La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Quadro normativo MODULO GENERALE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Quadro normativo MODULO GENERALE."— Transcript della presentazione:

1 INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Quadro normativo MODULO GENERALE

2 INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Legislazione venatoria Quadro normativo

3 INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Quadro normativo Legge 11 febbraio 1992, n. 157 Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio Legge Regionale 15 febbraio 1994, n. 8 ( e sue successive modifiche ed integrazioni ) Disposizioni per la protezione della fauna selvatica e per lesercizio dellattività venatoria Legge Regionale 12 luglio 2002, n. 14 Norme per la definizione del calendario venatorio regionale Regolamento Regionale 26 marzo 2002, n. 4 Disciplina della gestione faunistico-venatoria degli ungulati in Emilia-Romagna Regolamento Regionale 16 novembre 2000, n. 36 Regolamento della gestione faunistico-venatoria della popolazione di cervo dellAppennino tosco-emiliano Regolamenti e Delibere Provinciali Calendari Venatori Provinciali

4 INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Periodi, giornate, orari di caccia Art. 18, comma 1, lettera c) specie cacciabili dal 1 ottobre al 30 novembre: capriolo, cervo, daino, muflone Art. 18, comma 1, lettera d) specie cacciabili dal 1 ottobre al 31 dicembre o dal 1 novembre al 31 gennaio: cinghiale Art. 18, comma 2 i termini devono comunque essere contenuti tra il 1 settembre ed il 31 gennaio nel rispetto dellarco temporale massimo indicato dal comma 1. La caccia di selezione agli ungulati può essere autorizzata a far tempo dal 1 agosto, nel rispetto dellarco temporale di cui al comma 1 Periodi Art. 18, comma 5 il numero delle giornate di caccia settimanali non può essere superiore a 3, con lesclusione del martedì e del venerdì Art. 18, comma 7 la caccia di selezione agli ungulati è consentita fino ad unora dopo il tramonto Art. 21, comma 1, lettera m) è vietato a chiunque cacciare su terreni coperti in tutto o nella maggior parte di neve, salvo che nella zona faunistica delle Alpi Giornate ed orari Legge 157 / 92

5 INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Periodi, giornate, orari di caccia Art. 3, comma 1, lettera c) dal 1° ottobre al 31 gennaio, in forma collettiva, nellarco temporale massimo di tre mesi anche non consecutivi: cinghiale Art. 3, comma 1, lettera d) i periodi di prelievo per la caccia di selezione sono i seguenti: Periodi L.R. 14/02 SpecieSessoClassePeriodo Capriolo MI - II - III1 giugno - 15 luglio e 15 agosto - 30 settembre FI - II 1 gennaio - 10 marzo M - F0 DainoM - FTutte1 gennaio - 10 marzo Cervo MIII - IV10 agosto - 15 settembre e 5 ottobre - 15 febbraio MI - II5 ottobre - 10 marzo FI - II 1 gennaio - 10 marzo M - F0 MufloneM - FTutte1 novembre - 31 gennaio Cinghiale M - FRossi1 giugno - 31 luglio M - FTutte1 agosto - 31 gennaio

6 INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Periodi, giornate, orari di caccia L.R. 14/02 Art. 3, comma 1, lettera d la caccia di selezione agli ungulati è consentita in cinque giornate settimanali, con esclusione del martedì e del venerdì Art. 3, comma 3 la caccia agli ungulati in forma selettiva può essere consentita anche su terreni in tutto o nella maggior parte coperti di neve Giornate ed orari Le Province dellEmilia-Romagna, con i propri calendari venatori provinciali, stabiliscono i periodi di caccia allinterno dei termini indicati dallart. 3 della L.R. 14/02 N.B.

7 INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Figure tecniche R.R. 4/02 Art. 5, comma 1 a)tecnico faunistico laureato b)istruttore faunistico venatorio c)cacciatore di ungulati con metodi selettivi abilitato al prelievo di cinghiale, capriolo, daino e muflone d)cacciatore di ungulati con metodi selettivi specializzato nel prelievo del cervo e)cacciatore di cinghiale abilitato alla caccia collettiva f)caposquadra per la caccia al cinghiale in battuta o braccata g)conduttore di cani da traccia h)conduttore di limiere i)operatore abilitato ai censimenti l)operatore abilitato ai rilevamenti biometrici Abilitazioni Laccesso al prelievo selettivo è consentito unicamente ai cacciatori in possesso delle abilitazioni di cui alle lettere c) o d) Per i cacciatori provenienti da altre regioni o stati, la Provincia accerta lequipollenza del titolo in loro possesso rispetto alle abilitazioni di cui allart. 5 del R.R. 4/02 N.B.

8 INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Gestione degli ungulati Art. 3, comma 1: stesura del catasto ambientale individuazione degli obiettivi gestionali programmazione degli interventi di miglioramento ambientale organizzazione dei censimenti annuali stesura dei piani annuali di prelievo lallestimento e la manutenzione dei punti di raccolta dei capi abbattuti nonché dei punti di recapito del foglio giornaliero di caccia lallestimento e la manutenzione delle altane organizzazione delle mostre di trofei Alcuni compiti dellA.T.C. Gli A.T.C. svolgono le attività di cui allart. 3, avvalendosi di una Commissione tecnica formata da 3 membri provvisti delle qualifiche definite dalle lettere a) o b) del comma 1 dellart. 5 del R.R. 4/02, di cui uno almeno provvisto di qualifica a) Commissione tecnica R.R. 4/02 La caccia di selezione agli ungulati in A.F.V. si svolge con le stesse modalità previste per gli A.T.C. Art. 4, comma 1: Tutte le attività gestionali indicate dallart. 3 del R.R. 4/02, sono svolte dal Concessionario Compiti delle A.F.V.

9 INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Gestione degli ungulati Stabilire con Piani Faunistici quinquennali gli indirizzi gestionali Suddivisione del territorio in distretti di gestione di tutte le specie di ungulati presenti (tali distretti hanno superficie compresa tra e ettari) Abilitazione, mediante apposite prove desame, delle figure di cui alle lettere c), d), e), f), g), h), i), l) dellart. 5 Approvazione dei piani annuali di prelievo Approvazione delle squadre per la caccia al cinghiale e dei gruppi di girata La Provincia svolge una funzione di indirizzo e controllo delloperato di A.T.C. e A.F.V. Alcuni compiti della Provincia Individuare le metodologie per le valutazioni quantitative delle popolazioni di ungulati Fornire indicazioni circa i percorsi didattici e le prove desame per labilitazione delle figure di cui allart. 5 Esprimere un parere sulle proposte annuali di prelievo LIstituto nazionale per la fauna selvatica (I.N.F.S.) opera quale organo scientifico e tecnico di ricerca e consulenza per lo Stato, le Regioni e le Province Alcuni compiti dellI.N.F.S. R.R. 4/02

10 INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Indice Legislazione venatoria Quadro normativo Periodi, giornate, orari di caccia Figure tecniche Gestione degli ungulati

11 INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Fine Quadro normativo


Scaricare ppt "INDICE GENERALEINDICE LEZIONE Quadro normativo MODULO GENERALE."

Presentazioni simili


Annunci Google