La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL RISARCIMENTO DIRETTO C.A.R.D. PRESENTAZIONE ALLE AGENZIE Gennaio 2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL RISARCIMENTO DIRETTO C.A.R.D. PRESENTAZIONE ALLE AGENZIE Gennaio 2007."— Transcript della presentazione:

1 IL RISARCIMENTO DIRETTO C.A.R.D. PRESENTAZIONE ALLE AGENZIE Gennaio 2007

2 IL RISARCIMENTO DIRETTO C.A.R.D. LA NORMATIVA LA NORMATIVA IL PROCESSO OPERATIVO IL PROCESSO OPERATIVO IL SISTEMA DI ASSISTENZA ALLE AGENZIE IL SISTEMA DI ASSISTENZA ALLE AGENZIE Sommario

3 IL RISARCIMENTO DIRETTO LA NORMATIVA Il risarcimento diretto nel Codice delle Assicurazioni Il regolamento attuativo della disciplina del risarcimento diretto – D.P.R. 254/2006

4 Lart. 149 del Codice delle Assicurazioni Lart. 149 del Codice delle Assicurazioni – Procedura di risarcimento diretto Destinatario della richiesta di risarcimento Condizione applicativa Sinistro tra due veicoli a motore identificati e obbligatoriamente assicurati per la RCA Veicoli immatricolati in Italia I danni risarcibili * Danni al veicolo Danni alle cose trasportate Lesioni personali al conducente entro il 9% Limpresa di assicurazione che ha stipulato il contratto relativo al veicolo utilizzato. Limpresa provvede alla liquidazione dei danni per conto dellimpresa del responsabile, ferma la successiva regolazione dei rapporti fra le compagnie *Il coinvolgimento di terzi trasportati non impedisce lapplicazione della procedura di risarcimento diretto per i danni al veicolo o per le lesioni di lieve entità del conducente

5 L art. 149 del Codice delle Assicurazioni Lart. 149 del Codice delle Assicurazioni - La procedura di risarcimento diretto La tempistica dellofferta Previsioni di cui allart. 148 Il contenzioso Azione diretta ex art. 145, 2° comma Codice Assicurazioni Possibile intervento in giudizio dellassicuratore del responsabile

6 La definizione di sinistro L art. 1 del D.P.R. 254 /2006 La definizione di sinistro Le conseguenze La procedura di risarcimento diretto è esclusa: in caso di assenza di collisione tra due veicoli in caso di responsabilità di veicolo diverso da quelli entrati in collisione in caso di coinvolgimento di più di due veicoli veicoli Identificati ed obbligatoriamente assicurati per la RCA collisione tra 2 veicoli a motore senza coinvolgimento di altri veicoli responsabili sinistro accaduto in Italia

7 Lambito di applicazione del regolamento Gli artt. 3 e 4 del D.P.R. 254/2006 Art. 3 Ambito di applicazione Art. 4 Veicoli Immatricolati allestero Applicabilità della procedura ai veicoli immatricolati in Italia; nella Repubblica di San Marino e Città del Vaticano (se assicurati con imprese che esercitino la RCA ex artt. 23 e 24 del Codice e che abbiano aderito al risarcimento diretto) Danni al veicolo (senza limiti) Danni alle cose trasportate di proprietario e conducente (senza limiti), art. 149 del Codice Lesioni conducente (entro il 9%)

8 Le modalità di presentazione della richiesta Lart. 5 del D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254 Legittimato alla richiesta Le formalità di presentazione della richiesta Il danneggiato (il proprietario o il conducente) che si ritenga non responsabile, in tutto o in parte Lettera raccomandata con avviso di ricevimento Consegna a mano Telegramma Telefax In via telematica * In via telematica *: salvo esplicita esclusione contrattuale di tale forma

9 Le modalità di presentazione della richiesta L art. 5 del D.P.R. 254/2006: pluralità di forme per la presentazione della richiesta La ratio della norma Rendere più accessibile e più fluida la procedura di risarcimento avviata nei confronti del proprio assicuratore

10 Le modalità di presentazione della richiesta Lart. 5 del D.P.R. 254/2006 : comunicazione allimpresa del responsabile o corresponsabile Immediata comunicazione allimpresa dellassicurato ritenuto, in tutto o in parte responsabile del sinistro Oggetto esclusivo della comunicazione: Informazioni necessarie per la verifica della copertura assicurativa Informazioni necessarie per laccertamento delle modalità di accadimento del sinistro ASSICURATORE DEL DANNEGGIATO CHE HA RICEVUTO LA RICHIESTA RISARCITORIA RACCOLTA DELLA DENUNCIA (art.143 del Codice Ass.ni)

11 Il contenuto della richiesta Lart. 6 del D.P.R. 254/2006 : gli elementi che debbono essere riportati nella richiesta I nomi degli assicurati Le targhe dei due veicoli coinvolti La denominazione delle rispettive imprese La descrizione di circostanze e modalità del sinistro Le generalità di eventuali testimoni Lindicazione delleventuale intervento di organi di polizia Luogo, giorni e ore per la perizia sulle cose danneggiate Letà, lattività ed il reddito del danneggiato Lentità delle lesioni subite dal danneggiato La dichiarazione ex art. 142 C.A. (spettanza di prestazioni gestite da assicurazioni sociali obbligatorie) Lattestazione medica comprovante lavvenuta guarigione, con o senza postumi permanenti Leventuale consulenza medica di parte e lindicazione del compenso spettante al professionista DANNI AL VEICOLO E ALLE COSE LESIONI SUBITE DAL CONDUCENTE

12 Gli obblighi dellimpresa in caso di richiesta incompleta Lart. 7 del D.P.R. 254/2006 : lintegrazione e la regolarizzazione della richiesta INVITO AL DANNEGGIATO/ASSICURATO A FORNIRE INTEGRAZIONI CHIARIMENTI (necessari per regolarizzare la richiesta) TERMINE : 30 giorni MODALITA: ASSISTENZA TECNICA E INFORMATIVA (ART. 9 ) RICHIESTA INCOMPLETA ASSICURATORE DEL DANNEGGIATO EFFETTI : sospensione * dei termini per lofferta o per la comunicazione della mancata offerta sino alla ricezione delle integrazioni e chiarimenti richiesti SOSPENSIONE * : A differenza della procedura ordinaria di cui allart. 148 che prevede linterruzione dei termini

13 Gli obblighi di formalizzazione dellofferta Lart. 8 del D.P.R. 254/2006: le determinazioni dellimpresa CONGRUA OFFERTA RISACITORIA (eventualmente in forma specifica, se previsto dal contratto) ASSICURATORE DEL DANNEGGIATO COMUNICAZIONE DEI MOTIVI CHE NON CONSENTONO DI FORMULARE LOFFERTA I TERMINI LESIONI : 90 giorni VEICOLI O COSE: 60 giorni CAI SOTTOSCRITTA DAI CONDUCENTI: 30 giorni (veicoli/cose)

14 CONTESTAZIONE DEL DIRITTO AL RISARCIMENTO MANCATA OFFERTA MANCATO ACCORDO ASSICURATO: AZIONE DIRETTA COMPAGNIA DELLASSICURATO Lart. 149, 6° comma, del Codice delle Assicurazioni: azione diretta nei confronti della propria impresa di assicurazione COMPAGNIA DEL RESPONSABILE INTERVENTO ED ESTROMISSIONE* Gli obblighi di formalizzazione dellofferta *Previo riconoscimento della responsabilità da parte dellassicuratore del responsabile e ferma la successiva regolazione dei rapporti fra le Compagnie

15 ASSICURATORE: OBBLIGHI CONTRATTUALI DI CORRETTEZZA E BUONA FEDE ASSISTENZA INFORMATIVA E TECNICA Lart. 9 del D.P.R. 254/2006: assistenza tecnica e informativa ai danneggiati Lobbligo di fornire assistenza informativa e tecnica al danneggiato MIGLIORE PRESTAZIONE DEL SERVIZIO PIENA REALIZZAZIONE DEL DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO

16 IMPRESA ASSICURATRICE: CONSULENZA E ASSISTENZA RISPETTO DELLE PREVISIONI CONTRATTUALI Lart. 9 del D.P.R. 254/2006: assistenza tecnica e informativa ai danneggiati Lobbligo di fornire assistenza informativa e tecnica al danneggiato SUPPORTO TECNICO NELLA COMPILAZIONE DELLA RICHIESTA CONTROLLO E INTEGRAZIONE DELLA RICHIESTA ILLUSTRAZIONE DEI CRITERI DI RESPONSABILITA (Allegato A del D.P.R. )

17 ACCETTAZIONE DELLA SOMMA OFFERTA DALLA COMPAGNIA DA PARTE DEL DANNEGGIATO Lart. 9, 2° comma, del D.P.R. 254/2006: compensi per consulenza e assistenza professionale Lobbligo di fornire assistenza informativa e tecnica al danneggiato I COMPENSI PER CONSULENZA O ASSISTENZA PROFESSIONALE NON SONO DOVUTI AD ECCEZIONE DEI COMPENSI RELATIVI ALLA VALUTAZIONE MEDICO LEGALE PER DANNI ALLA PERSONA

18 Gli obblighi dellimpresa in caso di inapplicabilità del risarcimento diretto Lart. 11 del D.P.R. 254/2006: sinistri esclusi COMUNICAZIONE AL DANNEGGIATO CON RACCOMANDATA RICHIESTA AVANZATA PER SINISTRO ESCLUSO DAL RISARCIMENTO DIRETTO ASSICURATORE DEL DANNEGGIATO TRASMISSIONE DELLA RICHIESTA E DEGLI ATTI ACQUISITI ALLIMPRESA DEL RESPONSABILE TERMINE: 30 GIORNI

19 Criteri di determinazione del grado di responsabilità Lart. 12 del D.P.R. 254/2006 In caso di non corrispondenza delle modalità del sinistro ad alcuno dei casi previsti, laccertamento della responsabilità è compiuto con riferimento alla fattispecie concreta, nel rispetto dei principi generali in tema di circolazione dei veicoli Allegato A art. 12 DPR Criteri di determinazione del grado di responsabilità Schema di ripartizione delle responsabilità

20 Organizzazione e gestione del sistema di risarcimento diretto Lart. 13 del D.P.R. 254/2006 Convenzione: le imprese stipulano una convenzione per la regolazione dei rapporti organizzativi ed economici del sistema del risarcimento diretto. Rimborso a forfait (non integrale): possibilità di differenziazione per macro aree geografiche ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL RISARCIMENTO DIRETTO

21 Benefici agli assicurati. Entrata in vigore Art. 14 Benefici agli assicurati ottimizzazione gestione, controllo costi e innovazione contratti (risarcimento in forma specifica) Art. 15 Entrata in vigore in vigore dal e si applica per i sinistri verificatisi a partire dal 1° febbraio 2007 Artt. 14 e 15 del D.P.R. 254/2006

22 RICHIESTA DI RISARCIMENTO DEL CLIENTE COMPAGNIA GESTIONARIA RISARCIMENTO DIRETTO FORFAIT COMPAGNIA DEBITRICE DANNI MATERIALI (SENZA LIMITI) LESIONI PERSONALI entro il 9% Risarcimento diretto: schema

23 La Convenzione regolamenta due specifiche normative in materia di risarcimento diretto (CID) trasportati (CTT) La convenzione tra assicuratori per il risarcimento diretto CARD Convenzione Indennizzo Diretto Convenzione Terzi Trasportati

24 Art. 15 Condizioni di Applicazione Collisione tra 2 veicoli, senza coinvolgimento di altri veicoli responsabili; Sinistro verificatosi in Italia (Rep. S.Marino e Città del Vaticano) Veicoli identificati, assicurati per la RCA e immatricolati in Italia (Rep. S.Marino e Città del Vaticano) Danni al veicolo e cose trasportate (senza limite) e lesioni al conducente fino al 9%

25 Annullamento Procedura (art. 15) Cause di annullamento della Procedura relativa a tutto il sinistro: no collisione sinistro con più di due veicoli a motore coinvolti sinistro tra due veicoli con responsabilità di terzo sinistro non verificatosi in Italia Cause di annullamento della Procedura relativa ad una specifica partita di danno: danno a persona sup. al 9% cose danneggiate non sul veicolo persona lesa non sul veicolo carenza terzietà danneggiato Se limpresa gestionaria rilevi la mancanza di una delle condizioni di applicabilità, ne da immediata comunicazione al danneggiato con modalità di cui allart.11 d.p.r se la causa di annullamento riguarda una sola partita di danno, la gestionaria procede all annullamento della sola gestione interessata dalla causa di inapplicabilità

26 La procedura dellIndennizzo Diretto si applica: Casistica di applicabilità della procedura di Risarcimento Diretto – CASO 1 Se il ciclomotore è munito della nuova targa identificativa prevista dal DPR 153/06 Se la collisione avviene in territorio italiano tra due veicoli immatricolati in Italia e regolarmente assicurati

27 La procedura dellIndennizzo Diretto NON si applica: Casistica di applicabilità della procedura di Risarcimento Diretto – CASO 2 Se non vi è collisione tra i due veicoli (es: A per evitare linvasione di corsia di B esce di strada) Se la collisione avviene tra più di due veicoli (es: tamponamento a catena) B A

28 La lesione al pedone viene gestita con procedura tradizionale dallassicuratore del veicolo A. Il danno al veicolo B viene gestito con procedura Risarcimento Diretto. La lesione al trasportato sul veicolo B (T) viene gestita dalla Compagnia del vettore secondo attuale CTT Dinamica: il veicolo A tampona il veicolo B che, a causa dellurto ricevuto, investe il pedone Casistica di applicabilità della procedura di Risarcimento Diretto – CASO 3 La procedura dellIndennizzo Diretto si applica anche in presenza di contemporanea applicabilità della procedura di risarcimento ordinario e della CTT A B T

29 Art. 16 Verifica delle coperture assicurative La v erifica della copertura assicurativa (interrog. SIC) del veicolo del Responsabile è requisito indispensabile per conseguire il rimborso in stanza di compensazione E necessaria la copertura di entrambi i veicoli per loperatività del risarcimento diretto Linterrogazione SIC equivale a conferma della propria copertura KO = dichiarazione ufficiale di carenza di garanzia; il veicolo, a termini di Convenzione, si considera non assicurato Limpresa gestionaria può ricorrere ad Ania (fornendo idonei elementi oggettivi) per la rettifica della risposta negativa SIC se ritiene che tale risposta sia errata

30 IL RISARCIMENTO DIRETTO IL PROCESSO OPERATIVO (DALLAPERTURA ALLA LIQUIDAZIONE) Il sinistro e la denuncia La richiesta di risarcimento Lapertura del sinistro e la canalizzazione a: periti CLD liquidazione centralizzata danni a cose La fase istruttoria La liquidazione del danno Il contenzioso

31 situazione PASSIVA (lassicurato si ritiene totalmente responsabile) Consegna a mano allAgenzia Invio allAgenzia per posta/fax/ LAgenzia trasmette al Call Center via fax (numero verde) quanto ricevuto, per lapertura del danno Il Call Center provvede ad aprire il danno Il sinistro e la denuncia (1/2) Denuncia SI

32 Il Call Center: riceve segnalazione del sinistro dalla Compagnia gestionaria apre una posizione debitoria richiede la denuncia al Cliente ed allAgenzia contatta lAgenzia sollecita il Cliente LAgenzia/il Cliente trasmette via fax (numero verde) la denuncia al Call Center per labbinamento al danno In caso di mancata presentazione della denuncia, resta ferma la valutazione della responsabilità comunicata dalla Gestionaria. Allassicurato, oltre allapplicazione del malus, può essere addebitato leventuale danno economico conseguente alla mancata denuncia. Il sinistro e la denuncia (2/2) situazione PASSIVA (lassicurato si ritiene totalmente responsabile) Denuncia NO Denuncia NO Denuncia SI

33 Consegnata a mano o redatta in Agenzia: lAgenzia assiste il cliente nella compilazione della richiesta lAgenzia assiste il cliente nella compilazione della richiesta, e si avvale del supporto di GGL (tramite il numero verde) per la verifica del lapplicabilità del Risarcimento Diretto (uso del vademecum e della check list) Se la C.A.R.D. non è applicabile (ad esempio 3 veicoli coinvolti) lAgenzia: informa lassicurato lo invita a indirizzare la richieste alla Compagnia del responsabile invia la comunicazione al Call Center per il seguito, come da procedura tradizionale, e per la formale comunicazione allassicurato a cura di GGL. Se la C.A.R.D. è applicabile, lAgenzia assiste lassicurato: -nel compilare il modulo standard di risarcimento, allegando la constatazione amichevole di incidente a doppia firma o a firma singola La richiesta di risarcimento (1/2) (CLIENTE IN AGENZIA) situazione ATTIVA (lassicurato ritiene di aver ragione in tutto o in parte) Richiesta Non applicabile Applicabile

34 situazione ATTIVA (lassicurato ritiene di aver ragione in tutto o in parte) Inviata allAgenzia o allImpresa a mezzo posta, fax, etc … La richiesta di risarcimento (2/2) (A MEZZO POSTA, FAX, ETC …) Richiesta la documentazione è inoltrata al Call Center via fax (numero verde) Richiesta

35 Modulo standard di risarcimento Testo in bozza

36 IL CALL CENTER copertura assicurativa Verifica la copertura assicurativa del cliente e della controparte e procede allapertura del danno Se la verifica della copertura è OK Se la verifica della copertura è OK: richiede leventuale integrazione di elementi mancanti dispone la canalizzazione del danno a: Se la verifica della copertura è KO Se la verifica della copertura è KO: da immediato avviso allAssicurato e per conoscenza allAgenzia inoltra la documentazione ricevuta/acquisita alla Compagnia del responsabile PERITILIQ. ACC. CLD L AGENZIA CAI a doppia firma CAI/Denuncia a firma singola o richiesta Apertura telefonica e invio doc. a mezzo posta Immediata trasmissione per fax ed originali per posta Lapertura del sinistro attivo e la canalizzazione al gestore OK KO

37 PERITI effettuano la perizia e, nei casi previsti (*), liquidano il sinistro in Pronta liquidazione entro i limiti attribuiti negli altri casi trasmettono la perizia alla struttura liquidativa competente (LIQUIDAZIONE CENTRALIZZATA DANNI A COSE o CLD) IL GESTORE DEL DANNO completa listruttoria: richiedendo lintegrazione degli elementi eventualmente mancanti disponendo ulteriori attività di accertamento (acquisizione di verbali, elementi di prova, visite mediche, etc.) LIQ.NE CENTRALIZZATA DANNI A COSE gestisce i sinistri con soli danni materiali (per le Mandanti Assitalia e Generali, nelle aree dove già operativo) CLD gestisce i sinistri con lesioni e misti (lesioni + danni materiali) ed i danni materiali limitatamente ad alcune zone La fase istruttoria (1/2) (*) Ragione 100%, danno solo a cose concordato, fino a 2000

38 La fase istruttoria (2/2) ESITI DELLISTRUTTORIA rileva un motivo di inoperatività totale della C.A.R.D. (mancata collisione tra i veicoli, più di due veicoli coinvolti) rileva un motivo di inoperatività parziale della C.A.R.D. (lesioni superiori al 9%) rileva la totale responsabilità dellassicurato nel causare il sinistro accerta la totale/parziale assenza di responsabilità dellassicurato - Ne da immediato avviso allassicurato e per conoscenza allAgenzia - Invia la documentazione allImpresa del responsabile Invia allassicurato e per conoscenza allAgenzia una comunicazione motivata di diniego del risarcimento Procede alla liquidazione del danno Il gestore del danno:

39 congrua Il gestore effettua una valutazione del danno sulla base degli elementi raccolti e formula una congrua proposta di risarcimento Se la proposta è accettata, provvede al pagamento entro 15 giorni Se la proposta è rifiutata o non riscontrata, provvede entro 15 giorni ad offerta reale, che sarà imputata alla eventuale liquidazione definitiva MODALITA DI PAGAMENTO bonifico bancario o invio assegno al Cliente su richiesta, domiciliazione pagamento c/o Agenzia La liquidazione del danno

40 In caso di mancata offerta o di offerta non ritenuta congrua, lAssicurato può proporre lazione diretta unicamente nei confronti della propria Compagnia 60 giorni Dopo 60 giorni dalla presentazione della richiesta di risarcimento/invio delle informazioni integrative nel caso di danni a cose 90 giorni Dopo 90 giorni dalla presentazione della richiesta di risarcimento/invio delle informazioni integrative nel caso di lesioni personali Il contenzioso

41 Il sistema di assistenza alle Agenzie AGENZIA Help DESK GGL Il rapporto e le comunicazioni con il Call Center Il rapporto e le comunicazioni con il CLD e gli uffici di Liquidazione Centralizzata Il sistema di Customer Care per le Agenzie


Scaricare ppt "IL RISARCIMENTO DIRETTO C.A.R.D. PRESENTAZIONE ALLE AGENZIE Gennaio 2007."

Presentazioni simili


Annunci Google