La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gronda Nord di Torino Presentazione al Tavolo - Tecnico Politico del 1° aprile 2004.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gronda Nord di Torino Presentazione al Tavolo - Tecnico Politico del 1° aprile 2004."— Transcript della presentazione:

1 Gronda Nord di Torino Presentazione al Tavolo - Tecnico Politico del 1° aprile 2004

2 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino2 Le prescrizioni della DGR del 21 luglio 2003: Si parte dalle osservazioni regionali nella delibera della Giunta Regionale n del 21 luglio 2003 in quanto esse sono l'oggetto degli adeguamenti richiesti ad R.F.I. dalla Commissione VIA nella nota CSVIA/2003/567 del 1/9/03 e conseguentemente delle finalità del progetto in esame presentato il 10 dicembre Il progetto presentato il 10 dicembre 2003

3 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino3 1. Per quanto riguarda il tracciato: 1Eliminare linterconnessione di Caprie. 2 Realizzare linterconnessione a Bruzolo. 3Realizzare uninterconnessione lungo C.Marche. 4Traslare a Nord il tracciato in territorio di Pianezza. 5Traslare a Sud della tangenziale il tracciato nei comuni di Collegno e Venaria. 6Realizzare il collegamento della Cintura con la linea storica lato Settimo individuando lalternativa che comporti il minore impatto sul territorio. 7Studiare un diverso tracciato dellelettrodotto di Pianezza. 2 - Il progetto presentato il 10 dicembre 2003

4 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino4 2. Per quanto riguarda lesercizio: 2.1. Dedicare la linea storica al solo traffico passeggeri regionale e metropolitano Utilizzare la Cintura per il traffico merci, lAutostrada Ferroviaria e il traffico passeggeri internazionale Velocizzare i treni passeggeri a lungo percorso Valorizzare il polo logistico di Orbassano Prevedere le operazioni di manutenzione a Bussoleno. 3. Inoltre la Regione ha chiesto numerosi adeguamenti progettuali di carattere territoriale e ambientale 2 - Il progetto presentato il 10 dicembre 2003

5 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino5 3 - Il tracciato in progetto Sulla base del progetto presentato e degli incontri che la Regione ha avuto con gli E.L., con le Direzioni regionali, nonché delle osservazioni pervenute vengono riportate, articolate per comune, le interferenze dellinfrastruttura e le criticità rilevanti.

6 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino6 ALTRE OSSERVAZIONI

7 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino7 PROVINCIA di TORINO OSSERVAZIONIRISPOSTE Rileva lintenzione di RFI di non procedere alla progettazione e alla realizzazione dellinterconnessione di Corso Marche, ipotesi che deve essere assolutamente scongiurata poiché metterebbe in discussione lutilità dellintera opera e non renderebbe possibile lintensificazione e il cadenzamento del servizio di Metropolitana Ferroviaria sulla linea storica, giudicata la più alta compensazione trasportistica per il territorio Con lintervento del Ministro e del Vice Presidente Casoni losservazione è stata positivamente affrontata. Il rinvio dellinterconnessione ferroviaria significherebbe anche il rinvio della costruzione stradale di Corso Marche, non accettabile a causa della saturazione della tangenziale La Regione Piemonte giudica linterconnessione di Corso Marche prioritaria rispetto al progetto complessivo Ritiene necessaria la connessione della nuova linea alla stazione di Stura anziché direttamente con lAC TO-MI. a Settimo Non praticabile in termini esclusivi per problemi su connessione a Stura. Possibile attraverso un collegamento in superficie con innesto a raso che attraversi la discarica.

8 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino8 COMUNITA MONTANA OSSERVAZIONIRISPOSTE La mancata progettazione del raccordo di Corso Marche disattende a una precisa prescrizione regionale e crea gravi ricadute sullutilizzo della linea storica Con lintervento del Ministro e del Vice Presidente Casoni losservazione è stata positivamente affrontata. Chiede che sia definita una fascia di rispetto di 150 metri, come in Francia, ai fini dei risarcimenti Si potranno valutare risarcimenti proporzionali agli impatti subiti Rileva che non sono state adeguatamente considerate le conseguenze sullimpatto ambientale e in particolare su quello acustico, sulle vibrazioni e sul dissesto idrogeologico Vedi capitolo dedicato al dissesto idrogeologico. Per quanto alle vibrazioni: il tracciato previsto è in galleria profonda. Nelle altre aree le prescrizioni seguono la normativa di legge Ritiene necessaria unattenta analisi preliminare sul rapporto costi-benefici dellopera Già fatto dalla U.E. e dal Parlamento italiano

9 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino9 CIDIU OSSERVAZIONIRISPOSTE Il tracciato attraversa lesistente impianto di discarica controllata, in territorio di Pianezza,attualmente in esercizio e avente una volumetria di circa mc Le prescrizioni regionali richiedono la non interferenza con la discarica La discarica non è indicata in planimetria Il tracciato non può essere spostato ancora più a nord dove è previsto limpianto di preselezione e compostaggio già autorizzato dalla Provincia in territorio di Druento Le prescrizioni regionali accolgono losservazione Il tracciato, per non attraversare i tre lotti della discarica esistente nonché limpianto in progetto, deve essere traslato a sud, verso labitato di Pianezza Le prescrizioni regionali accolgono losservazione

10 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino10 ATIVA OSSERVAZIONIRISPOSTE Il tracciato ferroviario proposto interferisce più volte con la tangenziale Nord e relativi svincoli fra i km e In particolare prevede lattraversamento in galleria naturale dello svincolo di Settimo, della tangenziale Nord e del relativo raccordo alla SS11 per una lunghezza di circa 1200 metri, il riattraversamento in galleria artificiale dal km al km 7+185, per circa 605 metri e un terzo attraversamento, in galleria artificiale, dal km al km , per circa 550 metri Il sistema di scavo (galleria naturale superficiale) dovrà evitare interferenze con lautostrada e dove non è possibile dovranno essere previste varianti senza riduzione delle corsie autostradali. Il progetto RFI prevede inoltre linterruzione del traffico nellarea di servizio di Settimo Est, con nuova viabilità provvisoria di accesso. Prevede inoltre la deviazione provvisoria dellautostrada in corrispondenza di due attraversamenti in galleria artificiale Attuare le varianti ex ante ( segue)

11 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino11 ATIVA OSSERVAZIONIRISPOSTE La tangenziale ha un traffico medio di circa veicoli al giorno e nelle ore di punta ha un traffico orario di circa veicoli per senso di marcia. Il tracciato proposto provocherebbe la paralisi del traffico con conseguenze facilmente immaginabili Attuare le varianti ex ante. (si rimanda agli approfondimenti sul traffico) LATIVA ha in programma lallargamento della tangenziale (4 corsie), inserito fra le priorità programmatiche nellintesa quadro del 9 dicembre 2003 tra Governo e Regione. I relativi lavori, anche se non ancora programmati, interferirebbero con quelli del tracciato ferroviario Fasizzazione dei lavori con realizzazione della quarta corsia ex ante i lavori di RFI

12 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino12 COLDIRETTI OSSERVAZIONIRISPOSTE Lamenta un danno patrimoniale e produttivo di decine di aziende agricole che in pratica provocherà la scomparsa del settore agricolo nella Valle di Susa e nella cintura metropolitana attraversata dalla nuova linea La normativa prevede sia compensazioni economiche, sia ricomposizione fondiaria Segnala in particolare il danno della aziende Bunino di Caselette, delle quali presenta le osservazioni, Perruquet di Pianezza e Chiaretta di Alpignano La Regione Piemonte recepisce le osservazioni Lamenta la compromissione di aree agricole di buona qualità nellarea di Bruzolo - S.Didero, da Venaria a Val della Torre e di particolare pregio a Pianezza, S.Gillio e Druento Vedi sopra Segnala il rischio idrogeologico in particolare nei comuni di Druento, Savonera e Venaria Vedi capitolo dedicato Propone linterramento dellelettrodotto o, in alternativa, lalimentazione da Leinì Vedi valutazioni espresse in merito

13 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino13 PRIVATI OSSERVAZIONIRISPOSTE 7 proprietari di aree agricole, oltre agli 8 proprietari delle aziende Bunino di Casellette, utilizzate per colture di pregio, irrigue e di elevata produttività, attraversate dallelettrodotto a 132 kV, lamentano danni per occupazione di suolo e inquinamento paesaggistico ed elettromagnetico Le osservazioni qui riportate troveranno accoglimento in base alleffettivo tracciato definitivo. Le norme attuali prevedono compensazioni e indennizzi in caso di disturbo permanente 5 proprietari dellimmobile di via Grange 60 di Pianezza propongono uno spostamento del tracciato e un diverso posizionamento del cavalcaferrovia Verranno valutate compatibilmente con le caratteristiche costruttive n° 220 cittadini di Pianezza chiedono che il tracciato sia riportato a quello previsto originariamente, contiguo a quello della variante della SS 24 tracciato Losservazione non è accoglibile stante quanto indicato nella scheda del Comune di Pianezza. n° 58 abitanti di Collegno chiedono che il tracciato sia spostato secondo il progetto settembre 2000 della Provincia o comunque in prossimità delle strade esistenti in modo da non frazionare il territorio e di arrecare minori disagi Losservazione non è accoglibile stante quanto indicato nella scheda del Comune di Pianezza Immobiliare Castelverde srl di Settimo T. per il coinvolgimento di 20 unità abitative di pregio Necessità approfondimento

14 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino14 Osservazioni In linea generale si evidenzia che il progetto con le prescrizioni regionali previste determina le seguenti condizioni costruttive: 1) un tracciato tutto in galleria dal km 1,057 (Settimo) al km 15 circa (Collegno) (14 km) per tutto lattraversamento delle aree densamente urbanizzate con lunica eccezione dellattraversamento del Torrente Stura fra Torino e Venaria; 2) un tracciato altresì tutto in galleria dal km 20,870 in S. Gillio a Bruzolo al Km 43,240 termine della tratta in progetto (23 Km); praticamente il tracciato e in galleria per oltre l86 % 3) lunica tratta allaperto di tutta la linea è inevitabilmente realizzabile nellunica area possibile ubicata nella piana fra Collegno e S. Gillio dove attraversa per la maggior parte il Comune di Pianezza; 4) tale area è caratterizzata: a) andamento pianeggiante anche se con pendenza del terreno che sale verso il Musinè. a) da un reticolo idrico superficiale particolarmente delicato; b) da una falda sotterranea relativamente superficiale; c) da aree intensamente antropizzate ma non densamente urbanizzate; d) diversi agglomerati Urbani; un SIC; numerose cascine; una discarica (CIDIU)

15 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino15 Osservazioni Lintervento opportunamente prescritto dalla regione Piemonte: –Non interferisce con il reticolo idrico superficiale e la falda –Non interferisce con gli agglomerati urbani –Non interferisce con il SIC e con la discarica –Garantisce il rispetto delle specifiche Europee di costruzione della linea: pendenza 12 permille; raggi di curvatura minimi di m; sottostazione di alimentazione; binari di manovra per esercizio e sicurezza (km 13,343 In galleria a monte e km 22,370 a valle) connessione a c.so Marche -richiede labbattimento di 2 cascine (in Pianezza) e interferisce a meno di 150 metri con altre 13 -Attraversa in superficie il territorio di 4 Comuni su 14 -Prevede un breve viadotto (187 mt), e né lunghi, né alti né numerosi rilevati (n° 3, Lunghezza massima 950 mt, altezza massima 5 mt; analogamente per le trincee

16 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino16 CONCLUSIONI Prescrizone : Eliminare linterconnessione di Caprie. Linterconnessione di Caprie è stata eliminata e in sua vece è stata inserita uninterconnessione a Bruzolo. Inoltre le gallerie del Musiné e del Gravio sono state unificate rettificando il tracciato e riducendone la lunghezza ed eliminando un tratto allaperto. Si ritiene la prescrizione soddisfatta

17 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino17 CONCLUSIONI Prescrizione : Realizzare linterconnessione a Bruzolo. A Bruzolo è stata riprogettata la stazione LTF sulla linea AC, ma sono stati lasciati i numerosi binari a servizio della manutenzione che, da prescrizione precedente, va posizionata in Bussoleno. Si ritiene la prescrizione parzialmente soddisfatta

18 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino18 CONCLUSIONI Prescrizione : Traslare a Nord il tracciato in territorio di Pianezza. Il tracciato è stato spostato verso Nord in territorio di Pianezza. Si ritiene sia possibile proporre un ulteriore miglioramento che eviti la discarica CIDIU in Pianezza e riduca le interferenze con cascine esistenti. Si propone un gruppo di lavoro composto da RFI, Provincia di Torino, Regione Piemonte, Comuni di Pianezza e S.Gillio per la individuazione di un tracciato condiviso. Si ritiene la prescrizione parzialmente soddisfatta;

19 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino19 CONCLUSIONI Prescrizione. Traslare a Sud della tangenziale il tracciato nei comuni di Collegno e Venaria. Il tracciato è stato spostato a Sud della tangenziale in territorio di Venaria, come prescritto, ma riportato a nord tra Borgaro e Settimo; Si ritiene possibile proporre un ulteriore adeguamento che veda linterramento di una tratta a cielo aperto in Borgaro; Per quanto attiene le problematiche di sostenibilità e di capacità di carico del Comune di Venaria si ritiene necessaria lattivazione di un gruppo di lavoro composto da Regione Piemonte, Provincia di Torino, Comuni di Torino e Venaria, GTT, e ATIVA per lanalisi dei sistemi trasportistici e infrastrutturali che coinvolgono questarea e lindividuazione di possibili soluzioni. Si ritiene la prescrizione parzialmente soddisfatta;

20 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino20 CONCLUSIONI Prescrizione : Realizzare uninterconnessione lungo C.Marche. Il tracciato è stato soltanto predisposto per linserimento dellinterconnessione di Corso Marche che non è stata progettata, né considerata (esercizio al 2030); Si ritiene la prescrizione assolutamente disattesa;

21 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino21 CONCLUSIONI Prescrizione : Realizzare il collegamento della Cintura con la linea storica lato Settimo individuando lalternativa che comporti il minore impatto sul territorio. È stata aggiunta a Settimo uninterconnessione fra la Cintura e la linea storica, con bivio a raso sulla linea storica. Si ritiene possibile proporre un miglioramento che preveda una interconnesione leggera (in superficie e senza salti di montone) su stazione Stura: si ritiene opportuno un tavolo di lavoro composto da Regione Piemonte, Provincia di Torino, Comune di Torino, RFI,GTT al fine di individuare la fattibilità dellipotesi. Si ritiene la prescrizione soddisfatta;

22 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino22 CONCLUSIONI Prescrizione : Studiare un diverso tracciato dellelettrodotto di Pianezza. È stato previsto un diverso tracciato dellelettrodotto che interessa i comuni di Pianezza, Alpignano e Caselette dove è stata prevista anche una stazione 380/132 kV. Pur rispondendo alle prescrizioni si ritiene di proporre la verifica di tracciati alternativi

23 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino23 CONCLUSIONI Per quanto riguarda lesercizio Dedicare la linea storica al solo traffico passeggeri regionale e metropolitano. Lesercizio della linea storica fra Torino e Bussoleno non è stata dedicata da RFI al solo traffico passeggeri regionale e metropolitano. Si ritiene la prescrizione non soddisfatta;

24 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino24 CONCLUSIONI Si ritiene che il progetto così come presentato soddisfi solo parzialmente le prescrizioni regionali; In particolare si evidenzia che è stata sostanzialmente disattesa sia in termini infrastrutturali che di conseguente previsioni di esercizio, anche a lungo termine, la realizzazione della interconnessione di c.so Marche di cui si ribadisce la assoluta necessità. Si ritiene inoltre che, fatto salva la puntuale realizzazione di detta interconnessione, il restante tracciato con alcuni limitati e puntuali adeguamenti possa essere considerato ottimizzato con il territorio rispetto alla precedente proposta. Si ritiene inoltre necessario la riproposizione, sulla base degli adeguamenti segnalati e delle necessarie prospezioni geologiche, un approfondito Studio di Impatto Ambientale in grado di dare risposta a tutte le criticità segnalate.

25 1 aprile 2004AC Gronda nord di Torino25 CONCLUSIONI In particolare tali adeguamenti del tracciato non sostanziali riguardano: Linterramento di un breve tratto nel comune di Borgaro; Prolungamento della galleria di qualche centinaio di metri in quartiere Savonera di Collegno La realizzazione di una interconnessione leggera (tracciato in superficie interconnessioni a raso) su Stura Verifica, approfondimenti, ed eventuali correzioni del tracciato per limitare al massimo le residue interferenze con preesistenze nei Comuni di Pianezza e S. Gillio


Scaricare ppt "Gronda Nord di Torino Presentazione al Tavolo - Tecnico Politico del 1° aprile 2004."

Presentazioni simili


Annunci Google