La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

U.S.P. Firenze – rete Territoriale POLO SUD Stefania Cotoneschi -Maggio 09 Lavoro del gruppo di Matematica per la costruzione del curricolo verticale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "U.S.P. Firenze – rete Territoriale POLO SUD Stefania Cotoneschi -Maggio 09 Lavoro del gruppo di Matematica per la costruzione del curricolo verticale."— Transcript della presentazione:

1 U.S.P. Firenze – rete Territoriale POLO SUD Stefania Cotoneschi -Maggio 09 Lavoro del gruppo di Matematica per la costruzione del curricolo verticale

2 Uno degli aspetti importanti delle Indicazioni per il curricolo per la scuola dellinfanzia e per il primo ciclo distruzione è certamente quello di mirare alla costruzione di un curricolo unitario e verticale dai tre ai quattordici anni. La scuola del curricolo è quella che si pone il problema di far raggiungere apprendimenti significativi, conoscenze stabili, competenze specifiche e competenze trasversali a ciascuno studente

3 analizzare le indicazione con lo sguardo attento a quali potrebbero essere i nodi disciplinari fondamentali facendo riferimento allesperienza ricca e variata che può essere recuperata nel confronto tra scuole diverse. Per nodi concettuali si intende fare riferimento a ostacoli epistemologici, a difficoltà cognitive o a concetti tematici centrali in un percorso didattico. Si tratta quindi di costruire e documentare attività significative e adeguate a trattare i nodi concettuali individuati. Necessità di lavorare anche sui problemi e sulla valutazione

4 Individuazione dei nodi sui nuclei tematici con qualche esempio di attività Valutazione: quali indicazioni didattiche possono essere ricavate dalle prove esterne con individuazione di buone pratiche Problemi di matematica con particolare attenzione al passaggio dal linguaggio naturale al linguaggio formale. Si costituiscono tre gruppi di lavoro:

5 I tre gruppi simulano ed iniziano un lavoro che dovrebbe continuare in ogni Istituto secondo le modalità e le possibilità che in ogni situazione sarà attuabile. Il gruppo di coordinamento svolge costante monitoraggio su ciò che avviene nelle scuole raccogliendo materiali, confrontando metodi organizzativi

6 Nodi: si decide di lavorare su GEOMETRIA o Distanza punto/retta; altezze; perpendicolarità. o Angoli; confronto, operazioni e misura. o Definizione, classificazione dei quadrilateri o Osservazione del mondo reale e simmetrie o Modellizzazione, similitudine, rapporti tra grandezze o Costruzioni geometriche, congetture, argomentazione o Visione spaziale; rappresentazione mentale grafica di oggetti tridimensionali COSA AVVIENE NEI TRE GRUPPI Simulazione Nodo fondante: la perpendicolarità Dal linguaggio naturale al linguaggio geometrico Prodotto: scheda di attività per i tre ordini di scuola

7 PROBLEMI si decide di lavorare su tipologie, linguaggio, metodologia Esercizio: si intende la ricerca di soluzioni in testi a carattere routinario, in cui sia richiesto solo, l'uso delle conoscenze acquisite e la loro applicazione. Problema : si intende l'insieme dei seguenti atti: Comprensione Interpretazione Ricerca di strategie personali di soluzione Verbalizzazione del processo

8 Valutazione si decide di: esaminare prove esterne tipo Invalsi o TIMS, problemi del Rally o altro (prove utilizzate già nelle scuole) per facilitare lindividuazione di obiettivi comuni (nel passaggio tra un ordine di scuola ed un altro) e trarre spunti didattici che diano luogo a buone pratiche sui nodi individuati

9 Punti di forza delle scuole partecipanti Verticalità (Galluzzo, Circ.4, Centro storico, Circ.15, Balducci Fiesole, Dino Compagni e Circ.14, Pestalozzi) Produzione di materiali da provare in più classi dellIstituto (Circ.4, Dino Compagni e Circ.14) Coinvolgimento di tutto il Collegio (Circ.15, Pestalozzi) Discussione su prove di uscita ed entrata (Centro storico, Pestalozzi) Lavoro su problem solving (Circ.12, Botticelli-Puccini, Centro storico, Masaccio Calvino, Circ.4,

10 Organizzazione tra il primo incontro e quello di oggi (14 maggio 09): Un incontro di coordinamento 28 ottobre 08 Secondo incontro 6 novembre 08 tutti i rappresentanti delle scuole Un incontro di coordinamento 27 gennaio 09 Terzo incontro 12 febbraio 09 tutti i rappresentanti delle scuole Un incontro di coordinamento 17 marzo 09

11 presenze 6 novembre 23 persone 12 febbraio 16 persone Il coordinamento ha oscillato da un minimo di tre persone ad un massimo di 10 Prodotti ricevuti da: Circolo 4 Circolo 14 Circolo 15 Comprensivo Centro Storico Comprensivo Balducci Fiesole Comprensivo Galluzzo Masaccio-Calvino-Don Milani Dino Compagni

12 DOCUMENTAZIONE Premessa al curricolo verticale a cura del coordinatore Materiali delle scuole nella forma che ogni scuola ha scelto Scheda di ogni istituto per data base provinciale 2 presentazioni utilizzate per gli incontri in plenaria 3 Presentazioni a cura di componenti del gruppo sul lavoro svolto

13 Esiste già un progetto AS realizzato dallex IRRE Toscana che ha messo in rete materiali su curricoli che sono stati scelti a livello nazionale. Ci sono fra questi ben 4 esperienze Toscane Indirizzi Lingua (Vinci): ducazione+linguistica Scienze (Siena, Barberino): Matematica (Scuola Città Pestalozzi): Importante che i materiali siano disponibili online!


Scaricare ppt "U.S.P. Firenze – rete Territoriale POLO SUD Stefania Cotoneschi -Maggio 09 Lavoro del gruppo di Matematica per la costruzione del curricolo verticale."

Presentazioni simili


Annunci Google