La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FATTORE LAVORO – SERVIZI BANCARI Corso di Ragioneria Generale 2009 II Esercitazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FATTORE LAVORO – SERVIZI BANCARI Corso di Ragioneria Generale 2009 II Esercitazione."— Transcript della presentazione:

1 FATTORE LAVORO – SERVIZI BANCARI Corso di Ragioneria Generale 2009 II Esercitazione

2 RAPPORTO LAVORATIVO Acquisizione dei servizi delle risorse umane instaurazione di rapporti di lavoro subordinato o di collaborazione professionale Due tipologie di rapporto lavorativo: 1.Lavoro dipendente 2.Lavoro autonomo

3 LAVORO DIPENDENTE Obblighi del datore di lavoro: –Corrispondere le retribuzioni mensili (busta paga) –Obblighi assicurativi –Obblighi previdenziali

4 LAVORO DIPENDENTE Nel corrispondere le retribuzioni, il datore di lavoro trattiene dalla paga le somme che i dipendenti dovrebbero versare allerario o allINPS e si occupa di versarle in sostituzione dei lavoratori SOSTITUTO DIMPOSTA

5 IL SOSTITUTO DIMPOSTA E Colui che si sostituisce temporaneamente allo Stato come percettore dimposta, assumendo lobbligo di versare quanto trattenuto

6 I rapporti con gli enti previdenziali e assicurativi: Oneri sociali a carico del datore di lavoro (INPS); Oneri sociali a carico dei lavoratori (trattenuti in busta paga); Oneri sociali a carico dellINPS (assegni familiari); Oneri assicurativi a carico del datore di lavoro (INAIL);

7 LA BUSTA PAGA SI ARTICOLA IN: Paga base + Assegni familiari Retribuzione lorda + Integrazioni (assegni familiari) - Ritenute previdenziali - Ritenute fiscali Retribuzione netta

8 PER IL DATORE DI LAVORO: Al momento della liquidazione della paga mensile si osservano: –Un costo pari alle retribuzioni lorde; –Un credito verso lINPS per gli assegni familiari; –Un debito verso i lavoratori pari alle retribuzioni lorde;

9 PER IL DATORE DI LAVORO Al momento della corresponsione delle retribuzioni nette si osservano: –Lestinzione del debito verso i lavoratori; –Un debito verso lINPS per le trattenute previdenziali; –Un debito verso lErario per le trattenute fiscali; –Unuscita di cassa pari alle retribuzioni nette;

10 PER IL DATORE DI LAVORO Il giorno 16 del mese seguente si osservano: –Il costo per gli oneri previdenziali a carico del datore di lavoro; –Le uscite per il saldo della posizione netta verso lINPS e verso lErario;

11 PER IL DATORE DI LAVORO Alla fine dellanno si registrano: –Il debito relativo ai contributi assicurativi (INAIL); –Laccantonamento TFR;

12 LA PARCELLA DEL PROFESSIONISTA Le prestazioni di servizi erogate nellambito dellesercizio di arti e professioni disciplina IVA Nel pagamento di una prestazione è obbligatorio corrispondere in aggiunta al prezzo pattuito i contributi previdenziali nella misura prevista dalla legge

13 Il corrispettivo dovuto al professionista comprende: Prezzo della prestazione + Contributi previdenziali + IVA

14 Lo Stato chiede allimpresa acquirente dei servizi di operare come sostituto dimposta, trattenendo una parte del corrispettivo dovuto a titolo di acconto sulle imposte dovute dal professionista RITENUTA DACCONTO

15 LA RITENUTA DACCONTO La ritenuta dacconto si calcola nella misura del 20% del corrispettivo dovuto al netto dei contributi previdenziali

16 FATTURA DEL PROFESSIONISTA ESEMPIO Onorari2.500 Contributi previdenziali (2%) 50 Imponibile iva2.550 Iva 510 Totale3.060 Ritenuta dacconto (su 2.500) 500 Netto a pagare2.560

17 SERVIZI BANCARI La struttura del mercato e le prassi commerciali rendono necessario lutilizzo dei servizi erogati dalle banche. La fruizione di tali servizi consente di semplificare la gestione degli incassi e dei pagamenti. Il rapporto contrattuale fondamentale che si intrattiene con una banca è il conto corrente, un contratto con cui la banca assume lincarico di compiere operazioni di pagamento e riscossione di somme di denaro per conto del cliente. Caratteristica del rapporto è il versamento di denaro da parte del cliente, a fronte del quale la banca corrisponde interessi attivi periodici, accreditandoli al conto del cliente.

18 GLI INTERESSI Linteresse è il corrispettivo che un soggetto deve ad un altro per aver goduto della disponibilità di denaro prestatogli. Linteresse è proporzionale al tempo ed allentità della somma prestata. Il tasso di interesse è espresso in termini percentuali, con lindicazione del periodo do riferimento (5% annuale, 3% trimestrale, etc.). Nella prassi, quando si omette lindicazione dellintervallo di tempo di riferimento il tasso si considera annuale.

19 Linteresse è regolato dalla seguente legge matematica: CALCOLO INTERESSI I = C x i x g dove: I è linteresse maturato C il capitale su cui si calcola linteresse i è il tasso di interesse g è il numero dei giorni La formula indicata si riferisce al cosiddetti anno commerciale che convenzionalmente si considera di 360 giorni.

20 Versamento di denaro Allapertura del conto corrente il cliente versa del denaro alla banca, che diventa debitrice nei suoi confronti. Il fenomeno è identico ogni qual volta si effettua un versamento in contanti. Alluscita certa, corrispondente alla riduzione della disponibilità monetaria, che si accredita al conto CASSA, corrisponde un aumento delle attività costituito dal credito nei confronti dellistituto bancario, addebitato al conto BANCA C/C.

21 Prelevamento di denaro Il prelevamento di denaro è un fenomeno opposto a quello del versamento. Dal punto di vista contabile, dà luogo a una scrittura opposta. Talvolta, ove previsto contrattualmente, per queste operazioni la banca addebita delle spese.

22 Lestratto conto periodico Con periodicità stabilita contrattualmente, di solito trimestrale, la banca ricostruisce tutti i movimenti del conto corrente, calcola gli interessi e le commissioni spettanti, effettua sul conto corrente le scritture conseguenti ed invia al cliente un prospetto riassuntivo delloperazione, detto estratto conto. Limpresa cliente deve procedere alle connesse scritture contabili. In genere la banca effettua sul conto del cliente ununica scrittura contabile corrispondente alla somma algebrica tra le spese dovute dal cliente e gli interessi a questi spettanti.


Scaricare ppt "FATTORE LAVORO – SERVIZI BANCARI Corso di Ragioneria Generale 2009 II Esercitazione."

Presentazioni simili


Annunci Google