La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gestione delle Lesioni Complesse Tiziana Lotti Ambulatorio Lesioni Cutanee Agenzia di Recupero e Riabilitazione A.O.U.Careggi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gestione delle Lesioni Complesse Tiziana Lotti Ambulatorio Lesioni Cutanee Agenzia di Recupero e Riabilitazione A.O.U.Careggi."— Transcript della presentazione:

1 Gestione delle Lesioni Complesse Tiziana Lotti Ambulatorio Lesioni Cutanee Agenzia di Recupero e Riabilitazione A.O.U.Careggi

2 Ferita Chirurgica Si intende linterruzione Acuta della continuità tessutale con uno strumento tagliente. La sua guarigione si espleta nei 21 giorni del processo di riparazione tissutale La sua guarigione si espleta nei 21 giorni del processo di riparazione tissutale

3 Trattamento Tampone in schiuma di poliuretano e film trasparente, Consente di monitorare la ferita senza rimuovere la medicazione Medicazione classica, disinfezione e tampone di garza

4 Deiscenza di Ferita Chirurgica E una ferita a guarigione secondaria che si chiude mediante la produzione di tessuto Questo processo di guarigione richiede un periodo superiore ai 21 giorni Il passaggio da ferita acuta a ferita cronica può verificarsi in qualsiasi fase del processo di guarigione

5 Valutazione della Deiscenza di ferita Chirurgica Una volta definito il quadro generale si provvederà alla valutazione della ferita per poter definire quale sia la miglior via di cicatrizzazione da proseguire.

6 VALUTAZIONE Localizzazione Grado di Gravità Dimensioni Odore Tunnellizzazione Letto della Lesione Essudato

7 Classificazione della profondità del danno tessutale GradoEstensione ILesione limitata allepidermide IIInteressamento esteso al derma IIIInteressamento del tessuto sottocutaneo sino alla fascia muscolare appare indenne IVInteressamento dellapparato locomotore e/o delle cavità

8 Evoluzione della ferita Ferita cicatrizzazione Superficiale (I-II) Riepitelizzazione Migrazione di cellule epiteliali dai margini di ferita con andamento centripeto.Restitutio ad integrum Profonda (III-IV) Granulazione Produzione di tessuto neoformato, prevalentemente vascolare in prima istanza,sostituito in seguito da fibre di collagene e da una cicatrice spesso retraente. Non si ha Restitutio ad integrum

9 Trattamento Dopo una corretta valutazione della deiscenza della ferita chirurgica è possibile sceglier tra diversi trattamenti : Medicazioni Avanzate Lembi e innesti cutanee Pressione Topica Negativa

10 Le Medicazioni Avanzate La medicazione avanzata è un materiale di copertura con caratteristiche di biocompatibilità Qualità che si espleta nellinterazione del materiale con il tessuto,realizzando un adeguato livello di umidità costante nellinterfaccia fra lesione e medicazione, condizione ideale per la migrazione cellulare. condizione ideale per la migrazione cellulare.

11 Caratteristiche delle medicazioni avanzate : Devono mantenere lambiente umido Devono mantenere lambiente umido Controllare l essudato della lesione Controllare l essudato della lesione Mantenere umido il letto della lesione e asciutta la cute circostante Mantenere umido il letto della lesione e asciutta la cute circostante Garantire l isolamento termico e una temperatura stabile sulla lesione Garantire l isolamento termico e una temperatura stabile sulla lesione Rimanere integre durante l uso e non lasciare residui sulla lesione Rimanere integre durante l uso e non lasciare residui sulla lesione Non deve causare trauma sul letto della ferita alla rimozione Non deve causare trauma sul letto della ferita alla rimozione Devono essere maneggevoli e conformabili alle zone anatomiche Devono essere maneggevoli e conformabili alle zone anatomiche Ridurre i tempi assistenziali Ridurre i tempi assistenziali

12 Le Medicazioni Avanzate LA SCELTA DEL TRATTAMENTO DIPENDE DAL TIPO DI TESSUTO PRESENTE SULLULCERA E DALLE CONDIZIONI DELLA CUTE PERILESIONALE DALLE CONDIZIONI DELLA CUTE PERILESIONALE

13 La Pressione Negativa La Pressione Negativa Pressione negativa è un termine che designa una pressione inferiore a quella atmosferica ottenuta mediante una pompa aspirante.

14 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO La medicazione è inerte, ma posizionata sulla ferita e collegata alla fonte di aspirazione, esercita, sulla stessa, una pressione negativa tale da innescare la proliferazione cellulare Banwell, Téot J. of Wound Care

15 La terapia a pressione negativa è stata definita una nuova, potente modalità di guarigione, non farmacologica, capace di modulare il processo di cura delle ferite. Banwell, Téot J. of Wound Care La Presione Topica Negativa

16 Pressione negativa Promuove la guarigione della ferita stimolando la crescita del tessuto di granulazione Promuove la guarigione della ferita stimolando la crescita del tessuto di granulazione Elimina i liquidi interstiziali permettendo la decompressione dei tessuti Elimina i liquidi interstiziali permettendo la decompressione dei tessuti Migliora il flusso ematico Migliora il flusso ematico Facilita la rimozione di materiale infetto Facilita la rimozione di materiale infetto Crea un ambiente chiuso e umido favorendo la guarigione della ferita Crea un ambiente chiuso e umido favorendo la guarigione della ferita Favorisce la sopravvivenza dei lembi e lattecchimento Favorisce la sopravvivenza dei lembi e lattecchimento

17 Lembi e Innesti Cutanei Per la copertura della perdita di sostanza cutanea può essere necessario lintervento chirurgico, con lembi e innesti di tessuto vascolarizzato, dopo un adeguato debridement di tutti i tessuti avascolari, necrotici o infetti.

18 Lembo Innesto L'innesto cutaneo : segmento di tessuto ( DERMA) che non contiene una rete di vasi sanguigni propri, e che può essere trasferito da un sito donatore per ricostruire unarea sede di perdita di sostanza (defect). Il lembo : segmento di tessuto che contiene una rete di vasi... con un peduncolo cutaneo che include una vascolarizzazione

19 Conclusioni Limportanza è equipe multidisciplinare che ha il compito di valutare il danneggiamento tessutale e di scegliere lintervento più efficace e appropriato nonché di modificare lapproccio terapeutico, in caso di necessità,cercando di controllare le eventuali complicanze.

20 M.Castagnoli20


Scaricare ppt "Gestione delle Lesioni Complesse Tiziana Lotti Ambulatorio Lesioni Cutanee Agenzia di Recupero e Riabilitazione A.O.U.Careggi."

Presentazioni simili


Annunci Google