La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNIVERSITA DI GENOVA CHIRURGIA CARDIACA UNITA 122 COMPLICANZE CHIRURGICHE IMA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNIVERSITA DI GENOVA CHIRURGIA CARDIACA UNITA 122 COMPLICANZE CHIRURGICHE IMA."— Transcript della presentazione:

1 UNIVERSITA DI GENOVA CHIRURGIA CARDIACA UNITA 122 COMPLICANZE CHIRURGICHE IMA

2 COMPLICANZE CHIRURGICHE IMA

3

4 Complicanze chirurgiche dellinfarto miocardico Difetto interventricolare post-IMA Rottura di parete libera Insufficienza mitralica ischemica Aneurisma del ventricolo sinistro

5 DIV post-IMA Storia naturale: 80% di mortalità nelle prime 4 settimane; 93% ad un anno Trattamento: –IABP (riduzione delle RPT e diminuzione dello shunt) –Riparazione chirurgica durgenza

6 Rottura della parete libera Definizione: è una perforazione della parete libera del ventricolo in una zona interessata da infarto miocardico. Incidenza: complica circa 11% degli IMA, generalmente entro le perime 2 settimane (più precocemente se si effettua trombolisi) Fisiopatologia: –Acuta: dolore improvviso, dissociazione elettromeccanica, shock cardiogeno. –Subacuta: piccola breccia discretamente controllata da coagulo o fibrina; segni di tamponamento cardiaco, shock cardiogeno –Cronica: lenta trasudazione di sangue dalla breccia con formazione di pseudoaneurisma Diagnosi: –Tamponamento cardiaco shock –Ecocardiografia –Pericardiocentesi

7 Rottura della parete libera Storia naturale: –Rottura acuta: generalmente fatale in pochi minuti –Rottura subacuta: sopravvivenza meia 8 ore (da 45 min a sei settimane) –Falso aneurisma: andamento imprevedibile Trattamento: –Chirurgia durgenza.

8 Insufficienza mitralica ischemica Definizione: è la insufficienza mitralica causata dalla ostruzione, completa o parziale, di uno o più rami coronarici. Prevalenza: una % compresa tra il 20 ed il 50% dei pazienti con IMA sviluppa una insufficienza mitralica rilevante in fase acuta. Fisiopatologia: –Acuta: solitamente è secondaria ad un importante evento ischemico che coinvolge un muscolo papillare con eventuale rottura del papillare medesimo. Sovraccarico di volume improvviso. –Cronica: è il risultato di un disassamento della geometria ventricolare secondaria ad acinesia di uno o più segmenti s/p IMA Storia naturale: –Acuta: la sopravvivenza media in pazienti con rottura di papillare è di 3-4 gg. –Cronica: mortalità al primo anno: 2+/4 : 17% 3+/4: 40%

9 Insufficienza mitralica ischemica Clinica: –Acuta: complica lo 0,5-1% degli infarti; I°-7° giornata Improvviso sovraccarico di volume per VSX Dispnea parossistica, shock cardiogeno –Cronica: È presente nel 10-20% dei pazienti con coronaropatia che vengono sottoposti a studio emodinamico Prevale la sintomatologia associata alla patologia ischemica Terapia: –Acuta: chirurgica –Cronica: CABG +/- PVM-SVM

10 Aneurisma del ventricolo sx Definizione: zona circoscritta della parete libera del v. sx caratterizzata da anormale contorno diastolico e da discinesia sistolica. (NB: tutta la parete ventricolare è estroflessa, ma integra, diversamente da quanto si verifica nel falso aneurisma) Incidenza: 10-35% dei pazienti con IMA sviluppa un aneurisma del v sx. Fisiopatologia: –Fattori che concorrono alla formazione dellaneurisma v.: Infarto transmurale Assenza di circoli collaterali Assenza di riperfusione Miocardio circostante con contrattilità conservata Elevato stress di parete: –Ipetensione –Dilatazione ventricolare –Parete ventricolare assottigliata –Fase espansiva precoce: segue immediatamente linfarto (2 gg-2 sett.); la perdita di capacità contrattile e lassottigliamento di parete determinano il systolic bulging verso lesterno. (Legge di Laplace: T=Pr/2h) –Fase di rimodellamento tardivo: inizia 2-4 settimane dopo linfarto, con la comparsa del tessuto di granulazione; dopo 6-8 settimane, il tessuto di granulazione viene sostituito da tessuto fibroso

11 Aneurisma del ventricolo sinistro Clinica: –Angina –Dispnea –Aritmie ventricolari –Tromboembolie Diagnosi: –Ecocardiografia –Ventricolografia –Scintigrafia/SPECT Terapia: –Medica per il paziente asintomatico in cui non sia documentata espansione dellaneurisma –Chirurgica per il paziente con sintomi o espansione documentata

12 Aneurisma del ventricolo sinistro Tecnica chirurgica: –Plicatio –Chiusura lineare –Patch circolare –Patch endoventricolare (Endoventricoloplastica)

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23


Scaricare ppt "UNIVERSITA DI GENOVA CHIRURGIA CARDIACA UNITA 122 COMPLICANZE CHIRURGICHE IMA."

Presentazioni simili


Annunci Google