La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Barcellona settembre 2013 Ossigenoterapia in normobarismo Le Lesioni Trofiche degli arti inferiori Il Razionale Delle terapie.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Barcellona settembre 2013 Ossigenoterapia in normobarismo Le Lesioni Trofiche degli arti inferiori Il Razionale Delle terapie."— Transcript della presentazione:

1 Barcellona settembre 2013 Ossigenoterapia in normobarismo Le Lesioni Trofiche degli arti inferiori Il Razionale Delle terapie

2 Barcellona settembre 2013 Ossigenoterapia in normobarismo Le Lesioni Trofiche degli arti inferiori Epidemiologia Si stima che tale patologia colpisca 1,5% della popolazione 5% della popolazione over 65 anni

3 Barcellona settembre 2013 Ossigenoterapia in normobarismo Le Lesioni Trofiche degli arti inferiori Problema per il paziente Il malato di tali lesioni, che per definizioni sono croniche, è spesso inabile, sofferente, maleodorante, depresso

4 Barcellona settembre 2013 Ossigenoterapia in normobarismo Le Lesioni Trofiche degli arti inferiori Problema per la Società. I costi Costi diretti Cure, Materiale, reparti Servizi pubblici e convenzionati assicurazioni

5 Barcellona settembre 2013 Ossigenoterapia in normobarismo Le Lesioni Trofiche degli arti inferiori Problema per la Società. I costi Costi Indiretti giornate lavorative perse sia dal paziente che dai familiari coinvolti e eventuali costi per assicurazioni

6 Conseguenze sociosanitarie di trattamenti inadeguati Per il Paziente infezioni, gangrena, amputazioni e in ogni caso complicanze sanitarie e relazionali. Ossigenoterapia in normobarismo Le Lesioni Trofiche degli arti inferiori Barcellona settembre 2013

7 Conseguenze sociosanitarie di trattamenti inadeguati Per i familiari infezioni, gangrena, amputazioni e in ogni caso complicanze sanitarie e relazionali. Ossigenoterapia in normobarismo Le Lesioni Trofiche degli arti inferiori Barcellona settembre 2013

8 Conseguenze sociosanitarie di trattamenti inadeguati Ossigenoterapia in normobarismo Le Lesioni Trofiche degli arti inferiori Barcellona settembre 2013 Per la sistema sanitario nazionale maggiori costi per le complicanze

9 Definizione di ulcera Perdita di sostanza legata a modificazioni emodinamiche, emoreologiche e coagulative: nella sua genesi è fondamentale limpegno del microcircolo e conseguente compromussione del trofismo tissutale. Rappresenta lepifenomeno di varie patologie che hanno alla base un insufficiente apporto ematico con conseguente ipossia ed infezione (Bimonte). Camera Normobarica di Madeyski Barcellona settembre 2013

10 Classificazione 1) Ulcere da stasi venosa 2) Ulcere arteriose 3) Ulcere traumatiche 4) Ulcere da collagenopatie 5) Ulcere diabetiche (Piede Diabetico) Camera Normobarica di Madeyski Barcellona settembre 2013

11 Fisiopatologia dell ulcera La ossimetria transcutanea ha evidenziato a livello delle lesioni vasculopatiche una pO2 di 5-10 mm di Hg. Tale valore è incompatibile con la vita delle cellule e impedisce la proliferazione e lazione dei leucociti che richiedono valori di pO2 di mm di Hg: da ciò deriva il pericolo di infezione. Camera Normobarica di Madeyski Barcellona settembre 2013

12 Fisiopatologia dell ulcera Anche la sintesi del collagene a partenza dai fibroblasti non può prescindere dallossigeno. Nelle condizioni di relativa ipossia si formerà un collagene immaturo e poco stabile con inevitabili problemi di cicatrizzazione. Camera Normobarica di Madeyski Barcellona settembre 2013

13 Per la riepitelizzazione dell ulcera a)Un apporto ottimale di ossigeno b)Una completa detersione della lesione c)Una buona perfusione ematica Barcellona settembre 2013 Camera Normobarica di Madeyski

14 POSSIBILI TERAPIE La terapia delle ulcere interessa fattori locali e sistemici. 1) Terapie mediche 2) Terapie chirurgiche 3)Terapia con camera iperbarica 4)Terapia con ossigeno normobarico 5)Terapia con ossigeno-ozono Barcellona settembre 2013

15 Razionale della ossigenoterapia iperbarica R ipristina la diffusione dell O 2 dai capillari alle cellule ove questa è impedita o per diminuzione della perfusione ematica o per ispessimento dei mezzi di transito (edema, membrane piogeniche, tessuti necrotici ) Barcellona settembre 2013

16 Camera Iperbarica Camera distrettuale La concentrazione di ossige- no raggiunge il 22% La concentrazione di ossige- no raggiunge il 95% Ossigeno disciolto nel san- gue pari a 6 cc % Ossigeno disciolto nel san- gue pari a 2 cc % DIFFERENZE TRA LA CAMERA IPERBARICA E QUELLA DISTRETTUALE. Barcellona settembre 2013

17 DIFFERENZE TRA CAMERA IPERBARICA E CAMERA DISTRETTUALE. Sostanzialmente la camera iperbarica agisce grazie allaumento dellossigeno disciolto mentre la camera distrettuale agisce grazie alla elevata concen- trazione di ossigeno a livello delle lesioni trofiche Camera Normobarica di Madeyski Barcellona settembre 2013

18 VantaggiSvantaggi Aumento dellO 2 disciolto Azione battericida Azione antiedema Azione cicatrizzante -Non sopportata da molti paz. -Problemi cardiaci,vestibolari psicologici,ecc. -Numero limitato di centri. -Problemi di trasporto. -Elevati costi Camera Iperbarica Barcellona settembre 2013

19 Così chiamata per la somiglianza con la camera iperbarica. Camera Normobarica di Madeyski Barcellona settembre 2013

20 Camera Normobarica di Madeyski VERSIONE PORTATILE (DOMICILIARE) Barcellona settembre 2013

21 VantaggiSvantaggi Elevata conentrazione di ossigeno a livello della lesione Minor o nessun aumento di ossigeno disciolto nel plasma NESSUNA CONTROINDICAZIONE LOCALE O SISTEMICA La camera normobarica di Madeyski Barcellona settembre 2013

22 CASISTICA 2012 Casa di Cura Rizzola Pazienti trattati : 156 Ulcere Flebostatiche: 86 Ulcere Diabetiche: 42 Ulcere arteriose: 11 Ulcere miste: 07 Ulcere con trapianti 10 Barcellona settembre 2013

23 Metodica I pazienti sono sottoposti a sedute giornaliere di una o due ore. Il numero di sedute è stato variabile con guarigioni tra i 2-4 mesi di media. L automedicazione avviene solo con soluzione fisiologica Barcellona settembre 2013

24 Risultati Soggettivi 1) Riduzione delle secrezioni e detersioni delle lesioni. 2) Miglioramento della sintomatologia soggettiva (dolori, bruciori, prurito,). Barcellona settembre 2013

25 Risultati Oggettivi 1) Comparsa precoce di un buon tessuto di granulazione. 2) Riduzione dei diametri della lesione fino alla chiusura completa nel 70% dei casi. 2) Effetto favorente lattecchimento di successivi trapianti nel 85% dei malati. 4) Risultato nullo nel 15% dei casi Barcellona settembre 2013

26 Panoramica di Ulcere trattate Casa di Cura Rizzola 2010 Barcellona settembre 2013

27 Panoramica di Ulcere trattate Casa di Cura rizzola 2010 Barcellona settembre 2013 Prima di terapia Dopo 1 mese di terapia Dopo 2 mesi di terapia Dopo 3 mesi di terapia

28 Conclusione Elevata compliance Efficacia documentata Basso costo d acquisto e di esercizio Costo sociale Facile reperibilità Assenza di controindicazioni Rapido training del personale Barcellona settembre 2013


Scaricare ppt "Barcellona settembre 2013 Ossigenoterapia in normobarismo Le Lesioni Trofiche degli arti inferiori Il Razionale Delle terapie."

Presentazioni simili


Annunci Google