La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA PER LISTRUZIONE SCOLASTICA SECONDARIA DI SECONDO GRADO V LEZIONE ASL Sa 1 VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE CENTRO DI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA PER LISTRUZIONE SCOLASTICA SECONDARIA DI SECONDO GRADO V LEZIONE ASL Sa 1 VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE CENTRO DI."— Transcript della presentazione:

1 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA PER LISTRUZIONE SCOLASTICA SECONDARIA DI SECONDO GRADO V LEZIONE ASL Sa 1 VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE CENTRO DI CULTURA BIOETICA DIOCESI DI NOCERA-SARNO

2 Contraccettivi, intercettivi, contragestativi aspetti scientifici (dr. D. Sacchini)

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27 Meccanismo dazione della spirale Rende il muco cervicale non adeguato al passaggio degli spermatozoi Modifica la struttura dellendometrio uterino

28

29

30

31

32

33

34

35

36

37

38

39

40

41

42

43 METODI NATURALI METODO DEL RITMO (OGINO – KNAUS) METODO DELLA TEMPERATURA BASALE METODO CICLO – TERMICO METODI SINTO – TERMICI METODO DELLA OVULAZIONE O DI BILLINGS

44 METODO DEL RITMO (OGINO – KNAUS) E un metodo poco attendibile a causa della variabilità fisiologica dei cicli. Per aumentare il margine di sicurezza la donna è invitata a prendere nota di 6 – 12 cicli in successione; tuttavia stress psico-fisici, malattie, viaggi, ecc. riducono ancora di più lattendibilità del metodo, per cui si preferisce associarlo alla misurazione della temperatura basale (Metodo Ciclo- termico) o alla rilevazione di segni e sintomi di fertilità (Metodi Ciclo-Sinto-Termici) In base a questo metodo si considera fertile il periodo che va dal 19° al 12° giorno prima della mestruazione.

45 METODO DELLA TEMPERATURA BASALE Consiste nella misurazione quotidiana della temperatura corporea in condizioni di assoluto riposo, al mattino al risveglio, alla stessa ora e sempre per la stessa via (orale, rettale o vaginale). Perciò tale metodo serve solo a riconoscere il periodo non fertile post-ovulatorio che ha inizio a partire dal 4° giorno di temperatura stabilizzata a livello alto.Nella II fase del ciclo ovarico, con la produzione di progesterone da parte del corpo luteo, si ha aumento della temperatura corporea di almeno 0.2°C. Tale aumento è collegato, quindi, allovulazione, cui segue la formazione del corpo luteo. Lovulazione avviene tra il 4° e il 6 giorno precedente il rialzo termico ed il 2° giorno della stabilizzazione della temperatura a livello più alto. Perciò tale metodo serve solo a riconoscere il periodo non fertile post-ovulatorio che ha inizio a partire dal 4° giorno di temperatura stabilizzata a livello alto. A volte, tuttavia, il rialzo termico può essere difficile da riconoscere perché atipico (graduale, intermittente, ecc.); inoltre malattie febbrili, cambiamento delle abitudini di vita, ingestione di grosse quantità di alcool o uso di farmaci (es. farmaci tiroidei, progesterone, ecc.) possono essere cause aspecifiche di rialzo termico. Durante lallattamento totale al seno e in premenopausa questo metodo è poco attendibile a causa delle irregolarità del ciclo.

46 METODO CICLO – TERMICO Associa il calcolo, fatto col Metodo del Ritmo, dei giorni non fecondi pre-ovulatori ai giorni non fertili post-ovulatori rilevati col Metodo della Temperatura Basale La sua bassa efficacia è legata al Metodo del Ritmo, essendo il Metodo della Temperatura Basale molto più sicuro.

47 METODI SINTO – TERMICI Sono molto efficaci se ben usati Per la determinazione del periodo fertile associano il Metodo della Temperatura Basale alla rilevazione di sintomi, quali: secrezione del muco cervicale, modificazioni del collo dellutero, sanguinamento ovulatorio o spotting, dolore ovulatorio, tensione mammaria Possono associarsi altri sintomi soggettivi, quali aumento di peso, modifiche del desiderio sessuale, modifiche dellumore, modifiche dellappetito, comparsa di acne, emicrania, aumento della sensibilità agli odori, ecc.

48 METODO DELLA OVULAZIONE O DI BILLINGS Ha unefficacia sovrapponibile a quella delluso della pillola estro- progestinica. Si basa sulla percezione di una sensazione di lubrificazione della vulva in vicinanza dellovulazione. giorno del piccoLultimo giorno in cui viene avvertito il senso di bagnato prende il nome di giorno del picco e corrisponde al momento di massima fertilità. Finché persiste il senso di bagnato, anche se il muco si riduce, non cè ancora il picco, che è riconosciuto solo a posteriori, cioè col ritorno del senso di asciutto legato alla produzione di muco denso e appiccicoso Lovulazione si ha di solito un giorno dopo il picco; sempre, comunque, si verifica in un intervallo compreso tra 3 giorni prima e 2 giorni dopo il picco. Quindi il periodo di potenziale fertilità va dallinizio della sensazione di bagnato fino al 3° giorno dopo il picco. In questo periodo è possibile ricercare o evitare una gravidanza.

49 Il muco cervicale Regola la fertilità: Permettendo o negando laccesso degli spermatozoi in utero Blocca gli spermatozoi non idonei alla fecondazione Nel periodo fertile facilita il cammino degli spermatozoi e li mantiene vivi e mobili Nelle cripte cervicali gli spermatozoi possono sopravvivere fino a tre giorni


Scaricare ppt "CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA PER LISTRUZIONE SCOLASTICA SECONDARIA DI SECONDO GRADO V LEZIONE ASL Sa 1 VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE CENTRO DI."

Presentazioni simili


Annunci Google