La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

P.O.F. Collegio Docenti elabora C. dI. adotta I consigli di classe attuano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "P.O.F. Collegio Docenti elabora C. dI. adotta I consigli di classe attuano."— Transcript della presentazione:

1 P.O.F. Collegio Docenti elabora C. dI. adotta I consigli di classe attuano

2 Lelaborazione e ladozione del POF esprimono la capacità progettuale della scuola Lattuazione del POF esprime la capacità programmatoria e valutativa

3 Quale organizzazione? Quali organi?

4 Gli organi Della progettualità - Dirigente Scolastico - Collegio Docenti - Consiglio distituto Della programmazione/ valutazione - Dirigente scolastico - Giunta - Direttore Generale dei Servizi Amministrativi - Consigli di Classe

5 Lorganizzazione Attività che connotano la PROGETTUALITA: - Lettura e interpretazione dei bisogni formativi degli allievi e del territorio - Declinazione degli obiettivi nazionali in relazione ai bisogni rilevati

6 Attività che connotano la PROGRAMMAZIONE/VALUTAZIONE: Lorganizzazione - Programmazione didattica (attività) - Promozione del protagonismo degli allievi nellapprendere (ambiente di apprendimento)

7 Art. 5, c. 3 DPR Regolamento riordino Istituti Tecnici c) Gli Istituti Tecnici possono costituire, nellesercizio della loro autonomia didattica, organizzativa e di ricerca, senza nuovi e maggiori oneri per la finanza pubblica, DIPARTIMENTI, quali articolazioni funzionali del collegio dei docenti, per il sostegno alla didattica e alla progettazione formativa; d) possono dotarsi, nellesercizio della loro autonomia didattica e organizzativa, di un COMITATO TECNICO-SCIENTIFICO, senza nuovi e maggiori oneri per la finanza pubblica, composto da docenti e da esperti del mondo del lavoro, delle professioni e della ricerca scientifica e tecnologica, con funzioni consultive e di proposta per lorganizzazione delle aree di indirizzo e lutilizzazione degli spazi di autonomia e flessibilità;

8 Da LINEE GUIDA per il passaggio ai nuovi ordinamenti degli Istituti Tecnici. Cap. 1.2 Innovare lorganizzazione scolastica I dipartimenti La PROGETTAZIONE FORMATIVA delle istituzioni scolastiche è lo strumento per rispondere alle esigenze degli studenti, del contesto socio- culturale e ai fabbisogni del territorio e del mondo del lavoro e delle professioni; [….] Limpianto dei nuovi ordinamenti degli istituti tecnici richiede che la progettazione formativa sia sostenuta da forme organizzative che pongano, al centro delle strategie didattiche collegiali, il laboratorio e la didattica laboratoriale, la costruzione dei percorsi di insegnamento/ apprendimento in contesti reali, quali lalternanza scuola-lavoro, il raccordo con le altre istituzioni scolastiche (reti) e con gli enti locali (convenzioni), anche per realizzare progetti condivisi. A questo fine, come già avviene in molti casi, è utile che gli istituti tecnici si dotino, nella loro autonomia, di dipartimenti quali articolazioni funzionali del collegio dei docenti, di supporto alla didattica e alla progettazione.

9 Quindi: i dipartimenti sono, tendenzialmente, INTERDISCIPLINARI; supportano la dimensione COLLEGIALE E CO- OPERATIVA dei docenti; presidiano la CONTINUITÀ VERTICALE e la coerenza interna del curricolo; individuano le iniziative di FORMAZIONE del personale da proporre al Collegio docenti e al Consiglio dIstituto. Anche se non previsto dalla normativa, è opportuno che il Collegio si dia alcune regole di funzionamento dei dipartimenti, da inserire nel Regolamento dIstituto: un coordinatore interno? Un coordinamento tra dipartimenti? Su quali input il dipartimento si attiva? Quale raccordo tra output e sua ricaduta-diffusione? Ecc.

10 Alcuni temi sui quali impegnare specifici dipartimenti potrebbero essere: 1.La didattica per progetti 2. la valutazione delle competenze disciplinari e di cittadinanza; 3.il raccordo tra i saperi disciplinari e gli assi culturali e tra larea di istruzione generale e le aree di indirizzo; 4.la costruzione di percorsi di insegnamento – apprendimento in contesti reali, quali lalternanza scuola-lavoro.

11 Quale possibile organizzazione per articolare il Collegio Docenti in Dipartimenti? 40 ore (attività annuale del C.D.) 25 ore Attività in plenaria 15 ore Attività nei Dipartimenti Se necessario (e possibile), ore annuali di attività aggiuntive, incentivate con Fondo dIstituto

12 Esempio operativo. Se abbiamo un Collegio composto da 100 docenti si possono articolare 4 dipartimenti, ciascuno dei quali ha (almeno)15 ore da gestire. Ogni incontro di lavoro dei dipartimenti equivale, amministrativamente, a riunioni del Collegio in forma articolata anziché plenaria. Sarebbe importante definire (Regolamento) quale raccordo realizzare tra i risultati dei lavoro dei dipartimenti e le loro ricadute sulle decisioni che il Collegio e il Consiglio dIstituto devono adottare, sul lavoro dei Consigli di classe, sulla didattica ……...

13 1.2.3 Il comitato tecnico scientifico Il CTS costituisce un elemento che può favorire linnovazione dellorganizzazione degli istituti tecnici; […] è lo strumento per consolidare i rapporti della scuola con il mondo del lavoro e delle professioni e sviluppare le alleanze formative di cui al par. 4. […] la costituzione del CTS [va] formalizzata con apposite delibere degli organi collegiali della scuola nel rispetto dei ruoli istituzionali di ciascun organo. […] costituiscono parti integranti di tali delibere latto costitutivo e il regolamento di funzionamento che ne definiscono la composizione […] le funzioni, le modalità organizzative e forme di comunicazione e di cooperazione con gli organi collegiali dellistituto, nel rispetto delle loro specifiche competenze. (Da LINEE GUIDA per il passaggio ai nuovi ordinamenti degli Istituti Tecnici. Cap. 1.2 Innovare lorganizzazione scolastica)

14 C.D DIRIGENTEC.dI. DipartimentiC.T.S Progettazione e attuazione del P.O.F. Una struttura organizzativa di questo tipo implica: a)che si attivi un organismo di raccordo (ufficio di Direzione); b)che si alimenti lattività di studio e ricerca attraverso laccesso e lelaborazione autonoma di dati conoscitivi sulla realtà nella quale la scuola opera. D.S.G.A. Declinando gli indirizzi nazionali In raccordo con le esigenze degli allievi e del territorio SCHEMA DI STRUTTURA ORGANIZZATIVA


Scaricare ppt "P.O.F. Collegio Docenti elabora C. dI. adotta I consigli di classe attuano."

Presentazioni simili


Annunci Google