La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ECG IN IPERTROFIA INTERPRETAZIONE DELLECG Dott. Enrico Congedo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ECG IN IPERTROFIA INTERPRETAZIONE DELLECG Dott. Enrico Congedo."— Transcript della presentazione:

1 ECG IN IPERTROFIA INTERPRETAZIONE DELLECG Dott. Enrico Congedo

2 ELETTROCARDIOGRAMMA IPERTROFIA VENTRICOLARE SINISTRA La diagnosi elettrocardiografia di ipertrofia ventricolare sinistra si basa principalmente sull aumento del voltaggio del QRS, generato dal ventricolo sinistro Laumento della massa ventricolare sinistra esagera le forze QRS verso sinistra e posteriormente ritardo dellinizio della deflessione intrinsecoideLaumento di spessore della parete ventricolare sinistra, allunga il tempo di attivazione e può risultare un ritardo dellinizio della deflessione intrinsecoide nelle derivazioni precordiali sinistre ed un allungamento della durata totale del QRS alterazioni secondarie del segmento ST e dellonda TSono spesse evidenti alterazioni secondarie del segmento ST e dellonda T Infatti, a causa del ritardo nel completamento del processo di ripolarizzazione dallendocardio allepicardio, la ripolarizzazione può iniziare dal subendocardio anziché dallo strato subepicardico della parate miocardica Relativa ischemia miocardica può manifestarsi a causa del mismatch tra massa ventricolare sinistra aumentata ed il flusso sanguineo coronarico.

3 IPERTROFIA VENTRICOLARE SINISTRA CRITERI ECG (ETA >40 ANNI) DERIVAZIONI DEGLI ARTI ONDA R (D1)+S(D3) > 25mm (indice di LEWIS) ONDA R (aVL) > 11mm ONDA R (aVF) > 20 mm ONDA S (aVR) > 14 mm

4 IPERTROFIA VENTRICOLARE SINISTRA CRITERI ECG (ETA >40 ANNI) DERIVAZIONI PRECORDIALI : ONDA R (V5-V6)> 26mm ONDA R(V5-V6)+S(V1)>35mm(indice di SOKOLOW) ONDA R (S) > 45 mm

5 IPERTROFIA VENTRICOLARE SINISTRA CRITERI ECG (ETA >40 ANNI) CRITERI DI SUPPORTO : DEFLESSIONE INTRINSECOIDE IN V5 o V6 > o = 0.05 s ST SOTTOSLIVELLATO E T NEGATIVA NELLE DERIVAZIONI PRECORDIALI SINISTRE E DEGLI ARTI, OVE QRS POSITIVO

6

7

8 (secondo Romhilt & Estes) Se il punteggio > o = 5; Ipertrofia presente Se il punteggio = 4 ; Ipertrofia probabile

9

10 Criteri di ipertrofia ventricolare sinistra Criterio dei voltaggi secondo Cornell (Università di New York): R in aVL+ S in V3 > 28 mm nelluomo, > 20mm nella donna Indice di Lewis: R in D1 + S in D3 > 27 mm Indice di Roberts: S QRS > 175 mm

11 FATTORI FISIOLOGICI INFLUENZANTI LA DIAGNOSI DI IPERTROFIA VENTRICOLARE SINISTRA ETA HABITUS (OBESITA,MAGREZZA) SESSO RAZZA

12 FATTORI PATOLOGICI INFLUENZANTI LA DIAGNOSI DI IPERTROFIA VENTRICOLARE SINISTRA MALATTIA POLMONARE CRONICA OSTRUTTIVA VERSAMENTO PERICARDICO ENFISEMA POLMONARE SEVERA CORONAROPATIA AMILOIDOSI SCLERODERMIA INFARTO MIOCARDICO IPERTROFIA DEL VENTRICOLO DESTRO

13 STENOSI AORTICA SI RISCONTRA IPERTROFIA VENTR SX IN ¾ DELLE FORME SEVERE E IN ¼ DI QUELLE LIEVI TUTTAVIA LECG, SOPRATTUTTO NELLA DONNA E NELLANZIANO, PUO RISULTARE DEL TUTTO NORMALE

14 IPERTENSIONE ARTERIOSA ECG NORMALE IN META DEI CASI BORDERLINE IN ¼ DEI CASI ANORMALE (SEGNI DI IVS) IN 1/3 DEI CASI SVILUPPO DI IVS NEL FOLLOW U P

15

16

17

18

19

20 Nello studio Copenhagen City Heart, i pazienti asintomatici che presentarono IVSn con depressione del segmento ST ed onda T negativa allECG, ebbero un rischio relativo di infarto miocardico 3.78, di malattia coronarica 4.27 e 3.75 per malattia cardiovascolore, durante un follow-up di 7 anni. Pertanto i pazienti asintomatici con i segni ECG sopradescritti,devono essere coinvolti nella valutazione del rischio allo stesso modo con i classici fattori di rischio.

21 ELETTROCARDIOGRAMMA IPERTROFIA VENTRICOLARE DESTRA Le forze ventricolari destre sono normalmente dirette anteriormente e a destra ma sono mascherate dai potenziali dominanti del ventricolo sinistro Laumento della massa muscolare del ventricolo destro modifica le forze risultanti in rapporto alla severità dellipertrofia: – Nei casi lievi non si verificano apparenti cambiamenti dellECG – Nei casi di ipertrofia ventricolare destra severa, le forze ventricolari sinistre normalmente dominanti, possono essere sostituite da forze destre anteriori prominenti; pertanto i modelli QRS nelle derivazioni precordiali destre e sinistre sono invertiti

22 ELETTROCARDIOGRAMMA IPERTROFIA VENTRICOLARE DESTRA Il criterio più sensibili di ipertrofia ventricolare destra e indicato dallaumento dellonda R in V1, con un ritardo della deflessione intrinsecoide a causa del prolungamento del tempo di attivazione del ventricolo destro e il ritardo di attivazione dellepicardio ventricolare destro Laumento della forze dirette a destra sono evidenti nelle derivazioni degli arti e pertanto è presente una deviazione dellasse a destra Linversione della direzione della fase di recupero dallendocardio allepicardio determina depressione del segmento ST e inversione della T, opposti alle forze QRS.

23 IPERTOFIA VENTRICOLARE DESTRA (CRITERI DIAGNOSTICI)* DEVIAZIONE A DESTRA > o = DELLASSE QRS RAPPORTO R/S IN V1 > 1 R IN V1 > o = 7 mm S IN V1 < 2 mm rSR IN V1 CON R> 10 mm qR in V1 nelle forme gravi SOTTOSLIVELLAMENTO ST E INVERSIONI ONDA T NELLE DERIV PREC DX

24 IPERTOFIA VENTRICOLARE DESTRA (criteri secondari) R IN V1+ S IN V5 o V6 > 10.5 mm R/S IN V5 o v6 < = 1 INIZIO DEFLESSIONE INTRINSECOIDE IN V1 = s * uno o più dei criteri sopra elencati, con QRS < 0.12 s (Sec. Myers et ass. e Sokolow e Lyon)

25

26

27

28


Scaricare ppt "ECG IN IPERTROFIA INTERPRETAZIONE DELLECG Dott. Enrico Congedo."

Presentazioni simili


Annunci Google