La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MARIO FRACCARO1 INCONTRO CLASSI 4^ e 5^ 2^ INCONTRO Classi 4^ e 5^ LICEO SOCIOPSICO PEDAGOGICO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MARIO FRACCARO1 INCONTRO CLASSI 4^ e 5^ 2^ INCONTRO Classi 4^ e 5^ LICEO SOCIOPSICO PEDAGOGICO."— Transcript della presentazione:

1 MARIO FRACCARO1 INCONTRO CLASSI 4^ e 5^ 2^ INCONTRO Classi 4^ e 5^ LICEO SOCIOPSICO PEDAGOGICO

2 MARIO FRACCARO2 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Al termine della scuola dellinfanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado, per i campi di esperienza e per le discipline, i PROGRAMMI individuano i traguardi per lo sviluppo delle competenze. Tali traguardi rappresentano riferimenti per gli insegnanti, indicano piste da percorrere e aiutano a finalizzare lazione educativa allo sviluppo integrale dellalunno.

3 MARIO FRACCARO3 COMPETENZA Dal latino cum (con, verso) petere (dirigersi, cercare) Capacità di compiere, realizzare una data attività, di svolgere un dato compito duratura prestazione intuitiva significativa

4 MARIO FRACCARO4 un sapere un sapere dotato di senso un sapere che si alimenta nella circolarità tra azione e riflessione un sapere condiviso da una comunità ma personalizzato un sapere che si esprime in unazione concreta Competenza è … COMPETENZA

5 MARIO FRACCARO5 COMPETENZA: UNA IMMAGINE Parte emersa: –Conoscenze, –Abilità. Parte sommersa: –Tratti personali, –Immagine di sé, –Motivazione. Fonte: Spencer e Spencer

6 MARIO FRACCARO6 LE DIFFERENZE INDIVIDUALI DIFFERENZE INDIVIDUALI personalità attitudini intelligenze motivazioni sesso età Stili di apprendimento Influenze socio-culturali Convinzioni atteggiamenti

7 MARIO FRACCARO7 Cosa vuol dire essere intelligenti? - Intelligenza e stili di pensiero

8 MARIO FRACCARO8 Alle origini del concetto di intelligenza Nella storia del pensiero occidentale la riflessione sul concetto di intelligenza si è sviluppata tra due dicotomie: Intelligenza unica Intelligenza molteplice Intelligenza innata e immutabile Intelligenza legata allambiente e coltivabile

9 MARIO FRACCARO9 La personalizzazione –Criterio di organizzazione della scuola –Compito specifico della professione docente –Principio metodologico didattico –Concretizzazione della centralità della persona che apprende

10 MARIO FRACCARO10 Perché la personalizzazione Una concezione multidisciplinare dellintelligenza intelligenza linguistica intelligenza logico-matematica intelligenza musicale intelligenza spaziale intelligenza corporeo-cinestetica intelligenza naturalistica intelligenza esistenziale intelligenza interpersonale intelligenza intrapersonale Le intelligenze sono in equilibrio tra di loro, anche se per alcune risultiamo più portati che per altre. Fonte: Howard Gardner, Formae Mentis, 1998

11 MARIO FRACCARO11 Linguistica Consente un adeguato uso dei termini linguistici e la capacità di adattarli alle varie situazioni, sia in forma scritta che orale Spaziale Consente di percepire e rappresentare gli oggetti visivi, operare trasformazioni sulle proprie percezioni e rappresentare graficamente questi elementi Logico-matematica Consente il confronto e la valutazione di oggetti, lindividuazione di relazioni e principi, la capacità di usare i numeri per svolgere calcoli complessi Musicale Consente la capacità di analisi e di produzione di brani musicali e labilità nella loro riproduzione Corporea Consente di coordinare i movimenti del proprio corpo e di manipolare oggetti esterni. Include specifiche abilità fisiche:coordinazione, forza,flessibilità,velocità.

12 MARIO FRACCARO12 Interpersonale Consente di interpretare le emozioni, gli stati danimo, le intenzioni e i sentimenti degli altri. Include le capacità di ascolto attivo,lempatia e la sensibilità verso le espressioni del viso e della voce e le abilità nel rispondere agli altri in modo efficace. Filosofica/esistenziale Consente di essere consapevoli di sé e degli altri, di avere un alto senso della giustizia, di comprendere la realtà in modo olistico, di porsi domande sul senso della vita, di attenersi a valori etici e di insegnare ad altri ad usarli Naturalistica Spiccata comunione con la natura, sensibilità verso la flora e la fauna, amore per gli animali e per le piante, apprezzamento dellimpatto della natura su di sé e di sé sulla natura Intrapersonale Consente di comprendere le proprie emozioni, intenzioni e desideri, di descriverli ed utilizzarli in forme socialmente accettabili

13 MARIO FRACCARO13 Pensiero pratico/operatorio ( prevede, usa, utilizza…) Pensiero astratto/analitico (analizza, confronta, valuta…) Pensiero creativo/divergente (crea, inventa, progetta…) LA PERSONALIZZAZIONE

14 MARIO FRACCARO14 ANALITICA: analizzare giudicare valutare fare confronti evidenziare contrasti CREATIVA: creare scoprire produrre immaginare supporre PRATICA: usare strumenti applicare attuare progetti

15 MARIO FRACCARO15 analiticocreativopratico voti alti voti medio-bassi risultati dei test alti risultati dei test medi risultati dei test medio-bassi amano la scuola si sentono limitati dalla scuola a scuola si annoiano apprezzati dagli insegnanti spesso considerati un tormento dagli insegnanti spesso considerati demotivati dagli insegnanti ben inseriti nella scuola non si inseriscono bene a scuola seguono le consegne non amano seguire le consegne vogliono sapere a cosa servono compiti e regole vedono i difetti delle idee amano proporre idee proprie amano applicare idee in modo pragmatico critici in modo naturale; preferiscono che vengano impartite istruzioni persone naturalmente intuitive; amano dirigere se stessi naturale buon senso; amano trovarsi in situazioni pratiche CARATTERISTICHE DEI TRE TIPI DI PENSIERO

16 16 Due ragazzi camminano in una foresta. Sono molto diversi l'uno dall'altro. Gli insegnanti del primo lo considerano intelligente, cosa che pensano anche i suoi genitori: il risultato è che lui stesso ne è convinto. Ha punteggi alti nei test, prende bei voti e può presentare attestati di studio che nella sua vita scolastica lo porteranno lontano. Non sono in molti invece a considerare intelligente il secondo. I suoi punteggi ai test non sono un granché e i suoi voti non sono così alti, in generale tutti i suoi attestati hanno un valore minore. Camminando nella foresta i due ragazzi incontrano un problema, e cioè un gigantesco, furioso orso grizzly dall'aria affamata, che carica diritto su di loro. Il primo ragazzo calcola che il grizzly li raggiungerà esattamente in 17,3 secondi e viene preso dal panico. In questo stato, guarda il secondo ragazzo che, con assoluta calma, si toglie gli scarponi da montagna e si infila le scarpe da jogging. Il primo ragazzo dice al secondo: «Tu sei pazzo. È impossibile riuscire a correre più forte di quel grizzly!». Il secondo ragazzo replica: «È vero. Ma mi basta solo riuscire a correre più in fretta di te!» (Sternberg ) Diverse forme di intelligenza…

17 MARIO FRACCARO17 (E. De Bono) Ogni cappello per pensare è un differente stile di pensiero Se si analizza un problema con i sei cappelli per pensare, il problema sarà risolto utilizzando tutti i punti di vista In educazione si tratta di far indossare metaforicamente a ogni alunno i 6 cappelli di colore diverso, pur essendo ciascuno portato a prediligere questo o quel cappello

18 MARIO FRACCARO18 SEI CAPPELLI = SEI TIPI DI PENSIERO Razionalità Emotività Controllo Pessimismo Ottimismo Creatività

19 MARIO FRACCARO19 Pensare con il cappello bianco: no a interpretazioni e opinioni, ma necessità di essere imparziale e obiettivi. Distinguere fra fatti reali, accertati e controllati e fatti creduti, immaginati, presupposti, ma non accertati Pensare con il cappello rosso: significa pensare con il cuore. Le emozioni, i sentimenti e le intuizioni predominano e non sono inseriti in schemi logici

20 MARIO FRACCARO20 Pensare con il cappello nero: significa ricercare in modo obiettivo gli aspetti negativi. Pensare significa ricercare tutto ciò che è sbagliato, scorretto, falso, tutto quello che non funziona, individuare rischi ed errori Pensare con il cappello giallo: significa pensare in modo costruttivo e positivo. Il pensatore fa valutazioni che poggiano, però, su basi logiche. Propone suggerimenti concreti e soluzioni realizzabili. Sogna e si diverte a fantasticare, mantenendo però i piedi saldi a terra

21 MARIO FRACCARO21 Pensare con il cappello verde: significa pensare creativamente. Pensare significa ricercare alternative, come realizzare idee nuove, tentare sempre di guardare le cose da differenti punti di vista, andare oltre gli schemi logici Pensare con il cappello blu: significa organizzare, controllare, monitorare. Pensare significa indicare gli argomenti sui quali riflettere, guidare il processo, formulare domande, produrre sintesi e conclusioni. Fare in modo che le regole vengano rispettate. Fonte: E. De Bono, Sei cappelli per pensare, 1994

22 MARIO FRACCARO22 CONOSCENZE Sapere… ABILITA Essere in grado di… COMPETENZA Mix di conoscenze ed abilità combinate in procedura da un soggetto in risposta ad un contesto Fonte: M.Tiriticco, Dalla scuola delle conoscenze alla formazione delle competenze,2000

23 MARIO FRACCARO23 Competenze di base Comunicazione nella lingua madre Comunicazione nella lingua straniera Competenze matematiche Competenze scientifiche Competenze digitali Competenze storico-sociali Competenze trasversali Imparare ad imparare Comunicare Agire in modo autonomo Risolvere problemi Individuare collegamenti e nessi Interpretare linformazione Competenze tecnico-operative Progettare Inventare Creare Collaborare,partecipare

24 MARIO FRACCARO24 STILI COGNITIVI Gli stili cognitivi si identificano con il modo di utilizzare le abilita e/o le intelligenze. Spesso più stili possono coesistere.

25 MARIO FRACCARO25 Stile analitico/globale Stile impulsivo/riflessivo Stile verbale /visuale Stile intuitivo/sistematico

26 MARIO FRACCARO26 OOOOOOOO O OOOOOO O OOOOOOOO SSSSSSSSS S SSSSSSS S AAAAAAAA A AAAAAAAA Analitico/Globale Lettera composta da lettere più piccole: quale si percepisce prima? Se hai percepito prima le lettere O S A Analitico Se hai percepito prima le lettere E F C Globale

27 MARIO FRACCARO27 CANE TORTA BICCHIERE QUADERNO DISCO LETTO GIRAFFA CAVALLO SEDIA TAVOLO GELATO BISCOTTO VISIVI/VERBALI In un minuto devi memorizzare parole e immagini:

28 MARIO FRACCARO28 ho ricordato più facilmente le immagini ho ricordato più facilmente le parole ho ricordato più facilmente le immagini ho ricordato più facilmente le parole Verbale Visuale

29 MARIO FRACCARO29 No, tentiamo a costruirla da soli Leggiamo le istruzioni Luca stile cognitivo tendenzialmente Intuitivo Marco stile cognitivo tendenzialmente Sistematico Marco e Luca comprano una cuccia per il loro cane, Botolo. Arrivati a casa vogliono montarla. Marco dice: Prima, leggiamo le istruzioni Luca dice: No, procediamo Scegli uno dei due comportamenti. Intuitivo/Sistematico

30 MARIO FRACCARO30 Teoria delle Intelligenze Multiple Secondo H. Gardner lintelligenza non è un entità unica ed uniforme. Eseguiamo un compito in rapporto allobiettivo che ci siamo dati, e da come sono sviluppate le nostre intelligenze. a tener conto della unicità e della poliedricità della mente degli studenti Ogni persona dispone di una serie di 9 intelligenze molto diverse fra loro. Gardner invita ad aiutare a sviluppare la capacità di comprendere, ed a costruire un apprendimento significativo, piuttosto che trasmissivo. Interattiva Analitica Introspettiva Linguistica Interpersonale Cinestetica Naturalistica Musicale Logico-Matematica Esistenziale VisualeIntrapersonale


Scaricare ppt "MARIO FRACCARO1 INCONTRO CLASSI 4^ e 5^ 2^ INCONTRO Classi 4^ e 5^ LICEO SOCIOPSICO PEDAGOGICO."

Presentazioni simili


Annunci Google