La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

O.Dulcini,N. Meini PROGETTO DI RICERCA/AZIONE E DI FORMAZIONE/INTERVENTO PER LA PREVENZIONE ED IL RECUPERO DELLE DIFFICOLTÀ DI APPRENDIMENTO Verifica Giugno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "O.Dulcini,N. Meini PROGETTO DI RICERCA/AZIONE E DI FORMAZIONE/INTERVENTO PER LA PREVENZIONE ED IL RECUPERO DELLE DIFFICOLTÀ DI APPRENDIMENTO Verifica Giugno."— Transcript della presentazione:

1 O.Dulcini,N. Meini PROGETTO DI RICERCA/AZIONE E DI FORMAZIONE/INTERVENTO PER LA PREVENZIONE ED IL RECUPERO DELLE DIFFICOLTÀ DI APPRENDIMENTO Verifica Giugno 2008

2 O.Dulcini,N. Meini Scuola Infanzia SEZIONE 5 ANNI 5 incontri per ogni Distretto (tot. 30 ore) PERIODO : novembre 07- giugno 08 MODALITÀ DI ATTUAZIONE DEI MODULI FORMATIVI: Docenti Referenti 4 incontri (tot. 12 ore) PERIODO : dicembre 07- giugno 08

3 O.Dulcini,N. Meini Classi PRIME 3 Incontri per ogni Distretto (tot. 27 ore) PERIODO: ottobre 2007-maggio2008 MODALITÀ DI ATTUAZIONE DEI MODULI FORMATIVI SCUOLA PRIMARIA Classi SECONDE 4 Incontri per ogni Distretto (tot. 36 ore) PERIODO: ottobre 2007-maggio2008

4 La prevenzione delle difficoltà di apprendimento Cosa si può fare alla scuola dellInfanzia? Losservazione del docente come strumento prioritario per la rilevazione delle competenze Losservazione nelle diverse aree: Linguaggio orale, Gioco simbolico Motricità generale e fine Memoria, attenzione, concentrazione Competenze grafiche Proposta e/o costruzione di strumenti per losservazione CONTENUTI SCUOLA INFANZIA

5 O.Dulcini,N. Meini La concettualizzazione della lingua scritta nel bambino e le prime fasi dell apprendimento della lettura e della scrittura I Laboratori alla scuola dellInfanzia : –il potenziamento delle competenze nellarea percettivo / uditiva (abilità fonologiche – metafonologiche – linguistico-narrative) –il potenziamento delle competenze simboliche, percettivo /visive, grafo-motorie

6 O.Dulcini,N. Meini Analisi della situazione iniziale in classe: –Proposta di attività di ricerca-azione : gli strumenti operativi dosservazione. Strategie e azioni da attivare in classe riguardo linsegnamento della lettura e della scrittura. –Ripresa del modello teorico per una riflessione –Presentazione di materiali per lanalisi delle competenze Strategie per lintervento di recupero e di rinforzo: –in classe –nel piccolo gruppo –nel laboratorio linguistico CONTENUTI SCUOLA PRIMARIA – CLASSI PRIME

7 O.Dulcini,N. Meini 1.L osservazione delle competenze di lettura e scrittura dei bambini 2.I bambini in difficoltà di apprendimento e lanalisi degli errori di scrittura e di lettura 3.Ruolo e compiti dei diversi attori- le difficoltà di apprendimento e i disturbi specifici di apprendimento CONTENUTI SCUOLA PRIMARIA – CLASSI SECONDE

8 O.Dulcini,N. Meini A.Il profilo del referente: ruolo, compiti, azioni da attivare nelle scuole. B.Gli strumenti per l articolazione e lo sviluppo del progetto nelle classi: materiali per losservazione, materiali per i laboratori linguistici, materiali di verifica C.La continuità tra la scuola dellinfanzia e la scuola primaria D.La collaborazione in rete fra le scuole e con le agenzie esterne DOCENTI REFERENTI

9 O.Dulcini,N. Meini PUNTI DI FORZA Partecipazione costante da parte di tutti gli insegnanti; Metodologia utilizzata: ricerca-azione, confronto professionale e approfondimenti teorici; Coinvolgimento delle scuole dellinfanzia nellazione di formazione al fine di prevenire i disturbi e le difficoltà dapprendimento; Ruolo attivo dei docenti nella somministrazione dello screening e nella raccolta dei dati; Integrazione degli aspetti teorici con le azioni didattiche quotidiane;

10 O.Dulcini,N. Meini PUNTI DI FORZA Miglioramento della didattica Ruolo e coinvolgimento attivo del docente referente di ogni istituzione scolastica; Comprensione del significato delle prove utilizzate come strumento della verifica delle competenze Integrazione tra servizi: la collaborazione con le logopediste; Ricerca di linee ed azioni comuni a livello provinciale per affrontare le difficoltà o ai disturbi dapprendimento; Definizione di un protocollo per la gestione integrata dei disturbi specifici dapprendimento.

11 O.Dulcini,N. Meini PUNTI DI CRITICITÀ /AMBITI DI MIGLIORAMENTO Partecipazione di nuovi docenti, non presenti alla fase precedente della formazione generale di carattere teorico; Turn-over di docenti a seguito delle nomine su graduatoria degli aventi diritto (mese di gennaio); Integrazione tra i servizi: la collaborazione con le logopediste è avvenuta unicamente per la scuola dellinfanzia, per un solo incontro nelle due sedi di Bagnacavallo e di Faenza;

12 O.Dulcini,N. Meini PUNTI DI CRITICITÀ /AMBITI DI MIGLIORAMENTO Difficoltà a riprodurre e a fare circolare i materiali dello screening: necessità di un servizio di coordinamento organizzativo; Coinvolgimento di tutte le scuole almeno nella condivisione delle linee di fondo sia teoriche che procedurali; Dotare le tre scuole polo degli strumenti utilizzati per la rilevazione delle competenze ( PROVE MT di lettura e BATTERIA O.S. PER LA SCRITTURA)


Scaricare ppt "O.Dulcini,N. Meini PROGETTO DI RICERCA/AZIONE E DI FORMAZIONE/INTERVENTO PER LA PREVENZIONE ED IL RECUPERO DELLE DIFFICOLTÀ DI APPRENDIMENTO Verifica Giugno."

Presentazioni simili


Annunci Google