La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CORSO ON LINE LAPSUS dallaprima introdurre l'informatica nelle prime classi della scuola elementare utilizzando risorse freeware Roberto Didoni – IRRE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CORSO ON LINE LAPSUS dallaprima introdurre l'informatica nelle prime classi della scuola elementare utilizzando risorse freeware Roberto Didoni – IRRE."— Transcript della presentazione:

1 CORSO ON LINE LAPSUS dallaprima introdurre l'informatica nelle prime classi della scuola elementare utilizzando risorse freeware Roberto Didoni – IRRE Lombardia

2 Informatica dalla prima non va intesa come lavvio precoce di un percorso di alfabetizzazione tecnologica (per questo cè tempo)... Ma piuttosto come un processo di integrazione di nuovi strumenti e modalità di espressione e comunicazione nelle attività didattiche. ALCUNE INDICAZIONI DI BASE

3 L'alfabetizzazione informatica va sviluppata in un contesto di apprendimento dotato di un alto potenziale di trasversalità che la rende funzionale a tutti gli altri apprendimenti. Le nuove tecnologie infatti non rappresentano, nell'ambito delle attività, uno "specifico apprendimento" aggiuntivo e isolato dagli altri, ma si inseriscono come uno "spazio" organico, operativo e mentale in cui realizzare esperienze nel quadro delle unità di apprendimento previste dalle Indicazioni Nazionali. CIRCOLARE n.69 – 29 Agosto 2003

4 L'autonomia delle istituzioni scolastiche […] implica, inoltre, lopportunità di organizzare le attività educative e didattiche obbligatorie sia per classe, sia per Laboratori, e quindi di alternare, a seconda delle esigenze di apprendimento individuali, gruppi classe e gruppi di livello, di compito o elettivi... IL MODELLO DI SCUOLA DELLA RIFORMA Indicazioni nazionali per i piani di studio personalizzati (sezione vincoli e risorse)

5 Lutilizzo delle TIC sta cambiando gli scenari tradizionali della formazione: introducendo elementi di flessibilità nella gestione dei vincoli spazio- temporali facilitando la formazione di comunità di pratiche professionali PERCHE ON LINE?

6 CONOSCERE PER SCEGLIERE programmi proprietari: per lutilizzo dei quali si paga un prezzo programmi freeware: software proprietario dato in licenza gratuita software libero: libertà di utilizzo, distribuzione e modifica (open source) PERCHE FREEWARE?

7 conoscere risorse freeware progettarne lutilizzo didattico conoscere le buone pratiche imparare a collaborare in rete sperimentare una piattaforma open source OBIETTIVI DEL CORSO

8 equilibrio tra la dimensione nazionale: qualità dei materiali e predisposizione infrastrutture e quella locale: importanza del ruolo del tutor IL SISTEMA PUNTO-EDU

9 Facilitare nellutilizzo della tecnologia Orientare nellesplorazione dei materiali Gestire attività di laboratorio Assistere il gruppo nella progettazione RUOLO DEL TUTOR

10 Facilitare: tecnologia Orientare: materiali Gestire: laboratorio conoscere le risorse Assistere: progettare Progettarne lutilizzo didattico RUOLO DEL TUTOR

11 Alice attraversa lo specchio messaggi di presentazione (collettiva) Gli apprendisti stregoni utilizzo guidato di software freeware (individuale) Aspettando Godot socializzazione (e/o compensazione) PRIMO MODULO

12 Caccia ai tesori nella rete scegliere e valutare un software freeware (piccolo gruppo) A lezione dall'esperto riflettere su cosa dicono gli esperti (individuale e collettiva) Aspettando Godot socializzazione (e/o compensazione) SECONDO MODULO

13 Progetto LAPSUS Raccolta di schede descrittive con il puntatore alla risorsa online e alla documentazione disponibile SOFTWARE FREEWARE

14 Freeduc (Organization for free software in education) Edunoppiz (M. Paolini, Università Cattolica, sede di Brescia) oppix/index.html SD2 (CNR-ITD) SOFTWARE LIBERO E CD LIVE

15 Caccia ai tesori della rete scegliere e valutare un sito attività (piccolo gruppo) Sotto la lente di ingrandimento realizzare uno studio di caso (individuale) Aspettando Godot socializzazione (e/o compensazione) TERZO MODULO

16 Nella bottega dellartigiano elaborazione di un progetto didattico per lintroduzione dellinformatica nella classi prime e seconde elaborazione di un progetto didattico in verticale (cosa viene prima – cosa viene dopo) QUARTO MODULO

17 Esplorazione dellimmaginario infantile (cosa pensano i bambini dei computer?) Strumenti: conversazioni, disegni, questionari, cartelloni Contenuti: cosa sono, a cosa servono, chi li usa, come funzionano FASE ESPLORATIVA

18 Approccio ludico per imparare ad usare il PC (come i bambini usano il PC in modo libero?) Strumenti: videogiochi, storie al computer, programmi per disegnare, ecc. Contenuti: avviare il pc, usare il mouse e la tastiera, utilizzare programmi, navigare, stampare ecc. FASE CONOSCITIVA (senza obiettivi didattico-disciplinari)

19 Il PC a supporto della didattica (come possiamo usare il PC per imparare?) Strumenti: produttività, esplorazione, addestramento, comunicazione Contenuti: alfabetizzazione in senso ampio (letto- scrittura, calcolo, musica, immagine, ecc.) FASE STRUMENTALE (con obiettivi didattico-disciplinare)

20 Riflettere sullesperienza (come abbiamo utilizzato il PC?) Strumenti: conversazioni, disegni, questionari, cartelloni, ecc. Contenuti: come si usa, cosa può fare, cosa mi èpiace di più, cosa è difficile, ecc. FASE METACOGNITIVA

21 RIFLESSIONERIFLESSIONE UTILIZZO APPROCCIOAPPROCCIO ESPLORAZIONE


Scaricare ppt "CORSO ON LINE LAPSUS dallaprima introdurre l'informatica nelle prime classi della scuola elementare utilizzando risorse freeware Roberto Didoni – IRRE."

Presentazioni simili


Annunci Google