La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2° Circolo Poggibonsi ISCRIZIONI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DELL’INFANZIA Anno scolastico 2010-11.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2° Circolo Poggibonsi ISCRIZIONI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DELL’INFANZIA Anno scolastico 2010-11."— Transcript della presentazione:

1 2° Circolo Poggibonsi ISCRIZIONI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DELL’INFANZIA Anno scolastico

2 C.M. 4 / 2010 La fase delle iscrizioni rappresenta la base propedeutica dell’azione educativa e formativa sia per la scuola che per le famiglie. Iscrizioni alle scuole dell'infanzia e alle classi delle scuole di ogni ordine e grado relative all'anno scolastico 2010/2011

3 C.M. 4 / 2010 Per una funzionale programmazione del servizio, i genitori possono presentare domanda di iscrizione ad una sola istituzione scolastica. I genitori possono scegliere la scuola dove vogliono iscrivere i propri figli: o alla scuola del territorio di appartenenza o ad altra istituzione scolastica prescelta in base alla offerta formativa.

4 Le iscrizioni sono aperte dal 1° febbraio 2010 fino al 27 febbraio 2010 C.M. 4 / 2010

5 ORARIO APERTURA UFFICIO La Segreteria resterà aperta secondo il seguente orario: LUNEDI' - ORE 11,00-13,00 e 16,00-17,00 MARTEDI’ - ORE 8,00-10,00 e 16,00-17,00 MERCOLEDI' - ORE 11,00-13,00 e 16,00-17,00 GIOVEDI’- ORE 8,00-10,00 e 16,00-17,00 VENERDI' - ORE 11,00-13,00 SABATO 20 FEBBRAIO - ORE 9,00-12,00 SABATO 27 FEBBRAIO - ORE 9,00-12,00

6 Possono essere iscritti alla scuola dell’infanzia i bambini e le bambine che abbiano compiuto o compiano, entro il 31 dicembre 2010, il terzo anno di età. SCUOLA DELL’INFANZIA Possono altresì essere iscritti i bambini e le bambine che compiano i tre anni di età entro il 31 dicembre 2010 e, comunque, entro il 30 aprile 2011.

7 SCUOLA DELL’INFANZIA Per questi ultimi, l’ammissione alla frequenza può essere disposta in presenza di disponibilità di posti e previo esaurimento delle eventuali liste di attesa; pertanto, nel caso in cui il numero delle domande di iscrizione sia superiore al numero dei posti disponibili, hanno la precedenza le domande di coloro che compiono tre anni di età entro il 31 dicembre 2010.

8 SCUOLA DELL’INFANZIA I tempi e le modalità dell’accoglienza degli alunni anticipatari sono devolute alla valutazione pedagogica e didattica da parte del collegio dei docenti.

9 ISCRIZIONI In caso di eccedenza delle domande rispetto ai posti disponibili, al fine di stabilire l’ammissione alla frequenza, il Consiglio di Circolo, nella seduta del 22 gennaio 2010, ha stabilito dei criteri per la formazione di una graduatoria.

10 CRITERI GRADUATORIA Tali criteri sono stati resi pubblici prima delle iscrizioni attraverso affissione all’Albo e inserimento sul sito dell’Istituzione:

11 PRECEDENZA alunni già frequentanti nell'anno scolastico precedente (sempre che abbiano presentato la domanda d'iscrizione nel rispetto della scadenza stabilita) alunni portatori di handicap alunni di 5 anni di età al primo anno di frequenza, alunni di 4 anni di età al primo anno di frequenza (riferito ai plessi di Staggia e Borgaccio; per il plesso di Cedda solo in caso di residenza)

12 GRADUATORIA ALUNNI TRE ANNI NEOISCRITTI presentazione di una sola domanda, esclusivamente per Scuola Infanzia 2° Circolo PUNTI 5 alunni residenti nella zona di pertinenza del Circolo PUNTI 5 alunni con delegati residenti nella zona di pertinenza del Circolo PUNTI 3 alunni non residenti ma affidati a famiglie residenti nel territorio del circolo per motivi di ordine sociale o medico PUNTI 3 alunni con situazioni verificabili di disagio familiare o con genitori portatori di handicap (accertamento tramite ASL o Comune) PUNTI 3 alunni con fratelli/sorelle portatori di handicap (accertamento tramite ASL o Comune) PUNTI 3 alunni con fratelli/sorelle che frequentino la scuola dell’infanzia e/o la scuola primaria del circolo – con riferimento all’a. s. per il quale si chiede l’iscrizione PUNTI 1

13 GRADUATORIA ALUNNI TRE ANNI NEOISCRITTI A parità di condizioni, all'interno di ogni gruppo, saranno ammessi gli alunni con riferimento alla data di nascita (dal più “anziano”).

14 ISCRIZIONI “Le sezioni di scuola dell’infanzia saranno omogenee/eterogenee per età e verranno costituite, su proposta delle insegnanti, seguendo il criterio di formare in ciascun plesso sezioni il più possibile simili tra loro per numero degli alunni, tenendo conto del sesso, dei trimestri di nascita e anche degli elementi a disposizione forniti dai servizi socio–sanitari e dagli educatori degli asilo-nido presenti sul territorio. ” Per la Scuola dell’infanzia uno dei criteri di formazione delle sezioni è questo:

15 “Il numero massimo di iscritti per ogni singolo plesso dovrà comunque tenere conto dei limiti fissati dal Decreto Ministeriale 18 dicembre 1975 e dal T.U. 81/2008 riguardo al rapporto fra superficie della scuola e numero di bambini frequentanti.” ISCRIZIONI Sia per la Scuola dell’Infanzia che per la Scuola Primaria

16 SCUOLA DELL’INFANZIA

17 ORARIO DI FUNZIONAMENTO Il modello ordinario delle attività educative e didattiche è di 40 ore settimanali, tempo scuola ricco e disteso che consente di esplicare al meglio la progettualità e di garantire un percorso didattico e pedagogico a misura di bambina e di bambino, nel rispetto dei tempi di maturazione e di crescita.

18 Piano dell’Offerta Formativa SAPERE E SAPER STARE INSIEME anno scolastico 2010/2011

19 LE SCELTE EDUCATIVE La scuola si propone di realizzare un ambiente di apprendimento, che garantisca agli alunni il rispetto della propria identità e la valorizzazione della diversità. In tale ambiente l’alunno è stimolato a sapere, a saper fare ed a saper essere: impara le abilità di base ed acquisisce le competenze chiave di cittadinanza.

20 Finalità a ) favorire la crescita armonica della persona attraverso: - sviluppo della consapevolezza di sé - rafforzamento dell’autostima - assunzione di responsabilità nel farsi carico del proprio progetto di vita

21 Finalità - la consapevolezza dell’identità e dell’appartenenza - la valorizzazione delle diversità - l’acquisizione di regole e di valori - lo sviluppo della cooperazione e della disponibilità al confronto - l’educazione alla sostenibilità ambientale, economica e culturale b) educare alla convivenza civile attraverso:

22 Finalità c) garantire il successo formativo attraverso: - l’acquisizione dei vari linguaggi - il perseguimento di abilità e competenze - lo sviluppo di capacità metacognitive - dare senso alle varietà delle esperienze formative

23 Finalità d) perseguire la continuità educativo-didattica attraverso: - stesura di curricoli verticali - protocolli d’osservazione - attività educativo-didattiche.

24 CURRICOLO La costruzione del curricolo è il processo attraverso il quale si sviluppano e organizzano la ricerca e l’innovazione educativa. La scuola predispone il curricolo nel rispetto delle finalità, dei traguardi per lo sviluppo delle competenze, degli obiettivi di apprendimento posti nelle Indicazioni Ministeriali.

25 CURRICOLO Il curricolo si articola attraverso i CAMPI DI ESPERIENZA nella scuola dell’infanzia e attraverso le AREE DISCIPLINARI nella scuola primaria.

26 CURRICOLO La scuola dell’infanzia si propone come contesto di relazione, di cura e di apprendimento, nel quale possono essere filtrate, analizzate ed elaborate le sollecitazioni che i bambini sperimentano nelle loro esperienze.

27 IL SE’ E L’ALTRO Le grandi domande, Il senso morale, Il vivere insieme.

28 IL CORPO E IL MOVIMENTO Identità, Autonomia, Salute.

29 LINGUAGGI, CREATIVITA’, ESPRESSIONE Gestualità, Arte, Musica, Multimedialità.

30 I DISCORSI E LE PAROLE Comunicazione, Lingua, Cultura.

31 LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, Misura, Spazio, Tempo, Natura.

32 Progettualità Sia nella Scuola dell’Infanzia che nella Scuola Primaria vengono attivati Progetti che servono per conseguire le competenze richieste dal grado di scuola.

33 MACROAREE PROGETTUALI ACCOGLIENZA- CONTINUITA’ CITTADINANZA LINGUAGGI TERRITORIO

34 PRESCUOLA La scuola attiva, dietro motivata richiesta e con un contributo delle famiglie, un servizio di prescuola di mezz’ora, se lo consente il numero delle richieste.

35 DOMANDA DI ISCRIZIONE La domanda è composta di due pagine: • nella prima pagina vi sono tutti i dati relativi all’alunno ed alla sua famiglia, • la scelta dell’orario, • la scelta dell’insegnamento della Religione cattolica o della sua alternativa, • la richiesta di ammissione alla frequenza anticipata.

36 DOMANDA DI ISCRIZIONE Nella seconda pagina vi sono: • i dati richiesti dalla Regione Toscana • l’elenco di eventuali documenti da allegare

37 GRAZIE per l’attenzione. E arrivederci a settembre!


Scaricare ppt "2° Circolo Poggibonsi ISCRIZIONI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DELL’INFANZIA Anno scolastico 2010-11."

Presentazioni simili


Annunci Google