La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LO STATUTO ALBERTINO Cosè, perché, come e dove nasce lo Statuto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LO STATUTO ALBERTINO Cosè, perché, come e dove nasce lo Statuto."— Transcript della presentazione:

1 LO STATUTO ALBERTINO Cosè, perché, come e dove nasce lo Statuto

2 Cosè uno Statuto (Costituzione) Uno Statuto (Costituzione) è la prima legge dello Stato. (Le leggi che violano i principi dello Statuto sono annullate) Fissa i limiti del potere politico (abolisce di fatto lassolutismo degli Stati) Elenca i diritti dei sudditi (cittadini) (libertà, uguaglianza, proprietà, religione, voto, Disegna lordinamento dello Stato (forma di governo, elezione di camera e senato, nomina dei ministri, ecc.) Stabilisce la suddivisione dei poteri (potere legislativo, esecutivo, giudiziario)

3 Perchè nasce lo Statuto - 1 Nasce come tentativo di contenere la protesta popolare di fronte allassolutismo degli Stati Cronistoria: »Lilluminismo (1700 – Voltaire, Rousseau, Montespuieu, ecc.) ispira grandi rivoluzioni politiche. »A fine 700 le due grandi Rivoluzioni americana e francese si contraddistinguono per laffermarsi dei principi di libertà ed eguaglianza per tutti i cittadini. »Lavventura napoleonica esporta in tutta Europa idee rivoluzionarie di rinnovamento politico e culturale. Le due campagne italiane di Napoleone sono un duro colpo alle monarchie assolutiste nelle quali è suddivisa lItalia perché riesce ad unificare il Pese. »Il Congresso di Vienna, con la caduta di Napoleone, riporta al potere le vecchie monarchie ed inizia in Italia e nel resto del Continente una forte RESTAURAZIONE dei vecchi regimi. In Europa e in Italia nasce il sentimento di NAZIONE. »Nascono in Italia (1820), ma anche in Europa, le prime sette segrete che chiedono ai governi monarchici una Costituzione.Nel 1831 Mazzini fonda la Giovine Italia in nome di unItalia unita. »LEuropa è in subbuglio. Insorgono le colonie spagnole, la Grecia ottiene lindipendenza. Monroe getta le basi del predominio americano sullAmerica latina.. Nel 1830 insorge Parigi e poi Modena, la Polonia. Si ribella il Belgio. »Nel 1848 lEuropa è una polveriera. Alla crisi industriale di sovrapproduzione si sommava la crisi delle campagne colpite da devastazioni di granoturco e patate. Masse di contadini ed operai sono ora pronti a dar man forte alla borghesia che chiedeva Indipendenza, Libertà e Costituzione.

4 Perchè nasce lo Statuto - 2 Cronistoria »Gli uomini che hanno fatto il 48 »Sul piano politico vi sono uomini di primordine: Cavour, Mazzini, Pisacane, il mito di Garibaldi. Ma anche Gioberti, Cattaneo a Milano, Manin a Venezia, »Sono gli anni in cui si stampano giornali come Il Risorgimento, Il Repubblicano, lAlba a Firenze, LOperaio a Milano. »La cultura della prima metà dell800 vede Silvio Pellico, Massimo DAzeglio scrittore e parlamentare del regno, Ippolito Nievo che sarà sulle barricate a Palermo con Garibaldi, Francesco Desanctis anche lui con Garibaldi a Napoli e poi ministro dellistruzione nel regno dItalia, Giuseppe Verdi »Tutti giovani, giovanissimi. »Pisacane muore a 38 anni »Garibaldi diventa mazziniano a 27 »Pellico entra allo Spielberg a 31 anni »Mazzini fonda la Giovane Italia a 26 anni »Verdi dirige il Nabucco a 26 anni »Foscolo va in esilio a 26 anni. »Maroncelli entra in carcere a 22 anni.

5 Il 48 in iItalia inizia il 2 settembre del 47. La miccia laccende Messina e subito dopo Reggio Calabria. Una manifestazione di massa che sventola il tricolore chiede al re del Regno delle due Sicilie, Ferdinando II, una Costituzione. La reazione è fortissima, 2000 arrestati, 10 condanne a morte. A Milano si regisce e le signore portano cappellini che saranno chiamati calabresi in solidarietà ai patrioti del sud. Radeztky annota: Qui la nobiltà si è totalmente separata da noi, e perfino dalla corte". A Milano il 1° gennaio 48 cè lo sciopero del fumo A Palermo l8 gennaio i manifesti invitano alla rivolta. A Napoli una folla enorme sventola il tricolore e chiede la Costituzione., Ferdinando II cede e il 29 gennaio la concede. A Firenze il 17 febbraio, anche il granduca Leopoldo è costretto a cedere alle richieste dei manifestanti e concederà la Costituzione. A Torino, di fronte alla medesima richiesta, si sceglie una via più diplomatica. Carlo Alberto convoca una conferenza alla quale partecipano ministri, Consiglieri di Stato e della Cassazione, membri dell'Avvocatura di Stato per "riportare la calma nel paese". L'8 febbraio il re annuncia l'instaurazione di "un governo rappresentativo", la cui legge fondamentale sarà lo Statuto, redatto in lingua francese e reso pubblico il 4 marzo. Perchè nasce lo Statuto - 3

6 Lo Statuto (i suoi limiti) Benchè lo Statuto rappresenti un passo importante nella difesa dei diritti dei sudditi esso presenta alcuni limiti fondamentali. Infatti: –Nasce per la paura degli Stati assolutisti di rivoluzioni politico- sociali –Nasce come concessione del Re –Nasce come Costituzione monarchica dove il Re detiene gran parte del potere –Nasce come Costituzione flessibile in quanto lo Statuto poteva essere modificato con una legge ordinaria –Nasce come Costituzione confessionale. Il cattolicesimo è religione di Stato mentre gli altri culti sono soltanto tollerati. –Non esiste una corte costituzionale e, quindi, non esiste controllo di costituzionalità delle leggi.

7 I principi dello Statuto (i poteri del Re) Art. 5 Il potere esecutivo non è nelle mani del governo ma del Re Per la Camera si vota per censo, 1,5% della popolazione (solo nel 1912 ci sarà il suffragio universale maschile). I senatori sono eletti direttamente dal Re Art. 7 Il Re ha diritto di sanzione (veto) sulle leggi non di suo gradimento

8 I principi dello Statuto (i diritti dei sudditi) Art.24 Tutti i cittadini sono uguali di fronte alla legge. Tutti godono di diritti civili e politici… salvo le eccezioni determinate dalle leggi. Art. 26 La libertà individuale è garantita Art. 27 il domicilio è inviolabile Art. 28 La stampa sarà libera ma una legge ne reprime gli abusi Art. 29 Tutte le proprietà sono inviolabili Art. 32 E riconosciuto il diritto di adunarsi.

9 Riepilogo Lo Statuto nasce come risposta del potere monarchico di fronte ai tentativi rivoluzionari italiani Lo Statuto è una concessione da parte del Sovrano. Non è il frutto di una volontà popolare Formalmente risponde ai principio della suddivisione dei poteri. Di fatto il potere rimane nelle mani del Re e dei cittadini più ricchi. Il Parlamento (la Camera) è eletta per censo e, quindi, con nulla rappresentanza dei ceti operai e contadini E una Costituzione moderata e flessibile, modificabile tramite legge ordinaria. Entra in vigore nel 1848 e decade nel 1948.

10 Rispondi a queste domande Uno Statuto o una Costituzione limita i diritti dei cittadini o il potere assoluto degli Stati? Quando nasce lo Statuto e a causa di quali eventi? Lo Statuto Albertino risponde al principio della suddivisione dei poteri? Perché? Come sono eletti Camera e Senato? Serve una legge speciale (costituzionale) per modificare lo Statuto? E flessibile o rigido? Chi detiene il potere esecutivo? Garantisce la laicità dello Stato? Quali sono i diritti garantiti ai cittadini?


Scaricare ppt "LO STATUTO ALBERTINO Cosè, perché, come e dove nasce lo Statuto."

Presentazioni simili


Annunci Google