La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. De Giorgio Luciano. Mettere in comune (condividere) Mettere in collegamento Passaggio o trasferimento di informazioni da un emittente a un ricevente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. De Giorgio Luciano. Mettere in comune (condividere) Mettere in collegamento Passaggio o trasferimento di informazioni da un emittente a un ricevente."— Transcript della presentazione:

1 Prof. De Giorgio Luciano

2 Mettere in comune (condividere) Mettere in collegamento Passaggio o trasferimento di informazioni da un emittente a un ricevente

3 La comunicazione è considerata come un processo di trasmissione ed elaborazione di informazioni (linteresse per latto comunicativo è puramente tecnico) Elementi fonamentali (codifica/decodifica/rumore) Poco adatto a misurare la comunicazione umana

4 Linformazione deve essere dotata di significato Il significato deve essere compreso dal destinatario (utilizzo di un codice comune che consenta una codifica ed una decodifica) Il processo comunicativo deve essere visto come scambio, una costruzione di significati e di valori sociali fra gli interlocutori La comunicazione come processo psicologico (un messaggio non viene registrato passivamente)

5 1. Chi? - riguarda lemittente 2. Dice cosa? - riguarda il contenuto 3. Attraverso quale canale? – riguarda lelemento fisico utilizzato 4. A chi? - si riferisce ne al destinatario 5. Con quale effetto? – si riferisce agli scopi ed ai risultati della comunicazione

6 Soggetto M – percepisce un evento esterno E EI - percezione dellevento – percezione = esito di una precisa selezione) Inizia la comunicazione vera e propria con una forma F e un contenuto C Un giornalista, non solo trasforma un evento E in notizia EI, ma effettua una seconda selezione, decidendo la forma con cui presentare il contenuto – controllo di potere – M2 (destinatario) effettuerà unulteriore selezione FCI (uno dei tanti significati possibili)

7 Jakobson e le funzioni della comunicazione 6 elementi della comunicazione ElementiFunzioni 1. EmittenteEmotiva 2. ContattoFatica (mantiene connessioni) 3. MessaggioPoetica 4. CodiceMetalinguistica (E-D verificano se parlano la stessa lingua) 5. ContestoReferenziale – capacità di denotare oggetti e loro relazione con la realtà (il libro è sul tavolo) 6 DestinatarioConativa – effetti del messaggio sul destinatario

8 La pragmatica della comunicazione Il parlare come particolare forma dellagire è studiato da una disciplina specifica: la pragmatica La pragmatica della comunicazione umana si occupa anche degli effetti della comunicazione sul comportamento – la comunicazione, infatti, influenza il comportamento ed è questo aspetto propriamente definito pragmatica

9 La scuola di Palo Alto La scuola Palo Alto (piccolo villaggio a sud di San Francisco), studia la comunicazione attraverso una prospettiva definita sistemico-relazionale (la comunicazione vista come interazione, sistema aperto basato sullo scambio continuo di messaggi fra esseri umani in un preciso contesto) Gli studiosi di Palo Alto si occupano anche degli effetti che la reazione del ricevente ha sullemittente (comunicazione come processo interattivo o circolare)

10 Gli assiomi della comunicazione Nel 1967 – opera Pragmatica della comunicazione umana – Assiomi della comunicazione 1. Impossibilità di non comunicare Si comunica anche tramite il silenzio 2. Ogni comunicazione ha un aspetto di contenuto ed un aspetto di relazione Il secondo classifica il primo – metacomunicazione 3. Punteggiatura delle sequenza La natura della comunicazione dipende dalla punteggiatura delle sequenze di comunicazione fra i comunicanti 4. Comunicazione numerica e analogica Gli esseri umani comunicano sia con il modulo numerico, sia con quello analogico 5. Interazione simmetrica e complementare Gli scambi comunicativi sono simmetrici o complementari a seconda che siano basati sulluguaglianza o sulla differenza

11 Comunicazione non verbale – nellinterazione non ci sono linguaggi naturali – La cinesica è la disciplina che studia i movimenti e i gesti delle persone, allo scopo di coglierne il significato comunicativo La fisiognomica è la disciplina che studia i tratti del carattere e della personalità degli uomini dal loro aspetto esteriore ed in particolare dalle fattezze e dalle espressioni del volto La prossemica studia lorganizzazione delle distanze nella comunicazione interpersonale e il modo con il quale gli uomini usano lo spazio (importante aspetto socio- culturale)

12 La comunicazione di massa Comunicazione di massa insieme di processi comunicativi realizzati tramite i mass media (mezzi di codifica ad alto valore tecnologico) Prima metà del 900 – paesi industrializzati hanno subito un mutamento sociale Società della comunicazione totale attraverso i media le persone comunicano a distanza (superamento barriere fisiche – MORTE DELLA DISTANZA –)

13 Vantaggi dei media Amplificano il messaggio da trasmettere riproducendolo più volte Superano le barriere fisiche Diminuiscono i costi di comunicazione dei messaggi Per lo più i mass media attuano comunicazioni di tipo indiretto che presuppongono la presenza di un censore o mediatore.


Scaricare ppt "Prof. De Giorgio Luciano. Mettere in comune (condividere) Mettere in collegamento Passaggio o trasferimento di informazioni da un emittente a un ricevente."

Presentazioni simili


Annunci Google