La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Cause non ischemiche dellaumento della troponina Francesco Prati Osp. S. Giovanni, Roma.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Cause non ischemiche dellaumento della troponina Francesco Prati Osp. S. Giovanni, Roma."— Transcript della presentazione:

1 Cause non ischemiche dellaumento della troponina Francesco Prati Osp. S. Giovanni, Roma

2 Il complesso delle troponine è composto da tre subunità proteiche: la troponina I, la troponina C e la troponina T. Le tre unità regolano la contrazione delle fibrocellule muscolari, regolando linterazione calcio-mediata tra lactina e la miosina. La troponina T lega il complesso della troponina alla tropomiosina, mentre la troponina I previene la contrazione della fibrocellule in assenza di calcio.

3 Le troponine T ed I cardiache sono esclusivamente localizzate nei miociti cardiaci. Il rilievo di tali markers è pertanto specifico di danno cardiaco.

4 Curva di rilascio TnI e CK-MB

5 Le troponine sono dei marcatori in grado di individuare un danno miocardico con buona sensibilità e specificità. Tuttavia la determinazione degli enzimi pone problemi di tipo quantitativo e qualitativo

6 Troponinosi Reattività crociata verso componenti ematici: Emolisi Bilirubina Interferenze analitiche per la presenza di anticorpi: Anticorpi eterofili Fattore reumatoide I falsi positivi

7 Lo scompenso cardiaco L incremento della troponina è un rilievo estremamente frequente nei pazienti con scompenso cardiaco ed è rilevabile nel 90% dei casi indipendentemente dalleziologia dello scompenso L innalzamento della troponina è probabilmente espressione di danno cellulare ed alterazioni dellapparato contrattile delle fibrocellule

8 Missov et al. Circulation )Controllo: 80 casi 2)Pazienti con scompenso cardiaco congestizio: 35 casi Valori della troponina I (pg/mL)

9 Lo studio ha utilizzato tests di seconda generazione per il rilievo della troponina. Alta sensibilità: 0.02 ng/mL Confrontandoli con tests di prima generazione Sensibilità pari a 0.1 ng/mL Lincremento della troponina è molto contenuto: utilizzando i dosaggi standard solo in un caso la troponina è risultata patologica.

10 Il rilascio della troponina osservabile nei pazienti con scompenso e con SCA è sostanzialmente diverso 1)Incremento contenuto 2)Assenza della curva di rilascio con acme precoce e successivo calo

11 Pericardite acuta La patologia si può associare ad innalzamento della troponina, espressione di un danno infiammatorio delle cellule cardiache Bonnefoy et al:Eur Heart Journal 2000 Incremento della troponina nel 49% dei casi

12 Brandt et al Am J Cardiol 2001 Valore soglia per la TnI : 0.5 ng/ml Studiati 14 pazienti: in 10 (71% ) rilevato innalzamento della troponina I Valore medio troponina I : 21.4 ng/mL Picco di rilascio al II giorno Cinetica simile a quella cardiaca

13 Il rilievo di un innalzamento della troponina è un evento frequente nei soggetti con pericardite acuta. Il rilievo dell' troponine non è di aiuto nella diagnosi differenziale con le sindromi coronariche acute

14 Embolia polmonare Secondo studi recenti linnalzamento dei valori della troponina I e T è rilevabile in una considerevole percentuale di casi con embolia polmonare acuta, variabile tra il 30 e 40%.

15 Meyer et al. JACC 2000 Studiati 36 pz con embolia polmonare acuta Troponina I aumentata in 14 pz (39%) Nei 16 pz con dilatazione del Vdx, 10 pz (63%) presentavano aumento dell troponina I Lincremento della troponina identifica i soggetti con dilatazione del VDx.

16 Il rilievo del marker, espressione di un danno cellulare miocardio, è dovuto alla disfunzione ventricolare destra che si associa alle forme più gravi di embolia polmonare e pertanto può essere utilizzato come un indice prognostico.

17 Cinetica simile a quella delle forme ischemiche Lutilizzo del marker può avere un ruolo nella identificazione di embolie polmonari maggiori ma anche in questo caso non è di aiuto nelle diagnosi differenziale con le forme ischemiche ed in particolare nellinfarto con coinvolgimento del ventricolo destro

18 La troponina I può risultare aumentata in unalta percentuale di casi con ipertofia miocardica secondaria ad ipertensione Valori patologici di troponina sono stati individuati in pazienti ipertesi, senza storia clinico e/o riscontro allholter di ischemia miocardica. Cardiopatia ipertensiva

19 Pz con aumento della Troponina I (> 0.5 ng/mL). Siciliano et al. Italian Heart Journal 2000 %

20 Il dato assume un importante rilievo se si considera la prevalenza della malattia Nella diagnosi differenziale con la cardiopatia ischemica è importante escludere variazioni nel tempo della liberazione enzimatica

21 Miocardite E unaltra condizione clinica in cui si può avere un incremento della troponina

22 Rilievo markers enzimatici in 53 pz con miocardite e 35 pz del gruppo di controllo Smith et al. Circulation 1997

23 Pz con miocardite possono avere un quadro clinico che simula linfarto, per dolore ed alterazioni ecggrafiche. Lalta sensibilità della troponina può condurre ad una diagnosi alterata di infarto

24 Altre cause Patologia traumatica del cuore Tossicità da chemioterapici Shock settico Danni iatrogeni: Ablazione radiofrequenza Cardioversione elettrica esterna Scarica da AICD


Scaricare ppt "Cause non ischemiche dellaumento della troponina Francesco Prati Osp. S. Giovanni, Roma."

Presentazioni simili


Annunci Google