La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il ruolo dellAutorità dAmbito: azioni e misure concrete sul risparmio e la riduzione delle perdite di rete Convegno Lacqua è uguale per tutti – 29 Marzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il ruolo dellAutorità dAmbito: azioni e misure concrete sul risparmio e la riduzione delle perdite di rete Convegno Lacqua è uguale per tutti – 29 Marzo."— Transcript della presentazione:

1 Il ruolo dellAutorità dAmbito: azioni e misure concrete sul risparmio e la riduzione delle perdite di rete Convegno Lacqua è uguale per tutti – 29 Marzo 2011 Ing. Mauro Pacchioli Consulente ATO 4 Modena

2 1. ANALISI DELLO STATO ATTUALE PER I SISTEMI ACQUEDOTTISTICI DESTINATI AL CONSUMO UMANO 2. SCHEMA DI ESEMPIO DI RETE DI ACQUEDOTTO 3. PERDITE 4.ESTENSIONE RETE DI ACQUEDOTTO PER I GESTORI DELLA PROVINCIA DI MODENA 5.INVESTIMENTI EFFETTUATI E IN PROGRAMMA PER IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO 6.PIANO DI CONSERVAZIONE DELLA RISORSA 7.PROGRAMMA SPERIMENTALE DI RIABILITAZIONE DELLE RETI CON IL GESTORE AIMAG 8.CONCLUSIONI SOMMARIO

3 Prelievi e consumi provincia di Modena (anno 2004) Comparto Consumi allutenza [Mmc] % Civile 59,2 27,9 Agricolo-irriguo 118,2 55,7 Industriale 34,9 16,4 TOTALE212,3 100 Prelievi dallambiente [Mmc] Comparto FaldaAcque superficiali (*) TOTALE% Civile 78,19,787,828.3 Agricolo-irriguo 47, Industriale32,42, TOTALE157,6152, * : il prelievo da acque superficiali include anche i prelievi da sorgenti e pozzi di subalveo

4 Media e Bassa pianura Alta pianura Collina Bassa montagna Media montagna Alta montagna 78,6 MILIONI DI MC DI ACQUA PRELEVATI 7 mln da sorgenti 70,8 mln da pozzi 0,8 mln da fonti superficiali PRELIEVO ACQUEDOTTISTICO ANNO 2009

5 1. Captazioni da acquifero sotterraneo Livelli di prelievo ANNO 2009

6 3. Captazioni da sorgente 330 sorgenti rilevate da ATO negli anni 2005 e 2006 Livelli di prelievo ANNO Captazioni da acque superficiali 8 stazioni di prelievo da acque superficiali ad uso idropotabile anche se solo 4 realmente sfruttate

7 PRELIEVO DA SORGENTE, POZZO O ACQUA SUPERFICIALE SERBATOIO DI REGOLAZIONE RETE DI DISTRIBUZIONE ALLACCIAMENTI ALLUTENZA RETE DI ADDUZIONE PERDITE IN ADDUZIONE PERDITE IN DISTRIBUZIONE COMPRESO PERDITE DEGLI ALLACCIAMENTI SCHEMA ELEMENTARE DI RETE DI ACQUEDOTTO

8 Perdite di rete: rapporto percentuale tra [(Acqua immessa in rete - Acqua erogata) / Acqua immessa in rete]; Indice lineare perdite: rapporto tra [(Acqua immessa in rete - Acqua erogata) / Lunghezza rete]; Definizioni: PERDITE Acqua Immessa – Acqua Erogata: - Volume dacqua autorizzato e non misurato (lavaggio strade, fontane pubbliche); - Volume consumato per manutenzione degli impianti; - Volume perso in seguito agli eventi di rottura; - Volume sottratto; - Volume perso per difetto di misura dei contatori.

9 PERDITE SERBATOIO DI REGOLAZIONE RETE DI DISTRIBUZIONE Volume Immesso in Rete: 1000 mc Volume misurato alle utenze: 700 mc % di perdita = ( ) / 1000 = 30 % Estensione Rete = 150 m Indice Lineare di perdita = (1000 – 700) / 150 = 2 mc/m/anno SERBATOIO DI REGOLAZIONE RETE DI DISTRIBUZIONE Volume Immesso in Rete: 1428 mc Volume misurato alle utenze: 1000 mc % di perdita = ( ) / 1428 = 30 % Estensione Rete = 300 m Indice Lineare di perdita = (1428 – 1000) / 300 = 1,43 mc/m/anno

10 ANNI% PERDITA A LIVELLO NAZIONALE [Acqua Erogata / Acqua Immessa in rete] ,5% ,9% ,5% ,1% ,9% * (42%) ** ,04 % *** Fonte: Libro Acqua:Emergenza del XXI Secolo Ed. Cuzzolin *: Rapporto sullo stato dei Servizi Idrici per lanno 2008 – Comitato per la vigilanza sulluso delle risorse idriche ** : Valore da indagini tecniche su campo e contenuto nella Relazione annuale al Parlamento sullo stato dei servizi idrici Anno Comitato per la vigilanza sulluso delle risorse idriche ***: ISTAT – Censimento delle risorse idriche ad uso civile – Anno 2008 ANNORegione Emilia Romagna: % PERDITA [Acqua Erogata / Acqua Immessa in rete] ,6% Fonte: Libro Acqua:Emergenza del XXI Secolo Ed. Cuzzolin PERDITE Abruzzo Molise Puglia Sardegna 2008 Perdite oltre 40% Immetto 180 mc e ne misuro 100 Lombardia Trentino Alto Adige 2008 Perdite circa 21% Immetto 127 mc e ne misuro 100

11 ANNI% PERDITAIndice Lineare di Perdita [mc/m/anno] ,6%5, ,4%4, ,5%4, ,2%4, ,3%3,9 ATO 4 Modena V.N.1: valore nazionale dati ISTAT V.N.2: valore nazionale da indagini tecniche sul campo effettuate nellanno 2003 PERDITE

12 ESTENSIONE RETE ATO 4 Modena Estensione rete di adduzione [km] Estensione rete di distribuzione [km] TOTALE [km] Estensione della rete con età superiore a 50 anni [km] % sul Totale AIMAG % HERA (Ex- Meta + Ex-Sat) % SORGEAQUA n.d.

13 Cons 2005Cons 2006Cons 2007Cons 2008Cons 2009 Precons AIMAG HERA SAT SORGEAQUA Tot. dal 2005 al 2010 TOTALE Investimenti previsti per il triennio INVESTIMENTI EFFETTUATI E IN PROGRAMMA (ACQUEDOTTO,FOGNATURA,DEPURAZIONE) ATO 4 Modena di cui il 30 % circa volti alla riduzione delle perdite: - sostituzioni di rete; - riparazioni; - rinnovi di rete; - distrettualizzazione della rete.

14 PIANO DI CONSERVAZIONE DELLA RISORSA 1.Criticità legate alla tutela qualitativa della risorsa: -Problema nitrati; -Stress per le fonti di approvvigionamento. 2. Criticità legate alla tutela quantitativa della risorsa: - Mancanza di strumenti per la quantificazione dei prelievi dacqua da sorgente; - perdite di rete elevate; - zone con deficit idrico; - mancanza di sistemi e infrastrutture che ottimizzino luso della risorsa; - maggiore sfruttamento della conoide del Secchia rispetto la conoide Panaro. 3. Criticità di tipo infrastrutturale e gestionale: - Vetustà delle reti e materiali non idonei; - Inadeguatezza dei sistemi di interconnessione; - Scarsa capacità delle sorgenti di fornire risorsa nel periodo estivo; - Fonti autonome di prelievo che sfuggono al controllo; - Ricerca perdite ancora non interamente sviluppata. Approvato con Delibera dellAssemblea consorziale n. 15 del 16/06/2008

15 PROGRAMMA DI MISURE DA ADOTTARE 1.Misure di intervento sul sistema infrastrutturale: -interventi sulle sorgenti montane; -adeguamento della capacità di compenso dei serbatoi e possibile creazione di nuovi invasi; -dorsali infrastrutturali strategiche. 2.Misure di carattere gestionale: -Gestione delle perdite di rete; -Programma di studio delle rotture e pianificazione della riabilitazione delle reti e degli allacciamenti; -Programma di gestione e manutenzione dei contatori allutenza. PIANO DI CONSERVAZIONE DELLA RISORSA Approvato con Delibera dellAssemblea consorziale n. 15 del 16/06/2008

16 3.Misure di tipo normativo: -norme sui PSC; -Norme sui Regolamenti Edilizi Comunali; -Disposizioni su Disciplinare tecnico e Regolamento del SII di ATO. 4.Misure per la Popolazione: -Informazioni allutenza; -Sensibilizzazione degli utenti al risparmio idrico; -Educazione ambientale; -Articolazione tariffaria orientata al risparmio. PIANO DI CONSERVAZIONE DELLA RISORSA PROGRAMMA DI MISURE DA ADOTTARE Approvato con Delibera dellAssemblea consorziale n. 15 del 16/06/2008

17 PROGRAMMA SPERIMENTALE DI RIABILITAZIONE DELLE RETI CON IL GESTORE AIMAG Consiste in: - Localizzazione informatica su GIS delle rotture negli ultimi 8 anni; - Studio dei tassi di rottura dei materiali; - Utilizzo di Sistemi di Supporto Decisionali per indirizzare gli investimenti.

18 CONCLUSIONI - Continuare le politiche di risparmio della risorsa rivolte agli utenti; - Maggiori investimenti sulla ricerca perdite; - Investimenti mirati per la riabilitazione delle reti; - Superare le logiche comunali mediante interventi di interconnessione delle reti.


Scaricare ppt "Il ruolo dellAutorità dAmbito: azioni e misure concrete sul risparmio e la riduzione delle perdite di rete Convegno Lacqua è uguale per tutti – 29 Marzo."

Presentazioni simili


Annunci Google