La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Beneficiario Coordinatore Beneficiari Associati La Rete Informativa sugli Acquisti Pubblici Verdi Bilbao 23 Giugno 2009 Livia Mazzà Prima Conferenza europeaIn.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Beneficiario Coordinatore Beneficiari Associati La Rete Informativa sugli Acquisti Pubblici Verdi Bilbao 23 Giugno 2009 Livia Mazzà Prima Conferenza europeaIn."— Transcript della presentazione:

1 Beneficiario Coordinatore Beneficiari Associati La Rete Informativa sugli Acquisti Pubblici Verdi Bilbao 23 Giugno 2009 Livia Mazzà Prima Conferenza europeaIn collaborazione con

2 Contenuti  Contesto e obiettivi del progetto GPPinfoNET  L’esperienza pregressa dei beneficiari  Le reti regionali come elemento chiave  Azioni e strumenti di comunicazione

3 Dati generali del progetto BUDGET COMPLESSIVO: € ,00 COFINANZIAMENTO: € ,00 Beneficiario coordinatore: Provincia di Cremona Beneficiari associati: Regione Liguria, Regione Sardegna, Coordinamento Agende21 locali, Ecosistemi Srl DURATA: 36 mesi Kick-off meeting 5 febbraio 2009 Il GPPinfoNET è finanziato dal programma LIFE+ INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE

4  Ridurre il consumo di risorse e l’inquinamento causati dagli acquisti pubblici  Preparare il terreno per l’introduzione e l’implementazione dei Piani d’Azione Nazionali per il GPP  Promuovere l’adozione del GPP a livello nazionale ed europeo  Accrescere la consapevolezza del ruolo del GPP per l’attuazione di strategie per il consumo e la produzione sostenibili, inclusa la promozione delle tecnologie ambientali  Colmare i vuoti di informazione che ostacolano l’attuazione del GPP Gli obiettivi

5 L’esperienza della Provincia di Cremona A LIVELLO REGIONALE: L’azione della Provincia di Cremona ha ispirato l’azione della Regione Lombardia e ha favorito la cooperazione con altre PA. A LIVELLO NAZIONALE: Il GDL Acquisti Verdi mira alla promozione diffusa degli obiettivi di GPP e all’avanzamento delle politiche per il GPP A LIVELLO LOCALE: Guida alla condivisione di obiettivi ed esperienze

6  Selezione delle regioni target  Creazione di mailing list  Adattamento e traduzione dei materiali prodotti dalla Provincia di Cremona nel progetto Life Ambiente GPPnet e dal Gruppo di Lavoro Acquisti Verdi del Coordinamento Agende 21 Locali Italiane Le azioni propedeutiche

7 Il CD-Rom Libro Aperto Il LIBRO APERTO è un metodo di lavoro Un contenitore di idee, dubbi, pensieri, proposte e contributi 10 capitoli organizzati in domande e risposte: Cosa è il GPP Il quadro politico Il quadro normativo e la redazione di un bando verde Come favorire l ’ adozione del GPP in un ente regionale/locale L ’ integrazione del GPP con altri strumenti I prodotti “ verdi ” Il GPP nelle aree protette I sistemi di incentivazione del GPP Le iniziative nazionali in favore del GPP GPP e politica integrata di prodotto Link a documenti ufficiali, approfondimenti di buone pratiche italiane ed europee, documenti di posizionamento tecnico

8 Le reti regionali La creazione di reti regionali per il GPP è una delle azioni chiave del progetto GPPinfoNET. Le reti vengono organizzate secondo il modello del Gruppo di Lavoro nazionale Acquisti Verdi. Hanno l ’ obiettivo di favorire la diffusione delle informazioni sul GPP a livello locale e di incentivare lo scambio e l ’ attuazione di buone pratiche attraverso incontri e strumenti di comunicazione mirati (newsletter, sito web)

9 Perché fare rete In generale le reti favoriscono lo scambio di informazioni e di buone pratiche e incoraggiano lo sviluppo di azioni collettive questo è fondamentale nel campo delle azioni volontarie Inoltre gli enti pubblici:  hanno responsabilit à comuni rispetto a come spendono denaro pubblico  hanno esigenze simili in termini di acquisto ed utilizzo di beni e servizi  possono avere una notevole influenza sul mercato quindi è importante che diano segnali comuni

10 Le regioni target Si parte dalle regioni rappresentate nel partenariato: Lombardia, Liguria, Sardegna In ciascuna regione le reti rafforzano le iniziative esistenti e/o creano nuove sinergie sulla base delle peculiarit à regionali Lombardia: gruppo di lavoro regionale, accordo con Unioncamere Liguria: rete enti certificati ISO14001/EMAS; rete CARTESIO Sardegna: Piano d’Azione Regionale per il GPP

11 Le regioni target (2) In Italia sono in fase di avvio altre 3 reti regionali per il GPP in Campania, Lazio e Sicilia In Europa sono state raccolte le manifestazioni di interesse della Contea di Prahova (Romania) e della Catalogna (Spagna) Altre regioni, come ad esempio i Paesi Baschi e le regioni italiane già attive sul GPP e che già aderiscono al gruppo di lavoro nazionale vengono invitate a partecipare come “osservatori privilegiati”

12 Come funzionano le reti Avvio: Individuazione referenti istituzionali e attivazione segreteria tecnica, seminario regionale, raccolta delle adesioni alla rete Attivit à : Incontri e gruppi di discussione tematici Newsletter Scambi con altre regioni, altre reti e altri attori attraverso:  Giornate nazionali per il GPP  Incontri interregionali  Conferenze europee FORMAT E STRUMENTI COMUNI

13 Le giornate nazionali Maratona per gli acquisti verdi Partenza: 2 ottobre 2009 Italia ore 8:00 Arrivo: 9 ottobre Cremona ore 17:00 seminari informativi, conferenze stampa, teleconferenze, messaggi pubblici, numeri speciali su riviste, azioni concrete, eventi, iniziative e tante altre idee volte a diffondere gli acquisti verdi su tutto il territorio nazionale. Forum Internazionale degli Acquisti Verdi CompraVerde-BuyGreen

14 I risultati attesi Aumento della consapevolezza sul ruolo del GPP: 470 enti locali raggiunti dalle informazioni sul GPP attraverso le reti regionali 500 PA aderiranno alle giornate nazionali 90 enti locali e regionali parteciperanno agli incontri interregionali Almeno il 20% degli enti locali delle regioni europee selezionate saranno raggiunti dalle informazioni sul GPP attraverso le reti europee Saranno colmati I vuoti informativi che ostacolano la diffusione del GPP: Almeno il 30% degli enti locali che hanno aderito alle reti regionali pubblicheranno dei bandi verdi entro la fine del progetto Almeno il 30% degli enti locali che hanno aderito alle reti regionali attueranno azioni che favoriscono l’adozione del GPP all’interno delle loro amministrazioni (es. Approvazione di atti formali, implementazione di azioni formative e informative, comunicazione, ecc.)

15 GRAZIE PER L’ATTENZIONE! Per maggiori informazioni: Contatti: Provincia di Cremona-Settore Ambiente Segreteria tecnica di progetto c/o Ecosistemi:


Scaricare ppt "Beneficiario Coordinatore Beneficiari Associati La Rete Informativa sugli Acquisti Pubblici Verdi Bilbao 23 Giugno 2009 Livia Mazzà Prima Conferenza europeaIn."

Presentazioni simili


Annunci Google