La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline1/27 Crescere senza un catalogo? Francesca Cacciapaglia Informazioni Editoriali IE Bibliostar – Milano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline1/27 Crescere senza un catalogo? Francesca Cacciapaglia Informazioni Editoriali IE Bibliostar – Milano."— Transcript della presentazione:

1 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline1/27 Crescere senza un catalogo? Francesca Cacciapaglia Informazioni Editoriali IE Bibliostar – Milano – 4 marzo 2011

2 Uno sguardo sul mercato

3 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline3/27 e-book in Alice: prima del 2010 Fino alla seconda metà del 2010, gli editori di e-book in Italia presenti in Alice (il Catalogo dei Libri in Commercio in Italia) erano soprattutto: –editori tecnico-professionali che rendevano disponibili in formato elettronico testi o aggiornamenti di strumenti per il professionista –editori di scolastica o para-scolastica –editori universitari –editori di varia concentrati sulla manualistica o i tool per la formazione Definire e-book questa parte della produzione editoriale, alla luce delle innovazioni successive, può essere poco pertinente: molti editori infatti si concentravano nella produzione di PDF scaricabili, desunti dalledizione cartacea del titolo, senza particolari restrizioni, né particolari lavorazioni del file stesso.

4 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline4/27 e-book in Alice: i numeri della svolta Fino al 2010, in Alice erano inseriti anche i titoli elettronici: –dal 2006 al 2009 ne sono stati registrati circa 2000 –nel solo 2010 ne sono stati registrati circa 2500 Questi dati si riferiscono ai titoli comunicati dagli editori al catalogo Alice e non alla produzione totale di e-book, ma rendono evidente come il 2010 abbia rappresentato lanno della svolta. Lingresso sul mercato di nuovi protagonisti della distribuzione e linteresse di tutti gli editori per il prodotto hanno reso necessari per gli attori della filiera del libro: –nuovi strumenti di lavorazione del dato bibliografico e commerciale –modalità di descrizione specifiche che ampliassero il ventaglio delle possibilità rispetto al libro di carta

5 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline5/27 e-book in Alice: nuove necessità Il nuovo scenario ha reso evidente la necessità di una base dati dedicata, distinta dallattuale Alice, in grado di tener conto: –della specifica tipologia del prodotto –delle particolari caratteristiche del circuito di distribuzione e dei suoi attori –degli standard descrittivi e di trasmissione dei dati –delle modalità di trattamento di un contenuto vario e ampliabile con numerosi contenuti altri, quali tracce audio e video, immagini, collegamenti a contenuti esterni come le risorse online ecc. È così nata e-kitāb, la nuova base dati di Informazioni Editoriali che mira a: –raccogliere tutti gli e-book italiani in commercio –gestire e veicolare tutte le informazioni bibliografiche e commerciali peculiari per questa tipologia di prodotto.

6 La struttura della nuova base dati

7 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline7/27 e-kitāb: master e manifestazioni Per ciascun titolo in e-kitāb sono presenti: –una scheda Master, con tutti i dati descrittivi bibliografici e catalografici e il collegamento al cartaceo corrispondente (se esistente) –una o più schede relative alle Manifestazioni, con i dati descrittivi specifici delle-book e, se disponibili, i dati per la vendita. Qualora siano noti solo i dati bibliografici/catalografici e non quelli relativi alla piattaforma di distribuzione, in e-kitāb viene inserita la scheda Master e nella scheda della Manifestazione vengono inseriti solo i dati descrittivi specifici (e non quelli per la vendita). Un titolo pubblicato in due formati distinti (per es. PDF e EPUB) o distribuito da due piattaforme differenti è presente in e-kitāb con una scheda Master e con due distinte Manifestazioni, ciascuna con i propri dati specifici per la vendita.

8 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline8/27 Master: collegamento al libro La struttura di e-kitāb è pensata per raccogliere nella scheda Master tutti i dati descrittivi e catalografici delle-book ponendoli in collegamento con leventuale edizione cartacea dello stesso titolo, la cui scheda è registrata nel Catalogo Alice. È prevista la possibilità di stabilire collegamenti con edizioni cartacee ulteriori rispetto alla principale (per es. con ledizione rilegata, quella tascabile ecc.). Questo collegamento è un dato incluso nel gruppo di informazioni che descrivono il titolo elettronico registrato in e-kitāb, e che vengono trasmesse ai destinatari.

9 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline9/27 Master: i dati bibliografici Le informazioni anagrafiche delledizione elettronica vincolate a quelle delledizione a stampa (se esiste il collegamento) sono: –Titolo, Sottotitolo –Responsabilità (Autori, Curatori, Traduttori, Illustratori) –Lingua del testo –Libro scolastico (sì/no) Le informazioni che invece potrebbero o meno coincidere con quelle delledizione cartacea e che quindi sono ammesse come variabili rispetto ad essa sono: –Editore –Collana e numero di collana –Numero di edizione –Descrizione del contenuto

10 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline10/27 Master: i dati catalografici Questo gruppo di dati delle-book è considerato strettamente vincolato alleventuale edizione a stampa del titolo: la materia e i soggetti, così come il genere o la categoria merceologica, sono infatti validi a descrivere il contenuto di tutte le versioni di un medesimo titolo (indipendentemente dal supporto o dalle modalità di fruizione). Questo garantisce e assicura agli utenti di poter contare su una uniformità tanto descrittiva, quanto catalografica tra e-book e cartaceo collegato. Ununiformità che rende possibili tutti i raggruppamenti e le relazioni tra titolo elettronico e di carta, pensata per rispondere alle esigenze di ricerca e di analisi dei dati di tutti i principali soggetti del mondo editoriale (biblioteche, editori, librerie, distributori ecc.).

11 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline11/27 Tra i sistemi catalografici in uso nella base dati dei libri cartacei Alice, utilizzati anche per tutti i titoli elettronici presenti in e-kitāb, ci soffermiamo sulla CCE-Classificazione Commerciale Editoriale 2.0 di DEA e Siscom. Si tratta dello standard italiano di soggettazione basato sulla BIC Standard Subject Categories and Qualifiers dellinglese Nielsen Book services. Un sistema standard di catalogazione per argomento, di taglio commerciale, pensato per incontrare le esigenze di analisi della produzione editoriale sia degli editori che delle librerie. Come la BIC anche i codici CCE sono inclusi nello standard internazionale per la descrizione e trasmissione delle informazioni sulla produzione editoriale in formato elettronico, ONIX for Books. Master: la soggettazione CCE1/2

12 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline12/27 Master: la soggettazione CCE2/2 La CCE prevede per ciascun titolo lassociazione di un numero massimo di quattro, tra Soggetti e Qualificatori, strutturati gerarchicamente: –i soggetti identificano al loro livello più generale diciotto macro aree contenutistiche (dallarte allinformatica, dalle scienze umane agli hobby e il fai da te) –individuata larea principale di contenuto, possono essere usati soggetti più o meno dettagliati a seconda della specificità del contenuto –stabilito largomento principale, questo sarà indicato dal primo Soggetto CCE seguito dagli altri eventuali pertinenti a descrivere il contenuto nel modo più esaustivo, fino a un massimo di quattro soggetti –ai soggetti si associano i codici del gruppo dei Qualificatori (Geografici, di Lingua, di Periodo storico, di Livello scolastico e di Età di lettura)

13 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline13/27 Manifestazioni: dati specifici1/2 Un libro elettronico è una delle versioni possibili di un titolo, da descrivere e identificare per i suoi dati bibliografici, e per quelli utili alla vendita, contestualmente alla individuazione di tutti i dati che ne stabiliscono la natura elettronica. In e-kitāb, questi ultimi realizzano loggetto vero e proprio presente sul mercato e sono descritti nella scheda della Manifestazione: –il formato del prodotto, da cui dipende il modo per reperirlo: un file da scaricare o da leggere online, una chiave o un codice di licenza ecc. –il formato del file o della risorsa, che specifica il prodotto e che rappresenta loggetto che giunge allutente finale: se PDF o EPUB ecc. –le limitazioni allutilizzo di determinate funzionalità (anteprima, stampa, copia e incolla ecc)

14 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline14/27 Manifestazioni: dati specifici2/2 –la natura delle limitazioni alle condizioni di utilizzo, con lindicazione, ad esempio, del numero di pagine o la percentuale di contenuto di cui è consentita la stampa o lanteprima ecc. –tutte le caratteristiche relative alla gestione dei diritti definita dalla protezione tramite DRM o filigrana digitale ecc. –la tipologia di contenuto: testo leggibile, immagini fisse o in movimento, giochi ecc. –i contenuti speciali come filmati o file audio –la dimensione/durata date dal numero di pagine (fisse o meno) dalla dimensione del file, dal numero di caratteri/parole, dalla durata dei filmati o delle tracce audio ecc.

15 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline15/27 Manifestazioni: dati per la vendita Nella scheda della Manifestazione sono associati anche i dati necessari alla vendita: –stato editoriale (se in commercio, di prossima pubblicazione o fuori catalogo) –data di pubblicazione/data di pubblicazione prevista/data di fuori catalogo –prezzo (con indicazione dellaliquota IVA) –piattaforma di distribuzione –disponibilità effettiva alla vendita –restrizioni del mercato

16 I numeri standard degli e-book

17 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline17/27 ISBN: le indicazioni dellAgenzia1/2 Le indicazioni dellAgenzia ISBN della primavera del 2010 invitano gli editori ad associare lISBN-13 ai libri elettronici, esattamente come avviene per i libri cartacei. Una specifica fondamentale per rendere identificabile e rintracciabile il titolo, lungo tutta la filiera, quindi essenziale per la sua commercializzazione. Unindicazione fondamentale se si considera che le possibilità di moltiplicare un titolo in versione elettronica sono notevoli e, soprattutto, non dipendono esclusivamente dalleditore. Infatti: –molti editori producono un solo formato master delegando a terze parti la conversione in diversi formati –le piattaforme di distribuzione presenti sul mercato possono creare dal master i diversi formati e applicare diversi sistemi di DRM

18 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline18/27 ISBN: le indicazioni dellAgenzia2/2 Le diverse piattaforme, inoltre, potrebbero commercializzare le diverse versioni di e-book con diverse protezioni e/o condizioni di utilizzo. In questo senso le disposizioni dellAgenzia sono: ogni titolo elettronico reso disponibile separatamente, in diversi formati, o e-book dello stesso formato con DRM diversi sono da considerare prodotti distinti presenti sul mercato, che devono pertanto essere identificabili in modo univoco. In ultimo, il codice ISBN consente di trasmettere anche lassociazione alleventuale versione a stampa del titolo (o alle ulteriori possibili edizioni cartacee collegate). Sono quindi le singole Manifestazioni ad avere associato il codice ISBN-13, leventuale ISBN-A, mentre il Master con tutte le informazioni bibliografiche contiene linformazione sul collegamento con lISBN-13 della versione a stampa.

19 Le fonti dei dati

20 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline20/27 Fonti dei dati: gli editori In linea con quanto accade per i libri a stampa, Informazioni Editoriali ha stabilito rapporti diretti sia con le case editrici che con i distributori, anche per quel che riguarda la loro volontà di registrare i titoli elettronici nella base dati e-kitāb. E anche per gli e-book è valido il rapporto di collaborazione e di scambio dei dati con lAgenzia ISBN che prevede: –che tutti i dati registrati presso lAgenzia siano trasmessi a IE, e viceversa –che lobbligo di registrazione dellISBN possa essere ottemperato comunicando i dati indifferentemente allAgenzia stessa o a IE

21 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline21/27 Fonti dei dati: le piattaforme Linformazione sui distributori degli e-book rappresenta in e-kitāb un dato incluso nel gruppo dei dati di vendita, fondamentale per consentire di individuare come e presso quale distributore reperire il titolo. Alcuni di questi attori del processo distributivo costituiscono anche la fonte dellinformazione per quanto concerne: –i dati specifici delle-book (dal formato del prodotto, alle condizioni di utilizzo, alla tipologia di contenuto ecc.) –i dati commerciali e di vendita (disponibilità, prezzi) –i dati bibliografici descrittivi (uniformati dalla Redazione di e-kitāb) Inoltre, è prevista la possibilità che un titolo possa essere distribuito da più piattaforme, nella forma della distribuzione non esclusiva, in versioni e a condizioni diverse: –e-kitāb definisce e associa questo gruppo di informazioni a distinte Manifestazioni, tante quante sono le versioni commercializzate dalle piattaforme coinvolte

22 Qualche numero

23 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline23/27 Numeri: le piattaforme Le principali piattaforme attualmente attive e il numero approssimativo di titoli distribuiti sono: Il Mulino (200) Ingram (725) Mondadori (1650) Simplicissimus (7000) Simonelli Editore (750) BookRepublic (1500) Bruno Editore (220) Casalini (5200) Edigita (3800) Franco Angeli (1300) [Dati 28 febbraio 2011]

24 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline24/27 Numeri: e-book vs libri E-BOOK IN E-KITĀBLIBRI IN ALICE Marchi editoriali (di titoli in commercio) Titoli in commercio Prezzo medio (dei titoli in commercio con prezzo > 2) 10, I numeri che seguono sono forniti a puro titolo indicativo: offrono infatti lattuale visione di e-kitāb sulla produzione di e-book Lintento di e-kitāb è quello di giungere a rappresentare per gli e-book, quello che Alice rappresenta per la produzione cartacea

25 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline25/27 Numeri: caratteristiche e-book1/2 CARATTERISTICANUMERO E-BOOK IN E-KITĀB Stato editorialeAttivo (*): 96,75% Non attivo (**): 3,16% Di prossima pubblicazione: 0,09% FormatoEPUB: 43,31% PDF: 35,40% DOC: 20,77% Altri: 0,52% (*) Attivo: il titolo è stato pubblicato e può essere ordinato (**) Non attivo: il titolo è stato pubblicato, ma leditore non accetta più ordini

26 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline26/27 Numeri: caratteristiche e-book2/2 CARATTERISTICANUMERO E-BOOK IN E-KITĀB ProtezioneAdobe DRM: 42,59% Filigrana digitale: 19,06% DRM: 0,01% Nessuna: 0,01% Non specificato: 38,33% Limitazioni allutilizzoAnteprima: 24,44% Stampa: 75,56% Copia-e-incolla: 75,02 % Condivisione: 74,99% Con collegamento alla versione cartacea5714

27 Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline27/27 Grazie dellattenzione Francesca Cacciapaglia Informazioni Editoriali


Scaricare ppt "Milano, 4 marzo 2011Convegno Biblioteche Stelline1/27 Crescere senza un catalogo? Francesca Cacciapaglia Informazioni Editoriali IE Bibliostar – Milano."

Presentazioni simili


Annunci Google