La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RINNOVABILI, NUCLEARE e IDROCARBURI: Quale Mix Energetico in vista di EXPO 2015? … e il CARBONE ??? (unopportunità da cogliere per la sostenibilità!) Politecnico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RINNOVABILI, NUCLEARE e IDROCARBURI: Quale Mix Energetico in vista di EXPO 2015? … e il CARBONE ??? (unopportunità da cogliere per la sostenibilità!) Politecnico."— Transcript della presentazione:

1 RINNOVABILI, NUCLEARE e IDROCARBURI: Quale Mix Energetico in vista di EXPO 2015? … e il CARBONE ??? (unopportunità da cogliere per la sostenibilità!) Politecnico di Milano 12 Maggio 2011 Intervento di: Rinaldo Sorgenti Vicepresidente Assocarboni CARBONE PULITO

2 Mix delle fonti 2008 – Paesi Ue Paese CarboneNucleare Gas metanoOlio C.Idrogeo Eolico e/ SolareAltro Germania 43%23,5%12%1,5%4%---7%9% U.K. 32%13,5%45%1,5%2,5%---2%3,5% Francia 4%77%4%1%12%---1% Spagna 15%19%39%6%8%---11%2% UE 2726%28%23%3%10,6%0,2%3,7%5,5% ITALIA 13,5%---54,5%10%15%2%1,6%3,4% Dati Eurostat N.B.: Italia - Dati riferiti alla SOLA produzione NAZIONALE.

3 Mix delle Fonti: Prod. Elettrica 2008 Fonti Mondo (~ TWh) Europa 27 (~3.400 TWh) Italia (~353 TWh) Carbone 41%26%12% Gas naturale 21%23%49% Idro 16%11%13% Nucleare 14%28%11% ( ) Petrolio 5%3%9% Eolico/solare 1,2%3,7%1,5% Geotermico 0,3%0,2%1,5% Altri 1,5%5,5% 3,0% ( ) Importazione doltralpe. Ufficialmente la fanno apparire da … Fonti Rinnovabili! Elaborazione dati: Assocarboni - Fonte: Eurostat e Terna

4 Sistema energetico italiano Evidente sbilanciamento ….. gas Resto delle fonti

5 Azioni necessarie per lItalia Occorre riequilibrare il Mix delle Fonti: 1) carbone X 2 = nuove tecnologie: CCT - CCS + Obiettivo: 25%

6 Azioni necessarie per lItalia Occorre riequilibrare il Mix delle Fonti: 2) nucleare Non abbiamo mai smesso di utilizzarla. Dobbiamo ricominciare a produrla a casa nostra! Obiettivo: 25% ITALY ATOMIC CLOCK

7 Azioni necessarie per lItalia Occorre riequilibrare il Mix delle Fonti: 3) Gas naturale Dimezzarne luso per la produzione elettrica. Obiettivo: 25%

8 Azioni necessarie per lItalia Occorre riequilibrare il Mix delle Fonti: 4) Rinnovabili Sfruttare al meglio quelle più: ØEfficaci ØEfficienti ØEconomiche ØDisponibili Es. idroelettrico con ripompaggi e uso termico delle biomasse Obiettivo: 25%

9 Un sogno che può/deve diventare realtà. Per competere alla pari in Europa! Ipotesi: Assocarboni 2010 ITALIA: Prospettive di Mix DA SOGNO AD OBIETTIVO PAESE Arco Temporale:

10 IL NOSTRO PAESE NON PUO PERMETTERSI DI RINUNCIARE AD ALCUNA FONTE DI ENERGIA, SE VUOLE COMPETERE ALLA PARI NEL MONDO!!! EQUILIBRIO!!!

11 Mix energetico equilibrato: Vantaggi Ømaggiore COMPETITIVITA Paese = + occupazione + benessere + sviluppo Ømaggiore SICUREZZA approvvigionamenti ØEnorme RISPARMIO risorse economiche Maggiori investimenti in RICERCA per accelerare lo SVILUPPO di FER del futuro: Es.: 0,03 x 330 TWh = 10 9 anno!

12 Il carbone: transizione verso le energie del futuro Carbone > Ponte storico-tecnologico verso lenergia del futuro, frutto di ricerca e innovazione: processo infinito!

13 XXI secolo: Il carbone è una fonte sostenibile? Sostenibilità energetica

14 1) Facilità di approvvigionamento E facile da reperire e trasportare così…. … o così … ?

15 2) Economicità E economico Il combustibile e quindi anche il kWh!

16 3) Continuità e affidabilità Fornisce energia anche in assenza di sole e di vento, o dellinterruzione di un tubo!

17 4) Sicurezza Garantisce sicurezza: - STRATEGICA (abbondanza di riserve e loro dislocazione nel mondo) - FISICA (non è esplosivo, non è velenoso, non è inquinante in caso di dispersione in mare)

18 Elevata efficienza in centrali USC (*) = 45% 5) Efficienza di utilizzo (*) Ultra Super Critical

19 E rispettoso dellambiente grazie alle moderne tecnologie: CCT e CCS 6) Rispetto ambientale

20 CARBONE GAS PETROLIO 120 ANNI 60 ANNI 40 ANNI 7) Disponibilità I combustibili fossili sono e saranno alla base dello sviluppo economico e del benessere ancora per almeno i prossimi anni (fonte: IEA – Parigi)

21 Obiezioni comuni 1)… il carbone è inquinante: Emissioni di S0 2, NOx e Polveri (PM10); 2) … è accusato di alterare il clima: Emette CO 2 più di qualunque altra fonte fossile.

22 Ma la realtà …. ….. dipende dal contesto! 1)Il carbone non inquina, se si utilizzano le CCT (Clean Coal Technologies 2) Se poi le preoccupazioni che vanno sotto lacronimo AGW sono concrete, perché si conteggiano solo le emissioni in fase di combustione, ma non quelle in fase di estrazione : Venting? Peraltro, a quelle dirette di CO 2 si aggiungono le Methane Fugitive Emissions, dove: CH4 = 21CO 2

23 Le Tecnologie CCT per luso PULITO DEL CARBONE Cosa sono le CCT ? Le Clean Coal Technologies sono le moderne tecnologie degli impianti di generazione elettrica e di combustione in genere, idonee allutilizzo del carbone efficiente e compatibile con lambiente. Le CCT, in generale, si basano su criteri che migliorano: – Le emissioni nocive in atmosfera (SO 2, NO X, particolato, ecc.) – La gestione del carbone (estrazione, trasporto, stoccaggio, ecc.) – Il riutilizzo dei sottoprodotti e lo smaltimento dei reflui – Lefficienza di conversione energetica dellimpianto – Laffidabilità e la disponibilità dellimpianto – I costi di capitale e di gestione e generazione dellimpianto

24 Le Tecnologie CCT per luso PULITO DEL CARBONE Le CCT si classificano sommariamente in 4 categorie: 1. Pre-combustione: per pulire il carbone prima del suo utilizzo, in modo da ridurre i promotori di inquinanti e di sottoprodotti, zolfo e ceneri in particolare. 2. Combustione: per pulire il carbone durante il suo utilizzo limitando la formazione di prodotti inquinanti della combustione, in particolare ossidi di zolfo e di azoto (es. combustione in letto fluidizzato) 3. Post-combustione: a valle della combustione, per rimuovere gli inquinanti presenti nei prodotti della combustione: particolato, ossidi di zolfo e di azoto (diffusamente applicate negli impianti a combustione convenzionale). 4. Conversione: volte alla trasformazione del carbone in altri prodotti energetici gassosi e liquidi puliti e di più facile utilizzo (es. gassificazione del carbone).

25 Obiettivi per le CCT a breve-medio termine INQUINANTI ed aspetti tecnici ed economici Tecnologia Vision 21 SO 2 (rimozione %)9899>99 NO x (mg/kWh) Particolato (mg/kWh)157,53 Rimozione mercurio---90%95% Utilizzazione sottoprodotti30%50%quasi 100% Rendimento impianto40%45-50%50-60% Disponibilità impianto>80%>85%>90% Costo capitale impianto (/kW) Costo energia elettrica (¢/kWh)3,53,0-3,2<3,0

26 Emissioni inquinanti: ricadute al suolo Studio comparativo sviluppato da ERM Italia (Gruppo Environmental Resources Management). Ricadute al suolo di: SOx, NOx, Polveri: Impianto a gas NGCC Impianto a carbone USC potenza MW Camini: 5 x 90 m Camini: 1 x 250 m IMPATTO AL SUOLO: impianto a carbone USC -14% max concentrazione media annua -32% max concentrazione media oraria

27 The Wall Street Journal of Europe: 26/12/2008 Exxon could benefit from emissions work by Russel Gold. …. Exxon …. is spending $70 million to expand by 50% the plants capacity to capture carbon dioxide, brought to the surface along with the natural gas. The plant separates the natural gas from impurities. Note: About 1/3 of the worlds natural-gas reserves are mixed with high levels of carbon dioxide (CO 2 ), according to Exxon Mobil. That means, producing more natural gas will lead to even more carbon dioxide being vented into the air. Just an example: In Exxons natural-gas fields near La Barge (USA), about 65% of the gaseous mixture from the wells is carbon dioxide (CO 2 ). Natural gas is only 22%. CCS in fase Pre-Combustione: Mondo

28 Tecniche di riduzione emissioni: CCS Azioni: Un contributo al contenimento delle emissioni di CO 2 può venire dallapplicazione delle tecniche di CCS, in tutti i settori energivori industriali. Considerazioni: 1) LUOGO: Il problema prescinde dal luogo di emissione, perché la portata è globale. 2) FASE DI CATTURA CO 2 : Questa dovrebbe quindi riguardare sia la fase di pre-combustione che di post-combustione.

29 Tecniche di riduzione emissioni: CCS Azioni: Leventuale applicazione delle tecniche CCS solo per impianti a Carbone, permetterebbe solo modesti risultati e comporterebbe peraltro unevidente alterazione dei principi europei di libera concorrenza tra Prodotti ed Operatori.

30 E più facile spaccare un atomo che un pregiudizio! Carbone pulito …….

31 Carbone: chiave per la sostenibilità! Carbone: chiave del presente per garantire il futuro! Grazie per la vostra attenzione! Rinaldo Sorgenti Per info:


Scaricare ppt "RINNOVABILI, NUCLEARE e IDROCARBURI: Quale Mix Energetico in vista di EXPO 2015? … e il CARBONE ??? (unopportunità da cogliere per la sostenibilità!) Politecnico."

Presentazioni simili


Annunci Google