La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ipotesi di Disturbo Post-Traumatico da Stress e dellAdattamento Lesperienza A.C.S.I.M. Dott.ssa Maila Balzano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ipotesi di Disturbo Post-Traumatico da Stress e dellAdattamento Lesperienza A.C.S.I.M. Dott.ssa Maila Balzano."— Transcript della presentazione:

1 Ipotesi di Disturbo Post-Traumatico da Stress e dellAdattamento Lesperienza A.C.S.I.M. Dott.ssa Maila Balzano

2 Minore straniero non accompagnato ossia minorenne clandestino, immigrato senza genitori, o parenti, o connazionali ai quali sia stato legalmente affidato. Viaggio progetto di crescita progetto di autorealizzazione progetto di salvezza propria e/o familiare

3 Adolescenza … … fase di transizione … fase di cambiamenti Fisiologici Cognitivi Psicologici Sociali … fase di riorganizzazione del proprio sé, dellidentità.

4 Accrescono così le radici per costruire una base solida ed è fondamentale considerare il ragazzo non solo nella sua individualità, ma anche nel contestostoricosocio-culturalefamiliare contesto storico, socio-culturale e familiare nel quale è cresciuto e sta crescendo.

5 -identificazione -individuazione -differenziazione -separazione Tutto ciò esercita una forte influenza sul comportamento e sulle modalità relazionali e prevede lavvio di fasi specifiche di crescita:

6 Stress da Transculturazione Lingua e comunicazione non verbale incomprensibili Percezione di avere un corpo straniero Regole sociali nuove Spazi e tempi differenti Perdita di status sociale Lutti Scarso supporto sociale e solitudine Povertà Distanza geografica e culturale Crisi etica e identità etnica…

7 DOPPIA SOCIALIZZAZIONE CONFLITTO BICULTURALE VULNERABILITA PSICOLOGICA in relazione ai processi di filiazione ed affiliazione

8 Un essere umano è un organismo incastonato fin dalla nascita in un ambiente sociale. Lo sconvolgimento della matrice sociale, soprattutto nell'infanzia, ha gravi effetti a lungo termine sia sul funzionamento sociale sia su quello biologico" (Van der Kolk, 1987) La migrazione stessa può svolgere il ruolo di fattore di slatentizzazione di un sottostante disturbo psichico (Leo, 1995). TRAUMA MIGRATORIO

9 Disturbo dellAdattamento (DA) Disturbo dellAdattamento (DA) (DSM-IV-R, 2000) Sviluppo di sintomi emotivi o comportamentali clinicamente significativi in risposta a uno o più fattori stressanti identificabili. La reazione è sproporzionata rispetto alla natura dello stress, oppure vi è una significativa compromissione del funzionamento sociale o lavorativo. I sintomi si manifestano entro 3 mesi dall'inizio del fattore stressante, con una cronicizzazione se superano i 6 mesi.

10 Sottotipi del Disturbo di Adattamento (DA): DA con Umore Depresso; DA con Ansia; DA con Ansia e Umore Depresso Misti; DA con Alterazione della Condotta; DA con Alterazione Mista dellEmotività e della Condotta; Non Specificato I DA vengono distinti sulla base dello stato danimo o dello stato psicopatologico predominante.

11 Esperienze traumatiche estreme pre-migratorie, migratorie e post-migratorie aumentano il rischio di sviluppo di disturbi mentali. paura impotenzaorrore Particolarmente traumatiche sono quelle esperienze nelle quali la persona ha vissuto, assistito o si è confrontata con eventi che hanno implicato morte, o gravi lesioni, o minaccia per lintegrità fisica propria o altrui, rispondendo con paura intensa, sentimenti di impotenza o di orrore. (DSM-IV-R, 2000)

12 Disturbo Post-Traumatico da Stress (DSM-IV-R, 2000) Sintomi intrusivi: ricordi spiacevoli ricorrenti e intrusivi dellevento; sogni spiacevoli ricorrenti dellevento; agire o sentire come se levento si ripresentasse; intensa sofferenza psichica e/o reattività fisiologica se esposti a qualcosa che ricorda o simbolizza un aspetto dellevento.

13 Sintomi di evitamento: evitamento di ciò che ricorda levento; incapacità di ricordarne aspetti importanti; riduzione degli interessi; sentimenti di distacco dagli altri; riduzione dell affettività; diminuzione delle prospettive future.

14 Sintomi di iperattivazione: difficoltà a addormentarsi o a mantenere il sonno; irritabilità o scoppi dira; difficoltà di concentrazione; ipervigilanza; esagerate risposte dallarme. Acuto: i sintomi durano meno di 3 mesi. Cronico: i sintomi durano 3 mesi o più. ad Esordio Tardivo: comparsa dei sintomi almeno 6 mesi dopo levento. Nei bambini il DPTS si esprime in comportamenti agitati e disorganizzati.

15 Fattori che influenzano tali reazioni: 1) natura dellevento traumatico: imprevedibilità; elevato numero di morti e feriti; modalità particolarmente violente di decesso delle vittime; probabilità di ripetizione dellevento; gravità/estensione dei danni materiali; valore simbolico dei contesti interessati; potenziali ma sconosciuti effetti dellevento sulla salute. 2) livello di coinvolgimento del soggetto

16 3) caratteristiche del soggetto: soggetto a rischio; problematiche psicopatologiche preesistenti; precedente esposizione a eventi traumatici; precedente storia di condotte di abuso; elevata reattività psicosomatica; basso livello socioeconomico; appartenenza a categorie sociali svantaggiate. 4) caratteristiche/qualità del sistema sociale di supporto 5) qualità/tempestività dellintervento di supporto psicologico

17 Stress da Migrazione Transculturazione potenti agenti ri-traumatizzanti attraverso tre modalità principali: creazione di un contesto deculturizzante solitudine sociale esposizione a stimoli scatenanti

18 È fondamentale un saper-fare multidisciplinare e multiculturale, poiché… …il paziente non è colui che subisce ed esibisce un sintomo ma, paradossalmente, è egli stesso un sintomo: quello di un sistema disfunzionale (Haley J., 1973)


Scaricare ppt "Ipotesi di Disturbo Post-Traumatico da Stress e dellAdattamento Lesperienza A.C.S.I.M. Dott.ssa Maila Balzano."

Presentazioni simili


Annunci Google