La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PEDAGOGIA Il diritto allistruzione nel 700 Grande fiducia nelle possibilità della ragione strumento in grado di spiegare tutti i problemi delluomo: filosofici,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PEDAGOGIA Il diritto allistruzione nel 700 Grande fiducia nelle possibilità della ragione strumento in grado di spiegare tutti i problemi delluomo: filosofici,"— Transcript della presentazione:

1 PEDAGOGIA Il diritto allistruzione nel 700 Grande fiducia nelle possibilità della ragione strumento in grado di spiegare tutti i problemi delluomo: filosofici, scientifici, religiosi, politici, sociali Aspra polemica contro il passato convinzione di poter dare inizio, con laiuto della ragione, a unera migliore delle precedenti Rifiuto delle polemiche tra le diverse confessioni religiose ricerca di un nucleo di verità su Dio, comune a tutti gli uomini e abbandono delle superstizioni Interesse concreto per la diffusione della cultura e dei risultati della scienza convinzione che ciò avrebbe contribuito a eliminare lintolleranza, i pregiudizi e loscurantismo Ricerca di una filosofia in grado di spiegare sia i fenomeni della conoscenza sia quelli morali

2 PEDAGOGIA Il diritto allistruzione nel 700 Istituzioni e leggi dei popoli sono legate alla natura dei popoli stessi, ai loro costumi, alle loro religioni, e addirittura alla natura del paese in cui vivono, al clima, alla struttura geografica non è garantito che le leggi di un popolo vadano bene per un altro. Lo spirito delle leggi (1748) Charles-Louis de Secondat barone di Montesquieu ( ) Diritto positivo: Nasce dallesigenza di trovare rimedio alla situazione di guerra provocata dalluomo che allinizio, cioè nello stato di natura, è mite e tranquillo ma che diventa, dopo aver acquisito coscienza di sé, aggressivo e bellicoso. Stato: diritto delle genti rapporti fra le società diritto politico rapporti fra i cittadini e lo Stato diritto civile diritti fra i cittadini come privati

3 PEDAGOGIA Il diritto allistruzione nel 700 Dio è autore del mondo ma non si interessa alle faccende umane. Bene e male non sono comandi o divieti di Dio, ma modi di indicare quello che è utile o dannoso alla società. Avversione di Voltaire per le religioni confessionali. Religione: Francois Marie Arouet detto Voltaire ( ) Non del tutto progressista, con tratti conservatori inevitabile divisione in due classi: quella degli oppressori e quella degli oppressi. Sosteneva che gli operai dovessero essere mantenuti in uno Stato di povertà che li stimolasse a lavorare produttivamente. Politica:

4 PEDAGOGIA Il diritto allistruzione nel 700 Scopo: organizzazione sistematica del sapere e sua diffusione (carattere divulgativo) Avrebbe dovuto accogliere tutte le conoscenze che lo spirito umano può raggiungere arti, tecniche, industrie (mostrare che lantica divisione fra il sapere e il fare è superata) Denis Diderot ( ) Jean DAlembert ( ) Enciclopedia o Dizionario ragionato delle scienze, delle arti e dei mestieri, 27 volumi, il primo uscito nel 1751 e lultimo nel 1772

5 PEDAGOGIA Il diritto allistruzione nel 700 Aspra critica ai collegi e alle metodologie dei Gesuiti Grande fiducia nel sapere scientifico Criterio dellutilità Insegnare cose utili per la vita Proposte di istruzione obbligatoria per tutti affidata allo Stato Università Diderot immaginava che accanto alle facoltà tradizionali venissero istituite diverse scuole superiori di carattere professionale orientate secondo diversi indirizzi (formazione politica, arte militare, marina, agricoltura…)

6 PEDAGOGIA Il diritto allistruzione nel 700 Emilio è un allievo immaginario di Rousseau, che si occuperà della sua educazione dalla nascita fino a che sarà abbastanza grande da non avere più bisogno della sua guida. L'Emilio o Dell'educazione (1762): ( ) In campagna, ma senza sottrarsi alla società: Emilio, membro della società, deve compierne i doveri, ma non può entrare a farne parte senza educazione. Dove? Salvaguardia della natura umana dalla contaminazione che le deriva dallambiente in cui vive: come prima cosa il bambino deve essere sottratto allazione depravatrice della società. Educazione naturale: Conoscenza della psicologia delletà evolutiva. Non si può pensare che ci sia unazione educativa valida per tutte le età.

7 PEDAGOGIA Il diritto allistruzione nel 700 Il precettore non deve imporre, deve soprattutto preservare il bambino dagli influssi negativi nel suo cuore e nella sua mente. Il precettore (leducatore o il genitore) deve insegnare qualcosa solo quando linteresse a sapere nasce dal bambino Educazione negativa: Il vero uomo è colui che guarda il mondo coi suoi occhi, sperimenta le passioni col suo cuore e si lascia guidare solo dalla ragione Il vero uomo: Stato di natura individuo basta a se stesso Civiltà + divisione del lavoro rete di dipendenze reciproche che distrugge luguaglianza e la libertà Critica alla società: Limite Rousseau: Propone una pedagogia dellautorità anche attraverso la tecnica dellintervento dissimulato, che mira a ottenere ladesione delleducando in maniera irriflessa

8 PEDAGOGIA Il diritto allistruzione nel 700 Prima infanzia Salvare quanto cè di buono nelluomo / Sensi / Movimento / Apprendimento linguaggio Libro primo: Seconda infanzia fino ai 12 anni Sopportare il dolore e avere assoluta libertà / I castighi conseguenza naturale delle cattive azioni / Nozioni morali sui concetti di libertà, proprietà e convenzione Dai 12 ai 15 anni Non imparare, ma inventare / Prime letture / Alcune attività manuali Dopo i 15anni Amore di sé / Religione / Educazione del gusto Libro secondo: Libro terzo: Libro quarto: Libro quinto: Virilità Educazione della donna e differenze di genere

9 PEDAGOGIA Il diritto allistruzione nel 700 Realizzare nelluomo la vera umanità cioè lessenza razionale e morale. Deve condurre luomo dallanimalità allumanità. Fine educazione: Prima dell'educazione morale Rafforzamento del corpo, in vista delle sue funzioni spirituali: preparazione alla disciplina, alla cultura e alla formazione morale. Orienta le inclinazioni naturali e permette alluomo di realizzare il suo fine, cioè la vita morale. Allevamento: Disciplina: ( ) Cultura: Istruzione e formazione di abilità. Educazione Morale: Deve basarsi sulle massime, le sentenze che insegnano al ragazzo ad agire. Luomo per natura non è né buono né cattivo diventa buono solo in virtù delleducazione morale.

10 PEDAGOGIA Il diritto allistruzione nel 700 Leducazione consiste nella realizzazione nelluomo di un mondo che rappresenta lessenza dellumanità. Leducazione non è spontaneità, ma sforzo, esige da parte delleducatore un compito positivo. Compito educatore:


Scaricare ppt "PEDAGOGIA Il diritto allistruzione nel 700 Grande fiducia nelle possibilità della ragione strumento in grado di spiegare tutti i problemi delluomo: filosofici,"

Presentazioni simili


Annunci Google