Torchia

19 Primavera Profumi soavi di terra, brina molle sui petali dei fiori caldi raggi sulla pelle. È primavera. Anchio mi riempio di suoni e di colori di luci e di ombre e rinasco. 2A ristorazione

20 Dietro una Nuvola Ti ho scoperto sorellina mia. Mi spiavi nascosta dietro una nuvola. Brillante come una gemma. Muta e sorridente mi hai ancora una volta indicato la strada. Alzo lo sguardo e scruto il cielo perennemente alla ricerca di un miracolo. Vittoria Folino


Scaricare ppt "Pdopr Elaborazione grafica Prof.ssa Angela Pappalardo."

Presentazioni simili


Annunci Google