La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Riforma radicale 2 Spiritualismo e politica. Visibilità della fede  “Seconda Riforma” o “Riforma delle città”. La fede deve essere visibile nella.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Riforma radicale 2 Spiritualismo e politica. Visibilità della fede  “Seconda Riforma” o “Riforma delle città”. La fede deve essere visibile nella."— Transcript della presentazione:

1 La Riforma radicale 2 Spiritualismo e politica

2 Visibilità della fede  “Seconda Riforma” o “Riforma delle città”. La fede deve essere visibile nella “pratica della pietà”. I protagonisti sono umanisti, razionalisti. Lettori di Platone (Repubblica, Leggi), vogliono realizzare l’idea della giustizia nelle istituzioni cittadine (Zwingli, Calvino a Zurigo e a Ginevra).  In ambiente zurighese viene alla luce una teorizzazione chiara di questa prospettiva: la “Teologia del Patto”. Elemento fondamentale della religione e della politica protestanti in Europa e in America.  Si tratta di riformulare l’antico concetto di “vocazione”: Celibato/famiglia Povertà/lavoro Obbedienza/repubblica

3 Che cos’è la Riforma radicale  Corrente della Riforma che concepisce la chiesa come “società alternativa”, “residuo fedele” in conflitto con il mondo, “assemblea di giusti”.  Conrad Grebel e Felix Manz. Zurigo. Anabattismo.  I Riformatori “classici” (Lutero, Calvino) contestano queste posizioni in quanto “spiritualiste”. Articoli di Schleitheim Spiritualismo

4 La teologia del Patto  Heinrich Bullinger, Una breve esposizione dell’unico ed eterno testamento o patto di Dio, Il patto di Dio è unico, dall’esodo in poi (unità del patto contro le concezioni anabattiste). Le vicende di Israele, e le sue istituzioni giuridiche e politiche, fanno parte della storia della salvezza. Sono quindi un modello valido per il presente.  Il patto permette di vivere la vocazione cristiana in modo visibile e pubblico (come deve essere secondo la concezione riformata). Il patto è l’aspetto pubblico della vocazione cristiana. Al di fuori dell’orizzonte del patto la nostra vocazione cade nel privato o induce a una obbedienza passiva alle autorità ecclesiastiche e civili.  Con il Patto non si intende limitare la sovranità di Dio (come nella sovranità contrattata dei giuristi medievali), il patto è un modo per rendere attivi i credenti, perché l’ordine di Dio richiede non una timorata acquiescenza, ma un appassionato consenso. Le disposizioni di Dio richiedono la disponibilità umana.  Il Patto costituisce, quindi, un momento dello sviluppo della soggettività moderna, della autoconsapevolezza degli individui e delle collettività. Siamo anche attori della Storia.

5 In America  I protestanti che raggiunsero le colonie inglesi d’America, concepivano se stessi come il nuovo Israele che ha rinnovato il suo Patto con Dio.  Incontro tra la tradizione protestante (puritana) e lo spirito repubblicano emergente: dal puritanesimo al repubblicanesimo cristiano (religione civile, dove la virtù etica diventa virtù civica).  Ma a questa linea di tendenza, che poi risultò vincente, non tutti i cristiani parteciparono

6 Mennoniti, Fratelli moravi e Dunkers  Gruppi di credenti che si oppongono alla fusione tra valori cristiani e valori americani che ebbe luogo durante la Rivoluzione e diventò, poi, come Christian Republicanism una componente essenziale dell’ideologia nazionale. Avevano in comune il precetto evangelico di amore per i nemici e di non resistenza al male. Per questo erano perseguitati in Europa e accettarono l’invito di William Penn a cercare rifugio in Pennsylvania.

7 Repubblicanesimo cristiano  Linea vincente. La stragrande maggioranza dei congregazionalisti, presbiteriani, battisti e metodisti, sostenne la causa rivoluzionaria, fino a trasformare la guerra di resistenza in una crociata.  Revivalismo e religione esperienziale. Revival, momenti di forte coinvolgimento emotivo. Attraverso i revival si realizzava un processo di educazione religiosa ma anche civile. Momenti di disciplinamento e di formazione di identità collettive e pubbliche.  Cane Ridge (Kentucky), Per cinque giorni di seguito migliaia di persone ascoltarono una dozzina di predicatori che rappresentavano quasi altrettante tradizioni protestanti tra presbiteriani, battisti e metodisti, in stato di estasi revivalistica superarono le divisioni reciproche.

8 Spiritualismo e fondamentalismo  “ Infallibilità della Bibbia non significa che i battisti del Sud fondamentalisti siano lettori accaniti e agguerriti della Bibbia stessa. Da una disamina dei loro sermoni più largamente pubblicizzati, anzi, emerge un livello stupefacente di ignoranza del testo biblico.” (Bloom)  “Proprio mentre la parola chiave è diventata l’infallibilità della Bibbia, la Bibbia stessa è meno oggetto di lettura che di propaganda, meno interpretata che brandita come un’arma … Il pastore segnala il lungo passo della Bibbia a cui si ispirerà il sermone di quel giorno e aspetta che i fedeli lo trovino; dopodichè si limita a leggere i primi versetti, per poi lanciarsi nella sua predica: Il libro è diventato un talismano.” ( Ellen M. Rosenberg, The Southern Baptists: A Subculture in Transition, 1989)

9 Spiritualismo  Carlostadio, Müntzer. Non più la “sola Scrittura”, o il “Cristo edulcorato dagli scribi di Wittenberg”. Bisogna ascoltare la voce di Dio stesso che parla direttamente, mediante il suo Spirito, nel cuore degli eletti.  Caspar Schwenckfeld ( ). Non confondere la lettera della Scrittura con la vivente parola di Dio. La vita cristiana è una progressiva “deificazione” sotto l’azione interiore dello Spirito Santo.  Sebastian Franck (convertito al luteranesimo nel 1526). Contro ogni autorità esteriore, dogmi o Scrittura. La Scrittura è un’ombra della Parola interiore scritta dallo Spirito nel “libro del cuore”. La vera chiesa è invisibile e si trova disseminata tra tutti i popoli e tutte le religioni. Paradoxa (1534).Paradoxa Torna a Che cos’è la Riforma radicaleChe cos’è la Riforma radicale

10 Paradoxa. Sebastian Franck (1534)  Il regno di Dio è una forza, non una predicazione o una conoscenza della storia … chi è senza la Scrittura, o senza la parola esteriore, o non ha mai sentito parlare di Cristo, non per questo è senza Cristo. Dio è ovunque, e fin dall’inizio annunzia Cristo, la sua Parola nell’universo. Io credo con gli antichi dottori che Cristo è nel cuore di tutti gli uomini. Torna a Spiritualismo

11 Gli articoli di Schleitheim (febbraio 1527)  Circa la spada abbiamo convenuto quanto segue: la spada è un ordinamento divino al di fuori della pienezza di Cristo. Punisce e uccide il malvagio e protegge il buono. Nella legge la spada è ordinata per punire ed uccidere i malvagi. L’autorità secolare è stata istituita perché ne facesse uso. Nella pienezza di Cristo, invece, si usa la scomunica solo per esortare ed escludere coloro che hanno peccato; non quindi l’uccisione della carne, ma solo l’esortazione e il comandamento a non peccare più.  Inoltre si chiede se un cristiano possa esercitare il potere, qualora fosse eletto a quest’ufficio. Rispondiamo così: Cristo doveva essere fatto re, ma egli fuggì e non tenne conto dell’ordine del Padre suo. Noi dobbiamo fare come egli fece e seguirlo. L’ufficio del potere è secondo la carne, quello del cristiano secondo lo Spirito. La loro cittadinanza è di questo mondo, la cittadinanza dei cristiani è nel cielo. Le armi della loro lotta e guerra sono carnali, mentre le armi dei cristiani sono spirituali e rivolte contro la fortezza del diavolo. Torna a Che cos’è la Riforma radicaleChe cos’è la Riforma radicale

12 La geografia della Riforma in Europa munster

13 Bibliografia  Mario Miegge, Sulla politica riformata: “vocatio” e “foedus”, in Modernità, politica e protestantesimo, Claudiana,1994.  Massimo Rubboli, “La santa causa della libertà”. Protestantesimo e rivoluzione americana, in Modernità, politica … cit.  Michael Walzer, La rivoluzione dei santi, Claudiana, 1996  Quentin Skinner, Le origini del pensiero politico moderno, vol. II, Il Mulino,  Harold Bloom, La religione americana, Garzanti,  R. Laurence Moore, L’intreccio di sacro e profano nella storia americana, Claudiana, 2005.


Scaricare ppt "La Riforma radicale 2 Spiritualismo e politica. Visibilità della fede  “Seconda Riforma” o “Riforma delle città”. La fede deve essere visibile nella."

Presentazioni simili


Annunci Google