La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Modelli di Unità di Apprendimento. Classe prima Categorie spazio-temporali: successione PrerequisitiObiettiviAttivitàStrategie didatticheCollegamenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Modelli di Unità di Apprendimento. Classe prima Categorie spazio-temporali: successione PrerequisitiObiettiviAttivitàStrategie didatticheCollegamenti."— Transcript della presentazione:

1 Modelli di Unità di Apprendimento

2 Classe prima Categorie spazio-temporali: successione PrerequisitiObiettiviAttivitàStrategie didatticheCollegamenti Interdiscipl.ri Data lestrema disomogeneità di preparazione dei bambini non si presuppone alcun prerequisito Comprende la categoria temporale di successione: prima, adesso, dopo Sa utilizzare le parole del tempo Sa eseguire unazione rispettando lordine temporale Sa riordinare sequenze di immagini Sa ricostruire una storia Sa formulare ipotesi e individuare nessi causali Lalunno 1. si presenta come era prima – come è adesso 2. ordina le azioni relative alla giornata scolastica (situazioni limitate nel tempo) 3. ordina delle immagini in successione temporale 4. ascolta una breve storia e la ricostruisce in ordine cronologico attraverso immagini 5. crea una breve storia in tre sequenze riferite alle parole prima, adesso, dopo 6. data unimmagine riferita a adesso e prova a formulare ipotesi sul prima e il dopo 7. usa in modo continuo e costante le parole della successione, per recuperare momenti del suo vissuto. metodistrumentiverificheLingua italiana: racconto orale di brevi storie ed esperienze personali Ed. motoria: frammentazione e ricostruzione di una storia Educazione allaffettività: sapersi raccontare Lavoro individuale Lavoro di gruppo 1. foto 2. sequenze di immagini da riordinare 3. fiabe 4. cartellone murale 5. sequenze di immagini incomplete Esercizi di organizzazione temporale (adesso, prima dopo) sia attraverso immagini che testi Esercizi di composizione di una storia (con sequenze definite) Esercizi con organizzatori temporali Esercizi di comprensione dei nessi causali e di formulazione di ipotesi

3 Classe primaLa striscia del tempo: gli obiettivi Nuclei fondanti disciplinari Obiettivi di apprendimento conoscenzeconcettiabilità Categorie spazio temporali La striscia del tempo Fonte orale – memoria Fonte scritta – la linea del tempo Giorno – settimana – mese Ieri – oggi - domani Giorno festivo – giorno feriale Prima – dopo - durante Successione Contemporaneità Durata Periodo Evento Presente–passato – futuro Trasformazione ciclicità Sa collocare nel tempo fatti e esperienze Sa mettere in successione eventi Sa orientarsi sul calendario Sa riconoscere la contemporaneità Sa distinguere tra evento, durata, successione, contemporaneità Sa riconoscere i giorni della settimana, i mesi, le stagioni Sa utilizzare la terminologia spazio- temporale Sa riconoscere in una breve storia le successioni, gli eventi, le durate Sa produrre un breve testo a tema raccogliendo informazioni dalla striscia del tempo Metodo storico 1. tipo di fonti 2. operazioni sulle fonti Fonte orale (memoria del bambino, insegnante, mamma…) Fonte scritta (striscia del tempo, quaderni, registro…) Fonte iconografica (fotografie, disegni….) Sa distinguere le tipologie di fonti Sa ricavare informazioni da una fonte Sa confrontare le fonti Sa valutare lattendibilità delle fonti e la diversità dei punti di vista Sa produrre un breve testo sulla base della lettura delle fonti

4 La striscia del tempo: programmazione delle attività PrerequisitiObiettiviAttivitàStrategie didatticheCollegamenti Interdiscipl. Vedi griglia precedente Spiegazione dellattività da parte dellinsegnante Preparazione della striscia del tempo (una per ogni mese), suddivisa in giorni, evidenziando le domeniche e i giorni di vacanza Quotidianamente vengono registrati, sulla striscia appesa alla parete, gli eventi più significativi relativi a: la vita scolastica in classe (lettere imparate, cartelloni costruiti, uscite sul territorio…) La vita a scuola (feste, manifestazioni…) La vita del bambino (nascita di un fratellino, caduta del dentino, malattie…) A fine mese si rilegge la striscia. A fine anno si uniscono tutti i mesi, si srotola in cortile, si lavora sulla striscia. metodistrumentiverificheItaliano Matematica Ed. allimmagine Lezioni frontali partecipate Lavoro di gruppo Lavoro individuale Striscia del tempo Macchina fotografica Quaderni Testi Scolastici Confronto tra fonte orale e fonte scritta Lettura e interpretazione della striscia (orale) Distinzione tra periodo e evento. Racconto degli eventi Esercizi di tematizzazione

5 Contenuti /temi Obiettivi di apprendimentoFontiStrategie didattiche Luomo primitivo Paleolitico Mesolitico Neolitico conoscenzeconcettiabilità Tipi di fontioperazioni sulle fonti metodistrumenti verifiche Modi in cui luomo ha cercato nelle risorse dellambiente la risposta ai propri bisogni: nutrirsi, ripararsi (riparo, grotta, capanna...); difendersi (tipi di armi); vivere in gruppo; comunicare; comunicare con segni (graffiti) forme di sepoltura Conosce i modi in cui luomo ha progredito nelle conoscenze per il concorso di eventi/scoperte casuali e di prove/errori Conosce le principali età della preistoria e le sa descrivere entro gli indicatori forniti dai quadri di civiltà: Paleolitico Mesolitico Neolitico - bisogno/risorsa - causa-effetto - economia di sussistenza - nomadismo - caccia - raccolta -strumento/manufatto - società -linguaggio - sacro - rito Glaciazione Caccia stagionale Culto dei morti Rivoluzione neolitica Rivoluzione agricola sedentarietà allevamento agricoltura villaggio divisione del lavoro lavorazione della ceramica economia di scambio Metodo storico Archeologia Reperto/traccia Fonte.... Comprende le dinamiche del rapporto tra uomo e ambiente Sa contestualizzare lo spazio i cui compaiono i primi uomini e si diffondono E in grado di confrontare e rilevare differenze e uguaglianze tra il quadro di civiltà del Paleolitico e del Neolitico Sa collocare sulla linea del tempo le tre età della preistoria Sa usare alcuni termini specifici Fonti iconografiche Fonti materiali (musei, visita a qualche sito Produzione di informazioni esplicite e pertinenti Distingue i vari tipi di fonte Produzione di informazioni inferenziali Conversazioni finalizzate Esplorazione sul territorio Visita a musei e siti Laboratorio scheggiatura Realizzazione di strumenti relativi alla caccia; lavorazione dellargilla... Lettura e interpretazione di fonti iconografiche Analisi di testi scritti Elaborazione cartelloni Documenti, materiali Carte geografiche Videocassette Lavagna luminosa Ricostruzioni virtuali Linea storica Lettura di carte geostoriche Questionari Testi a buchi Lettura immagini grafici Produzione brevi testi

6 Classe quarta La civiltà egiziana Nuclei fondanti disciplinari Obiettivi di apprendimento conoscenzeconcettiabilità Quadri di civiltà 1. economia e vita materiale 2. organizzazione sociale 3. organizzazione politica 4. cultura (religione, arte, letteratura ecc.) Individuazione dellarea geografica (atlante) e conoscenza di alcuni elementi del territorio (Nilo, deserto) Conosce il periodo storico (linea del tempo 1. rapporto tra risorse dellambiente e attività umane per procurarsi da vivere: agricoltura, allevamento, artigianato 2. divisione della popolazione in classi: sacerdoti, funzionari, contadini, schiavi 3. la monarchia: il faraone 3. il regno dEgitto. Unificazione del paese 3. un esercito permanente 4. la religione e gli dei 4. i miti sulle origini 4. le concezioni sullaldilà – mummie e 4. la scrittura geroglifica 4. le tombe dei faraoni: le piramidi Dono del Nilo Classe sociale Schiavitù Monarchia assoluta Regno Esercito permanente Mito Politeismo Immortalità dellanima Sa consultare latlante e leggere la linea del tempo Sa cogliere la contemporaneità, lantecedenza, la successione degli eventi. Comprende il rapporto tra ambiente e attività economiche Sa individuare elementi di diversità tra società nomadi e sedentarie e compiere confronti tra i due tipi di società Comprende la funzione delle diverse classi sociali Comprende il rapporto uomo-religione e la sua influenza sul quotidiano Riconosce il rapporto tra arte e religione Metodo storico 1. tipo di fonti 2. operazioni sulle fonti 1. fonti iconografiche (dipinti, architettura, ricostruzioni, foto di oggetti…) 1. fonti scritte (iscrizioni, documenti storici…) 2. analisi di fonti iconografiche e fotografiche, per ricavare informazioni 2. lettura dei documenti per ricavare informazioni 2. confronto tra diversi tipi di edifici e rappresentazioni nelle varie civiltà Sa distinguere tra tipi di fonti diverse Sa ricavare informazioni da fonti iconografiche, e da documenti scritti Sa formulare semplici ipotesi analizzando le fonti Categorie spazio temporali Macroperiodizzazione: dal 3° millennio a.C. al 1° secolo d.C. Linea del tempo Contemporaneità Successione durata Individuare elementi di contemporaneità, di sviluppo nel tempo, di durata Collocare nello spazio una civiltà

7 La civiltà egiziana Programmazione delle attività PrerequisitiObiettiviAttivitàStrategie didattiche Collegam.ti Interdiscipl. Lo studio del Neolitico ha consentito di introdurre i concetti di: - agricoltura - artigianato - divisione del lavoro Lo studio della Mesopotamia, i concetti di: - commercio - scrittura - divinità - tempio - mito - classi sociali - legge … Vedi prima griglia Brain storming sulle conoscenze pregresse Organizzazione delle conoscenze degli alunni in un quadro introduttivo Lettura esplorativa Lavoro di gruppo (con domande guida per argomenti): -come si procuravano il cibo? -chi li governava? -Quali erano le loro divinità? -Cosa ci è rimasto? Ecc. Preparazione di un poster sul quadro di civiltà: ambiente vita materiale (alimentazione…) attività (agricoltura, artigianato…) società (classi sociali, funzionari, sacerdoti) metodistrumentiverifiche Italiano Geografia Ed. allimmagine Scienze Brain storming Ricerca su Internet Analisi di fonti Lavoro di gruppo Lavoro individuale Lezione frontale Lettura esplorativa Preparazione del cartellone Atlante Immagini Testi Materiale informativo Video Oggetti concreti Schede operative Internet Testi a cloze Collegare definizioni ai termini Organizzare un breve testo storico sulla base di indicazioni date e strutturate (contadini, schiavi, funzionari, scribi: comera divisa la società e quali attività facevano?) Faraone, piramide, divinità: chi comandava? Trarre informazioni da fonti iconografiche scrivendo brevi testi. Gioco: il piccolo archeologo. In una tomba è stato trovato…. Che cosa posso capire? Ipotesi

8 tematizzazione e campo tematico fasi procedurali attività svolgimento UA obiettivi di conoscenza Concettualiz zazioni obiettivi di competenza: abilità, operazioni cognitive, metacognitive Dal villaggio alla città a.c a.c. Ambito tematico La città nel presente: caratteristiche strutturali organizzazione politica, sociale, economica urbanistica ambienti abitativi alimentazione Introduzione: la città contemporanea Situazione iniziale: il villaggio neolitico Situazione finale: la città sumera Confronto tra le due situazioni Ricostruzione del processo Ritorno al presente: confrontare la città di URUK con la città contemporanea dellinizio. Si abituano a storicizzare il concetto di città. La mia città. I ragazzi osservano, descrivono e commentano la struttura di una città da loro conosciuta; Osservando e analizzando la città contemporanea i ragazzi individuano gli indicatori utili per analizzare qualsiasi città. E sempre stato così? -Il villaggio. Analisi di immagini e testi allo scopo di cogliere informazioni sulla vita del villaggio (lavori, abitazioni, abbigliamento, ruoli sociali, strumenti utilizzati, ecc). -Organizzazione delle informazioni in mappe o schemi riassuntivi delle caratteristiche del villaggio. -Visita al Museo archeologico di Bolzano per una guida tematica sui materiali utilizzati dagli uomini della preistoria (pelle, argilla, selce, ecc.), integrata da un laboratorio La città di Uruk: le caratteristiche della città; analisi di immagini e testi, lezione dialogata ; -Lezione dialogata sulla nascita della scrittura -Esercitazione di lettura con pittogrammi Lettura e analisi di un testo storiografico sulla città -Riflessioni sui cambiamenti avvenuti Fase intermedia: lesempio di Catal Hüyük, il villaggio si trasforma in città (cosa cambia: abitazioni, struttura, dimensioni, ecc.) -Verifiche intermedie: orali in forma di interrogazione, e scritte -Verifica finale scritta con valutazione: domande chiuse, aperte, analisi di carte tematiche, analisi di una fonte scritta Le caratteristiche strutturali della città contemporanea: area dei servizi, area residenziale, commerciale, industriale, vie di accesso, vie interne, ecc. Descrizione della situazione del villaggio: prodotti agricoli, allevamento, lavori, rapporti e ruoli sociali, tecniche e strumenti agricoli, tipo di abitazioni, alimentazione, i mestieri, la stratificazione sociale, il centro di potere politico e religioso, la scrittura, uso dei metalli Permanenze: dipendenza dal territorio, tecniche agricole Mutamenti: dimensione e numero abitanti, maggiore stratificazione sociale ed economica, diversificazione dei mestieri, organizzazione politica, edifici, diversi per struttura e funzione Villaggio Città Organizzazione politica Organizzazione economica Stratificazione sociale Urbanistica Funzione pubblica di un edificio Lavoro La legge La giustizia Abilità: saper guardare e interpretare una ricostruzione grafica; saper leggere una carta tematica, saper rappresentare graficamente il periodo di riferimento, saper sistemare in uno schema gli elementi caratterizzanti le due situazioni Operazioni cognitive: saper selezionare le informazioni importanti da un testo, saper confrontare due situazioni distanti nel tempo; saper rilevare mutamenti e permanenze. saper analizzare varie tipologie di testo: storiografici, manualistici, divulgativi. Operazioni metacognitive: riflettere sul percorso e ricostruire il processo, saper recuperare prerequisiti di competenze e conoscenza, saper applicare il procedimento metodologico appreso in contesti riguardanti processi diversi di trasformazione e in campi tematici differenti

9 Multimedialità e storia Bibliolab Interessante la sezione Il laboratorio di storia, con percorsi didattici sperimentati e relativi materiali, approfondimenti teorici, bibliografie e sitiwww.bibliolab.it/lab_storia.htm La storia. Paravia-Mondadori. In una sezione Materiali didattici vi sono materiali presi dai manuali: carte storiche, fonti, immagini, testiwww.pbmstoria.it Lab*doc storia/Geschichte Si tratta di un laboratorio di documentazione, ricerca, aggiornamento, produzione di materiale didatticowww.emscuola.org/labdocstoria Istituto pedagogico (BZ) il sito offre: indicazioni bibliografiche, consulenza metodologica, modelli di quadri di civiltà, processi di trasformazione


Scaricare ppt "Modelli di Unità di Apprendimento. Classe prima Categorie spazio-temporali: successione PrerequisitiObiettiviAttivitàStrategie didatticheCollegamenti."

Presentazioni simili


Annunci Google