La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ELETTROCARDIOGRAMMA ECG, EKG Registrazione su carta di potenziali elettrici generati dal cuore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ELETTROCARDIOGRAMMA ECG, EKG Registrazione su carta di potenziali elettrici generati dal cuore."— Transcript della presentazione:

1 ELETTROCARDIOGRAMMA ECG, EKG Registrazione su carta di potenziali elettrici generati dal cuore

2 Depolarizzazione dei Cardiomiociti Sincrona Contrazione Cardiaca

3 1.Nodo Senoatriale:depolarizzazione Atriale 2.Nodo A-V 3.Area Nodo A-V, Area del Fascio di His (giunzione A-V) 4.Branche del Fascio di His, Fibre di Pukinje: contrazione coordinata dei ventricoli

4 Calibrazione EKG Ampiezza: 1 mV 0,04 secondi = 1 mm = 1 piccolo quadrato

5 Modulazione di Ampiezza massa miocardio, spessore di tessuto, vettori elettrici tessuto tra cuore ed elettrodi

6 CONVENZIONE VETTORIALE ECG registra sommazione spazio- temporale di potenziali elettrici derivati da multiple fibre miocardiche condotte alla superficie del corpo Impulso elettrico in avvicinamento ad un elettrodo….. Deflessione positiva Due piani di Lettura Elettrica

7 Convenzione Vettoriale

8 Piano di Lettura Verticale Derivazioni periferiche (arti) I,II,III, aVR, aVL, aVF

9 Piano di Lettura Orizzontale Derivazioni precordiali V1-V2-V3-V4-V5-V6

10 SUPERFICIE CARDIACA vista da II, III, aVF inferiore V1-V2-V3-V4 anteriore I, aVL, V5, V6 laterale V1, aVR cavità ventr. sx, atrio dx

11 POSIZIONE DERIVAZIONI PRECORDIALI

12 COME SI CALCOLA LA FREQUENZA 300 / grandi quadrati 1500/piccoli quadrati

13 RITMO IRREGOLARE 1 secondo = 25 mm di traccia (5 grandi quadrati) contare per 250 mm di traccia i complessi EKG moltiplicare x 6

14 ASSE CARDIACO Direzione Media dellonda di Depolarizzazione ventricolare sul piano verticale, misurata dal riferimento di 0° range: -30° / + 90° Ispezionare: I, II, III

15 PROIEZIONE ESASSIALE derivazioni di piano verticale

16 DETERMINAZIONE DI ASSE CARDIACO dove sono le deflessioni positive maggiori?

17 ONDA P

18 ONDA P Anatomicamente: 2 atri Elettricamente: 1 camera Poco muscolo: esprime depol. atriale Vettore: da alto al basso, da dx a sx II: onda P prominente e positiva V1: bifasica, spesso unintaccatura (notch)

19 ONDA P meglio identificabile in II rispetto a I

20 SEGMENTO PR linea isoelettrica impulso elettrico: conduz. attraverso nodo AV, His, branche, fibre di Purkinje

21 INTERVALLO PR tempo tra inizio di depolar. atriale ed inizio di depolar. ventricolare secondi

22 COMPLESSO QRS forze elettriche della depolarizzazione ventricolare

23 COMPLESSO QRS vettore 1 (setto): da sx a dx, da dietro ad avanti vettore 2 (ventr): da dx a sx, da avanti a dietro

24 COMPLESSO QRS Progressione Ampiezza di onde R su derivazioni precordiali

25 SEGMENTO ST Tratto J (punto J): giunzione ST con parte finale di complesso QRS Segmento ST: isoelettrico con successivo segmento TP in V1-V2-V3: spesso fusione con onda T

26 Cambio nella Morfologia del Tratto ST lungo le Derivazioni Precordiali

27 Alto take-off in V2 e V3

28 Onda T Asimmetrica: prima metà ha pendenza più graduale di solito concordante con QRS ripolarizzazione procede da epicardio ad endocardio

29 Intervallo QT Tempo tra inizio di complesso QRS e fine di onda T tempo totale di depolarizzazione e ripolarizzazione ventricolare

30 ONDA U piccola deflessione che segue onda T prominente in V2-V3-V4 di solito concordante esprime ripolarizzazione di miocardiociti fra endo- ed epicardio e di cellule del sistema di His-Purkinje

31 Ipertrofia Ventricolare sinistra

32 Left ventricular hypertrophy with strain (note dominant R wave and repolarisation abnormality)

33 Ipertrofia Ventricolare Sinistra

34 Elettrocardiogramma ST sottolivellato a 80 msec dal punto J

35 Prova da Sforzo Sottolivellamento ascendente tratto ST: non patologico

36 Prova da Sforzo ST sottolivellato a 80 msec dal punto J orizzontale (a,b,c) e discendente (d,e)

37 Prova da Sforzo ST sopralivellato a 80 msec dal punto J

38 Prova da Sforzo Comparsa di Sottolivellamento nella fase di recupero

39 Modificazioni dellEKG suggestive per ischemia miocardica

40 Inversione dellonda T

41 Onde T bifasiche in Angina Instabile

42 ST changes with ischaemia showing: normal wave form (A); flattening of ST segm. (B), making T wave more obvious; horizontal (planar) ST segm. depression (C); and downsloping ST sem. depression (D)

43 Subtle ST segment change in patient with ischaemic chest pain: when no pain is present (top) and when in pain (bottom)

44 Substantial ST segment depression in patient with ischaemic chest pain

45 Numero di Derivazioni Widespread ST segment depression in patient with unstable angina

46 Non-ischaemic ST segment changes in patient taking digoxin and in patient with left ventricular hypertrophy

47 Normalizzazione di Onde T Normalisation of longstanding inverted T waves in patient with chest pain

48 Tratto ST Sopralivellato Transitoriamente T segment elevation returns to normal as the chest pain settles

49 Progressione di Ischemia Miocardica

50 Infarto Miocardico Acuto (IMA)

51 Onde T Iperacute

52 Sopralivellamento Tratto ST

53 Onde Q in sede Inferiore e Precordiale

54 Onde Q con Tratto ST sopralivellato

55 IMA in sede Infero-laterale

56 IMA in sede Inferiore

57 IMA destro

58

59 IMA inferiore e destro

60 IMA in sede posteriore

61

62 IMA in sede Posteriore

63 ST sopralivellato diffuso


Scaricare ppt "ELETTROCARDIOGRAMMA ECG, EKG Registrazione su carta di potenziali elettrici generati dal cuore."

Presentazioni simili


Annunci Google