La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Tetano e il Botulismo Il Tetano e il Botulismo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Tetano e il Botulismo Il Tetano e il Botulismo."— Transcript della presentazione:

1 Il Tetano e il Botulismo Il Tetano e il Botulismo

2 Il Tetano Tetano e botulismo sono sindromi neuroparalitiche dovute alla intossicazione con neurotossine proteiche prodotte dai batteri anaerobi Clostridium tetani e Clostridium botulinum (Le Scienze, n° 304)

3

4 Ippocrate descrive il tetano per la prima volta 24 secoli fa. Per molti secoli si credette che il tetano fosse una sindrome di natura neurologica. 1884: dimostrazione della natura infettiva della malattia (Antonio Carle e Giorgio Rattone, Ist. Pat. Gen. Univ. Di Torino) dimostrano leziologia infettiva della malattia. Prelievo di materiale da pustoleTetano in coniglio di un uomo deceduto per tetano Tedesco Arthur Nicolaier identifica il Clostridium tetani, bacillo allungato con spora subterminale. 1889: riscaldamento di un brodo contenente Clostridium tetani uccide i batteri ma non le spore.

5 (Le Scienze, n° 304)

6 Tetano tetanos (contrattura) Spasmodica contrattura muscolare generalizzata (paralisi spastica) 1.Inizia dei muscoli facciali (masseteri, trismus e risus sardonicus) 2.Collo 3.Musc. colonna vertebrale 4.Musc. addome e arti Pazienete tetanizzato Dispnea Copiosa sudorazione Ipertermia Collasso cardiaco e insuff. respiratoria collasso MORTE Superamento fase acuta danni neurologici permanenti

7 Clostridium tetani BatterioSpora Anaerobio Resist. allessicaz. Non causa lesioni Ubiquitarie Non invade i tess. circost. Intestino ruminanti Intestino rumin. (amb. anaer.) Deiez. Animali Contaminaz. ferite con SPORE Puntura di spina Chiodo Ago Tatuaggio

8 Tetanus neonatorum (tetano dei neonati) Paesi sottosviluppati neonati/anno 1° causa di morte neonati Recisione cordone ombelicale con ferri non sterilizzati Sterco di vacca, presunta funzione cicatrizzante

9 (Le Scienze, n° 304) Incidenza del tetano neonatale nel mondo (OMS, 1991) Incidenza del tetano nelladulto ( adulti/anno) non è molto diversa, tranne che per gli alti valori presenti in Brasile.

10 Vaccino Paesi sviluppati solo pochi casi/anno II guerra mondialeTruppe Britanniche vaccinate 35 morti di tetano Truppe Tedesche, Giapponesi non vaccinate numerosissimi i morti per tetano

11 Ingresso della tossina tetanica nella cellula

12 (Le Scienze, n° 304) Attivazione delle neurotossine prodotte da Clostridi 1.Le neurotossine vengono sintetizzate in singola catena. 2.La proteolisi converte la tossina in forma bicatenaria. 3.La riduzione del ponte disolfuro libera la subunità catalitica. Tre domini strutturalmente e funzionalmente distinti: Catena L, responsabile del blocco della neuroesocitosi Catena L, responsabile del blocco della neuroesocitosi Porzione aminoterm. della catena H,legame con i neuroni Porzione aminoterm. della catena H,legame con i neuroni Porzione carbossiterm. della catena Htraslocazione di L Porzione carbossiterm. della catena Htraslocazione di L

13 (Le Scienze, n° 304) Tossina tetanica e genesi della paralisi spastica Tropismo per neuroni SNC (interneuroni inibitori) Trasporto retroassonale della tossina Taglia la proteina Vamp/sinaptobrevina Inib. fusione vescic. sinaptiche con membr. presinaptica Inib. rilascio di glicina Paralisi spastica

14 Proteine coinvolte nel processo di neuroesocitosi (Molecular Medicine Today, 1996)

15 (Le Scienze, n° 304)

16 Il Botulismo

17 Clostridium botulinum BatterioSpora Anaerobio Resist. allessicaz. Non causa lesioni Ubiquitarie Non invade i tess. circost. 7 sierotipi: botulismo umano A, B, E, rarissimo F botulismo animale C, D

18 Botulismo A causa della minor evidenza dei sintomi il botulismo è passato per molto tempo inosservato. Rari casi nel mondo occidentale Via di penetrazione diversa da C. tetani. Via enterale, molto raro il botulismo da ferita. Importante ligiene nella preparazione e conservazione dei cibi (carni e vegetali conservati, mascarpone, …) Termine deriva dal latino botulus (salsiccia) Germania fine XVIII: primo caso apparso nella letteratura medica: 13 persone avevano condiviso delle salsicce, 6 erano morte. Ermengen (Belgio): prosciutto affumicato ingerito da persone con sintomi del botulismo. Analisi carne, isolamento di un nuovo batterio Clostridium botulinum Tossina botulinica INTOSSICAZIONE

19 Primi mesi di vita, Spore clostridi assunte con il cibo contaminato. Germinazione nel tratto intestinale. Flora intestinale bambino non ancora completamente sviluppata. Proliferazione dei clostridi (infezione). Produzione della tossina (intossicazione). Botulismo infantile

20 Botulismo Paralisi flaccida Debolezza muscolare Difficoltà nel movimento Difficoltà nella deglutizione Perdita coordinazione muscolare Disturbi oculari (difficoltà di messa a fuoco) Perdita riflesso alla luce Perdita controllo sfinteri Paziente vigile e cosciente Morte per paralisi musc. respiratori Polmone dacciaio

21 (Le Scienze, n° 304) Scarso rilievo del botulismo umano non si ritiene necessaria la vaccinazione Scarso rilievo del botulismo umano non si ritiene necessaria la vaccinazione Molto rilevante botulismo animale vaccinazione animali Molto rilevante botulismo animale vaccinazione animali Diffusione del botulismo negli uccelli

22 (Le Scienze, n° 304) Tossina botulinica e genesi della paralisi flaccida Sette isoforme Tropismo per motoneuroni periferici Taglia la proteina SNAP 25 Inib. fusione vescic. sinaptiche con membr. presinaptica Inib. rilascio del neurotrasmet. acetilcolina a liv. placca neuromuscolare Paralisi flaccida, morte per arresto respiratorio

23 Isoforme BoNTBersagli intracellulari A C ESNAP-25 B D G FVAMP (sinaptobrevina) CSintaxina

24 (Moleular Medicine Today, 1996) Struttura e meccanismo dattivazione delle BoNT La BoNT è rilasciata dal batterio come tossina progenitrice (LL, extra large) contenente proteine accessorie, aum. resist. tossina ad acidi e proteasi. In condizioni di lieve alcalinità (intestino), dissociazione con rilascio della forma inattiva (L, large), se non viene digerita dai succhi pancreatici, penetra attraverso la mucosa intestinale. Proteolisi selettiva. Riduzione del ponte S-S.

25 Meccanismo dazione della tossina botulinica 1.Ta BoNTA si lega alla membr. presinaptica a livello della placca neuromusc. e viene internalizzata per endocitosi. 2.Acidificaz. della vescicola, traslocaz. In membrana, riduz. del ponte S-S, liberazione della tossina (catena L, 50 kDa), subunità attiva. 3.Protolisi di proteine coinvolte nella neuroesocitosi. 4.Compromissione rilascio acetilcolina.

26 (Le Scienze, n° 304) Rilascio di vescicole sinaptiche a livello della giunzione neuro-muscolare

27 (Le Scienze, n° 304) H = istidina E = glutammico H = istidina motivo legante lo zinco Struttura delle neurotossine del tetano e del botulismo (zinco-endopeptidasi)

28 (Molecular Medicine Today, 1996) Impiego terapeutico delle tossine botuliniche

29 (Le Scienze, n° 304) Blefarospasmo prima dopo


Scaricare ppt "Il Tetano e il Botulismo Il Tetano e il Botulismo."

Presentazioni simili


Annunci Google