La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Stefano Lamberti 5 Ottobre 2009 Laboratorio di Fisica del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Gallarate - Materiale e strumenti di misura utilizzati.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Stefano Lamberti 5 Ottobre 2009 Laboratorio di Fisica del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Gallarate - Materiale e strumenti di misura utilizzati."— Transcript della presentazione:

1 Stefano Lamberti 5 Ottobre 2009 Laboratorio di Fisica del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Gallarate - Materiale e strumenti di misura utilizzati - Materiale e strumenti di misura utilizzati - Premessa Teorica - Premessa Teorica - Montaggio dellesperienza - Montaggio dellesperienza - Dati e loro elaborazione - Dati e loro elaborazione - Conclusioni - Conclusioni

2 Materiale utilizzato -Dei solidi di metallo di piccola grandezza; -Un calibro ventesimale, utilizzato per misurare la lunghezza degli spigoli; - Una calcolatrice, usata per eseguire le operazioni; - Una bilancia, usata per misurare la massa dei solidi;

3 Premessa teorica -La densità di un solido è il rapporto tra la massa (m) di quel solido e il suo volume (V). Si indica con la lettera greca delta). -Il calibro ventesimale, già accennato tra gli strumenti di misurazione, serve per misurare gli spigoli del solido che si va a considerare. Ciò che ci permette di farlo è il suo nonio, che muoviamo sul manico andando a misurare perfettamente ciò che interessa. -Lerrore relativo di una misura è il rapporto tra lerrore assoluto di quella misura e la misura stessa. -Lerrore assoluto di una misura è il prodotto tra lerrore relativo di quella misura e la misura stessa. (formula inversa di quella precedente) -La sensibilità di uno strumento è la minima unità di misura che riusciamo ad apprezzare (in questo caso il ventesimo di millimetro). r = x r * x Errore relativoErrore assoluto

4 Montaggio dellesperienza 1) Prima di tutto, abbiamo preso il parallelepipedo e, con il calibro ventesimale, abbiamo misurato le sue grandezze (larghezza, lunghezza e altezza). 2) Poi abbiamo pesato il parallelepipedo, in modo da ottenere il valore della sua massa, alla quale abbiamo aggiunto lerrore assoluto + 0,01, essendo la sensibilità della bilancia. 3) Quindi abbiamo calcolato, con laiuto della calcolatrice, gli errori relativi delle tre grandezze per calcolare lerrore assoluto sul volume. La sua misura è stata ottenuta moltiplicando le misure delle tre grandezze. 4) Una volta fatto questo, abbiamo calcolato gli errori relativi di massa e volume per calcolare lerrore assoluto sulla densità, la cui misura è stata ottenuta facendo il rapporto tra la misura della massa e quella del volume. Lo stesso procedimento labbiamo ripetuto con un cubetto.Così siamo riusciti a misurare la densità di due sostanze solide, lo scopo dellesperienza di laboratorio svolta. La formula della densità è sotto riportata: m V

5 Dati e loro elaborazione Osserviamo ora i dati trovati usando gli strumenti e le operazioni fatte per trovare la densità sia del parallelepipedo sia del cubetto qui riportati: (con a, b e c indico le tre misure del parallelepipedo) V 1 = (11,25+2,50) cm 3 m 1 = (32,57+0,01) g a 1 = (2,5+0,1) cm b 1 = (0,6+0,1) cm c 1 = (7,5+0,1) cm r m = 0,01 = 0, ,57 r a = 0,1 = 0,04 r b = 0,1 = 0,17 r c = 0,1 = 0,013 2,5 0,6 7,5 r V= 0,04+0,17+0,013 = 0,22 r = 0,0003+0,22 = 0,22 a = 2,90 x 0,22= 0,64 (32,57+0,01) = 2,90+0,64 (11,25+2,50) Queste misure sono state prese precedentemente in laboratorio

6 l= (1,2+0,1) cm m= (15,91+0,01) g V 2 = (1,73+0,43) cm 3 r m = 0,01 = 0,0006 1,2 r V= 0,082+0,082+0,082 = 0,246 r 0,0006+0,246 = 0,246 a = 0,246 x 9,30 = 2,26 (15,91+0,01) = (9,19+2,26) g/cm 3 (1,73+0,43) Adesso andiamo a misurare la densità del cubetto le cui misure di massa, spigolo e volume sono state prese in laboratorio… r l= 0,1 = 0,082 15,91

7 Conclusioni Avendo sperimentato il calcolo della densità su un parallelepipedo e su un cubetto abbiamo verificato che i calcoli fisici riguardanti gli errori devono essere applicati anche su banali calcoli matematici riguardanti massa e volume.


Scaricare ppt "Stefano Lamberti 5 Ottobre 2009 Laboratorio di Fisica del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Gallarate - Materiale e strumenti di misura utilizzati."

Presentazioni simili


Annunci Google