La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Liceo Scientifico Bondeno FE1 Comunicazione e relazioni interpersonali: dalle tecniche comunicative alla comprensione dellaltro dott.ssa Rita Mancaniello.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Liceo Scientifico Bondeno FE1 Comunicazione e relazioni interpersonali: dalle tecniche comunicative alla comprensione dellaltro dott.ssa Rita Mancaniello."— Transcript della presentazione:

1 Liceo Scientifico Bondeno FE1 Comunicazione e relazioni interpersonali: dalle tecniche comunicative alla comprensione dellaltro dott.ssa Rita Mancaniello

2 Liceo Scientifico Bondeno FE2 Perché comunichiamo? La comunicazione risponde ad un bisogno naturale, espressivo, tipico delluomo, che va ad influire anche sullo stato di salute: infatti le persone sole o con pochissime relazioni interpersonali sono più soggette a malattie e persino a morte prematura. La comunicazione risponde ad un bisogno naturale, espressivo, tipico delluomo, che va ad influire anche sullo stato di salute: infatti le persone sole o con pochissime relazioni interpersonali sono più soggette a malattie e persino a morte prematura.

3 Liceo Scientifico Bondeno FE3 Attraverso atti comunicativi impariamo a riconoscere chi siamo. Lidentità si basa sui modi con cui il soggetto interagisce e sui messaggi e le definizioni che, fin dallinfanzia, sono inviati da genitori, familiari, educatori, insegnanti, amici, ecc... Attraverso atti comunicativi impariamo a riconoscere chi siamo. Lidentità si basa sui modi con cui il soggetto interagisce e sui messaggi e le definizioni che, fin dallinfanzia, sono inviati da genitori, familiari, educatori, insegnanti, amici, ecc...

4 Liceo Scientifico Bondeno FE4 La comunicazione soddisfa bisogni SOCIALI, quali il senso di appartenenza, il coinvolgimento, il desiderio di controllo e di influenza sulle persone, il senso di affiliazione.

5 Liceo Scientifico Bondeno FE5 La comunicazione risponde a bisogni di tipo PRATICO o strumentale : per ottenere uninformazione, per chiedere consigli, per ottenere qualcosa, è infatti necessario comunicare.

6 Liceo Scientifico Bondeno FE6 Nellottica psicosociale la comunicazione viene considerata portatrice di due caratteristiche fondamentali: Nellottica psicosociale la comunicazione viene considerata portatrice di due caratteristiche fondamentali:

7 Liceo Scientifico Bondeno FE7 1) ogni comunicazione prevede un certo livello di consapevolezza e quindi un certo grado di INTENZIONALITÀ dellemittente 1) ogni comunicazione prevede un certo livello di consapevolezza e quindi un certo grado di INTENZIONALITÀ dellemittente

8 Liceo Scientifico Bondeno FE8 2) ogni comunicazione è costituita da un PROCESSO, cioè da un sistema che coinvolge più soggetti sociali in una serie di eventi. 2) ogni comunicazione è costituita da un PROCESSO, cioè da un sistema che coinvolge più soggetti sociali in una serie di eventi.

9 Liceo Scientifico Bondeno FE9 La struttura della comunicazione La struttura della comunicazione (secondo R. Jacobson, Saggi di linguistica generale, Feltrinelli, Milano 1966) MESSAGGIO MITTENTE DESTINATARIO codice contatto canale fisico e psicologico c o n t e s t o

10 Liceo Scientifico Bondeno FE10 MITTENTE il MITTENTE opera la codificazione del messaggio e lo trasmette: è il responsabile della comunicazione. RICETTORE il RICETTORE è il destinatario del messaggio, lo interpreta attraverso una operazione di decodificazione MESSAGGIO il MESSAGGIO è uninformazione o un quantum di informazioni trasmesse e strutturate secondo regole definite CODICE il CODICE definisce le regole per la strutturazione del messaggio (deve essere comune al mittente e al destinatario) CONTATTO il CONTATTO è un canale fisico e una connessione psicologica che consente di stabilire e mantenere la comunicazione

11 Liceo Scientifico Bondeno FE11 CONTESTO La comunicazione si situa sempre in una relazione, ovvero in un sistema di relazioni, in un tempo spazio geografico spessore sociale ed entro quel contesto, in quella cornice significativa assume il suo significato, la sua possibilità di lettura. Il contesto è matrice di significati (Bateson)

12 Liceo Scientifico Bondeno FE12 La comunicazione può essere definita: il risultato di un complesso intreccio di attività svolte da due o più soggetti, che, interagendo costruiscono congiuntamente il senso delle loro azioni, sulla base di una disponibilità alla comunicazione e di un bagaglio ci conoscenze comuni o comunque oggetto di negoziazione.

13 Liceo Scientifico Bondeno FE13. La pragmatica della comunicazione Un individuo non comunica (trasmette) ma partecipa ad una comunicazione Lettura della comunicazione elaborata da un gruppo di studiosi della scuola di Palo Alto, tra i quali Bateson e Watzlawick Lettura della comunicazione elaborata da un gruppo di studiosi della scuola di Palo Alto, tra i quali Bateson e Watzlawick ASSIOMI alcune semplici proprietà della comunicazione che hanno fondamentali implicazioni interpersonali. Essi servono ad illustrare certe caratteristiche del funzionamento della comunicazione umana e allo stesso tempo, comportano patologie, disturbi, che possono portare al fallimento della comunicazione; questo tipo di approccio è stato definito dagli stessi autori come Pragmatica della comunicazione. ASSIOMI alcune semplici proprietà della comunicazione che hanno fondamentali implicazioni interpersonali. Essi servono ad illustrare certe caratteristiche del funzionamento della comunicazione umana e allo stesso tempo, comportano patologie, disturbi, che possono portare al fallimento della comunicazione; questo tipo di approccio è stato definito dagli stessi autori come Pragmatica della comunicazione.

14 Liceo Scientifico Bondeno FE14 1° assioma: non si può non comunicare : qualsiasi comportamento, le parole, così come i silenzi, lattività o linattività hanno tutti valore comunicativo, e influenzano gli altri interlocutori che non possono non rispondere a queste comunicazioni. qualsiasi comportamento, le parole, così come i silenzi, lattività o linattività hanno tutti valore comunicativo, e influenzano gli altri interlocutori che non possono non rispondere a queste comunicazioni. C OMPORTAMENTO = MESSAGGIO

15 Liceo Scientifico Bondeno FE15 2° assioma: Ogni comunicazione ha un aspetto di contenuto e un aspetto di relazione, di modo che il secondo classifica il primo, ed è quindi metacomunicazione. Significa che il contenuto di un messaggio va interpretato alla luce della relazione esistente tra i soggetti che interagiscono) Significa che il contenuto di un messaggio va interpretato alla luce della relazione esistente tra i soggetti che interagiscono) Ogni atto comunicativo non soltanto trasmette informazioni, ma al tempo stesso impone un comportamento: esiste la notizia, il contenuto dellinformazione e il comando che si riferisce al modo in cui deve essere assunto quel preciso messaggio, diverso a seconda della relazione esistente tra le due persone. Ogni atto comunicativo non soltanto trasmette informazioni, ma al tempo stesso impone un comportamento: esiste la notizia, il contenuto dellinformazione e il comando che si riferisce al modo in cui deve essere assunto quel preciso messaggio, diverso a seconda della relazione esistente tra le due persone.

16 Liceo Scientifico Bondeno FE16 FAI ATTENZIONEFAI ATTENZIONEordinepreghiera raccomandazioneminacciaintercalare NOTIZIA RELAZIONE *

17 Liceo Scientifico Bondeno FE17 3° assioma: La natura di una relazione dipende dalla punteggiatura delle sequenze di comunicazione tra i comunicanti Ciò significa che i nostri scambi comunicativi non sono casuali ma sono legati da una sequenza ininterrotta, organizzati proprio come se seguissero una punteggiatura. Osservando la conversazione tra due comunicanti, si può identificare la sequenza di chi parla e di chi risponde, si può definire ciò che è la causa di un comportamento e ciò che è leffetto. I modi di punteggiare una sequenza sono soggettivi e possono generare dei conflitti di relazione difficilmente superabili. Ciò significa che i nostri scambi comunicativi non sono casuali ma sono legati da una sequenza ininterrotta, organizzati proprio come se seguissero una punteggiatura. Osservando la conversazione tra due comunicanti, si può identificare la sequenza di chi parla e di chi risponde, si può definire ciò che è la causa di un comportamento e ciò che è leffetto. I modi di punteggiare una sequenza sono soggettivi e possono generare dei conflitti di relazione difficilmente superabili.

18 Liceo Scientifico Bondeno FE18 Es. marito si chiude in se stesso perche la moglie brontola, la moglie brontola perché il marito si chiude in se stesso * 1x 8x 7x 6x 5x 4x 3x 2x 10x 9x Non vi è in linea di principio una punteggiatura oggettivamente giusta Lui si chiude in se stesso Lei brontola Moglie Marito

19 Liceo Scientifico Bondeno FE19 4° assioma: Gli esseri umani comunicano sia con il modulo numerico che con quello analogico Il linguaggio numerico riguarda luso di parole, i segni arbitrari dovuti ad una convenzione sul significato ad esse attribuito. È comprensivo di una sintassi logica complessa estremamente efficace, ed è lo strumento privilegiato per trasmettere dei contenuti, manca però di una serie di significati importanti per il settore della relazione (la parola di per sé esprime solo il significato che le è proprio). Il linguaggio analogico consiste nelle modalità della comunicazione non verbale, gesti, espressioni del viso, inflessioni della voce, sequenza del ritmo e cadenza delle parole, ecc.. che servono soprattutto a trasmettere gli aspetti che riguardano la relazione tra i partecipanti. Lattività di comunicare comporta quindi la capacità di coniugare questi due linguaggi, nonché di tradurre dalluno allaltro i messaggi da trasmettere e quelli ricevuti. In tutti e due i casi può essere difficile riuscire a tradurre questi e si possono fare errori di interpretazione.

20 Liceo Scientifico Bondeno FE20 5° assioma: Tutti gli scambi di comunicazione sono simmetrici o complementari, a seconda che siano basati sulluguaglianza o sulla differenza. Lultimo assioma sostiene che Linterazione simmetrica è basata sulluguaglianza quando il comportamento di un membro tende a rispecchiare quello dellaltro (nelle relazioni asimmetriche ciascun soggetto si comporta in modo da presupporre il comportamento dellaltro, offrendogli le stesse ragioni perché questa asimmetria esista e perduri nel tempo). Lultimo assioma sostiene che Linterazione simmetrica è basata sulluguaglianza quando il comportamento di un membro tende a rispecchiare quello dellaltro (nelle relazioni asimmetriche ciascun soggetto si comporta in modo da presupporre il comportamento dellaltro, offrendogli le stesse ragioni perché questa asimmetria esista e perduri nel tempo). La relazione complementare è invece caratterizzata dalla differenza di posizione (dominante o sottomessa) assunta dalle persone tre le quali avviene lo scambio comunicativo. Le posizioni sono una dominante e laltra sottomessa. La relazione complementare è invece caratterizzata dalla differenza di posizione (dominante o sottomessa) assunta dalle persone tre le quali avviene lo scambio comunicativo. Le posizioni sono una dominante e laltra sottomessa. Quando si irrigidisce una delle due modalità di entrare in rapporto con laltro, si producono patologie o fallimenti comunicativi difficilmente recuperabili. Quando si irrigidisce una delle due modalità di entrare in rapporto con laltro, si producono patologie o fallimenti comunicativi difficilmente recuperabili.

21 Liceo Scientifico Bondeno FE21 SIMMETRIA COMPLEMENTARIETA

22 Liceo Scientifico Bondeno FE22 Lapproccio Socio-Linguistico: La sociolinguistica è quella scienza che studia i rapporti tra linguaggio e società, e prende come criterio di analisi del linguaggio lappropriatezza data dal rapporto tra i messaggi, le frasi e il contesto in cui vengono espressi. La sociolinguistica è quella scienza che studia i rapporti tra linguaggio e società, e prende come criterio di analisi del linguaggio lappropriatezza data dal rapporto tra i messaggi, le frasi e il contesto in cui vengono espressi. Lanalisi si focalizza sulla più ampia competenza comunicativa. Lanalisi si focalizza sulla più ampia competenza comunicativa. Questo concetto, oltre alle abilità linguistiche e grammaticali, comprende anche abilità di tipo extralinguistico e sociale, che consentano di formulare il messaggio più appropriato in ogni situazione. Questo concetto, oltre alle abilità linguistiche e grammaticali, comprende anche abilità di tipo extralinguistico e sociale, che consentano di formulare il messaggio più appropriato in ogni situazione.

23 Liceo Scientifico Bondeno FE23 In particolare la competenza linguistica prevede che uno abbia queste abilità: competenza linguistica, ovvero la capacità di produrre e di interpretare segni verbali; competenza linguistica, ovvero la capacità di produrre e di interpretare segni verbali; competenza paralinguistica, cioè la capacità di produrre e interpretare elementi che modulano la comunicazione, come lenfasi, la cadenza della pronuncia, le risate, le esclamazioni, ecc…; competenza paralinguistica, cioè la capacità di produrre e interpretare elementi che modulano la comunicazione, come lenfasi, la cadenza della pronuncia, le risate, le esclamazioni, ecc…; competenza cinesica, ossia la capacità di realizzare la comunicazione anche attraverso gesti (come cenni, movimenti del volto, delle mani..) competenza cinesica, ossia la capacità di realizzare la comunicazione anche attraverso gesti (come cenni, movimenti del volto, delle mani..) competenza prossemica, la capacità di variare il rapporto con lo spazio in cui avviene linterazione (la distanza interpersonale, il contatto reciproco,...) competenza prossemica, la capacità di variare il rapporto con lo spazio in cui avviene linterazione (la distanza interpersonale, il contatto reciproco,...) capacità performativa, ossia la capacità di usare intenzionalmente un atto linguistico per realizzare gli scopi della comunicazione; capacità performativa, ossia la capacità di usare intenzionalmente un atto linguistico per realizzare gli scopi della comunicazione; competenza pragmatica, ossia la capacità di usare i segni linguistici e non linguistici in maniera adeguata e funzionale alla situazione e ai propri scopi; competenza pragmatica, ossia la capacità di usare i segni linguistici e non linguistici in maniera adeguata e funzionale alla situazione e ai propri scopi; competenza socioculturale, ovvero la capacità di interpretare correttamente le situazioni sociali, i rapporti di ruolo e gli elementi che caratterizzano una cultura. competenza socioculturale, ovvero la capacità di interpretare correttamente le situazioni sociali, i rapporti di ruolo e gli elementi che caratterizzano una cultura.

24 Liceo Scientifico Bondeno FE24 La figura paradossale…

25 Liceo Scientifico Bondeno FE25

26 Liceo Scientifico Bondeno FE 26 Come possono i media agevolare lapprendimento?

27 Liceo Scientifico Bondeno FE27 Ruolo dei media: nella percezione della realtà nella percezione della realtà nella costituzione di atteggiamenti e valori nella costituzione di atteggiamenti e valori nella formazione in generale nella formazione in generale è nei media che si modellano e si sviluppano de immagini del reale, del sé, le appartenenze culturali. è nei media che si modellano e si sviluppano de immagini del reale, del sé, le appartenenze culturali. Sempre più forte linfluenza dei media sul mondo giovanile. Sempre più forte linfluenza dei media sul mondo giovanile.

28 Liceo Scientifico Bondeno FE28 Una rapida trasformazione… Rivoluzione nel campo dei media: videogiochi, libri interattivi Rivoluzione nel campo dei media: videogiochi, libri interattivi Dalla posta al telegrafo, modem, fax, telefoni cellulari, video-telefono … Dalla posta al telegrafo, modem, fax, telefoni cellulari, video-telefono …

29 Liceo Scientifico Bondeno FE29 da uno molti dei mass media da uno molti dei mass media a uno uno media interpersonali a uno uno media interpersonali a molti molti dei socio e telemedia a molti molti dei socio e telemedia Avvento della multimedialità: Avvento della multimedialità: TESTO+IMMAGINI STATICHE+IMMAGINI ANIMATE+SUONO.

30 Liceo Scientifico Bondeno FE30 TELEVISIONE: Mezzo straordinariamente potente con molteplici possibilità di impiego in ambito formativo Mezzo straordinariamente potente con molteplici possibilità di impiego in ambito formativo Colma il vuoto comunicativo Colma il vuoto comunicativo È passato da mezzo di informazione a organizzare euforicamente il proprio tempo libero È passato da mezzo di informazione a organizzare euforicamente il proprio tempo libero Una sorta di agenzia a cui abbiamo appaltato il nostro regime quotidiano di attivazione onirica Una sorta di agenzia a cui abbiamo appaltato il nostro regime quotidiano di attivazione onirica

31 Liceo Scientifico Bondeno FE31 Dai media nuovi caratteri dominanti: Estensione visiva e acustica: il senso visivo tende a rafforzarsi perché lo schermo amplifica la presentazione e la produzione di immagini. Così il senso uditivo: Così il senso uditivo: le vibrazioni della musica, ma anche i rumori delle macchine sono sempre più estesi

32 Liceo Scientifico Bondeno FE32 Esteriorizzazione/virtualizzazione i sistemi comunicativi si svincolano dalla fisicità i sistemi comunicativi si svincolano dalla fisicità potenzialità interna che tali sistemi acquisiscono potenzialità interna che tali sistemi acquisiscono trasferibilità e riproducibilità da stampa,fotografia, cinema, virtualità dei nuovi media digitali trasferibilità e riproducibilità da stampa,fotografia, cinema, virtualità dei nuovi media digitali

33 Liceo Scientifico Bondeno FE33 Edonismo/contemporaneizzazione: labilissimi i confini tra valutazione estetica e validità contenutistica. labilissimi i confini tra valutazione estetica e validità contenutistica. Paradigma estetico fondato su emozioni condivise, acquista valenza morale: edonismo del quotidiano come principio organizzatore della vita sociale. Paradigma estetico fondato su emozioni condivise, acquista valenza morale: edonismo del quotidiano come principio organizzatore della vita sociale.

34 Liceo Scientifico Bondeno FE 34 I media accrescono le fonti e le qualità di informazione e producono minor sforzo di elaborazione e di interpretazione: I media accrescono le fonti e le qualità di informazione e producono minor sforzo di elaborazione e di interpretazione: si appiattisce sul frammento, sullimmediato, sulleterno istante che si rinnova, con il crollo di ogni sforzo sistematizzante. Profondità superficialità Profondità superficialità Alla unità e coerenza frantumazione Alla unità e coerenza frantumazione alla storia il presente alla storia il presente

35 Liceo Scientifico Bondeno FE35 I NUOVI MEDIA Personal computer: Rivoluzione di tempi e spazi, di possibilità, di traformazioni Personal computer: Rivoluzione di tempi e spazi, di possibilità, di traformazioni Tendenze che ha comportato: digitalizzazione digitalizzazione miniaturizzazione miniaturizzazione integratività multimediale integratività multimediale

36 Liceo Scientifico Bondeno FE 36 Realtà virtuale Ambiente multimediale fortemente interattivo in cui lutente non guarda più allo schermo del computer, ma diventa parte dellazione nello schermo, con la sensazione di essere immerso nella situazione

37 Liceo Scientifico Bondeno FE 37 Internet: La rete delle reti Quali usi? Accesso (illimitato) a risorse informative Accesso (illimitato) a risorse informative Comunicazione interpersonale: un modo nuovo di instaurare relazioni Comunicazione interpersonale: un modo nuovo di instaurare relazioni

38 Liceo Scientifico Bondeno FE 38 Comunicazione interpersonale: svincolata dai condizionamenti spazio- temporali svincolata dai condizionamenti spazio- temporali messaggi possono essere ritoccati, aggiustati,… messaggi possono essere ritoccati, aggiustati,… ha carattere reticolare, scambio molti- molti ha carattere reticolare, scambio molti- molti si possono allestire forme di condivisione e visibilità del lavoro dei singoli si possono allestire forme di condivisione e visibilità del lavoro dei singoli la comunità dialogica può sempre espandersi la comunità dialogica può sempre espandersi

39 Liceo Scientifico Bondeno FE 39 CHAT line Dialogo in diretta Dialogo in diretta Interlocutori presenti in contemporanea e avviano una discussione solo testuale Interlocutori presenti in contemporanea e avviano una discussione solo testuale Si può essere chiunque Si può essere chiunque Si parla con chiunque in qualunque parte del mondo Si parla con chiunque in qualunque parte del mondo


Scaricare ppt "Liceo Scientifico Bondeno FE1 Comunicazione e relazioni interpersonali: dalle tecniche comunicative alla comprensione dellaltro dott.ssa Rita Mancaniello."

Presentazioni simili


Annunci Google