La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SCUOLA REGIONALE FORMAZIONE SPECIFICA IN MG SCUOLA REGIONALE FORMAZIONE SPECIFICA IN MG POLO DIDATTICO di VERONA Laboratorio Procedure di Organizzazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SCUOLA REGIONALE FORMAZIONE SPECIFICA IN MG SCUOLA REGIONALE FORMAZIONE SPECIFICA IN MG POLO DIDATTICO di VERONA Laboratorio Procedure di Organizzazione."— Transcript della presentazione:

1 SCUOLA REGIONALE FORMAZIONE SPECIFICA IN MG SCUOLA REGIONALE FORMAZIONE SPECIFICA IN MG POLO DIDATTICO di VERONA Laboratorio Procedure di Organizzazione dello Studio Medico Generale Costermano 28 Ott 2011 XXIII Congresso Nazionale CSeRMEG Epidemiologia dei contatti urgenti in MG MG-UTAP VALEGGIO SM Verona MC Cressoni – AM Curatolo- A Dellis – A Fioretta – S Losi – MP Mazzi I Maurelli - G Valle – M Varaschin – U Waise Dott. ssa V. Messetti, Dott. M.P. Mazzi ACUZIE E CRONICITÀ NELLE CURE PRIMARIE: ORGANIZZAZIONE, FORMAZIONE E RICERCA

2 Il Medico di MG fornisce un servizio aperto e senza limitazioni di accesso ai suoi utilizzatori. Il Medico di MG è abitualmente il primo punto di contatto medico con il Servizio Sanitario

3 Il Medico di Medicina Generale (MG) deve affrontare ogni giorno situazioni che si trovano al di fuori della sua agenda di prenotazioni. Questo carico di pazienti aggiunti, che possiamo chiamare overbooking, è dato da assistiti che arrivano in studio senza prenotazione e richiedono spesso di essere visti subito

4 In uno studio (Giu 2007 – Feb 2008), presso lOspedale Umberto I di Mestre, attraverso unindagine con somministrazione di questionari, si è visto che: molti pazienti si recano al Pronto Soccorso (PS) per loro propria scelta consapevole. I codici bianchi vanno al PS per propria scelta, Rocco S., Fusello M., Emergency Care Journal, anno IV numero VI, Dicembre 2008.

5 Il 4,5% dei pazienti giudicati non urgenti al triage era stato inviato in PS da un medico; nel 64,2% dei pazienti il Medico di MG non era stato cercato. Il 74,6% dei pazienti ha risposto di non essersi rivolto al Medico di famiglia perché lattuale problema richiede valutazione in PS…; il 16,7% perché il problema si era presentato allinfuori degli orari di servizio del suo medico.

6 Una ricerca inglese svolta più di dieci anni fa, nellOspedale di Sheffield, Inghilterra, ha studiato se il potenziare gli ambulatori di Medicina Generale potesse portare a una riduzione delle domande per trattamenti non urgenti rivolte al PS e la conclusione è stata negativa. Will alternative immediate care services reduce demands for non urgent treatment at accident an emergency? P. Coleman, R. Irons, J. Nicholl. Emerg Med J 2001; 18:

7 Nei 3 mesi presi in considerazione, il 61,5 % dei pazienti recatisi nel dipartimento durgenza sono stati classificati come codici bianchi. Ad un campione di 150 di questi pazienti, scelti a random, è stato somministrato un questionario in cui si chiedevano le ragioni della decisione di rivolgersi al PS.

8 Tra le risposte più frequenti: il paziente credeva che ci fosse il bisogno di fare una radiografia, voleva avere il parere di uno specialista, considerava il suo problema unemergenza, era già stato in PS e aveva trovato un buon servizio.

9 Nel Sistema delle Cure Primarie e nella sperimentazione delle Unità Territoriali di Assistenza Primaria (UTAP) e delle nuove Aggregazioni Funzionali della Medicina Generale (MG), con apertura degli studi 12 ore su 24, poco ancora si conosce su quantità, tipo, modalità daccoglimento; strumenti informativi di gestione operativa delle richieste che giungono al di fuori della ordinaria programmazione su appuntamento.

10 SCUOLA REGIONALE FORMAZIONE SPECIFICA IN MG SCUOLA REGIONALE FORMAZIONE SPECIFICA IN MG POLO DIDATTICO di VERONA Laboratorio Procedure di Organizzazione dello Studio Medico Generale Tesi V. Messetti 2010 Materiali e Metodi Il sistema di triage Cignus Agenda

11 Epidemiologia dei contatti urgenti in MG Materiali e Metodi Software Cignus Agenda

12 Presentazione Dott. Mazzi

13 Il sistema di triage Cignus Agenda ora completato, permette per una qualsiasi medicina di gruppo di produrre dati di monitoraggio continuo in tempo reale

14 Codici Bianchi: percentuale su assistiti del Medico MEDICOCODICI BIANCHI A40 B20 C46 D16 E13 F31 G4 H20 I3 Totale193 UTAP VALEGGIO Apr – Giu 2009 Codici Bianchi

15 UTAP VALEGGIO Apr – Giu 2009 Visite Aggiunte MEDICO V. AGGIUNTA A36 B23 C86 D17 E27 F29 G10 H41 I6 Totale275 Visite Aggiunte: percentuale su assistiti del Medico.

16 Codici Bianchi: Codici Bianchi: sesso

17 Codici Bianchi: Codici Bianchi: età

18 Codici Bianchi Codici Bianchi: motivi di contatto

19 Codici Bianchi Codici Bianchi: diagnosi di dimissione (valori %)

20 Codici Bianchi Codici Bianchi: post destinazione

21 Conclusioni LIMITE : i risultati descritti non sono attualmente trasferibili sulle altre forme di organizzazione associativa presenti nella medicina di primo livello del Veneto. LIMITE : la Scheda CB usata per la mia esperienza è cartacea, e deve essere ancora perfezionata ed informatizzata.

22 Conclusioni : LIMITE : Il periodo di osservazione per la tesi è stato limitato alle attività di soli tre mesi, Aprile-Giugno Molti problemi presentati nel servizio CB possono essere definiti pseudo-urgenze, ma altri invece hanno richiesto una risposta clinica immediata.

23 SVILUPPO il sistema di osservazione delle Attività, attraverso il software CignusAgenda®, può permettere un monitoraggio interno continuo degli accessi finalizzato a dati in tempo reale per scelte operative e strategiche consapevoli. SVILUPPO: informatizzazione Scheda CB e creazione di protocolli condivisi tra i membri del gruppo

24 grazie


Scaricare ppt "SCUOLA REGIONALE FORMAZIONE SPECIFICA IN MG SCUOLA REGIONALE FORMAZIONE SPECIFICA IN MG POLO DIDATTICO di VERONA Laboratorio Procedure di Organizzazione."

Presentazioni simili


Annunci Google